Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Bere alcol può eliminare i rifiuti cerebrali, studia i reperti

Se sei parziale a un drink o due, amerai i risultati di uno studio recente; i ricercatori hanno scoperto che un “basso” consumo di alcol può aiutare a purificare il cervello.

amici che fanno un brindisi

In uno studio sui topi, scienziati dell’Università di Rochester Medical Center (URMC) di New York hanno scoperto che bere l’equivalente di circa 2,5 bevande alcoliche al giorno può ridurre l’infiammazione cerebrale.

Si è anche scoperto che aumenta la funzione del sistema glicinfatico, che è responsabile della rimozione dei prodotti di scarto dal cervello.

Tuttavia, è stato riscontrato che l’esposizione all’alcol elevata compromette la funzione gififorme e aumenta l’infiammazione cerebrale.

L’autrice principale dello studio Dr. Maiken Nedergaard, del Center for Translational Neuromedicine presso l’URMC, e colleghi hanno recentemente riportato i loro risultati sulla rivista.

Non dovrebbe sorprendere che il consumo eccessivo di alcol possa danneggiare la salute. Infatti, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) riferisce che l’alcol contribuisce alle “oltre 200 condizioni di salute” e provoca circa 3,3 milioni di morti in tutto il mondo ogni anno.

Sempre più spesso, tuttavia, la ricerca ha suggerito che un po ‘di alcol potrebbe farci bene.

Uno studio riportato lo scorso anno, ad esempio, ha suggerito che bere moderatamente potrebbe ridurre il rischio di diabete, mentre altre ricerche hanno collegato l’assunzione moderata di alcol con un migliore funzionamento cognitivo.

Il nuovo studio fornisce ulteriori prove dei potenziali benefici cerebrali del bere moderato, dopo aver scoperto che un paio di drink al giorno potrebbero aiutare a liberare il cervello dalle tossine.

La funzione glinfatica è migliorata

I ricercatori hanno raggiunto le loro scoperte valutando gli effetti dell’esposizione all’alcol acuta e cronica sul sistema glicinfatico dei topi.

Descritto per primo dal Dr. Nedergaard e colleghi nel 2012, il sistema glicinfatico è un processo di pulizia del cervello in cui il liquido spinale cerebrale viene “pompato” nel cervello, dove rimuove i rifiuti potenzialmente dannosi.

Questi prodotti di scarto includono proteine ​​beta-amiloide e tau, il cui accumulo è un segno distintivo del morbo di Alzheimer.

I ricercatori hanno scoperto che quando i roditori sono stati esposti ad alte dosi di alcol per un lungo periodo, hanno dimostrato un aumento dei marcatori infiammatori. Questo era particolarmente evidente negli astrociti, o cellule che aiutano a controllare la funzione gififorme.

Inoltre, è stata riscontrata un’alta esposizione all’alcol per compromettere il funzionamento cognitivo e le capacità motorie nei topi.

Tuttavia, il team ha scoperto che i topi a cui venivano somministrate dosi “basse” di alcol – che, in questo studio, equivalevano a consumare circa 2,5 bevande alcoliche al giorno – non solo dimostravano una riduzione dell’infiammazione cerebrale, ma la loro funzione glicemica era anche migliorato, rispetto a un gruppo di controllo che non era esposto all’alcol.

“I dati sugli effetti dell’alcol sul sistema glicinfatico”, spiega il dott. Nedergaard, “sembrano corrispondere al modello a forma di J relativo agli effetti dose dell’alcool sulla salute generale e sulla mortalità, per cui basse dosi di alcol sono benefiche, mentre eccessive il consumo è dannoso per la salute generale “.

“[…] in questo studio abbiamo dimostrato per la prima volta che basse dosi di alcol sono potenzialmente benefiche per la salute del cervello, in particolare migliora la capacità del cervello di rimuovere i rifiuti.”

Dr. Maiken Nedergaard

Aggiunge che numerosi studi hanno associato il consumo di alcool da basso a moderato con un minor rischio di demenza. “Questo studio può aiutare a spiegare perché questo si verifica”, dice il dottor Nedergaard. “In particolare, basse dosi di alcol sembrano migliorare la salute generale del cervello.”

Like this post? Please share to your friends: