Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cause e trattamento di un’ernia del disco

Un disco erniato, noto anche come prolasso del disco o del disco scivolato, è una condizione comune che può essere dolorosa e debilitante.

In alcuni casi, può provocare intorpidimento o debolezza in uno o più arti, ma alcune persone non provano dolore, in particolare se il disco non preme alcun nervo.

Normalmente i sintomi si riducono o si risolvono dopo un certo numero di settimane, ma la chirurgia può essere necessaria se persiste o peggiora.

In questo articolo, discuteremo cosa comporta l’ernia del disco, la sua diagnosi, il trattamento e la prevenzione.

Fatti veloci su dischi erniati

Ecco alcuni punti chiave sui dischi erniati. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • Un’ernia del disco colpisce le vertebre.
  • Qualsiasi dolore normalmente scompare entro 4-6 settimane.
  • I dischi erniati possono causare pochi o nessun sintomo.
  • I trattamenti comprendono farmaci, terapia fisica, ecografia e chirurgia.

Trattamento

[Uomo con dolore alla schiena]

I dischi erniati possono essere dolorosi, ma il trattamento giusto può alleviare i sintomi.

La maggior parte delle persone che presentano un’ernia del disco si riprenderà entro 4 settimane.

I sintomi possono essere risolti principalmente evitando i tipi di movimento che scatenano il dolore e seguendo i regimi di esercizio fisico e antidolorifico.

Le opzioni di trattamento comprendono farmaci, terapia e chirurgia.

medicazione

  • Farmaci da banco (OTC): i farmaci a base di ibuprofene o di naprossene possono aiutare con il dolore da lieve a moderato.
  • Farmaci per il dolore nervoso: i farmaci per il trattamento del dolore nervoso comprendono gabapentin, pregabalin, duloxetina e amitriptilina.
  • Narcotici: la codeina, una combinazione di ossicodone-acetaminofene o un altro tipo di narcotico può essere prescritta se i farmaci da banco non alleviano il disagio. Gli effetti collaterali includono nausea, sedazione, confusione e costipazione.
  • Iniezioni di cortisone: queste possono essere iniettate direttamente nella zona travagliata per aiutare a ridurre l’infiammazione e il dolore. I farmaci steroidi dovrebbero essere usati con parsimonia a causa dei loro effetti avversi.
  • Iniezioni epidurali: iniettate nello spazio epidurale – un’area intorno agli steroidi del midollo spinale, anestetici e farmaci antinfiammatori possono aiutare a ridurre al minimo il dolore e il gonfiore all’interno e intorno alle radici del nervo spinale.
  • Rilassanti muscolari: aiutano a ridurre gli spasmi muscolari. Capogiri e sedazione sono effetti indesiderati comuni.

Fisioterapia

I fisioterapisti aiutano a trovare posizioni ed esercizi che minimizzano il dolore causato dall’ernia del disco.

I terapisti possono anche raccomandare:

  • trattamento con calore o ghiaccio
  • ultrasuoni, dove l’uso del suono ad alta frequenza è quello di stimolare l’area interessata e migliorare il flusso sanguigno
  • trazione, utilizzando corde, pesi e pulegge per applicare la forza ai tessuti
  • rinforzo a breve termine per il collo o la parte bassa della schiena per migliorare il supporto
  • elettroterapia, poiché gli impulsi elettrici potrebbero ridurre il dolore per alcune persone

Chirurgia

[I chirurghi lavorano sul paziente]

Se i sintomi non migliorano con altri trattamenti, se il torpore persiste, o se il controllo della vescica o la mobilità peggiora, la chirurgia può essere raccomandata.

Nella maggior parte dei casi, viene rimossa solo la parte sporgente del disco. Si parla di discectomia aperta.

È spesso condotto utilizzando una tecnica laparoscopica. Il chirurgo apre un piccolo foro nell’addome e si avvicina alla colonna vertebrale dalla parte anteriore del corpo.

Questa tecnica evita la necessità di rimuovere piccole porzioni delle vertebre o di spostare i nervi spinali e il midollo spinale per ottenere l’accesso al disco.

Meno comunemente, potrebbe essere necessario rimuovere l’intero disco. Normalmente, i supporti rimanenti dovranno essere inseriti tra i dischi rimanenti per garantire la stabilità spinale.

Sostituzione del disco artificiale

Le procedure di sostituzione del disco sono state eseguite dagli anni ’80 in Europa, ma non sono ancora disponibili negli Stati Uniti.

Ci sono due tipi. Il primo è una sostituzione totale del disco. Il secondo è una sostituzione del nucleo del disco che comporta la sostituzione solo del centro morbido del disco, noto come nucleo.

I dischi artificiali sono costruiti in metallo, biopolimero (una sostanza simile alla plastica) o entrambi.

I dischi erniati sono in genere gestibili senza richiedere una procedura invasiva.

Le cause

[Donna con la spina dorsale rossa incandescente]

La spina dorsale umana, o colonna vertebrale, è costituita da 26 ossa chiamate vertebre. Tra ogni vertebra si trovano gomme, cuscinetti a forma di cuscino denominati “dischi”. Questi dischi aiutano a mantenere le vertebre in posizione e agiscono come ammortizzatori.

I dischi vertebrali sono stati paragonati a ciambelle con un centro morbido, gelatinoso e un esterno più duro.

Un disco erniato si verifica quando parte dell’interno morbido scivola attraverso una fessura nella parete del disco. Più comunemente, questo si verifica nella parte posteriore, ma può anche accadere nelle vertebre del collo.

La fuga di questa “gelatina” è pensata per rilasciare sostanze chimiche che irritano direttamente i nervi nella zona circostante e causano dolore significativo. Il disco prolasso può anche comprimere i nervi e causare dolore attraverso la compressione.

Spesso, la causa è l’usura, a causa dei ripetuti movimenti nel tempo.

Con l’età, i dischi vertebrali perdono parte del loro contenuto d’acqua. Questa riduzione del fluido lascia i dischi meno elastici e più soggetti a dividere.

Non è sempre possibile richiamare il punto esatto quando inizia un problema con un disco, ma spesso si verifica quando si sollevano oggetti senza piegarsi al ginocchio o torcersi quando si solleva un oggetto pesante.

Fattori di rischio

I dischi erniati possono verificarsi a qualsiasi età, ma sono più comuni per gli individui tra i 20 e i 30 anni.

I fattori che aumentano la probabilità includono:

  • Peso: il sovrappeso aumenta lo stress sulla zona lombare
  • Genetica: una predisposizione ai dischi erniati potrebbe essere ereditata
  • Occupazione: individui con lavori o passatempi fisicamente impegnativi che comportano spinte, tiri o torsioni

Sintomi

[Scheletro con dolore alla schiena]

In alcuni casi, una persona non avrà sintomi.

Se i sintomi si verificano, possono includere:

  • Intorpidimento e formicolio nella regione del corpo fornita dal nervo interessato.
  • Debolezza nei muscoli fornita dal nervo interessato, che può causare inciampi quando si cammina.
  • Dolore alla schiena, alle spalle o alle braccia.

Se l’ernia del disco si trova nella parte bassa della schiena, il dolore spesso colpisce i glutei, le cosce, i polpacci e, possibilmente, i piedi. Questo è spesso indicato come sciatica perché il dolore viaggia lungo il percorso del nervo sciatico.

Se il problema si verifica nel collo, il dolore normalmente colpisce le spalle e le braccia. Movimenti rapidi o starnuti possono indurre dolori di tiro.

Un piccolo studio su volontari privi di sintomi ha rilevato che il 50% aveva un ernia del disco che non causava loro alcun disagio

complicazioni

Al di sotto del punto vita, il midollo spinale si divide in singoli nervi, collettivamente denominati cauda equina o “coda di cavallo”.

Raramente, questo intero gruppo di nervi può essere compresso.

Ciò può causare debolezza permanente, paralisi, perdita di controllo dell’intestino e della vescica e disfunzione sessuale. In questo caso, la chirurgia d’urgenza è l’unica opzione.

Consultare un medico se:

  • c’è qualche disfunzione della vescica o dell’intestino
  • la debolezza progredisce e impedisce le normali attività
  • intorpidimento intorno alle cosce, alla schiena delle gambe e al retto (anestesia da sella) peggiora progressivamente

Diagnosi

Spesso, un medico può diagnosticare un ernia del disco con un esame fisico.

Possono controllare:

  • riflessi
  • possibilità di regioni teneri nella parte posteriore
  • forza muscolare
  • gamma di movimento
  • capacità di camminare
  • sensibilità al tatto

Una radiografia può aiutare a escludere altre condizioni con sintomi simili. Altri tipi di imaging possono fornire maggiori dettagli sull’ubicazione dell’ernia del disco:

  • Le immagini MRI o CT possono individuare la posizione del disco e i nervi interessati.
  • La discografia (discografia) comporta l’iniezione di colorante nel centro morbido di uno o più dischi per aiutare a individuare le crepe nei singoli dischi.
  • Un mielogramma comporta l’iniezione di colorante nel liquido spinale e quindi l’acquisizione di una radiografia. Questo può mostrare se c’è una pressione sul midollo spinale e sui nervi a causa di ernie discali.

Prevenzione

I suggerimenti per prevenire un ernia del disco includono:

  • evitare l’obesità e l’eccesso di peso, o perdere peso se necessario
  • apprendere le tecniche corrette per il sollevamento e la manipolazione
  • riposa e cerca aiuto in caso di sintomi, per evitare che peggiorino
Like this post? Please share to your friends: