Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Binge drinking aumenta il rischio di diabete di tipo 2 attraverso la resistenza all’insulina

Binge drinking direttamente provoca insulino-resistenza, che a sua volta porta al diabete di tipo 2. Questo è stato il risultato di un nuovo studio sui ratti, che secondo i ricercatori è il primo a mostrare binge drinking da solo, separato da altri fattori come l’eccesso di cibo, aumenta il rischio di diabete di tipo 2.

Le persone con una storia di binge drinking hanno un rischio maggiore di sviluppare la sindrome metabolica e il diabete di tipo 2. Ma fino a questo studio non era chiaro come funzionasse il collegamento e se il binge drinking da solo aumentasse il rischio.

I ricercatori del Diabetes Obesity and Metabotism Institute della Icahn School of Medicine del Mount Sinai, a New York, hanno scritto le loro tesi sul numero del 30 gennaio della rivista Science Translational Medicine.

Hanno anche scoperto che l’alcol sembra interrompere la segnalazione dei recettori insulinici causando infiammazione nell’ipotalamo, un’area del cervello che tra l’altro è importante per i processi metabolici.

Insulino-resistenza

Il ruolo principale del recettore dell’insulina è quello di controllare l’assorbimento del glucosio. La diminuzione della segnalazione di questo recettore significa che le cellule non possono assumere il glucosio e il risultato è l’iperglicemia (troppa glucosio nel sangue) e altre conseguenze del diabete di tipo 2.

La resistenza all’insulina è il luogo in cui l’insulina non si lega correttamente al recettore, ostacolando così la sua capacità di inviare i segnali giusti alle cellule in modo che possano useglucosio per l’energia. Questo può accadere anche quando il pancreas produce abbastanza insulina per tenere sotto controllo i livelli di glucosio.

Un sintomo di insulino-resistenza è l’alto livello di insulina nel sangue. Questo è un componente importante della sindrome metabolica, un gruppo di fattori di rischio che insieme aumentano il rischio di diabete di tipo 2, malattia coronarica e ictus.

L’autore senior Christoph Buettner, professore associato di medicina, endocrinologia, diabete e malattia ossea, presso la Icahn School of Medicine, afferma in una dichiarazione:

“La resistenza all’insulina è emersa come un difetto metabolico chiave che porta al diabete di tipo 2 e alla malattia coronarica (CAD)”.

“Qualcuno che binge regolarmente le bevande anche una volta alla settimana, per molti anni, può rimanere in uno stato di insulino-resistenza per un lungo periodo di tempo, potenzialmente anni”, aggiunge.

Resistenza all’insulina indotta da alcol

Per il loro studio, i ricercatori hanno simulato l’abbuffata umana bevendo ratti alcolici per tre giorni. Un altro gruppo di topi agiva come controllo: avevano lo stesso apporto calorico dei topi che bevevano alcolici, ma senza consumare alcol.

I ricercatori hanno poi eseguito una serie di test per controllare il metabolismo del glucosio.

Hanno trovato anche quando non c’era traccia di alcol rimasto nel loro flusso sanguigno, i ratti che bevevano abbuffate avevano livelli più alti di insulina circolante rispetto ai topi di controllo, suggerendo che la causa era la resistenza all’insulina, indotta dall’alcol.

La prima autrice Claudia Lindtner, ricercatrice associata di medicina, endocrinologia, diabete e malattia ossea presso la Icahn School of Medicine, afferma:

“In precedenza non era chiaro se il binge drinking fosse associato ad un aumentato rischio di diabete, dal momento che una persona che binge bevande può anche mangiare binge, o almeno mangiare troppo”.

“I nostri dati mostrano per la prima volta che il binge drinking induce l’insulino-resistenza direttamente e può avvenire indipendentemente dalle differenze nell’assunzione calorica”, aggiunge.

Uno studio pubblicato nel novembre 2012 dai Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie mostra che negli ultimi dieci anni e negli ultimi dieci anni si è registrato un notevole aumento dei tassi di diabete diagnosticato negli Stati Uniti. Suggerisce, mentre una ragione è che le persone con diabete vivono più a lungo, l’altro motivo è un aumento dei casi di malattia.

Scritto da Catharine Paddock PhD

Like this post? Please share to your friends: