Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cani di rilevamento medico: come potrebbero salvare le nostre vite in un annusare

Il termine “miglior amico dell’uomo” è comunemente usato quando si tratta di cani, e non è difficile capire perché. La lealtà di un cane verso il suo proprietario è qualcosa che non può essere messa in discussione. Ma negli ultimi anni, i tavoli si sono trasformati e gli umani sono diventati più dipendenti dai cani che mai – per aiutare a salvare vite umane.

Secondo la Humane Society degli Stati Uniti, solo negli Stati Uniti ci sono circa 83,3 milioni di cani di proprietà, a dimostrazione del fatto che l’America è chiaramente una nazione di amanti dei cani. Ma sottovalutiamo il talento di queste incredibili creature e le vediamo puramente come animali domestici?

Negli ultimi anni, le organizzazioni di tutto il mondo hanno cercato di addestrare i cani a rilevare le condizioni mediche negli esseri umani.

All’inizio di quest’anno, ha riportato una ricerca condotta da Medical Detection Dogs, un’organizzazione benefica britannica, che specificava in che modo i cani hanno la capacità di allertare i loro proprietari di diabetici quando i loro livelli di zucchero nel sangue sono troppo bassi (ipoglicemici).

Altre ricerche hanno rivelato come i cani sono in grado di rilevare i batteri – un componente che causa molte infezioni acquisite in ospedale – nei campioni di feci e nell’aria ospedaliera.

Ma come sono esattamente i cani in grado di rilevare la malattia umana?

Tutto nel profumo

Un cane ha circa 125-300 milioni di ghiandole aromatiche, mentre un umano ha circa 5 milioni di ghiandole aromatiche. Ciò significa che l’olfatto di un cane è circa da 1.000 a 100.000 volte più sensibile di quello di un essere umano.

Primo piano del naso di un cane

È l’intricato olfatto di un cane che ha catturato l’interesse del mondo medico nell’utilizzare questi animali per aiutare a individuare le malattie umane e per aiutare le persone che soffrono di queste malattie a vivere una vita più appagante.

Dogs4Diabetics è un’organizzazione statunitense fondata nel 2004 che ricerca, forma e posiziona cani da allerta diabetici con diabetici insulino-dipendenti.

Ralph Hendrix, direttore esecutivo di Dogs4Diabetics, ha spiegato come i cani sono in grado di rilevare l’ipoglicemia nei diabetici.

“Crediamo che tutte le malattie abbiano un profumo associato alle malattie, a causa dei cambiamenti che avvengono all’interno del corpo, con diversi organi che esprimono diversi composti chimici.Questi profumi sono evidenti nel respiro e nel sudore”, ha spiegato.

“I cani hanno sensi altamente sensibili e possono imparare a riconoscere i sintomi da molti tipi di disturbi.Nel nostro lavoro, non viene insegnato a reagire ai sintomi, ma al profumo.”

Ma naturalmente questi cani non si adattano automaticamente al rilevamento di questi profumi. Una grande quantità di formazione va a garantire che acquisiscano l’odore corretto per svolgere il proprio lavoro.

Allenarsi per ottenere

Secondo Hendrix, i cani addestrati devono soddisfare un determinato criterio per diventare cani da rilevamento medico.

“Il criterio spazia dalle loro caratteristiche comportamentali, alle loro relazioni con gli umani (capacità di legame e disponibilità a piacere), alla loro solidità ambientale, alla loro etica lavorativa, alle motivazioni, alla risposta alla ricompensa, ecc.”

Dogs4Diabetics utilizza le razze allevate e socializzate per partecipare al lavoro di servizio. I cani che usano sono donati a loro da Guide Dogs for the Blind of San Rafael e Canine Companions for Independence of Santa Rosa, entrambi in California.

Hendrix dice che i cani donati a loro sono principalmente Labrador retriever e golden retriever, o un mix di due razze.

“Altre razze possono funzionare, ma queste razze sono ben accette per il lavoro di servizio a causa del temperamento e della disposizione a lavorare con i loro compagni umani”, ha detto.

Spiegando come i cani possono essere addestrati a fiutare l’ipoglicemia nei pazienti diabetici, Hendrix ha detto che i cani sono addestrati su un profumo raccolto dal respiro o dal sudore di un diabetico quando stanno vivendo l’ipoglicemia:

“Quel cane è addestrato per identificare il profumo ipoglicemico e poi viene insegnato a discriminare il profumo ipoglicemico da altri profumi attraenti ma distraenti attraverso una serie di giochi ed esercizi di addestramento.I cani ricevono ricompense positive per identificare il profumo corretto e per il loro lavoro “.

Hendrix ha aggiunto che ci vuole un po ‘di tempo per addestrare un cane a passare dalla “formazione sulla discriminazione dei profumi” alla rilevazione di un’ipoglicemia reale su un diabetico in un ambiente domestico.

“Tutti i diabetici avranno un profumo residuo intorno ai precedenti episodi ipoglicemici.Questo profumo” morto “indugia nella loro casa, i loro vestiti, il loro letto.I cani devono imparare a differenziare il profumo” morto “, persistente dal profumo” vivo “, e transizione il loro allerta solo al profumo vivo per il quale vengono premiati. “

Hendrix ha aggiunto che anche i cani devono essere addestrati per identificare e allertare il profumo ipoglicemico in ambienti diversi, come il lavoro, a scuola o in macchina.

Cane seduto con uno stetoscopio

“Per il cane, è semplicemente un gioco con ricompense positive che si gioca ovunque”, ha aggiunto.

Hendrix ha spiegato che anche i clienti di Dogs4Diabetics ricevono una formazione approfondita, compreso come rispondere al cane una volta che avvisa che c’è un problema con i loro zuccheri nel sangue. Il proprietario deve essere sicuro che il cane sia preciso nell’allarme testando i suoi livelli di zucchero nel sangue con un glucometro per confermare eventuali cambiamenti.

Potenziale per il rilevamento del cancro

Non è solo l’ipoglicemia che i cani hanno la capacità di fiutare. La ricerca continua sta esaminando l’uso dei cani per rilevare vari tipi di cancro – denominati “cani di rilevamento biologico”.

All’inizio di quest’anno, è stato riportato uno studio che spiega come i ricercatori stanno cercando di creare un metodo rivoluzionario per usare i cani per individuare il cancro ovarico.

I ricercatori hanno spiegato che i cani sono in grado di rilevare composti organici volatili (VOC), o odoranti, che sono alterati nelle prime fasi del cancro ovarico.

Uno studio del 2011 condotto da ricercatori presso Medical Detection Dogs ha anche scoperto che questi VOC potrebbero essere biomarcatori del cancro alla vescica.

Usando quattro cani da fiuto addestrati per analizzare campioni di urina di pazienti affetti da tumore alla vescica, oltre a controlli sani, i ricercatori hanno scoperto che la specificità dei cani nel rilevare il cancro variava dal 56% al 92%.

Di seguito è riportato un video di Medical Detection Dog che spiega come i cani di rilevamento biologico sono in grado di rilevare profumi di cancro e altre malattie.

Ricerche precedenti hanno anche scoperto che i cani possono essere in grado di sentire l’odore di composti organici volatili dal campione respiratorio di un paziente – poiché questi composti possono comparire nell’espirato nelle prime fasi del cancro.

Spiegando come i cani di bio-rilevamento sono addestrati a fiutare gli odori del cancro, Rob Harris, responsabile della bio-rilevazione presso Medical Detection Dogs, ha detto:

“Conduciamo il cane al modello volatile di un campione di cancro con l’uso di un suono udibile, come ad esempio un clicker. Il clicker è associato a qualcosa di cui gode il cane, ad esempio un regalo o un giocattolo.

Il clicker segnala al cane che l’ultimo comportamento eseguito prima del clic era corretto e riceverà la sua ricompensa. Col passare del tempo, il cane scopre che il clic appare solo quando annusa un campione di cancro. “

Da questa continua ricerca, gli investigatori hanno persino iniziato a creare dispositivi in ​​grado di rilevare il cancro “mimando” la sensibilità nel naso di un cane.

Il Na-Nose ™ – creato dai ricercatori dell’Istituto tecnologico Technion-Israel e Alpha Szenszor, un produttore di nanotubi di carbonio a Boston, MA – è un dispositivo in grado di analizzare più di 1.000 diversi gas nel respiro per rilevare il cancro del polmone . Negli studi clinici, è stato riscontrato che il dispositivo ha una precisione fino al 95%.

‘Dog fakers’ mette a rischio la salute delle persone

Ma indipendentemente da numerosi studi che dimostrano che i cani hanno successo nel rilevare il cancro tra le altre malattie umane, non c’è dubbio che alcuni possano avere riserve riguardo all’accuratezza dei cani nell’identificare le malattie.

Hendrix ha detto che l’abilità di rilevamento di un cane dipende dall’addestramento ricevuto e se è stato addestrato secondo gli standard richiesti.

“Non vedo alcun problema nell’utilizzare cani addestrati con una comprovata capacità di aiutare a rilevare la possibile presenza di una malattia.

Se il cane può identificare il rischio della sua presenza nel modo in cui è stato addestrato con il noto livello di affidabilità, allora credo che esista un problema, anche se la tecnologia attuale non conferma immediatamente il rischio. La persona dovrebbe essere seguita più intensamente per la prospettiva del suo aspetto. “

Tuttavia, Hendrix ha notato che ci sono alcune società di addestramento di cani là fuori che non stanno fornendo la formazione corretta necessaria per garantire che i loro cani siano cani per la rilevazione medica pienamente qualificati e mettono quindi a rischio la salute dei clienti.

“Siamo particolarmente preoccupati per i casi in cui le persone vendono cuccioli e cani salvati con presunte abilità di allarme ipoglicemico da utilizzare con i diabetici e per l’accesso pubblico”, ha affermato.

“È impossibile imprimere un cucciolo con un odore e poi aspettarsi che sia un agente affidabile e coerente nel corso della sua vita, ma la gente paga $ 20.000 o più nel disperato tentativo di ottenere un cane ‘addestrato'”.

Hendrix ha detto che ci sono anche casi in cui addestratori di cani da compagnia tentano di addestrare cani di servizio o cani di assistenza medica, ma non hanno la formazione o il background in questione.

“Siamo sconvolti quando sentiamo formatori o diabetici che sono disposti a mettere la vita del loro bambino o di una persona cara nella sicurezza di un cane che non è stato adeguatamente formato, certificato, o senza una formazione continua e supporto continuo da parte di esperti, ” Ha aggiunto.

Il futuro dei cani per la rilevazione medica

Non c’è dubbio che nel corso degli anni i cani sono diventati più che semplici animali domestici. Sono diventati compagni che aiutano a salvare vite umane.

Il primo cane da allerta per ipoglicemia diabetica in Gran Bretagna è un Labrador chiamato Zeta. Una delle proprietarie di Zeta, Angela, dice che ha guardato ai Cani di Determinazione Medica per un cane ipoallergenico che potrebbe aiutare nella gestione del diabete del marito.

“La prima volta che Zeta mi ha avvisato, sono diventato molto emotivo e ho pianto perché non credevo davvero che l’allerta fosse possibile. Inizialmente pensavamo che stesse commettendo errori, poi mi sono reso conto che stava raggiungendo alti e anche rapidi livelli di zucchero nel sangue “, dice Angela, parlando a Medical Detection Dogs.

“Non sappiamo davvero cosa faremmo senza di lei: vale il suo peso in oro!”

Sottolineando i benefici di questi animali, Rob Harris, di Medical Detection Dogs, ha aggiunto:

“Il valore reale del cane arriva con la sua capacità di rilevare i cambiamenti così presto dando al cliente l’opportunità di curare se stesso, impedendo il richiamo del paramedico e il ricovero in ospedale.Il cane da assistenza può accompagnare il suo partner ovunque, aumentando la fiducia, l’indipendenza e migliorando il benessere.”

Secondo Hendrix, la sfida consiste nel fornire un addestramento “coerente, dimostrabile e affidabile” al fine di utilizzare i sensi sbalorditivi del cane in modo che possano fornire supporto ai loro compagni umani.

“I cani sono cani, non possono dirci che cosa odorano, e i formatori e gli addestratori devono escogitare modi per addestrare i cani e quindi convalidare l’accuratezza della loro risposta a quell’allenamento. Devono rinforzare tale addestramento per la vita lavorativa del cane per sostenere l’abilità, può essere fatto e ci sono protocolli e processi che convalidano queste abilità “.

Quindi, cosa riserva il futuro per i cani di rilevamento biologico e di rilevamento medico?

Il fondatore di Dogs4Diabetics Mark Ruefenacht dice che crede che abbiamo solo “graffiato la superficie” in ciò che un cane può fare per aiutare con varie diagnosi mediche e la gestione di malattie croniche e disabilità.

“Il legame umano-animale spesso sentito ha così tanto potenziale nel modo in cui andiamo avanti nei nostri rapporti di lavoro con i cani”, aggiunge.

Donazioni per cani4Diabetici o cani di ricerca medici di beneficenza britannici possono essere fatti visitando i loro siti web.

Like this post? Please share to your friends: