Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cause, sintomi e trattamento della vaginite

La vaginite è un’infiammazione della vagina. Normalmente deriva da un’infezione. Il paziente ha tipicamente uno scarico, prurito, bruciore e probabilmente dolore.

È una condizione comune, e la maggior parte delle donne lo avrà almeno una volta alla volta nella sua vita.

La vagina è il canale muscolare che corre dalla cervice verso l’esterno del corpo, rivestito da una membrana mucosa. Ha una lunghezza media di circa 6 a 7 pollici.

L’unica parte della vagina che è normalmente visibile dall’esterno è l’apertura vaginale.

tipi

[donna con vaginite]

Esistono diversi tipi di vaginite, a seconda della causa.

I più comuni sono:

  • Vaginite atrofica: l’endotelio, o rivestimento della vagina, diventa più sottile quando i livelli di estrogeni diminuiscono durante la menopausa, rendendolo più soggetto a irritazioni e infiammazioni.
  • Vaginosi batterica: deriva da una crescita eccessiva di batteri normali nella vagina. I pazienti di solito hanno bassi livelli di un normale batterio vaginale chiamato.
  • Trichomonas vaginalis: a volte indicato come trich, è causato da un parassita del protozoo unicellulare a trasmissione sessuale,. Può infettare altre parti del tratto urogenitale, compresa l’uretra, dove l’urina lascia il corpo.
  • Candida albicans: un lievito che causa un’infezione fungina, noto come mughetto vaginale. La candida esiste in piccole quantità nell’intestino ed è normalmente tenuta sotto controllo dai normali batteri intestinali.

Sintomi

I sintomi più comuni di vaginite includono:

  • irritazione della zona genitale
  • scarico che può essere bianco, grigio, acquoso o schiumoso
  • infiammazione, che porta a rossore e gonfiore delle grandi labbra, piccole labbra e area perineale, principalmente a causa di un eccesso di cellule immunitarie
  • disuria, che è dolore o fastidio durante la minzione
  • rapporto sessuale doloroso, noto come dispareunia
  • cattivo odore vaginale o di pesce

Le cause

L’infezione è la causa più comune di vaginite, tra cui la candidosi, la vaginosi batterica e la tricomoniasi. Dopo la pubertà, la vaginite infettiva rappresenta il 90% dei casi.

Meno comunemente, la vaginite può anche essere causata da gonorrea, clamidia, micoplasma, herpes, campylobacter, alcuni parassiti e scarsa igiene.

La vaginite può verificarsi prima della pubertà, ma possono essere coinvolti diversi tipi di batteri. Prima della pubertà, è una causa più probabile, a volte perché pratiche igieniche improprie diffondono i batteri dall’area anale ai genitali.

La vicinanza della vagina all’ano, la mancanza di estrogeni, la mancanza di peli pubici e la mancanza di cuscinetti adiposi labiali possono aumentare il rischio di vulvovaginite prima della pubertà. La vulvovaginite è un’infiammazione della vagina e della vulva. Può colpire donne di tutte le età.

Dopo la pubertà, l’infezione è più spesso dovuta a.

A volte, la vaginite può derivare da una reazione allergica, ad esempio, a preservativi, spermicidi, certi saponi e profumi, doppi, farmaci topici, lubrificanti e persino sperma.

L’irritazione da un tampone può anche causare vaginite in alcune donne.

I fattori che aumentano il rischio di vaginite includono:

  • gravidanza
  • manipolazione e uso di prodotti vaginali, come spray, spermicidi e dispositivi anticoncezionali
  • usando antibiotici
  • indossare pantaloni aderenti o biancheria intima umida
  • bassi livelli di estrogeni durante la menopausa

Le donne con diabete sono particolarmente inclini alle vaginiti.

Diagnosi

Il medico effettuerà un esame fisico e chiederà informazioni sulla storia medica. Un campione di scarico può essere preso per cercare di determinare la causa dell’infiammazione.

La causa della vaginite può essere diagnosticata controllando l’aspetto del fluido vaginale, i livelli di pH vaginale, la presenza di ammine volatili (il gas che causa un cattivo odore) e il rilevamento microscopico di cellule specifiche.

Trattamento

Il trattamento dipende dalla causa. Può includere steroidi topici a bassa potenza, applicati sulla pelle, antibiotici topici o orali, antifungini o creme antibatteriche.

[cause di vaginite]

La vaginite batterica (BV) viene solitamente trattata con antibiotici, come il metronidazolo (Flagyl) o la clindamicina.

I farmaci usati per trattare un’infezione fungina includono butoconazolo e clotrimazolo.

Altre opzioni includono:

  • Crema di cortisone per il trattamento di gravi irritazioni.
  • Antistaminici, se l’infiammazione sembra derivare da una reazione allergica.
  • Crema topica estrogenica, se la vaginite è dovuta a bassi livelli di estrogeni.

Se una donna è incinta, deve assicurarsi che il suo medico lo sappia, perché la vaginite può influenzare il feto e perché alcune opzioni di trattamento potrebbero non essere adatte.

Prevenzione

Le seguenti migliori pratiche aiuteranno a prevenire la vaginite:

  • buona igiene, utilizzando un sapone delicato senza irritanti o profumi
  • indossare biancheria intima di cotone
  • evitando agenti irritanti e irritanti, trovati in spray igienici, saponi e altri prodotti femminili
  • pulire sempre dalla parte anteriore a quella posteriore per evitare la diffusione di batteri dall’ano alla vagina
  • indossare abiti larghi
  • praticare il sesso sicuro
  • utilizzare gli antibiotici solo se necessario

Puoi saperne di più sulle infezioni da lievito vaginale qui.

Like this post? Please share to your friends: