Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cellule di cancro alla prostata, curcuma, uva rossa e mela, muoiono di fame

Cosa hanno in comune la curcuma, le mele e l’uva? Secondo un nuovo studio, potrebbero essere la chiave per prevenire e curare uno dei tumori più comuni negli Stati Uniti.

uva e mele rosse

I ricercatori hanno identificato un numero di composti naturali che hanno il potenziale per “morire di fame” i tumori del cancro alla prostata e ridurli.

I composti presenti in curcuma, uva rossa e buccia di mela sembrano avere l’effetto più forte, in particolare in combinazione.

Il coautore dello studio Stefano Tiziani, del Dipartimento di scienze nutrizionali e l’Istituto di ricerca pediatrica Dell dell’Università del Texas ad Austin, e colleghi hanno recentemente riportato i loro risultati sulla rivista.

Dopo il cancro della pelle, il cancro alla prostata è il cancro più comune tra gli uomini negli Stati Uniti. Secondo l’American Cancer Society, quest’anno ci saranno 161.360 nuovi casi di cancro alla prostata diagnosticati e circa 26.730 uomini moriranno a causa della malattia.

Precedenti studi hanno identificato un numero di composti, particolarmente presenti negli alimenti a base vegetale, che hanno il potenziale per ridurre il rischio di cancro alla prostata.

Per questo ultimo studio, Tiziani e colleghi hanno utilizzato una nuova tecnica di screening ad alto rendimento per testare 142 composti naturali, con l’obiettivo di identificare quelli che sono più efficaci per arrestare la crescita delle cellule tumorali della prostata.

La combinazione composta ha bloccato la crescita del tumore nei topi

I composti sono stati testati su cellule di cancro alla prostata derivate da topi e umani, singolarmente e in combinazione.

Il team ha identificato tre composti che erano più efficaci per arrestare la crescita delle cellule del cancro alla prostata:

  • curcumina, il composto giallo brillante in curcuma
  • acido ursolico, trovato nella buccia di mela
  • resveratrolo, trovato in uva e bacche rosse

Questi tre composti sono stati quindi testati in modelli murini di cancro alla prostata.

I ricercatori hanno scoperto che quando l’acido ursolico era combinato con la curcumina o il resveratrolo, i composti naturali prevenivano l’assorbimento di glutammina da parte delle cellule del cancro alla prostata, che impedivano la crescita del tumore nei topi.

La glutammina è un amminoacido di cui le cellule del cancro alla prostata hanno bisogno per crescere, quindi prevenire il suo assorbimento in modo efficace “affama” le cellule tumorali fino alla morte.

Inoltre, poiché l’acido ursolico, la curcumina e il resveratrolo sono composti naturali, non hanno causato alcun effetto tossico nei topi.

Tuttavia, i ricercatori osservano che le concentrazioni di ciascuno dei tre composti erano superiori a quelle normalmente consumate attraverso la dieta. Tuttavia, il team ritiene che i risultati dimostrino la promessa di una strategia naturale per prevenire e curare il cancro alla prostata.

“Questi nutrienti hanno potenziali proprietà anti-cancro e sono prontamente disponibili.Abbiamo bisogno solo di aumentare la concentrazione oltre i livelli trovati in una dieta sana per un effetto sulle cellule del cancro alla prostata.”

Stefano Tiziani

Scopri come bere caffè all’italiana potrebbe ridurre il rischio di cancro alla prostata.

Like this post? Please share to your friends: