Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Alcuni pazienti diabetici perdono gli arti inferiori perché i loro cambiamenti cutanei

Ricercatori dell’Università di Bristol, nel Regno Unito, hanno scoperto perché i pazienti con diabete sviluppano una condizione che porta all’amputazione degli arti inferiori. È causato da un’alterazione del tessuto cutaneo prima che si sviluppino ulcere delle gambe.

Non è raro che una persona con diabete di tipo 2 sviluppi un’ulcera negli arti inferiori che non guarisce. Alla fine, la condizione diventa tale che l’unico trattamento efficace è quello di amputare sotto il ginocchio.

Il modo migliore per prevenire una complicazione dell’ulcera è abbassare la pressione sanguigna del paziente, il glucosio e il colesterolo. Il problema è che la condizione è spesso non rilevata nelle fasi iniziali. Quindi, un trattamento efficace può a volte arrivare troppo tardi.

Circa il 15% delle persone con diabete che hanno un’ulcera del piede avrà bisogno di un’amputazione.

Le persone più a rischio di ulcera che portano alla perdita degli arti sono quelle con diabete di tipo 2 (o esordio adulto di tipo 2).

In questo studio, gli scienziati hanno esaminato 14 pazienti con diabete che avevano avuto un’amputazione sotto il ginocchio. I tessuti della pelle delle loro due gambe sono stati confrontati – la gamba con l’amputazione sotto il ginocchio e la gamba sana.

Hanno scoperto che la gamba con amputazione sotto il ginocchio aveva problemi con il tessuto connettivo che supporta la pelle – la pelle era cambiata. Il tessuto si stava rinnovando a un ritmo molto più veloce che portava al collagene anormale. La pelle, essendo più debole, si stava rompendo più velocemente, una condizione che consente alle ulcere di formarsi più facilmente.

Ora che sappiamo perché le ulcere possono accadere, può essere più facile trovare modi per offrire trattamenti che impediscano l’ulcera di svilupparsi in primo luogo.

Capire cosa succede nel tessuto potrebbe consentire ai medici di sviluppare trattamenti che prevengono lo sviluppo delle ulcere, e quindi aiutare i pazienti a evitare amputazioni.

Il dottor J Tarlton, capo ricercatore, ha detto che i risultati dello studio hanno aperto nuove strade che prima nessuno sapeva esistesse. Lui e il suo team credono che i principi di questa ricerca potrebbero essere applicati ad altri disturbi in cui i tessuti sono affetti da carenza di ossigeno, come la cardiopatia ischemica.

Il dottor Tarlton ha aggiunto che sono necessarie ulteriori ricerche per capire quanto sia diffuso questo problema. Crede che questa svolta significherà che si possono trovare modi per migliorare la qualità della vita di molte persone.

Scritto da: Christian Nordqvist
Redattore: Notizie mediche oggi

Like this post? Please share to your friends: