Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cancro colorettale: cosa devi sapere

Il cancro del colon-retto, noto anche come cancro intestinale, cancro del colon o carcinoma del retto, è un qualsiasi tumore che colpisce il colon e il retto.

L’American Cancer Society stima che circa 1 su 21 uomini e 1 su 23 donne negli Stati Uniti svilupperanno il cancro del colon-retto durante la loro vita.

È la seconda causa principale di morte per cancro nelle donne e la terza per gli uomini. Tuttavia, a causa dei progressi delle tecniche di screening e dei miglioramenti nei trattamenti, il tasso di mortalità per tumore del colon-retto è diminuito.

Il cancro del colon-retto può essere benigno, o non-canceroso o maligno. Un tumore maligno può diffondersi in altre parti del corpo e danneggiarle.

Sintomi

Anatomia dell'intestino crasso
L’intestino crasso è anche chiamato colon o intestino crasso.

I sintomi del cancro del colon-retto comprendono:

  • cambiamenti nelle abitudini intestinali
  • diarrea o stitichezza
  • una sensazione che l’intestino non si svuota correttamente dopo un movimento intestinale
  • sangue nelle feci che fa sembrare nere le feci
  • sangue rosso vivo proveniente dal retto
  • dolore e gonfiore nell’addome
  • una sensazione di pienezza nell’addome, anche dopo aver mangiato per un po ‘.
  • affaticamento o stanchezza
  • perdita di peso inspiegabile
  • un grumo nell’addome o nel passaggio posteriore sentito dal medico
  • carenza di ferro inspiegabile negli uomini o nelle donne dopo la menopausa

La maggior parte di questi sintomi può anche indicare altre possibili condizioni. È importante consultare un medico se i sintomi persistono per 4 settimane o più.

Trattamento

Il trattamento dipenderà da diversi fattori, tra cui la dimensione, la posizione e lo stadio del tumore, indipendentemente dal fatto che sia ricorrente o meno, e l’attuale stato generale di salute del paziente.

Le opzioni di trattamento comprendono la chemioterapia, la radioterapia e la chirurgia.

Chirurgia per il cancro del colon-retto

Questo è il trattamento più comune. I tumori maligni colpiti e tutti i linfonodi vicini saranno rimossi, per ridurre il rischio di diffusione del cancro.

L’intestino viene solitamente cucito di nuovo insieme, ma a volte il retto viene rimosso completamente e viene attaccata una sacca per la colostomia per il drenaggio. La sacca per colostomia raccoglie le feci. Di solito è una misura temporanea, ma può essere permanente se non è possibile unire le estremità dell’intestino.

Se il tumore viene diagnosticato abbastanza presto, la chirurgia può rimuoverlo con successo. Se la chirurgia non arresta il cancro, allevia i sintomi.

Chemioterapia

La chemioterapia comporta l’uso di un medicinale o di una sostanza chimica per distruggere le cellule cancerose. È comunemente usato per il trattamento del cancro del colon. Prima di un intervento chirurgico, può aiutare a ridurre il tumore.

La terapia mirata è un tipo di chemioterapia che si rivolge in modo specifico alle proteine ​​che favoriscono lo sviluppo di alcuni tumori. Possono avere meno effetti collaterali rispetto ad altri tipi di chemioterapia. I farmaci che possono essere usati per il cancro del colon-retto comprendono bevacizumab (Avastin) e ramucirumab (Cyramza).

Uno studio ha rilevato che i pazienti con carcinoma del colon avanzato che ricevono la chemioterapia e che hanno una storia familiare di cancro del colon-retto hanno una probabilità significativamente più bassa di recidiva e morte del cancro.

Radioterapia

La radioterapia utilizza fasci di radiazione ad alta energia per distruggere le cellule tumorali e per impedire che si moltiplichino. Questo è più comunemente usato per il trattamento del cancro del retto. Può essere usato prima dell’intervento chirurgico nel tentativo di ridurre il tumore.

Sia la radioterapia che la chemioterapia possono essere somministrate dopo l’intervento chirurgico per ridurre le possibilità di recidiva.

Ablazione

L’ablazione può distruggere un tumore senza rimuoverlo. Può essere effettuato utilizzando radiofrequenza, etanolo o criochirurgia. Questi vengono consegnati utilizzando una sonda o un ago guidato da ultrasuoni o tecnologia di scansione CT.

Recupero

I tumori maligni possono diffondersi in altre parti del corpo se non trattati. Le possibilità di una cura completa dipendono enormemente da quanto tempo viene diagnosticato e trattato il cancro.

Il recupero di un paziente dipende dai seguenti fattori:

  • la fase in cui è stata fatta la diagnosi
  • se il cancro ha creato un buco o un blocco nel colon
  • lo stato di salute generale del paziente

In alcuni casi, il cancro può tornare.

Fattori di rischio

I possibili fattori di rischio includono:

Avere polipi aumenta il rischio di cancro del colon-retto.

  • età avanzata
  • una dieta ad alto contenuto di proteine ​​animali, grassi saturi e calorie
  • una dieta a basso contenuto di fibre
  • alto consumo di alcol
  • avendo avuto cancro al seno, alle ovaie o all’utero
  • una storia familiare di cancro del colon-retto
  • con colite ulcerosa, morbo di Crohn o malattia dell’intestino irritabile (IBD)
  • sovrappeso e obesità
  • fumo
  • una mancanza di attività fisica
  • la presenza di polipi nel colon o nel retto, in quanto potrebbero eventualmente diventare cancerogeni.

La maggior parte dei tumori del colon si sviluppa all’interno di polipi (adenoma). Questi si trovano spesso all’interno della parete dell’intestino.

Mangiare carni rosse o trasformate può aumentare il rischio

Le persone che hanno un gene oncosoppressore noto come Sprouty2 possono avere un rischio più elevato di alcuni tumori del colon-retto.

Secondo il WHO (World Health Organization) il tumore del colon-retto è il secondo tumore più comune tra uomini e donne, dopo tumori polmonari.

Circa il 2% delle persone di età superiore a 50 anni finirà per sviluppare il cancro del colon-retto in Europa occidentale.

Il cancro del colon-retto tende a colpire allo stesso modo uomini e donne. Tuttavia, gli uomini tendono a svilupparlo in giovane età.

Le cause

Non è chiaro esattamente perché il cancro del colon-retto si sviluppi in alcune persone e non in altre.

fasi

Lo stadio di un cancro definisce quanto si è diffuso. Determinare lo stadio aiuta a scegliere il trattamento più appropriato.

Le fasi del cancro al colon

Un sistema comunemente usato fornisce agli stadi un numero compreso tra 0 e 4. Le fasi del tumore del colon sono:

  • Stadio 0: questo è il primo stadio, quando il cancro è ancora all’interno della mucosa o dello strato interno del colon o del retto. È anche chiamato carcinoma in situ.
  • Fase 1: il tumore è cresciuto attraverso lo strato interno del colon o del retto ma non si è ancora diffuso oltre la parete del retto o del colon.
  • Stadio 2: il tumore è cresciuto attraverso o all’interno del muro del colon o del retto, ma non ha ancora raggiunto i linfonodi vicini.
  • Fase 3: il tumore ha invaso i vicini linfonodi, ma non ha ancora colpito altre parti del corpo.
  • Fase 4: il tumore si è diffuso ad altre parti del corpo, inclusi altri organi, come il fegato, la membrana che riveste la cavità addominale, il polmone o le ovaie.
  • Ricorrente: il tumore è tornato dopo il trattamento. Potrebbe tornare indietro e influenzare il retto, il colon o un’altra parte del corpo.

Nel 40 percento dei casi, la diagnosi si verifica in uno stadio avanzato, quando la chirurgia è probabilmente l’opzione migliore.

Diagnosi

Lo screening può rilevare i polipi prima che diventino cancerogeni, oltre a rilevare il cancro del colon durante le sue fasi iniziali quando le probabilità di una cura sono molto più elevate.

Le seguenti sono le procedure diagnostiche e diagnostiche più comuni per il tumore del colon-retto.

Esame del sangue occulto nelle feci (test delle feci)

Questo controlla un campione delle feci del paziente (feci) per la presenza di sangue. Questo può essere fatto presso l’ufficio del medico o con un kit a casa. Il campione viene restituito all’ambulatorio medico e inviato al laboratorio.

Un esame delle feci ematiche non è accurato al 100 percento, perché non tutti i tumori causano una perdita di sangue, oppure non sanguinano continuamente. Pertanto, questo test può dare un risultato falso negativo. Il sangue può anche essere presente a causa di altre malattie o condizioni, come le emorroidi. Alcuni cibi possono suggerire il sangue nel colon, quando in realtà nessuno era presente.

Test del DNA delle feci

Questo test analizza diversi marcatori del DNA che i cancri del colon o le cellule di polipi precancerose versano nelle feci. I pazienti possono ricevere un kit con le istruzioni su come raccogliere un campione di feci a casa. Questo deve essere riportato all’ambulatorio del medico. Viene quindi inviato a un laboratorio.

Questo test è più accurato per rilevare il cancro del colon rispetto ai polipi, ma non può rilevare tutte le mutazioni del DNA che indicano che è presente un tumore.

Sigmoidoscopia flessibile

Il medico usa un sigmoidoscopio, un tubo flessibile, esile e illuminato, per esaminare il retto e il sigmoide del paziente. Il colon sigmoide è l’ultima parte del colon, prima del retto.

Il test richiede alcuni minuti e non è doloroso, ma potrebbe essere scomodo. C’è un piccolo rischio di perforazione della parete del colon.

Se il medico rileva polipi o tumore del colon, può essere utilizzata una colonscopia per esaminare l’intero colon e rimuovere eventuali polipi presenti. Questi saranno esaminati al microscopio.

Una sigmoidoscopia rileverà solo polipi o cancri nella terza parte del colon e nel retto. Non rileverà un problema in nessuna altra parte del tubo digerente.

Radiografia del clistere di bario

Il bario è un colorante a contrasto che viene inserito nell’intestino del paziente in una forma di clistere e viene visualizzato su una radiografia. In un clistere di bario a doppio contrasto, viene aggiunta anche l’aria.

Il bario riempie e ricopre il rivestimento dell’intestino, creando un’immagine chiara del retto, del colon e, occasionalmente, di una piccola parte dell’intestino tenue del paziente.

Una sigmoidoscopia flessibile può essere eseguita per rilevare eventuali piccoli polipi che la radiografia del clisma del bario possa mancare. Se la radiografia del clistere bario rileva qualcosa di anormale, il medico può raccomandare una colonscopia.

Colonscopia

Un diagramma della colonscopia

Un colonoscopio è più lungo di un sigmoidoscopio. È un tubo lungo, flessibile e sottile, collegato a una videocamera e un monitor. Il medico può vedere tutto il colon e il retto. Tutti i polipi scoperti durante questo esame possono essere rimossi durante la procedura, e talvolta vengono prelevati campioni di tessuto o biopsie.

Una colonscopia è indolore, ma ad alcuni pazienti viene somministrato un lieve sedativo per calmarli. Prima dell’esame, possono essere somministrati liquidi lassativi per pulire i due punti. Un clistere viene usato raramente. Sanguinamento e perforazione del muro del colon sono possibili complicazioni, ma estremamente rare.

Colonografia TC

Una macchina CT riprende le immagini dei due punti dopo aver rimosso i due punti. Se viene rilevato qualcosa di anormale, può essere necessaria la colonscopia convenzionale. Questa procedura può offrire ai pazienti a maggior rischio di cancro del colon-retto un’alternativa alla colonscopia meno invasiva, meglio tollerata e con una buona accuratezza diagnostica.

Scansioni di immagini

Le scansioni con ultrasuoni o risonanza magnetica possono aiutare a dimostrare se il tumore si è diffuso in un’altra parte del corpo.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) raccomandano uno screening regolare per i soggetti di età compresa tra 50 e 75 anni. La frequenza dipende dal tipo di test.

Prevenzione

Un certo numero di misure di stile di vita può ridurre il rischio di sviluppare il cancro del colon-retto:

  • Proiezioni regolari: coloro che hanno avuto un tumore del colon-retto in precedenza, che hanno superato i 50 anni di età, che hanno una storia familiare di questo tipo di cancro o che hanno il morbo di Crohn dovrebbero sottoporsi a screening regolari.
  • Nutrizione: seguire una dieta ricca di fibre, frutta, verdura e carboidrati di buona qualità e un minimo di carni rosse e lavorate. Passa dai grassi saturi ai grassi di buona qualità, come avocado, olio d’oliva, oli di pesce e noci.
  • Esercizio: è stato dimostrato che l’esercizio fisico regolare e regolare ha un impatto significativo sull’abbassamento del rischio di sviluppare un cancro del colon-retto.
  • Peso corporeo: il sovrappeso o l’obesità aumentano il rischio di molti tumori, compreso il cancro del colon-retto.

Uno studio pubblicato sulla rivista ha suggerito che l’aspirina potrebbe essere efficace nell’aumentare il sistema immunitario in pazienti affetti da cancro al seno, alla pelle e all’intestino.

Un gene legato alla recidiva del carcinoma intestinale e alla riduzione della sopravvivenza potrebbe aiutare a prevedere i risultati per i pazienti con il gene – e portare gli scienziati un passo avanti verso lo sviluppo di trattamenti personalizzati, rivela la ricerca nel diario.

Uno studio pubblicato ha scoperto che il valore di vitamina C di 300 arance altera le cellule tumorali, suggerendo che il potere della vitamina C potrebbe un giorno essere sfruttato per combattere il cancro del colon-retto

I ricercatori hanno scoperto che bere caffè ogni giorno – anche il caffè decaffeinato – può ridurre il rischio di cancro del colon-retto.

Like this post? Please share to your friends: