Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Alcol e asma: qual è la connessione?

L’asma è una condizione che fa si che le vie aeree di una persona si restringano e ciò influisce sulla respirazione.

I sintomi possono variare da lievi a gravi, in cui una persona necessita di cure mediche di emergenza per ricominciare a respirare.

I trigger di un attacco possono variare da individuo a individuo, ma includono stress, polvere e altri allergeni e, secondo alcuni studi, l’alcol.

Poiché non esiste una cura per l’asma, è importante che le persone conoscano i loro trigger e adottino misure per prevenire un attacco.

Uso di alcol e asma

L’alcol è stato spesso suggerito come contributore e innesco per l’asma. Tuttavia, i ricercatori non hanno condotto una quantità significativa di ricerche sulle specifiche di alcol e asma.

Uno dei più grandi studi di ricerca sull’argomento è stato pubblicato nel 2000 a. Lo studio dall’Australia ha chiesto a oltre 350 adulti di compilare un questionario sui loro fattori scatenanti l’allergia legati all’alcol. I risultati dello studio includevano:

Vino rosso che viene versato in un bicchiere

  • Il 33 percento afferma che l’alcol ha scatenato un attacco d’asma in almeno due occasioni
  • Il vino era associato ad essere particolarmente allergico
  • La comparsa della maggior parte dei sintomi di asma legati all’alcol si è verificata entro 1 ora dall’assunzione di alcol
  • La maggior parte dei sintomi di asma segnalati erano di gravità da lieve a moderata

I ricercatori hanno evidenziato due componenti di alcune bevande alcoliche che sembrava essere particolarmente allergenici e potrebbero contribuire a un attacco d’asma: solfiti e istamine.

I solfiti sono un conservante comunemente usato nella produzione di vino e birra, ma possono anche essere aggiunti ad altri tipi di alimenti. Le persone con asma sono spesso particolarmente sensibili agli effetti dei solfiti.

Un’altra sostanza potenzialmente causante l’allergia nell’alcol si chiama istamina. Questo composto viene creato quando l’alcol viene fermentato. L’istamina è presente in tutti i tipi di alcolici, compresi i liquori, la birra e il vino.

Le istamine sono le cause più comuni di reazioni allergiche: ecco perché alcuni tipi di farmaci per l’allergia sono chiamati antistaminici.

complicazioni

L’alcol potrebbe anche indirettamente contribuire ai sintomi dell’asma. Lo stress è un noto contributore ai sintomi dell’asma. Alcune persone possono sentirsi tristi o stressate e rivolgersi all’alcool come mezzo di fuga. Tuttavia, l’eccesso di alcol può peggiorare la sensazione di stress e anche prendere un pedaggio sul corpo e sulla salute di una persona.

L’asma può avere diverse complicazioni sulla salute di una persona. Può influenzare la loro capacità di dormire, impegnarsi in attività fisica e frequentare il lavoro o la scuola. Se l’alcol peggiora questi sintomi, le complicazioni e gli effetti dell’asma possono essere peggiorati.

Alcune bevande sono più sicure?

Se una persona asmatica ha fattori scatenanti correlati all’alcol, è importante essere consapevoli di quali tipi di bevande alcoliche scatenano i sintomi.

Secondo lo studio menzionato sopra, il vino è apparentemente la bevanda alcolica più allergenica. I vini biologici che non hanno conservanti aggiunti ad essi possono essere più bassi nei solfiti. La birra contiene anche solfiti che potrebbero potenzialmente scatenare sintomi di asma.

Per limitare gli effetti dell’alcool sull’asma, una persona dovrebbe mantenere l’assunzione di bevande alcoliche ad un certo tipo di alcol per la notte. Se causa sintomi, una persona dovrebbe evitarlo. In caso contrario, potrebbe essere un tipo di bevanda che induce meno l’asma.

Il volume di alcol può anche contribuire a peggiorare i sintomi dell’asma. Mentre un bicchiere di vino non può causare sintomi, bere tre bicchieri potrebbe avere abbastanza solfiti o istamine per innescare una reazione.

È anche possibile che una persona non possa bere alcun tipo di alcol senza avere una reazione asmatica. In questo caso, una persona deve valutare l’importanza della sua salute e la gravità dei sintomi con il loro desiderio di bere alcolici.

Cos’è l’asma?

Un certo numero di trigger può potenzialmente causare un attacco d’asma. Quando una persona è esposta al suo particolare innesco, le vie respiratorie reagiscono diventando più strette. Questo provoca sintomi di asma. Una persona può avere diversi trigger per l’asma o solo uno.

Trigger di asma comuni includono:

Signora che ha difficoltà respiratorie e tiene il collo

  • Sostanze irritanti dell’aria, come inquinamento atmosferico, sostanze chimiche e fumo
  • Allergeni comuni, come acari della polvere, scarafaggi, muffe e danders dell’animale domestico
  • Esercizio
  • Farmaci, compresi farmaci da banco come l’aspirina e il paracetamolo
  • Stress
  • Condizioni climatiche estreme, come giornate molto calde o fredde

I medici raccomandano spesso a una persona di tenere un “diario di asma”. In questi diari, le persone seguono i loro sintomi e quello che stavano facendo, mangiando o bevendo quando si è verificato un attacco d’asma.

Sintomi

L’asma può causare sintomi acuti, noti come un attacco d’asma, o può causare sintomi meno evidenti, come una tosse cronica durante la notte. Esempi di sintomi di asma includono:

  • Oppressione toracica
  • Tosse che si verifica in un certo momento durante il giorno
  • Difficoltà a catturare il respiro di una persona
  • Respiro sibilante

L’asma è una condizione cronica, quindi non va via anche con il trattamento. I bambini spesso nascono dall’asma e potrebbero non avere alcun sintomo o bisogno di farmaci da adulti.

L’asma inizia più comunemente nell’infanzia. Secondo il National Heart, Lung e Blood Institute, circa 25 milioni di persone negli Stati Uniti hanno l’asma.

trattamenti

I trattamenti per l’asma comportano l’evitare i fattori scatenanti dell’asma e l’assunzione di farmaci che possono ridurre i sintomi dell’asma. Le persone possono anche avere i propri trigger personali unici per l’asma, compreso l’alcol.

Un medico può anche prescrivere farmaci per aiutare le persone a controllare e trattare l’asma. Questi farmaci sono solitamente suddivisi in opzioni a breve e lunga durata.

I farmaci a breve durata d’azione sono usati per fornire sollievo immediato durante un attacco d’asma acuto. Questi farmaci aprono le vie respiratorie, rendendo più facile per una persona respirare.Gli esempi includono agonisti beta-2 a breve durata d’azione, come l’albuterolo.

I farmaci a lunga durata hanno lo scopo di ridurre l’infiammazione che può portare ad un attacco d’asma. Esempi di questi farmaci includono:

Il giovane usa la pompa per l'asma

  • Antileukotrienes
  • Sodio Cromolyn
  • immunomodulatori
  • Corticosteroidi per via inalatoria
  • Agonisti beta-2 per via inalatoria a lunga durata d’azione
  • metilxantine
  • Corticosteroidi orali

Trovare la giusta combinazione di farmaci per trattare l’asma può richiedere alcuni tentativi ed errori. Come regola generale, se una persona deve usare farmaci a breve durata d’azione più di due volte a settimana, l’asma potrebbe essere meglio controllato.

Quando vedere un dottore

Alcuni sintomi di asma richiedono attenzione di emergenza. Questi includono i seguenti:

  • Tosse marrone scuro o muco sanguinante
  • Problemi respiratori che non migliorano con i farmaci a breve durata d’azione
  • Inizio di una nuova febbre

Se una persona è in cura con farmaci per controllare l’asma e prova quanto segue, deve contattare il proprio medico:

  • Utilizzo di farmaci per l’asma a sollievo rapido per più di 2 giorni a settimana
  • Notare che il muco diventa più spesso o più difficile da pulire

Le persone con asma dovrebbero vedere il loro medico ogni volta che manifestano sintomi indesiderati o hanno difficoltà a gestire i loro sintomi.

Like this post? Please share to your friends: