Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Anatomia: una breve introduzione

L’anatomia è l’identificazione e la descrizione delle strutture degli esseri viventi. È un ramo della biologia e della medicina.

Lo studio dell’anatomia risale a oltre 2000 anni fa agli antichi greci. Può essere diviso in tre aree: anatomia umana, zootomia o anatomia animale e fitotomia, che è l’anatomia della pianta.

L’anatomia umana è lo studio delle strutture del corpo umano. Una comprensione dell’anatomia è fondamentale per la pratica della salute e della medicina.

La parola “anatomia” deriva dalle parole greche “ana”, che significa “su” e “tomo”, che significa “un taglio”. Gli studi sull’anatomia dipendono tradizionalmente dal taglio o dalla dissezione, ma ora, con la tecnologia di imaging, è sempre più possibile vedere come un corpo si compone senza la dissezione.

Ci sono due modi di guardare all’anatomia: anatomia macroscopica, macroscopica o macroscopica.

Anatomia

[lezione di anatomia]

In medicina, anatomia macroscopica, anatomia macroscopica o anatomia topografica si riferisce allo studio delle strutture biologiche visibili a occhio nudo.

Lo studio dell’anatomia macroscopica può implicare metodi di dissezione o non invasivi. L’obiettivo è raccogliere dati sulle strutture più grandi di organi e sistemi di organi.

Nella dissezione, lo scienziato taglia aperto il cadavere umano o animale che viene tagliato e esamina i suoi organi.

L’endoscopia, inserendo un tubo con una fotocamera all’estremità, potrebbe essere utilizzata per studiare strutture all’interno di animali vivi. L’endoscopia viene eseguita attraverso la bocca o attraverso il retto, quindi il tratto gastrointestinale è spesso l’organo principale di interesse.

Ci sono anche metodi meno invasivi. Ad esempio, per studiare i vasi sanguigni di animali viventi o umani, lo scienziato può inserire nell’animale un colorante opaco che evidenzierà il sistema circolatorio quando si utilizza la tecnologia di imaging, come l’angiografia.

Tecniche come la risonanza magnetica (MRI), la tomografia computerizzata (TC) o i raggi X rivelano anche informazioni sull’interno di un corpo vivente.

Gli studenti di medicina e dentisti eseguono la dissezione come parte del loro lavoro pratico in anatomia umana grossolana durante i loro studi. Possono dissezionare un cadavere umano.

Gli studenti di anatomia grossolana dovranno conoscere i principali sistemi del corpo.

Sistemi del corpo umano

Ci sono 11 sistemi di organi nel corpo umano: http://www.innerbody.com/

  • Il sistema tegumentario, che significa pelle, capelli, unghie e così via
  • Sistema scheletrico
  • Sistema muscolare
  • Sistema linfatico
  • Sistema respiratorio
  • Apparato digerente
  • Sistema nervoso
  • Sistema endocrino, che regola la produzione di ormoni
  • Sistema cardiovascolare
  • Sistema urinario
  • Sistemi riproduttivi

Sebbene questi sistemi abbiano nomi diversi, lavorano tutti in modo interdipendente, nel senso che lavorano insieme e dipendono l’uno dall’altro.

Anatomia microscopica

[anatomia microscopica delle cellule nervose]

L’anatomia microscopica, nota anche come istologia, è lo studio di cellule e tessuti di animali, umani e piante che sono troppo piccoli per essere visti ad occhio nudo.

Osservando il tessuto al microscopio, possiamo conoscere l’architettura delle cellule, come sono messe insieme e come si relazionano tra loro.

Ad esempio, se una persona ha il cancro, l’esame del tessuto al microscopio rivelerà come agiscono le cellule tumorali e come influenzano il normale tessuto umano.

Questo in genere comporta lo studio di tessuti e cellule mediante tecniche istologiche come il sezionamento e la colorazione, e quindi osservandoli sotto un microscopio elettronico o ottico.

Il sezionamento comporta il taglio del tessuto in fette molto sottili in modo che possano essere esaminate. Le macchie istologiche vengono aggiunte alle strutture biologiche, come i tessuti, per aggiungere colori o per migliorare i colori in modo che possano essere più facilmente distinti quando vengono esaminati, soprattutto se diverse strutture sono l’una accanto all’altra.

L’istologia è vitale per la comprensione e il progresso della medicina, della medicina veterinaria, della biologia e di altri aspetti delle scienze della vita.

L’istologia è utilizzata per:

Insegnamento: le diapositive di istologia sono utilizzate nei laboratori didattici per aiutare gli studenti che stanno imparando le microstrutture dei tessuti biologici.

Diagnosi: i campioni di tessuto o le biopsie sono prelevati dai pazienti e inviati al laboratorio per l’analisi da parte di un istologo.

Indagini forensi: lo studio microscopico dei tessuti biologici può aiutare a spiegare perché, ad esempio, qualcuno sia morto improvvisamente.

Autopsie: Come nelle indagini forensi, i tessuti biologici di persone decedute e animali possono essere analizzati, in modo che gli investigatori possano capire meglio le cause della morte.

Archeologia: campioni biologici provenienti da siti archeologici possono fornire dati utili su ciò che stava accadendo nella storia o nella storia antica.

istopatologia

Gli istoturisti, noti anche come tecnici di istologia, tecnologi di istologia, scienziati biomedici, scienziati medici o tecnici di laboratorio medico, lavorano nei laboratori di istologia.

Questi specialisti usano abilità speciali per elaborare campioni di tessuti biologici che possono provenire da pazienti, da sospetti se si tratta di un laboratorio forense o da cadaveri. Usando una serie di tecniche, preparano piccole fette di tessuto, conosciute come sezioni. Montano le fette su vetrini e aggiungono macchie istologiche. Le diapositive vengono quindi esaminate da un istopatologo, o patologo, per l’analisi.

Le capacità di un istologo devono essere meticolose e precise per fornire campioni di alta qualità per l’esame al microscopio da parte di un istopatologo.

Un patologo è un medico che si è laureato in medicina e poi si è specializzato in patologia attraverso la residenza. Sono richiesti programmi di residenza per tutte le specialità e per patologia, la formazione è di ulteriori quattro anni.

Esaminano le cellule e i tessuti e interpretano ciò che vedono, in modo che loro o altri possano usare i dati per decidere sul trattamento di una malattia, determinare come qualcuno è stato ferito o morto e così via.

L’istopatologia è una sotto-disciplina della patologia. È lo studio microscopico dei tessuti e delle cellule della malattia.

Studiare l’anatomia

La maggior parte degli studi relativi all’assistenza sanitaria necessitano di una formazione in anatomia macroscopica e istologia. Paramedici, fisioterapisti, terapisti occupazionali, medici, ortisti e protesisti e scienziati biologici hanno tutti bisogno di una conoscenza dell’anatomia.

Alcuni siti web offrono un “tour” del corpo umano che spiega i diversi organi e il modo in cui sono fatti. Il National Institutes of Health offre una gamma di risorse sulle diverse parti del corpo.

Like this post? Please share to your friends: