Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Che cos’è la congiuntivite infettiva o l’occhio rosa?

La congiuntivite o “occhio rosa” si verifica quando la congiuntiva dell’occhio si infiamma. L’occhio può diventare rosso o rosa, gonfio e irritato e potrebbe esserci del muco. La congiuntivite infettiva può essere altamente contagiosa.

La congiuntiva è un sottile strato di cellule, o membrana, tra la superficie interna delle palpebre e il bianco degli occhi.

L’infiammazione fa sì che piccoli vasi sanguigni, o capillari, nella congiuntiva diventino più prominenti. Ciò provoca disagio e un aspetto rosa o rosso che può durare da alcuni giorni a diverse settimane.

Le cause includono irritazione, allergia e infezione. Questo articolo si concentrerà principalmente sulla congiuntivite infettiva.

Fatti veloci sulla congiuntivite:

Ecco alcuni punti chiave sulla congiuntivite o sull’occhio rosa. Maggiori dettagli sono nell’articolo principale.

  • L’occhio rosa può derivare da un’allergia, un’irriazione o un’infezione.
  • Un virus o un batterio può causare un’infezione. A volte è collegato a un’infezione a trasmissione sessuale (STI).
  • Gli antibiotici sono talvolta usati, ma non saranno di aiuto se la causa è un virus.
  • I sintomi normalmente durano fino a 2 settimane, ma possono persistere più a lungo.
  • È importante lavare le mani con cura e non condividere oggetti personali, come asciugamani, in quanto ciò può diffondere l’infezione.

Sintomi

L'infiammazione può derivare da diversi tipi di batteri o virus.

Segni e sintomi possono includere quanto segue:

  • arrossamento, a causa dell’irritazione e dell’ampliamento dei minuscoli vasi sanguigni nella congiuntiva
  • un occhio lucido e acquoso, mentre le ghiandole lacrimali diventano iperattive
  • un rivestimento appiccicoso o incrostato sulle ciglia, specialmente al risveglio dopo un lungo sonno, perché l’infezione produce muco
  • dolore e “grinta”, come sabbia negli occhi
  • gonfiore, dovuto a infiammazione o sfregamento

Il rossore e il dolore possono interessare prima un occhio, poi diffondersi all’altro.

Altri sintomi

Ci possono anche essere:

Linfonodi ingrossati: il linfonodo di fronte all’orecchio diventa gonfio e leggermente tenero. Potrebbe sembrare un pulsante sotto la pelle. Il linfonodo fa parte del sistema immunitario del corpo, che combatte l’infezione.

Infezione del tratto respiratorio: la persona può avere sintomi simil-influenzali, come febbre, mal di testa, arti doloranti e mal di gola.

Una persona dovrebbe consultare un medico se:

  • l’occhio è molto rosso e doloroso
  • la visione è influenzata
  • l’occhio diventa molto sensibile alla luce

Questi sintomi possono indicare una condizione più grave.

I neonati spesso sviluppano occhi rosa. I sintomi includono palpebre rosse, tenere e gonfie. È necessaria un’attenzione medica urgente per prevenire complicazioni e identificare e trattare eventuali condizioni di base.

Trattamento

Quasi la metà dei casi di congiuntivite infettiva si risolve senza trattamento medico entro 2 settimane e un medico può suggerire di guardare e aspettare.

Possono prescrivere colliri con decongestionanti o antistaminici per ridurre i sintomi di gonfiore e irritazione.

Antibiotici per congiuntivite infettiva

Gli antibiotici non sono di aiuto se la causa è virale e persino un’infezione batterica può durare fino a un mese con antibiotici. Alcuni studi mostrano che per 1 su 10 pazienti, gli antibiotici possono accelerare il recupero.

Il trattamento può includere collirio contenente antibiotici o antistaminico.

Tuttavia, gli antibiotici possono essere prescritti se i sintomi sono gravi o se sono durati più di 2 settimane. Un medico può somministrare un collirio antibiotico nel caso in cui possa aiutare.

Gli antibiotici più comunemente prescritti per la congiuntivite infettiva sono:

  • fluorochinoloni
  • tetracicline
  • sulfamidici
  • cloramfenicolo

Questi sono collirio o pomata, somministrati direttamente sull’occhio. Il dosaggio dipende dal tipo. Gli unguenti possono essere più facili da usare rispetto ai colliri con un neonato o un bambino.

La visione può diventare sfocata poco dopo l’uso di colliri. Assicurati di poter vedere chiaramente prima di guidare o utilizzare macchinari. Se i sintomi non migliorano o c’è dolore o visione sfocata dovresti tornare dal medico.

Cura di sé

Un certo numero di rimedi casalinghi può aiutare ad alleviare i sintomi e, eventualmente, accelerare il recupero.

Lenti a contatto: evitare l’uso di lenti per almeno 24 ore dopo il termine del trattamento antibiotico, quindi gettare via e sostituire le lenti, la custodia dell’obiettivo e la soluzione

I colliri lacrimali artificiali possono essere acquistati al banco (OTC) per alleviare il dolore e l’appiccicosità.

Un panno di lavaggio imbevuto di acqua calda può essere usato più volte al giorno, per pulire delicatamente via le sostanze appiccicose. Fallo delicatamente, per evitare di irritare gli occhi. Usa un panno pulito per ogni occhio.

Un lavaggio a mano regolare con acqua tiepida e sapone aiuterà a prevenire la diffusione dell’infezione.

Impacchi caldi possono lenire il disagio. Immergere un panno pulito e privo di lanugine in acqua tiepida, strizzarlo, quindi applicare delicatamente sull’occhio chiuso.

I seguenti sintomi possono indicare una condizione più grave. Richiedono assistenza medica immediata:

  • dolore negli occhi
  • sensibilità alla luce o fotofobia
  • perdita della vista
  • arrossamento molto intenso

Di solito, quando gli occhi sembrano di nuovo normali, la condizione non è più contagiosa.

Le cause

L’infezione negli occhi può essere dovuta a un virus o a un batterio.

I virus che causano la congiuntivite includono adenovirus e alcuni tipi di virus dell’herpes.

Le cause batteriche includono e, meno comunemente,.

La congiuntivite batterica a volte è causata da un’infezione a trasmissione sessuale (STI), come ad esempio. Se i sintomi non scompaiono dopo un mese, ciò potrebbe indicare una IST. La maggior parte degli altri tipi di congiuntivite batterica si risolverà più rapidamente con il trattamento.

La congiuntivite infettiva è estremamente contagiosa e può essere facilmente trasmessa ad un’altra persona.

Cause nei neonati

L’occhio rosa nei neonati può essere dovuto a infezione, irritazione o ostruzione del dotto lacrimale. La causa può essere difficile da determinare, perché ogni tipo produce sintomi simili.

A volte i batteri o un virus vengono trasmessi dalla madre durante il parto, anche se lei non ha sintomi. Il batterio o il virus possono essere correlati a un STI.

Se un neonato ha una congiuntivite batterica dovuta, i sintomi compaiono normalmente da 5 a 12 giorni dopo il parto. Se i batteri sono dovuti alla gonorrea, di solito compaiono dopo 2 o 4 giorni.

Il virus che causa l’herpes orale e genitale può anche essere trasmesso alla nascita e apparire come congiuntivite.

In alcuni casi, l’occhio rosa si presenta come un collirio di reazione dato alla nascita, per prevenire l’infezione. In questo caso i sintomi passeranno normalmente dopo 24-36 ore.

Altre cause di occhi rossi

Gli occhi arrossati possono anche essere un sintomo di:

Blefarite: questa è una comune infiammazione delle palpebre che provoca arrossamento, irritazione e prurito. Ci saranno anche scaglie di forfora sulle ciglia. La blefarite non è contagiosa.

Glaucoma acuto: questa è una forma rara di glaucoma, in cui la pressione si accumula negli occhi. I sintomi possono comparire rapidamente e includere dolore, occhi rossi e perdita della vista, che possono diventare permanenti senza trattamento.

Cheratite: la cornea diventa infiammata e probabilmente ulcerata. Se si verifica una cicatrizzazione della cornea, ciò può portare a una perdita permanente della vista. La cornea è la parte trasparente nella parte anteriore dell’occhio.

Irite: l’iride si infiamma. L’irite non trattata può far aderire l’iride alla superficie anteriore dell’obiettivo, evitando che il liquido si scarichi dalla pupilla. Questo può portare a danni permanenti agli occhi. L’iride è la parte colorata dell’occhio, la parte che controlla la quantità di luce che entra nell’occhio.

tipi

Esistono tre diversi tipi di congiuntivite, a seconda della causa.

Congiuntivite chimica o irritante: se qualcosa irrita l’occhio, può infiammarsi e infiammarsi. L’irritante potrebbe essere un ciglio che viene indirizzato male nell’occhio o il cloro dopo un bagno in una piscina.

Congiuntivite allergica: questo accade quando un allergene viene a contatto con gli occhi, come acari della polvere, pollini o peli di animali. Un allergene rende il sistema immunitario esagerato, causando irritazione e infiammazione.

Congiuntivite infettiva: un batterio o un virus provoca un’infezione, rendendo gli occhi rossi o rosa e acquosi. Ci può essere un rivestimento appiccicoso sulle ciglia e il muco negli occhi.

Diagnosi

Un medico può diagnosticare la congiuntivite osservando i segni e i sintomi e ponendo alcune domande. Il trattamento per la congiuntivite irritante e allergica è diverso da quello per un’infezione.

Alcuni casi di congiuntivite infettiva si risolvono in pochi giorni a 2 settimane senza trattamento, ma alcuni possono richiedere fino a un mese. Per la congiuntivite batterica, gli antibiotici possono ridurre i tempi di recupero e ridurre la diffusione dell’infezione ad altri.

Se i sintomi persistono per 2 settimane o più, la persona dovrebbe tornare a consultare il proprio medico, che rivaluterà la diagnosi e aggiusterà il trattamento.

test

Il medico può prelevare un tampone dall’occhio infetto, per eseguire il test in laboratorio. Sapere quale tipo di batteri sta causando l’infezione consentirà loro di prescrivere un trattamento appropriato. Tuttavia, la maggior parte dei medici non esegue questo test.

Prevenzione

Il rischio di contrarre o trasmettere la congiuntivite infettiva può essere ridotto:

  • non toccare o sfregare gli occhi
  • lavarsi spesso le mani con acqua calda e sapone o usare un disinfettante per le mani
  • rimuovendo sempre le lenti a contatto durante la notte e seguendo le istruzioni sull’igiene delle lenti
  • mantenendo gli occhiali puliti
  • non condividere oggetti personali come asciugamani e cuscini, trucco e lenti a contatto con altre persone
  • usando gli occhiali in una piscina e non nuotando se hai un’infezione

Dopo che l’infezione è scomparsa, è una buona idea gettare via qualsiasi soluzione per lenti a contatto e trucco per gli occhi.

Il rischio di congiuntivivite irritante e allergica può essere ridotto evitando potenziali o noti irritanti e allergeni.

Ciò include la garanzia che le stanze siano ben ventilate, che le unità di condizionamento dell’aria siano pulite e mantenute ed evitando atmosfere affumicate.

complicazioni

Il rischio di complicazioni causate da congiuntivite infettiva da batteri o virus è piccolo. Tuttavia, se l’occhio rosa è un sintomo di una condizione di base, come una STI, sono possibili complicazioni.

I neonati hanno un rischio maggiore di complicanze. La congiuntivite infettiva neonatale può essere grave e progredire rapidamente. Nei casi molto gravi, può influenzare la visione.

Senza trattamento, tra il 10 e il 20 per cento dei neonati con congiuntivite infettiva a causa di sviluppare polmonite, che può essere pericolosa per la vita.

In rari casi, altri tipi di congiuntivite batterica possono anche causare complicazioni per un neonato.

Questi includono:

  • Meningite: una malattia potenzialmente fatale in cui le meningi, uno strato di cellule che copre il cervello e il midollo spinale, vengono infettate.
  • Cellulite: un’infezione batterica degli strati più profondi della pelle e dei tessuti grassi e molli che si trovano sotto la pelle.
  • Setticemia o avvelenamento del sangue: i batteri entrano nel flusso sanguigno e attaccano i tessuti del corpo.

Tuttavia, la maggior parte dei bambini si riprende completamente dalla congiuntivite infettiva senza complicazioni.

Like this post? Please share to your friends: