Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Carcinoma polmonare a piccole cellule: cosa è necessario sapere

Il carcinoma polmonare a piccole cellule è caratterizzato dalla presenza di cellule tumorali cancerose nei tessuti polmonari.

Il carcinoma polmonare a piccole cellule (SCLC) rappresenta il 10-15% di tutti i casi di cancro al polmone e in genere coinvolge tumori aggressivi a crescita rapida. Il fumo è il fattore di rischio più comune associato a SCLC.

Esistono due forme principali di cancro del polmone: SCLC e carcinoma polmonare non a piccole cellule (NSCLC), che è molto più comune e presenta una prospettiva migliore rispetto a SCLC.

Le cellule tumorali associate alla SCLC tendono ad essere più piccole ei tumori progrediscono relativamente rapidamente, rendendo difficile la diagnosi precoce e la diagnosi precoce.

Sintomi

uomo che tossisce in mano

Spesso i sintomi non iniziano fino a quando il tumore non si è diffuso. Molti sintomi del cancro del polmone possono a volte essere confusi con quelli di altre condizioni.

La posizione, le dimensioni e l’estensione del tumore influenzano notevolmente le possibilità che qualcuno abbia sintomi.

I sintomi di SCLC includono:

  • raucedine o tosse ruvida
  • cambiamenti nel modello di tosse
  • dispnea
  • mancanza di respiro
  • fatica
  • mal di testa
  • polmonite
  • infezioni toraciche a lungo termine
  • dolore al petto o dolore durante la respirazione
  • tossendo sangue
  • perdita di appetito
  • dolore o difficoltà a deglutire
  • gonfiore delle vene del viso o del collo
  • eccesso di liquido nei polmoni o rivestimento del cuore
  • suono acuto dopo l’inalazione

Se uno qualsiasi dei suddetti sintomi diventa a lungo termine o fastidioso, una persona dovrebbe consultare il proprio medico. Le persone di età superiore ai 55 anni o con una storia di fumo intenso o di esposizione al fumo devono essere monitorate anche se non presentano sintomi.

Cause e fattori di rischio

Una varietà di fattori influenzano le possibilità di sviluppare il cancro del polmone, ma l’esposizione al fumo o al tabacco è la principale causa dei casi di SCLC. Negli Stati Uniti, il fumo è responsabile dell’83% delle morti per cancro al polmone maschile e del 76% delle morti femminili ogni anno.

La maggior parte delle persone che sviluppano SCLC hanno una storia di fumo o sono state esposte al fumo passivo, ma non tutte. Alcune persone senza storia di fumo o esposizione al fumo svilupperanno ancora il cancro ai polmoni.

Quando il fumo della sigaretta viene inalato, piccole particelle danneggiano i tessuti polmonari.

Ogni volta che una cellula deve riparare se stessa o ricrescere, c’è una possibilità che le cose vadano storte. Se si verificano determinate mutazioni, una cellula può diventare cancerosa. Con l’esposizione ripetuta al fumo e danni, le possibilità di uno sviluppo polmonare canceroso aumentano drammaticamente.

L’età è un importante fattore di rischio per lo sviluppo del cancro del polmone. Circa il 98% di quelli con diagnosi di cancro ai polmoni ha più di 45 anni. Circa i due terzi delle persone che sviluppano un cancro ai polmoni hanno 65 anni o più.

Cause e fattori di rischio per SCLC includono:

  • fumo
  • esposizione al fumo di tabacco
  • esposizione alle radiazioni
  • Scansioni CT
  • esposizione ad amianto, catrame o fuliggine
  • esposizione al gasolio
  • esposizione a nichel o berillio
  • vivere in aree con aria fortemente inquinata
  • esposizione all’arsenico da acqua potabile
  • Stato dell’HIV
  • integratori di beta carotene combinati con fumo pesante

La ricerca è ancora in corso per comprendere meglio l’influenza del genere, dell’etnia e della razza sul cancro ai polmoni.

Mentre gli uomini e le donne neri americani sono più propensi dei bianchi americani a sviluppare il cancro del polmone, meno sviluppano SCLC. I tassi per questi ultimi sono del 15% in meno per gli uomini e del 30% in meno per le donne.

Diagnosi

TAC

Un medico eseguirà prima un esame obiettivo, rivedrà la storia della persona e, se necessario, prenderà campioni di sangue, urina o tessuto. Si può anche prendere una radiografia del torace.

I medici possono decidere di continuare a monitorare le persone i cui sintomi, storia personale o risultati dei test sono causa di preoccupazione.

A seconda dei risultati di questo esame iniziale, è possibile utilizzare una scansione TC per esaminare il torace, il tronco e il cervello. Un esame citologico dell’espettorato, in cui il muco e la flemma vengono controllati al microscopio, può aiutare a individuare le cellule cancerose.

Può anche essere eseguita una biopsia, in cui le cellule vengono rimosse dai polmoni per essere esaminate dai patologi. Le biopsie polmonari sono divise in opzioni chirurgiche e non chirurgiche.

La forma più comune e meno invasiva di biopsia è l’aspirazione dell’ago fine, un’opzione non chirurgica in cui viene utilizzata l’anestesia generale.

Una volta che è stata fatta una diagnosi di cancro, deve essere stabilito lo stadio del tumore per determinare il miglior piano di trattamento.

I test utilizzati per determinare lo stadio SCLC includono:

  • TAC della parte superiore del corpo e del bacino
  • scansione ossea
  • aspirazione del midollo osseo
  • Scansioni PET
  • Risonanza magnetica del cervello
  • ulteriore biopsia

Molte di queste procedure e test sono anche utilizzati per determinare se i trattamenti stanno funzionando e per monitorare i casi a lungo termine.

Fasi di SCLC

Ci sono generalmente quattro fasi riconosciute di cancro ai polmoni, che vanno da 1 a 4.

  • I cancri dello stadio 1 sono confinati al polmone. I tumori hanno in genere 2 pollici o meno di diametro.
  • I tumori dello stadio 2 coinvolgono tumori che hanno superato il diametro di 2 pollici o si sono diffusi ai tessuti circostanti. I linfonodi possono essere coinvolti.
  • I tumori dello stadio 3 sono definiti da tumori di grandi dimensioni che si sono diffusi ad altri organi vicini ai polmoni o tumori più piccoli nei linfonodi più distanti dai polmoni.
  • I tumori dello stadio 4 coinvolgono tumori che si sono diffusi ben oltre i polmoni per colpire regioni più distanti del corpo.

Nei casi di SCLC, gli stadi aggiuntivi definiti come “limitati” e “estesi” sono usati per descrivere se il cancro è presente in uno o entrambi i polmoni.

Cancro in stadio limitato

Nella fase limitata, i tumori SCLC sono limitati a un polmone e tutti i linfonodi interessati si troveranno sullo stesso lato del torace. Poiché i casi limitati di SCLC possono essere mirati all’interno di un singolo campo di radiazioni, sono spesso trattati con sia la radioterapia che la chemioterapia.

Circa uno su tre casi di SCLC si trovano nella fase limitata al momento della prima diagnosi.

Cancro di stadio esteso

Nell’ampio stadio, entrambi i polmoni sono colpiti, così come altre parti del torace ea volte il corpo. Un caso di SCLC può anche essere preso in considerazione nello stadio esteso in cui il tumore si è diffuso al fluido che circonda i polmoni.

Circa due su tre casi di SCLC sono in fase avanzata quando diagnosticati.

Trattamenti e prospettive

chemioterapia viene data a un paziente maschio

Poiché i casi di SCLC vengono spesso diagnosticati in ritardo nel corso della malattia, vengono spesso utilizzati piani di trattamento aggressivi.

Quando possibile, la SCLC viene trattata con una combinazione di chemioterapia, radioterapia e chirurgia. Diversi specialisti lavoreranno insieme per trovare la migliore linea d’azione per ogni caso.

Una serie di farmaci sarà prescritta per aiutare a gestire i sintomi. Si può anche ordinare l’assistenza infermieristica.

La chemioterapia somministrata per via orale o endovenosa, insieme alla radioterapia, è il trattamento preferito per la SCLC a causa della rapidità con cui i tumori crescono e si diffondono. Fortunatamente, la maggior parte dei casi di SCLC rispondono bene alla radioterapia, almeno inizialmente.

Nei casi di SCLC a stadio limitato, la radioterapia può essere utilizzata anche dopo 3-4 mesi di chemioterapia iniziale.

Le opzioni di chirurgia comune includono:

  • resezione segmentale, a cuneo o a manicotto per rimuovere la parte interessata del polmone
  • lobectomia per rimuovere un lobo polmonare
  • bilobectomia per rimuovere due lobi polmonari
  • pneumonectomia per rimuovere l’intero polmone
  • rimozione dei linfonodi

La fase del cancro, il genere della persona, l’età, la storia familiare, le abitudini di vita e la salute generale influenzeranno le possibilità di recupero per una persona con SCLC.

L’outlook per SCLC varia a seconda dell’individuo e dello stadio del tumore, ma il tasso medio di sopravvivenza a 5 anni è del 7%.

Per i casi di SCLC nella fase limitata, il tasso di sopravvivenza relativo a 5 anni è del 31%. Per i tumori SCLC nella fase estesa, il tasso di sopravvivenza relativa varia dall’8 al 19%. I tumori SCLC di Fase 4 hanno un tasso di sopravvivenza a 5 anni del 2%.

È importante che le persone tengano presente che ogni caso SCLC è unico mentre le statistiche sono medie. Mentre dovrebbero essere usati con cautela, esistono calcolatori di stadiazione del cancro del polmone.

Terapie complementari

Le terapie complementari sono quelle utilizzate insieme alle terapie mediche convenzionali e possono aiutare a gestire i sintomi SCLC.

Le terapie complementari e le raccomandazioni sullo stile di vita includono:

  • supplementi nutrizionali
  • massaggio
  • Reiki
  • meditazione guidata
  • yoga
  • agopuntura
  • evitando compiti quotidiani non essenziali per risparmiare energia

Le terapie alternative non intendono sostituire le terapie convenzionali. Chiunque pensi a un trattamento alternativo dovrebbe discuterne prima con un medico.

Nonostante la ricerca, oggi non ci sono trattamenti disponibili per curare completamente SCLC. Esistono molti studi clinici che offrono alle persone nuove opzioni e il numero di tali studi continua a crescere.

Like this post? Please share to your friends: