Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Caput succedaneum: sintomi, cause e prospettive

Il cranio di un bambino non è duro e fuso come quello di un adulto. È morbido e costituito da sezioni di osso che si incontrano a “linee di sutura”. Questi pezzi morbidi del cranio si induriranno e si uniranno quando il bambino invecchia.

In alcuni casi, tuttavia, il bambino può avere un accumulo di liquido insanguinato nel suo scalpo che si sovrappone alla parte del cranio che nasce per prima. Questo è chiamato caput succedaneum o caput in breve.

Oltre al gonfiore del cuoio capelluto, un livido può essere evidente sul cuoio capelluto stesso o sul viso del bambino a seconda di quale parte è nata per prima.

Cause e fattori di rischio

Caput succedaneum gravidanza

Il caput succedaneo è più comunemente causato dalla pressione esercitata sulla testa del neonato mentre passa attraverso l’apertura cervicale e nel canale vaginale. Questa pressione è causata da parete vaginale e pressione e tensione uterina.

Può anche verificarsi un’altra condizione chiamata cefalofatoma. Questo è diverso dal caped succedaneum perché il fluido che si accumula è spesso più profondo nel cuoio capelluto e principalmente composto da sangue dai vasi sanguigni rotti.

Il cefaloematoma è causato dalla pressione delle ossa pelviche della madre sul cranio del bambino durante il parto e dall’uso di strumenti di somministrazione, come il forcipe.

Entrambe le condizioni non si verificano sempre a causa di specifici fattori di rischio, ma possono accadere senza un motivo apparente durante la nascita. In effetti, queste condizioni possono, in rari casi, essere presenti mentre un bambino è ancora dentro l’utero.

Sia il caput succedaneo che il cefalogramma sono stati identificati negli ultrasuoni durante la gravidanza avanzata. Queste due condizioni possono svilupparsi quando le membrane si rompono prematuramente, negando al bambino l’ammortizzazione necessaria che richiede mentre è ancora nell’utero.

Cephalohematomas sono stati osservati anche quando ci sono basse quantità di liquido amniotico presenti. Questa condizione è chiamata oligoidramnios.

Alcuni fattori di rischio che aumentano il rischio di sviluppare il caput succedaneo comprendono:

  • avendo un lavoro prolungato o difficile
  • rottura prematura delle membrane
  • bassi livelli di liquido amniotico nell’utero
  • consegnare un bambino per la prima volta
  • Contrazioni di Braxton-Hicks
  • alcune posizioni fetali, come essere a testa in giù
  • una consegna che richiede strumenti come una pinza o un aspirapolvere

Tuttavia, quando il caput è causato da un parto sottovuoto, viene indicato come uno chignon e non è un vero succedaneo caput.

Il cefaloematoma è una condizione che si riscontra più comunemente nelle donne che sono:

  • avere un figlio maschio
  • consegnando il loro primo figlio
  • consegnare un bambino grande, che potrebbe essere troppo grande per l’apertura pelvica
  • avere una consegna che richiede strumenti come una pinza o un aspirapolvere
  • se il bambino aveva un elettrodo del cuoio capelluto durante il travaglio
  • vivendo un travaglio prolungato

È anche più probabile che la condizione si manifesti nei bambini le cui teste non sono in una posizione ideale per la consegna.

Sintomi

Quando un bambino nasce con caput succedaneum, i genitori possono notare gonfiore del cuoio capelluto o una comparsa di gonfiore subito dopo la nascita. Questo è più probabile che appaia al centro in alto della testa e dove le ossa si incontrano.

Lividi del cuoio capelluto è un altro possibile sintomo di caput. In alcuni casi, possono anche essere presenti lividi facciali.

I neonati nati con un cefalofismo possono sviluppare un urto del cuoio capelluto (non livido) entro pochi giorni dalla nascita. A volte l’area può essere sensibile al tatto, che è più comune se c’è una frattura del cranio.

Durante un parto vaginale, la pressione può causare una sovrapposizione nei pezzi molli e ossuti del cranio alla linea di sutura. Questo può dare una forma appuntita a cono alla testa del bambino. Questo è comunemente chiamato modanatura.

complicazioni

L'ittero può causare il capro succedaneo.

Molto spesso caput succedaneum si risolve da solo senza complicazioni. A volte, tuttavia, possono verificarsi complicazioni come:

  • Alopecia: a causa della pressione esercitata sul cuoio capelluto, alcuni dei tessuti circostanti possono morire e la perdita dei capelli può verificarsi. Nella maggior parte dei casi, i capelli ricrescono normalmente, anche se in alcuni casi questa perdita di capelli può essere permanente.
  • Ittero: in alcuni casi possono essere presenti lividi. Questo può portare ad un accumulo di bilirubina nel sangue dalla rottura dei globuli rossi. Questo fa sì che i bambini abbiano un aspetto giallo nella loro pelle e il bianco dei loro occhi.

Se grave o non trattata, l’ittero può portare a molte ulteriori complicazioni. Queste complicazioni includono:

  • danno cerebrale
  • perdita dell’udito
  • paralisi cerebrale atetoide, un disturbo del movimento
  • sviluppo anormale dello smalto dei denti
  • sguardo fisso verso l’alto permanente
  • Morte

In alcuni casi, i cefaloematomi possono causare complicazioni, come:

  • frattura del cranio
  • indurimento della protuberanza
  • infezione
  • anemia
  • ittero (più comune di caped succedaneo)

Diagnosi

Caput succedaneum viene spesso identificato all’esame obiettivo senza la necessità di ulteriori test. Se c’è un problema più preoccupante, i medici possono raccomandare ulteriori test per valutare un problema più serio.

In alcuni casi di cefalomonoma può essere presente una frattura del cranio. Di conseguenza, è possibile eseguire una radiografia per valutare le ossa del cranio.

Trattamento

Caput succedaneum in genere si risolve senza necessità di intervento entro un paio di giorni dalla consegna.

Quando non ci sono lesioni aggiuntive o fattori di rischio, un caso di cefalossimoma si risolve in genere senza la necessità di intervento entro 2 o 6 settimane dopo il parto.

Ci sono casi in cui un cefaloematoma causa altri problemi più rilevanti, come l’infezione, che può richiedere farmaci e procedure chirurgiche. A volte, un cefalofatoma può persistere e indurirsi, causando una protuberanza solida, che molto spesso si risolve nel tempo.

Un altro possibile trattamento è la terapia del casco per lo stampaggio del cranio.Questo metodo coinvolge un bambino che indossa un elmetto appositamente sagomato per 18 a 20 ore al giorno fino a quando la loro testa è modellata nella forma desiderata. Tuttavia, è molto raro avere bisogno di questa terapia per un cephaloematoma persistente.

Like this post? Please share to your friends: