Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cancro alle ghiandole salivari: cosa devi sapere

Le ghiandole salivari producono la saliva, che mantiene la bocca umida e aiuta il corpo con la digestione. Il cancro alle ghiandole salivari è un cancro raro che inizia nel tessuto di una di queste ghiandole.

Negli Stati Uniti, il cancro delle ghiandole salivari è responsabile di meno dell’1% di tutti i tumori. Colpisce 1 su 100.000 persone. Si stima che ci siano 2000-2500 casi ogni anno negli Stati Uniti.

Trattamenti comuni includono chirurgia, radioterapia e chemioterapia. Evitare i fattori di rischio può aiutare a ridurre la probabilità di diagnosi; tuttavia, una causa genetica può avere un ruolo.

Fatti veloci sul cancro delle ghiandole salivari:

  • È una forma molto rara di cancro, che costituisce meno dell’1% di tutti i tumori negli Stati Uniti.
  • La diagnosi viene in genere eseguita mediante test di imaging e biopsia incisionale.
  • Le complicanze includono la sindrome di Frey e la caduta del viso.

Cos’è il cancro alle ghiandole salivari?

Una donna tiene il lato della sua mascella dove si trovano le ghiandole salivari

La bocca contiene molte ghiandole salivari, alcune importanti e altre minori. Il cancro della ghiandola salivare si verifica quando una di queste ghiandole sviluppa un tumore canceroso. Ci sono 3 coppie di ghiandole salivari maggiori:

Le ghiandole parotidee, posizionate proprio davanti a ciascun orecchio, sono le più grandi ghiandole salivari; sono le più probabilità di sviluppare un tumore.

Le ghiandole sublinguali si trovano sotto la lingua; sono la più piccola delle principali ghiandole salivari. Le ghiandole sottomandibolari sono al di sotto della mascella.

Ci sono 450-750 microscopiche ghiandole salivari minori tutt’intorno alla bocca. Le posizioni includono:

  • i seni
  • la lingua
  • dentro le guance
  • il naso
  • la laringe
  • casella vocale

I tumori hanno meno probabilità di manifestarsi in queste ghiandole minori, ma se uno si sviluppa, c’è una probabilità del 50% che sia canceroso o maligno. I tumori delle ghiandole salivari possono essere benigni o maligni e includono tumori ematolinifoidi, come il linfoma di Hodgkin.

Sintomi

Una persona che ha un cancro alle ghiandole salivari può sperimentare:

  • Difficoltà nell’apertura della bocca completamente.
  • Deboli muscoli facciali su un lato del viso.
  • Gonfiore o nodulo intorno alla mascella, alla bocca o al collo.
  • Differenza evidente nella forma di un lato del collo o del viso.
  • Una parte del viso si sente insensibile.
  • La ghiandola salivare è in costante dolore.

Qualsiasi nodulo indolore che non sia collegato a un’infezione dovrebbe essere studiato.

Le cause

I tumori delle ghiandole salivari non sono stati ampiamente studiati e la causa rimane un mistero. Tuttavia, si ritiene probabile una causa genetica. Alcuni geni, chiamati oncogeni, riproduzione delle cellule di controllo; un altro gruppo di geni controlla la distruzione cellulare, questi sono noti come geni oncosoppressori. Nel caso del cancro, uno o entrambi questi tipi di geni che controllano le cellule sono mutati.

Ciò significa che la corretta produzione e distruzione di celle non ha più luogo. L’esposizione a determinati prodotti chimici cancerogeni, o cancerogeni o radiazioni, può causare una mutazione genetica.

La ricerca suggerisce che una riduzione nell’uso dei raggi X per le procedure dentarie e di altro tipo è legata a una riduzione del cancro delle ghiandole salivari.

Fattori di rischio

I seguenti fattori possono aumentare il rischio di sviluppare il cancro delle ghiandole salivari:

  • La radioterapia per tumori alla testa e al collo aumenta il rischio di sviluppare il cancro delle ghiandole salivari in seguito.
  • I pazienti più anziani hanno un rischio più elevato, anche se il cancro della ghiandola salivare può verificarsi a qualsiasi età.
  • I fattori genetici possono aumentare il rischio.
  • L’esposizione sul luogo di lavoro a sostanze come polvere di nichel e polvere di silice può essere un fattore.

Altri potenziali rischi che vengono studiati includono l’uso del telefono cellulare, la dieta e il consumo di tabacco e alcol.

Diagnosi

L'uomo che entra in una macchina scanner CT

Il medico chiederà al paziente la loro storia medica ed esaminerà i lati del viso, la bocca e l’area intorno alla mascella. Se qualche linfonodo sembra ingrandito, questo potrebbe essere un segno di cancro.

La debolezza muscolare o intorpidimento del viso potrebbe indicare che il cancro si è diffuso ai nervi.

Test di imaging possono essere effettuati per determinare la posizione e la diffusione di qualsiasi malattia. Una biopsia può essere utilizzata per prelevare tessuti per l’analisi. In una biopsia incisionale viene eseguita una piccola incisione e una parte del tumore viene prelevata per l’esame.

A seconda dei risultati iniziali, la chirurgia può essere eseguita per rimuovere e testare l’intero tumore.

Trattamento

Il trattamento per il cancro salivare, come per molti tipi di cancro, comporta spesso interventi chirurgici, radioterapia, chemioterapia o una combinazione di questi.

Chirurgia

La chirurgia è normalmente la forma principale di trattamento per il cancro delle ghiandole salivari. Potrebbe essere necessario rimuovere l’intera ghiandola salivare, insieme ai nervi e ai dotti in cui il tumore potrebbe essersi diffuso. Se è piccolo e di facile accesso, potrebbe essere necessario rimuovere solo il tumore e una piccola quantità di tessuto circostante.

Radiazione

La radioterapia dirige particelle di energia ad alta potenza o fasci al tumore per rallentare o distruggere le cellule tumorali. Il tipo più comune di radioterapia per il cancro della ghiandola salivare è la radioterapia a fasci esterni. Fornisce un livello intenso di radiazioni.

I trattamenti vengono solitamente somministrati ogni giorno, 5 giorni alla settimana per un massimo di 7 settimane. I più nuovi tipi di radioterapia che possono avere più successo includono radiazioni iperfrazionate accelerate.

Chemioterapia

La chemioterapia viene utilizzata quando il tumore si è diffuso ad altre parti del corpo. Il paziente assume farmaci per via orale o endovenosa per uccidere le cellule cancerose. È disponibile una varietà di farmaci che possono essere utilizzati da soli o in combinazione con altri farmaci, come il 5-fluorouracile (5-FU) o il carboplatino.

complicazioni

Le complicazioni della chirurgia includono:

  • reazioni all’anestetico
  • guarigione lenta della ferita
  • infezione
  • sanguinamento eccessivo

Il danno ai nervi può causare la caduta di un lato del viso e il paziente può avere difficoltà a deglutire oa parlare. La chirurgia ricostruttiva può essere possibile e un logopedista può aiutare a ripristinare alcune delle funzioni perse.

La sudorazione gustativa, o sindrome di Frey, è quando i nervi ricrescono in modo insolito, il che può portare a sudare su alcune aree del viso durante la masticazione. Questo può essere trattato con più interventi chirurgici o farmaci. Gli effetti avversi della radioterapia generalmente includono:

  • bruciore della pelle
  • nausea
  • vomito
  • fatica

Questi in genere scompaiono dopo il trattamento. La radioterapia per il cancro della ghiandola salivare può anche viaggiare in altre parti della testa e del collo. Ci potrebbe essere:

  • Secchezza delle fauci dovuta alla diminuzione della produzione di saliva.
  • Piaghe della gola e della bocca
  • Secchezza, mal di gola.
  • Difficoltà a deglutire.
  • Perdita di gusto totale o parziale.
  • Dolore alle ossa e danni
  • Peggioramento dei problemi dentali
  • Danno alla ghiandola tiroidea.
  • Suoneria o sensazione di pienezza nelle orecchie

La chemioterapia uccide le cellule tumorali, ma può anche colpire alcune cellule sane, come i follicoli piliferi e le cellule del rivestimento della bocca. Gli effetti indesiderati comuni includono:

  • Appetito ridotto, nausea e vomito
  • Basso numero di globuli bianchi e rossi, aumentando il rischio di infezioni e affaticamento.
  • Basso numero di piastrine nel sangue, in modo che il corpo sia più facilmente contuso.
  • La perdita di capelli.
  • Piaghe della bocca

Dopo aver completato il trattamento, il paziente sarà monitorato da vicino da un medico. È importante partecipare a tutti gli appuntamenti di follow-up in quanto ciò può aiutare a ridurre al minimo gli effetti collaterali del trattamento e trattare tempestivamente eventuali recidive.

prospettiva

La prognosi dipende dallo stadio in cui viene diagnosticato il cancro. I tumori delle ghiandole salivari di stadio 1 hanno un’aspettativa di vita di 5 anni del 91% rispetto al normale per il gruppo di età di una persona. Questo scende al 39% se il tumore viene diagnosticato allo stadio 4 (con malattia più avanzata).

Prevenzione

La prevenzione è difficile, poiché la causa esatta del cancro delle ghiandole salivari è sconosciuta. Tuttavia, una dieta sana, un regolare esercizio fisico ed evitare tabacco e alcol possono ridurre al minimo il rischio. Un articolo suggerisce che un aumento del consumo di frutta e verdura, in particolare di quelli ricchi di vitamina C, e di evitare cibi ricchi di colesterolo può essere utile.

Le persone che lavorano in ambienti in cui è presente polvere di lega di nichel, polvere di silice o sostanze radioattive devono usare una protezione adeguata.

Like this post? Please share to your friends: