Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Aromaterapia: cosa devi sapere

L’aromaterapia, o terapia con olio essenziale, si riferisce a una gamma di terapie tradizionali, alternative o complementari che utilizzano oli essenziali e altri composti di piante aromatiche.

Gli oli essenziali sono stati usati per quasi 6.000 anni, con l’obiettivo di migliorare la salute o l’umore di una persona.

L’Associazione Nazionale di Aromaterapia Olistica (NAHA) definisce l’aromaterapia come “l’applicazione terapeutica o l’uso medicinale di sostanze aromatiche (oli essenziali) per la guarigione olistica”.

Nel 1997, l’International Standards Organization (ISO) definiva un olio essenziale come un “prodotto ottenuto da materia prima vegetale, per distillazione con acqua o vapore, o dall’epicarpo degli agrumi mediante un processo meccanico o mediante distillazione a secco”.

Si è scoperto che una gamma di oli essenziali ha vari gradi di attività antimicrobica e si ritiene che abbia proprietà antivirali, nematocida, antifungina, insetticida e antiossidante. Le applicazioni di aromaterapia comprendono massaggi, applicazioni topiche e inalazioni.

Tuttavia, gli utenti devono essere consapevoli che i prodotti “naturali” sono anche prodotti chimici e possono essere pericolosi se usati nel modo sbagliato. È importante seguire il consiglio di un professionista qualificato quando si utilizzano oli essenziali.

Usando l’aromaterapia

[oli essenziali]

L’aromaterapia è normalmente utilizzata per inalazione o come applicazione topica.

Inalazione: gli olii evaporano nell’aria usando un diffusore contenitore, spray o gocce d’olio, o inspirati, per esempio, in un bagno di vapore.

Oltre a fornire un odore gradevole, gli oli aromaterapici possono fornire disinfezione respiratoria, decongestionante e benefici psicologici.

L’inalazione di oli essenziali stimola il sistema olfattivo, la parte del cervello collegata all’odore, compreso il naso e il cervello.

Le molecole che entrano nel naso o nella bocca passano ai polmoni e da lì ad altre parti del corpo.

Quando le molecole raggiungono il cervello, influenzano il sistema limbico, che è collegato alle emozioni, alla frequenza cardiaca, alla pressione sanguigna, alla respirazione, alla memoria, allo stress e all’equilibrio ormonale. In questo modo, gli oli essenziali possono avere un effetto sottile, ma olistico sul corpo.

Applicazioni topiche: oli da massaggio e prodotti per il bagno e la cura della pelle vengono assorbiti attraverso la pelle. Massaggiare la zona in cui l’olio deve essere applicato può aumentare la circolazione e aumentare l’assorbimento. Alcuni sostengono che le aree più ricche di ghiandole sudoripare e follicoli piliferi, come la testa oi palmi delle mani, possono assorbire gli oli in modo più efficace.

Gli oli essenziali non vengono mai applicati direttamente sulla pelle. Devono sempre essere diluiti con un olio vettore. Di solito, poche gocce di olio essenziale a un’oncia di olio vettore è la concentrazione. Gli olii più comuni sono l’olio di mandorle dolci o l’olio d’oliva.

Fai sempre un test allergico prima di provare un nuovo olio essenziale.

Per fare un test di allergia:

  • Diluire l’olio essenziale in un olio vettore al doppio della concentrazione che si prevede di utilizzare
  • Strofinare la miscela in un’area della dimensione di un quarto all’interno dell’avambraccio

Se non c’è risposta allergica entro 24-48 ore, dovrebbe essere sicuro da usare.

Alcune persone riferiscono di sviluppare allergie agli oli essenziali dopo averli usati molte volte in passato. Se appare una nuova risposta allergica, l’individuo dovrebbe smettere di usarlo immediatamente ed evitare il suo odore.

Per ottenere una diluizione dello 0,5-1%, utilizzare da 3 a 6 gocce di olio essenziale per oncia di supporto. Per una diluizione del 5%, aggiungere 30 gocce a un’oncia di carrier.

Una concentrazione massima del 5 percento è generalmente considerata sicura per gli adulti.

L’ingestione o la deglutizione non è raccomandata per gli oli essenziali. Preso per bocca, gli oli possono danneggiare il fegato o i reni.

Possono anche portare a interazioni con altri farmaci e possono subire cambiamenti inaspettati mentre si trovano nell’intestino.

Benefici

L’aromaterapia è una terapia complementare. Non fornisce una cura per malattie, eruzioni cutanee o malattie, ma può supportare il trattamento convenzionale di varie condizioni.

[bagno di vapore con olio essenziale]

È stato dimostrato che riduce:

  • Nausea
  • Dolore e dolori muscolari
  • Ansia, agitazione, stress e depressione
  • Stanchezza e insonnia
  • Dolori muscolari
  • Mal di testa
  • Problemi circolatori
  • Problemi mestruali
  • Problemi della menopausa
  • Alopecia o perdita di capelli

Alcuni tipi di psoriasi possono trovare sollievo con l’aromaterapia, ma un operatore sanitario dovrebbe consigliarti sull’uso e l’applicazione.

I problemi digestivi possono trarre beneficio dall’olio di menta piperita, ma non dovrebbero essere ingeriti.

Il dolore ai denti e le ulcere alla bocca possono essere alleviati dall’olio di chiodi di garofano, ma anche questo deve essere applicato localmente e non ingerito.

I sostenitori affermano che questi e una vasta gamma di altri reclami rispondono bene all’aromaterapia, ma non tutti gli usi sono supportati da prove scientifiche.

Cosa fanno gli oli essenziali?

Oli diversi hanno usi ed effetti diversi.

  • L’olio essenziale di basilico viene utilizzato per affinare la concentrazione e alleviare alcuni dei sintomi della depressione. Può alleviare mal di testa ed emicranie. Dovrebbe essere evitato durante la gravidanza.
  • Si dice che l’olio essenziale di bergamotto sia utile per il tratto urinario e il tratto digestivo. Se combinato con l’olio di eucalipto può aiutare ad alleviare i problemi della pelle, compresi quelli causati da stress e varicella.

[olio essenziale di rosmarino]

  • L’olio essenziale di pepe nero è comunemente usato per stimolare la circolazione, dolori muscolari e dolori e contusioni. Combinato con olio essenziale di zenzero, è usato per ridurre il dolore da artrite e migliorare la flessibilità.
  • L’olio essenziale di camomilla può trattare l’eczema
  • L’olio essenziale di citronella è un parente della citronella e agisce come un repellente per insetti
  • L’olio essenziale di chiodi di garofano è un analgesico topico, o antidolorifico, comunemente usato per il mal di denti.È anche usato come antiemetico antispasmodico, per prevenire il vomito e la nausea e come carminativo, prevenendo il gas nell’intestino. Ha proprietà antimicrobiche, antiossidanti e antimicotiche.
  • L’olio essenziale di eucalipto può aiutare ad alleviare le vie respiratorie durante il raffreddore o l’influenza. È spesso combinato con menta piperita. Molte persone sono allergiche all’eucalipto, quindi bisogna fare attenzione.
  • L’olio essenziale di geranio può essere utilizzato per problemi di pelle, per ridurre lo stress e come repellente per zanzare.
  • L’olio essenziale di gelsomino è stato descritto come afrodisiaco. Mentre mancano prove scientifiche, la ricerca ha dimostrato che l’odore del gelsomino aumenta le onde beta, che sono legate alla vigilanza. Come stimolante, potrebbe aumentare il flusso sanguigno del pene.
  • L’olio essenziale di lavanda è usato come antisettico per piccoli tagli e ustioni e per migliorare il rilassamento e il sonno. Si dice che allevia il mal di testa e i sintomi dell’emicrania.
  • Si dice che l’olio essenziale di limone migliori l’umore e aiuti ad alleviare i sintomi di stress e depressione.
  • L’olio essenziale di rosmarino può favorire la crescita dei capelli, aumentare la memoria, prevenire gli spasmi muscolari e sostenere il sistema circolatorio e nervoso.
  • Per alcuni, l’olio essenziale di sandalo ha qualità afrodisiache.
  • Si dice che l’olio essenziale dell’albero del tè abbia qualità antimicrobiche, antisettiche e disinfettanti. È comunemente usato negli shampoo e nei prodotti per la cura della pelle, per trattare l’acne, le bruciature e i morsi. È caratterizzato da risciacqui in bocca ma non dovrebbe mai essere ingerito, in quanto è tossico.
  • Si dice che l’olio essenziale di timo aiuta a ridurre affaticamento, nervosismo e stress.
  • L’olio essenziale di Achillea è usato per trattare i sintomi del raffreddore e dell’influenza e per aiutare a ridurre l’infiammazione delle articolazioni.

L’olio per un massaggio verrà miscelato con un “olio vettore” che diluisce l’olio e fornisce lubrificazione.

Visitando un aromaterapeuta

L’aromaterapeuta dovrebbe prendere una storia medica approfondita, e uno stile di vita, dieta e storia attuale della salute.

L’aromaterapia comporta un approccio olistico, quindi ha lo scopo di trattare l’intera persona. I trattamenti saranno adatti ai bisogni fisici e mentali dell’individuo. Sulla base di queste esigenze, l’aromaterapeuta può raccomandare un singolo olio o una miscela.

A seconda delle esigenze e delle preferenze del paziente, il professionista può raccomandare un singolo olio o una miscela.

Secondo il National Cancer Institute (NCI), i prodotti per l’aromaterapia non hanno bisogno dell’approvazione della FDA a patto che non vi sia alcuna pretesa di trattare una malattia specifica.

Un aromaterapeuta non è lo stesso di un massaggiatore, anche se un massaggiatore può utilizzare oli aromaterapici.

rischi

Ogni olio essenziale ha il proprio trucco chimico e la ragione per l’uso, quindi è importante parlare con un aromaterapeuta, un infermiere, un medico, un fisioterapista, un massaggiatore o un farmacista addestrati prima di applicare o usare un olio per scopi curativi.

Un professionista qualificato può consigliare e insegnare come usare ciascun prodotto, dando istruzioni adeguate sull’applicazione o la diluizione.

I consumatori dovrebbero anche essere consapevoli che la Food and Drug Administration degli Stati Uniti non controlla i prodotti aromaterapici, quindi può essere difficile sapere se un prodotto è puro o se è contaminato o sintetico.

Alcuni prodotti di bellezza e per la casa, come lozioni, trucco e candele contengono prodotti che possono sembrare oli essenziali, ma sono davvero fragranze sintetiche.

Come i farmaci, gli oli essenziali devono essere trattati con rispetto. È importante cercare una consulenza professionale e seguire attentamente le istruzioni.

Attenzione quando si usano oli essenziali

Dal momento che gli oli essenziali causano reazioni nel corpo, non tutti gli oli andranno a vantaggio di tutti. I composti chimici negli oli essenziali possono produrre effetti avversi se combinati con i farmaci. Possono ridurre l’efficacia dei farmaci convenzionali o possono esacerbare le condizioni di salute nell’individuo.

Ad esempio, una persona con ipertensione arteriosa dovrebbe evitare gli stimolanti, come il rosmarino. Alcuni composti, come finocchio, anice e salvia agiscono in modo simile agli estrogeni, quindi una persona con un seno estrogeno o un tumore ovarico dovrebbe evitare questi.

I prodotti concentrati possono essere velenosi prima della diluizione e devono essere maneggiati con cura. Si raccomanda una concentrazione massima del 5 percento.

Alcuni oli producono tossine che possono causare danni al fegato, ai reni e al sistema nervoso, soprattutto se assunti internamente. In alcuni casi, la deglutizione degli oli essenziali può essere pericolosa e fatale.

Gli individui con una qualsiasi delle seguenti condizioni dovrebbero prestare particolare attenzione quando si utilizza l’aromaterapia:

  • Un’allergia o allergie
  • Febbre da fieno, un tipo di allergia
  • Asma
  • Condizioni della pelle come eczema o psoriasi

Le persone con le seguenti condizioni devono essere estremamente caute:

  • Epilessia
  • Ipertensione o ipertensione

Se l’olio deve essere miscelato con un trasportatore, l’individuo dovrebbe dire all’aromatherapist o al massaggiatore qualsiasi allergia alle noci, perché gli olii portanti sono spesso ottenuti da noci e semi.

L’aromaterapia può avere effetti collaterali, ma questi sono normalmente lievi e non durano a lungo.

Loro includono:

  • Nausea
  • Mal di testa
  • Alcune reazioni allergiche

L’uso dell’aromaterapia da parte di donne incinte o che allattano non è stato dimostrato sicuro dalla ricerca, quindi non è raccomandato.

Durante il primo trimestre di gravidanza, l’aromaterapia può rappresentare un rischio per il feto in via di sviluppo. Le donne che allattano dovrebbero evitare l’olio essenziale di menta piperita, come può essere espresso nel latte materno.

Gli oli essenziali derivati ​​dagli agrumi possono rendere la pelle più sensibile alla luce ultravioletta, aumentando il rischio di scottature.

Alcuni oli possono influenzare la funzione dei farmaci convenzionali, quindi le persone che stanno usando farmaci di qualsiasi tipo dovrebbero prima verificare con un farmacista qualificato o un medico.

Infine, quando si conservano gli oli essenziali, è importante essere consapevoli che la luce, il calore e l’ossigeno possono influire sull’integrità dell’olio. I prodotti dovrebbero provenire da una fonte rispettata e affidabile, per essere certi della qualità. Le seguenti istruzioni riducono accuratamente il rischio di compromettere la salute dell’utente.

In alcune parti dell’Europa occidentale l’aromaterapia è incorporata nella medicina tradizionale come terapia antisettica, antivirale, antifungina e antibatterica. Negli Stati Uniti e in Canada, questo è meno. In Francia, alcuni oli essenziali sono regolati come farmaci da prescrizione e possono essere somministrati o prescritti solo da un medico.

L’aromaterapia può aiutare ad alleviare alcune condizioni, ma dovrebbe essere usata correttamente, sotto la supervisione di un professionista qualificato. L’NAHA può consigliare aromaterapeuti nella tua zona, e alcuni sono membri di un’associazione professionale, ma fino ad ora non ci sono commissioni di licenza per aromaterapeuti negli Stati Uniti.

Like this post? Please share to your friends: