Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cat scratch fever: cosa dovresti sapere tu e il tuo gatto

La febbre da gatto si manifesta quando una persona viene morsa, graffiata o leccata da un gatto infettato dai batteri.

L’infezione solitamente non causa gravi complicanze. Tuttavia, è possibile che possa farlo nelle persone con un sistema immunitario debole. Conoscere le cause e i sintomi può assicurare che una persona riceva un trattamento rapido.

I gatti possono trasmettere diversi tipi di infezioni all’uomo. Alcune di queste malattie possono essere gravi. Effettuare le cure di routine per un gatto spesso riduce il rischio di molte di queste malattie.

Le cause

Una persona può avere la febbre da gatto grattata se viene graffiata o morsa da un gatto infetto. I batteri vivono nella saliva di un gatto e possono anche essere passati a una persona attraverso un’area aperta della pelle.

Le persone hanno più probabilità di provare la febbre da gatto in autunno e in inverno quando sono dentro e giocano con i loro gatti. I bambini hanno più probabilità degli adulti di avere la condizione. Possono giocare con i gatti più brutalmente, rendendoli più facilmente graffiati.

Sintomi

La febbre da gatto non causa solitamente sintomi nei primi giorni dopo che una persona è stata esposta. Durante questo periodo, i batteri si stanno moltiplicando nel corpo.

Circa 3 a 10 giorni dopo che una persona è stata graffiata, potrebbero notare una piccola protuberanza o vesciche nell’area interessata. I medici chiamano questa una lesione da inoculo. Queste lesioni sono comunemente viste su:

Un gatto ha graffiato una mano.

  • Braccia
  • Mani
  • Capo
  • Cuoio capelluto

Alcune settimane dopo, una persona di solito vede i linfonodi vicino alla lesione gonfia o tenera.

I linfonodi sono responsabili del filtraggio di batteri e altre particelle e della creazione di cellule del sistema immunitario. Di solito si sentono piccoli, spugnosi, tondi o ovali.

Se una persona è stata morsa o graffiata sul braccio, i linfonodi sotto il braccio o vicino al gomito possono essere particolarmente teneri.

A volte, i linfonodi si gonfiano fino a 2 pollici di diametro. Possono essere caldi al tatto, pieni di pus o di colore rosso. I linfonodi possono rimanere gonfiati per ovunque da 2 a 4 mesi dopo l’infezione iniziale.

La maggior parte delle persone ha solo linfonodi ingrossati come sintomo. Altri sintomi associati alla febbre da gatto includono:

  • Dolore addominale
  • Perdita di appetito
  • Febbre, in genere non superiore a 101 ° F
  • Stanchezza
  • Mal di testa
  • Dolori articolari
  • Eruzione cutanea
  • Gola infiammata

complicazioni

La febbre da gatto non causa solitamente sintomi gravi. Tuttavia, alcune persone possono sviluppare una febbre alta che non sembra andare via con il tempo.

Alcune persone possono anche sperimentare infezioni nelle ossa, articolazioni, fegato, polmoni o milza. Secondo i Centers for Disease Control and Prevention (CDC), i sintomi più gravi si verificano solitamente nei bambini di età pari o inferiore a 5 anni.

Mentre la febbre da gatto non è una condizione che di solito richiede cure di emergenza, ci sono sempre delle eccezioni. Una persona deve contattare immediatamente il medico se manifesta i seguenti sintomi:

  • Un morso di gatto o graffio che non sta guarendo o sta peggiorando
  • L’area rossa attorno a un morso o un graffio si sta ingrandendo
  • Una febbre alta che dura più di 2 giorni dopo essere stata morsa o graffiata
  • Alti livelli di dolore

Diagnosi

La febbre da gatto può essere difficile da diagnosticare in quanto i sintomi sono simili a molte altre condizioni. Un medico chiederà informazioni sulla storia medica di una persona e sulle eventuali interazioni che una persona potrebbe aver avuto con un gatto.

Un medico eseguirà un esame fisico, osservando l’area graffiata e eventuali linfonodi ingrossati. Esame e anamnesi sono spesso sufficienti per fare una diagnosi.

Il medico può ordinare ulteriori test per assicurarsi che un’altra condizione non stia causando i sintomi. Potrebbero prelevare un campione di sangue e inviarlo a un laboratorio per determinare quale tipo di batteri sta crescendo.

I medici possono anche ordinare un esame del sangue che test specificamente per la febbre da gatto graffio.

Trattamento

Poiché la maggior parte dei casi di febbre da gatto è lieve, un medico non prescriverà sempre un trattamento. Se i sintomi sono da moderati a gravi, possono prescrivere un antibiotico.

I trattamenti a domicilio per la condizione comprendono il riposo a letto e un antidolorifico da banco se i linfonodi sono dolenti o particolarmente teneri.

Mentre i bambini non devono smettere di giocare, dovrebbero evitare di colpire o interferire con i linfonodi colpiti.

Una volta che una persona ha avuto la febbre da gatto una volta, è improbabile che riprenda la malattia.

Prevenzione

Mentre i gatti possono trasmettere la febbre da gatto alle persone, di solito non passano agli altri. Se un membro della famiglia è colpito, altri dovrebbero fare attenzione intorno al gatto di famiglia, poiché il gatto potrebbe infettare anche loro.

Anche un episodio di febbre da gatto non significa che una famiglia debba necessariamente liberarsi del proprio animale domestico. Tuttavia, possono praticare le seguenti tecniche preventive:

Un gatto si gratta.

  • Adottare un gatto di età superiore ad 1 anno se una persona è ad alto rischio di sintomi avversi di febbre da gatto (i gattini hanno più probabilità di contrarre la malattia)
  • Evitare giochi ruvidi attorno a un gatto o un gattino
  • Non permettere mai a un gatto di leccare ferite o aree aperte della pelle
  • Mai petting gatti randagi o selvatici
  • Lavarsi le mani e qualsiasi altra area colpita dopo aver giocato con un gatto
  • Aspirare frequentemente una casa per evitare le pulci
  • Praticare la prevenzione delle pulci per ridurre il rischio che un gatto possa ottenere l’infezione
  • Contattare una società di controllo dei parassiti se un sacco di pulci sono stati identificati in una casa

Controllo dei segni nel tuo gatto

Secondo il CDC, circa il 40 percento dei gatti trasporta l’infezione ad un certo punto della loro vita. Il più delle volte, i gatti che portano l’infezione non mostrano segni di malattia.

Sintomi

I gatti ricevono l’infezione quando graffiano e mordono le pulci che li infettano o combattono con i gatti infetti.Se un gatto ha pulci o graffi visibili, questi potrebbero essere segni che una persona dovrebbe prestare attenzione quando maneggia il proprio gatto. Una volta che un gatto è infetto, può portare la malattia per diversi mesi.

In rari casi, la malattia da graffio di gatto può causare gravi sintomi nei gatti, compresa l’infiammazione del cuore. A causa di questo, i gatti potrebbero avere difficoltà a respirare. All’esame, un veterinario può anche identificare un’infiammazione agli occhi, alla bocca o al sistema urinario.

Diagnosi e trattamento

Un veterinario può ispezionare un gatto per le pulci e formulare raccomandazioni sulla prevenzione delle pulci ed evitare graffi e morsi.

Sebbene sia disponibile un test del sangue e dei fluidi per i batteri, i medici generalmente non lo raccomandano ai gatti che non presentano sintomi. I batteri sono molto comuni e il test può essere inaffidabile.

I gatti non vengono solitamente trattati con antibiotici a meno che non abbiano sintomi evidenti.

Prevenzione

L’adozione di misure per ridurre le pulci in un gatto può ridurre la probabilità di febbre da graffio di gatto. Le persone possono prendersi cura dei loro gatti facendo quanto segue:

  • Applicare o somministrare regolarmente un trattamento delle pulci approvato dal veterinario
  • Tenere un gatto in casa per evitare il contatto con animali randagi o infetti
  • Mantenere le unghie dei gatti tagliate e pulite
  • Pianificazione e mantenimento di controlli regolari con un veterinario

I vaccini non sono attualmente disponibili contro i batteri della malattia da graffio di gatto.

Altre condizioni che i gatti possono diffondere

I gatti possono trasportare e diffondere ulteriori malattie oltre alla febbre da gatto. Queste malattie includono:

Una donna incinta con un gatto.

  • Campilobatteriosi: un’infezione intestinale causata da batteri
  • Criptosporidiosi: parassita che causa diarrea e crampi addominali
  • Peste: questa condizione non è comune negli Stati Uniti, ma può verificarsi se un gatto viene portato in un altro paese
  • Rabbia: Secondo Seattle e King County Public Health, i gatti sono gli animali domestici che hanno maggiori probabilità di contrarre un’infezione da rabbia
  • Tigna: i gattini sono particolarmente inclini a portare questa malattia che causa chiazze calve sulla pelle
  • Tenia: più comune nei bambini, questa infezione si verifica quando una persona ingoia una pulce da un gatto che è stato infettato da larve di tenia
  • Infezione da Toxocara: Mentre la condizione non causa sempre sintomi, può essere associata a complicazioni gravi come la cecità
  • Toxoplasmosi: la toxoplasmosi è particolarmente preoccupante per le donne in gravidanza perché può causare complicazioni come aborto, crescita fetale e problemi agli occhi
Like this post? Please share to your friends: