Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Aspirina giornaliera: più benefici del rischio?

Molte persone assumono quotidianamente una bassa dose di aspirina per ridurre il rischio di un ulteriore infarto o ictus o se hanno un rischio elevato di entrambi.

Mentre il beneficio atteso è una minore probabilità di malattia vascolare, l’assunzione giornaliera di aspirina non è esente da rischi: ad esempio aumenta il rischio di emorragia interna. Da qui l’importante necessità di discutere in anticipo con il medico, “Nel mio caso, doc, dovrei prendere l’aspirina giornaliera?”

Ma questa settimana, la pubblicazione di tre studi in, ha aggiunto un nuovo vantaggio all’equazione: prevenzione del cancro, e suscitato il dibattito pro e contro.

In questi studi, il professor Peter Rothwell dell’Università di Oxford nel Regno Unito, un esperto mondiale di aspirina e colleghi, conferma che per le persone di mezza età, una dose giornaliera di aspirina può ridurre il rischio di sviluppare diversi tumori, con effetti a partire solo dopo da due a tre anni invece dei dieci circa pensati in precedenza.

Inoltre, propongono che il trattamento con l’aspirina giornaliera possa anche impedire che un cancro localizzato esistente si diffonda ad altre parti del corpo, che Rothwell dice che è altrettanto importante sapere, poiché è lì che il cancro diventa mortale.

Se segui il loro ragionamento, sembra che abbiamo raggiunto un punto cruciale nel dibattito: da un lato abbiamo il beneficio che l’aspirina può ridurre il cancro, l’ictus e gli infarti, che sono molto più propensi a portare a invalidità o morte, e dall’altra, abbiamo il rischio di emorragia interna, che è meno dannosa di quelle malattie.

Prendendo un'aspirina ogni giorno

Tali argomenti fanno sì che più persone, anche se attualmente godono di buona salute, facciano la domanda: “Dovrei prendere l’aspirina ogni giorno?”

Ma, sebbene Rothwell e colleghi presentino prove convincenti, nonostante alcune limitazioni, i loro documenti non forniscono necessariamente una risposta chiara a questa domanda.

Tuttavia, il bilanciamento dei pro e dei contro può cambiare alla luce delle loro prove, perché non solo la terapia con aspirina a basse dosi sembra aumentare i professionisti, ma può anche ridurre i cons, in quanto i ricercatori hanno scoperto che il rischio di emorragia interna è ridotto col tempo.

Inoltre, i nuovi studi sollevano anche una spinosa questione di salute pubblica, simile a quella che circonda i colesterolo-busters, se le autorità sanitarie considerassero di raccomandare l’uso di routine dell’aspirina per la prevenzione del cancro?

Questo è stato oggetto di un commento pubblicato nello stesso numero del. Qui, Andrew T Chan e Nancy R Cook del Brigham and Women’s Hospital, Harvard Medical School, Boston, suggeriscono che, a conti fatti, non siamo pronti a raccomandare l’aspirina per la prevenzione del cancro.

Una ragione è che gli studi di Rothwell non includevano i dati dei più grandi studi randomizzati sulla prevenzione primaria, lo studio sulla salute delle donne (WHS) e lo studio sulla salute dei medici (PHS), dove i soggetti assumevano l’aspirina a giorni alterni.

“Inoltre, nonostante un convincente caso che i benefici vascolari e antitumorali dell’aspirina superano i danni del sanguinamento extracranico maggiore, queste analisi non tengono conto di effetti avversi meno gravi sulla qualità della vita, come un sanguinamento meno grave”, aggiungono.

Tuttavia, Chan e Cook riconoscono che mentre attendiamo risultati di ulteriori studi e il follow-up a lungo termine di WHS e PHS, gli studi di Rothwell ci spingono verso un “passo avanti verso l’ampliamento delle raccomandazioni per l’uso di aspirina”.

Perlomeno, significa che le future linee guida basate sull’evidenza non possono ignorare l’uso dell’aspirina per la prevenzione delle malattie vascolari in isolamento dalla prevenzione del cancro, concludono.

Altre autorità hanno anche risposto rapidamente ai nuovi studi. Nel Regno Unito, la risposta del NHS alla domanda “Dovrei iniziare a prendere l’aspirina?” è:

“Nel complesso, l’aspirina è un trattamento medico altamente efficace se usato in modo appropriato, ma non è ancora un farmaco che dovrebbe essere assunto senza sorveglianza su base giornaliera, anche a basse dosi”.

Loro, come Chan e Cook, dicono che mentre gli studi di Rothwell “forniscono prove convincenti, l’assunzione di aspirina non è ancora raccomandata per prevenire il cancro e le persone non dovrebbero iniziare a prenderlo ogni giorno come misura precauzionale”.

Per le persone sane che stanno prendendo in considerazione l’assunzione giornaliera di aspirina, hanno questo messaggio:

“Dato che i rischi potenziali potrebbero superare qualsiasi beneficio, non è attualmente consigliato che le persone sane senza fattori di rischio per le malattie cardiovascolari prendano l’aspirina per prevenire possibili eventi cardiovascolari come infarto e ictus”.

Dicono anche che le prove per l’assunzione dell’aspirina puramente per prevenire il cancro o per curarlo sono “anche meno sostanziali che per il diradamento del sangue” e sollecitano “non possiamo essere sicuri che i potenziali benefici non siano superati dai rischi noti”.

La ragione per cui l’aspirina viene prescritta in una piccola dose giornaliera come mezzo per ridurre il rischio di infarto o ictus, è a causa dell’effetto che ha sull’azione coagulativa delle piastrine nel sangue.

Quando sanguiniamo, le piastrine nel sangue si accumulano nel sito della ferita, formando un tappo che arresta ulteriormente la perdita di sangue.

Ma questa coagulazione può anche avvenire all’interno dei vasi sanguigni, come quando un deposito grasso in una stretta arteria esplode. Nel sito dello scoppio, le piastrine del sangue si aggregano in un coagulo che può bloccare l’arteria e fermare il flusso di sangue al cervello o al cuore, causando un ictus o un infarto.

L’aspirina riduce la capacità delle piastrine di aggregarsi, riducendo così il rischio di avere un infarto o ictus.

Bottiglia di aspirina

Nel Regno Unito, ad esempio, l’aspirina viene prescritta come fluidificante del sangue per ridurre il rischio di coaguli. Il trattamento comprende una piccola dose giornaliera, spesso intorno ai 75 mg (una tipica compressa per l’analgesico da aspirina ha circa 300 mg di aspirina).

Ma il lato negativo di questo beneficio anti-coagulazione è che l’aspirina può anche causare gravi danni, il più noto di questi è il piccolo ma importante aumento del rischio di irritazione e sanguinamento dello stomaco.

E, ironia della sorte, mentre l’aspirina quotidiana può aiutare a prevenire un ictus (ischemico) correlato al coagulo, può effettivamente aumentare il rischio di un ictus emorragico (emorragico).

Sebbene i benefici di riduzione del rischio di aspirina siano diversi tra uomini e donne (e tra le donne, dipende anche dall’età), il rischio di sanguinamento con aspirina giornaliera è pressappoco lo stesso in entrambi i sessi.

Il rischio di sanguinamento tende ad essere più elevato nelle persone anziane, in quelli con una storia di ulcera gastrica e in persone che stanno assumendo farmaci o che hanno condizioni che aumentano il rischio di sanguinamento.

L’uso quotidiano di aspirina aumenta anche il rischio di sviluppare un’ulcera allo stomaco. E, per chiunque abbia un’ulcera sanguinante, prendere l’aspirina causerà sanguinare di più, forse in misura potenzialmente letale, dicono gli esperti della Mayo Clinic negli Stati Uniti.

Le persone con asma possono anche sperimentare problemi respiratori con l’aspirina.

Altri effetti collaterali dell’aspirina includono nausea e indigestione, ronzio nelle orecchie (acufeni) e perdita dell’udito. E alcune persone possono avere una reazione allergica.

Sviluppi recenti sull’aspirina da notizie MNT

In che modo l’aspirina può aiutare a curare il cancro?

Uno studio recente, pubblicato sulla rivista, suggerisce che l’aspirina potrebbe essere efficace nell’aumentare il sistema immunitario nei pazienti affetti da cancro al seno, alla pelle e all’intestino.

L’aspirina può raddoppiare la sopravvivenza per i malati di cancro

L’aspirina può raddoppiare le possibilità di sopravvivenza per i pazienti con tumori gastrointestinali, secondo i risultati di un nuovo studio recentemente presentato al 2015 European Cancer Congress di Vienna, in Austria.

L’aspirina giornaliera potrebbe aumentare la probabilità di gravidanza

Assunzione giornaliera di aspirina a basso dosaggio potrebbe aiutare le donne a rimanere incinta, in particolare quelli che hanno abortito in precedenza. Questo è secondo la nuova ricerca presentata all’American Society of Reproductive Medicine Meeting annuale a Baltimora, MD.

Benefici dell’aspirina riaffermati per CVD e tumore del colon-retto

Per alcuni pazienti, vale la pena rischiare gli effetti avversi di una dose regolare di aspirina al fine di ridurre la possibilità di malattie cardiovascolari e cancro del colon-retto, dice la ricerca pubblicata nel.

L’aspirina può prolungare la sopravvivenza dei pazienti oncologici fino a un quinto

È stato salutato un “farmaco miracoloso” a causa dei suoi numerosi benefici per la salute, e ora, un nuovo studio fornisce ulteriori prove che l’aspirina può aiutare nella lotta contro il cancro.

Raccomandazioni sull’aspirina

Prima di assumere l’aspirina, anche come antidolorifico, gli esperti generalmente raccomandano di parlare con il medico o il farmacista in caso di gravidanza, cercando di concepire o di allattare.

Lo stesso vale per le persone con una malattia del sangue, un’ulcera allo stomaco, che soffrono di asma, hanno la pressione alta, problemi ai reni o al fegato, o hanno reazioni allergiche a qualsiasi farmaco.

È anche importante dire al tuo medico quali altri farmaci o integratori stai assumendo. Anche se prendi l’aspirina con l’ibuprofene, riduce i benefici dell’aspirina. E l’assunzione di aspirina con altri agenti anti-coagulazione, come il warfarin, potrebbe anche aumentare notevolmente il rischio di sanguinamento.

Se assumi quotidianamente un’aspirina e hai bisogno di interventi chirurgici o dentistici, è importante che tu dica al tuo chirurgo o al tuo dentista quale dose stai assumendo, in modo da ridurre al minimo il rischio di sanguinamento eccessivo durante la procedura.

Anche la FDA (Food and Drug Administration) statunitense mette in guardia coloro che prendono regolarmente l’aspirina per limitare l’assunzione di alcol, poiché ciò può avere un ulteriore effetto fluidificante e aumenta il rischio di disturbi allo stomaco.

La Mayo Clinic suggerisce se sei in aspirina giornaliera, dovresti limitare il consumo di alcol a un drink o meno al giorno se sei una donna, o due drink o meno se sei un uomo.

Un altro punto che fanno, è che l’interruzione della terapia aspirina giornaliera può essere pericolosa: c’è un effetto di rimbalzo che può innescare un coagulo di sangue e causare un infarto o ictus. È importante parlare con il medico prima di apportare eventuali modifiche o interrompere la dose giornaliera.

L’aspirina non deve essere somministrata ai bambini sotto i 16 anni a causa del rischio di innescare una condizione rara ma pericolosa nota come sindrome di Reyes, motivo per cui nel Regno Unito è stato rimosso come ingrediente da tutti i medicinali per bambini e neonati.

Molti esperti consigliano anche a coloro che pensano di prendere l’aspirina quotidiana come un modo per ridurre il rischio di cancro, di considerare che ci sono molti altri cambiamenti di stile di vita meno dannosi che possono anche fare la differenza: come smettere di fumare, seguire una dieta sana, limitare l’alcol assunzione, mantenere un peso normale e fare regolarmente esercizio fisico.

Like this post? Please share to your friends: