Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Allergia all’ambrosia: cosa è e cibi da evitare

Le piante di ambrosia sono un allergene comune. Quando una persona respira polline di ambrosia, il suo sistema immunitario può reagire come se fosse una sostanza che causa la malattia, e possono sperimentare sintomi di allergia.

Ci sono 17 tipi di ambrosia che crescono negli Stati Uniti, in genere rilasciando polline tra agosto e settembre.

Solo una pianta può rilasciare fino a 1 miliardo di granuli di polline, che creano future piante di ambrosia e causano significative allergie stagionali.

In questo articolo, scopri i sintomi e le cause delle allergie all’ambrosia, oltre a come trattarli e prevenire i sintomi in futuro.

Sintomi

Pianta di ambrosia che causa allergia contro il cielo blu.

L’allergia all’ambrosia può causare molti sintomi, tra cui:

  • prurito agli occhi, al naso e alla gola
  • occhi gonfi
  • naso che cola o chiuso
  • starnuti
  • difficoltà a dormire

I sintomi di allergia all’ambrosia tendono a verificarsi tra la fine dell’estate e l’inizio dell’autunno, quando il polline di ambrosia inizia a diffondersi.

Il polline di Ambrosia di solito raggiunge il picco a metà settembre. Una persona può notare i suoi sintomi regredire dopo quel tempo.

Oltre a questi sintomi, un’allergia all’ambrosia può irritare le vie respiratorie superiori, portando a tosse e respiro affannoso in chi ha l’asma.

Quando e dove cresce l’ambrosia?

L’ambrosia tende a crescere nelle zone rurali di ogni stato degli Stati Uniti, ad eccezione dell’Alaska. I siti comuni per l’ambrosia di apparire includono rive del fiume, bordi stradali, campi e lotti liberi.

I semi di ambrosia possono rimanere dormienti per 10 anni o più e continuano a crescere nelle piante. I tipi di ambrosia includono:

  • saggio
  • mugwart
  • sambuco di palude
  • Eupatorium
  • cespuglio di groundsel
  • pennello di coniglio

Le temperature calde, i venti e l’umidità aiutano la crescita dell’ambrosia e trasferiscono il polline su vaste aree.

Secondo l’Asthma and Allergy Foundation of America, il polline è stato trovato a 400 miglia in mare e 2 miglia in aria.

L’ambrosia è particolarmente resistente agli erbicidi, rendendo molto difficile per gli agricoltori uccidere quando si trova sulla loro terra.

I conteggi del polline di Ambrosia tendono ad essere al massimo quando le temperature sono più calde durante il giorno, di solito tra le 10 e le 3 del pomeriggio.

Alimenti da evitare

Zucchini accatastati sul tavolo di legno con fiori.

Le persone con allergie all’ambrosia sono spesso anche sensibili a certi cibi. Questo perché alcune piante possono contenere polline simile all’ambrosia. La condizione è nota come sindrome da allergia orale.

Gli alimenti che possono causare sintomi in una persona con un’allergia all’ambrosia includono:

  • banane
  • meloni
  • tè alla camomilla
  • cetriolo
  • miele che contiene polline
  • semi di girasole
  • zucchine

Alcuni individui possono avvertire solo sintomi lievi, come ad esempio un naso che cola o starnutire quando si mangiano questi alimenti.

Le persone possono ridurre gli effetti della sindrome da allergia orale cucinando, sbucciando o conservando i frutti.

Le cause

Un’allergia all’ambrosia si verifica se il sistema immunitario di una persona è sensibile al polline di ambrosia.

Quando quella persona entra in contatto con l’ambrosia, il suo corpo rilascerà i composti del sistema immunitario che sono chiamati IgE. Questi composti hanno lo scopo di contenere il polline, ma segnalano anche il rilascio di composti infiammatori chiamati istamine.

Le istamine vanno nelle aree in cui il polline è stato inalato, causando spesso gonfiore e irritazione nei passaggi nasali.

Di conseguenza, una persona può sperimentare sniffling, starnuti e prurito, di solito intorno al naso e agli occhi.

Diagnosi

I medici possono spesso diagnosticare un’allergia all’ambrosia basata sui soli sintomi di una persona. Solitamente chiedono quando hanno notato i sintomi e cosa li rende peggiori o migliori.

Per confermare un’allergia all’ambrosia, un medico può eseguire il test della puntura della pelle. Ciò comporta l’inserimento di una piccola goccia di polline di ambrosia diluito sulla pelle, quindi un piccolo graffio o una piccola puntura.

Se una persona è allergica all’ambrosia, subirà una reazione lieve, tra cui gonfiore, prurito o arrossamento.

Un’altra opzione per confermare un’allergia è sottoporsi a un esame del sangue. Un laboratorio può testare il sangue per la presenza di anticorpi dell’ambrosia che indicano un’allergia.

trattamenti

Vestiti che si asciugano sulla linea di lavaggio all'aperto in giardino.

Sfortunatamente, non esiste una cura per l’allergia all’ambrosia. Tuttavia, ci sono molti trattamenti disponibili per aiutare a gestire i sintomi.

Per ridurre i sintomi di allergia all’ambrosia, una persona può:

  • Controllare quotidianamente i conteggi dei pollini ed evitare di uscire all’aperto per un periodo prolungato quando i conteggi dei pollini sono alti.
  • Cambia i loro vestiti o fai una doccia dopo essere usciti durante la stagione dell’ambrosia.
  • Tieni i finestrini chiusi durante la guida e a casa. Questo può aiutare a mantenere le aree interne prive di pollini.
  • Sostituire i filtri dell’aria per interni con filtri HEPA certificati per l’asma e l’allergia.
  • Prendi farmaci anti-allergia. Questi includono cetirizina (Zyrtec), loratadina (Claritin), levocetirizina (Xyzal) e fexofenadina (Allegra). Idealmente, una persona può iniziare a prendere questi farmaci da 1 a 2 settimane prima che inizino i sintomi dell’allergia stagionale.
  • Utilizzare colliri anti-prurito o spray nasali antinfiammatori per ridurre il prurito.
  • Evita di asciugare i vestiti su una linea esterna per evitare che i vestiti raccolgano il polline.
  • Shampoo regolarmente gli animali domestici se escono all’aperto per impedire loro di portare polline in casa.
  • Lavare la biancheria da letto in acqua calda e sapone una volta alla settimana per garantire che il polline non rimanga sui fogli.

I medici possono raccomandare iniezioni di immunoterapia per sintomi più gravi. Questi includono l’iniezione di quantità sempre maggiori di polline di ambrosia per ridurre i sintomi di una persona.

Le iniezioni di immunoterapia possono aiutare qualcuno a trovare sollievo dai sintomi di allergia all’ambrosia per molti anni.

Se una persona ha paura degli aghi, potrebbe essere in grado di parlare con i medici di compresse o gocce per ridurre i sintomi di allergia.

prospettiva

Fortunatamente, la stagione delle allergie all’ambrosia non è per tutto l’anno. Mentre può causare sintomi spiacevoli per diverse settimane, i sintomi si placano quando le piante di ambrosia smettono di produrre polline.

Fino ad allora, i trattamenti da banco e il tempo limite all’aperto possono aiutare a ridurre i sintomi.

Like this post? Please share to your friends: