Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Che cos’è un bracciale vaginale e quali sono i rischi?

Un polsino vaginale è una chiusura fatta nella parte superiore della vagina, vicino a dove si trova solitamente la cervice. Un chirurgo crea una cuffia vaginale cucendo insieme la parte superiore della vagina, solitamente come parte di un’isterectomia totale o radicale.

I medici raccomandano l’isterectomia per le donne che potrebbero beneficiare della rimozione chirurgica dell’utero. La cervice è la parte più bassa dell’utero dove incontra la vagina.

Durante un’isterectomia totale o radicale, un chirurgo rimuove l’intero utero della donna, compresa la sua cervice. Il chirurgo creerà quindi una cuffia vaginale al posto della cervice.

A volte, una procedura di cuffia vaginale verrà eseguita separatamente dall’isterectomia se quest’area deve essere riparata a causa di lacrimazione o guarigione impropria.

Recupero

chirurghi in sala operatoria

È essenziale parlare con un medico del processo di recupero, poiché ogni donna è diversa e può beneficiare di un piano di recupero individualizzato.

Di solito, un medico darà le seguenti istruzioni a una donna appena sottoposta a isterectomia totale:

  • Prendi un sacco di riposo a letto per le prime settimane.
  • Evita attività faticose.
  • Non sollevare più di 10 sterline.
  • Stare lontano da qualsiasi attività che mette sotto pressione la zona pelvica.
  • Controlla la tosse cronica.
  • Evitare tensioni durante i movimenti intestinali.
  • Astenersi dall’attività sessuale.
  • Non usare tamponi.
  • Non inserire nella vagina niente di diverso dai farmaci prescritti.

Un medico prescriverà anche farmaci per prevenire le infezioni e ridurre il dolore. Un medico può anche raccomandare una crema di estrogeni che può essere applicata alla cuffia vaginale per aiutarla a guarire.

Il recupero da un’isterectomia con una cuffia vaginale richiede un minimo di 6-8 settimane, ma può richiedere più tempo a seconda della salute generale di una persona.

Durante il recupero da un’isterectomia con una cuffia vaginale, a una donna può essere chiesto di consultare un medico per un controllo. Il medico si accerterà che la cuffia vaginale stia guarendo correttamente e che non vi siano segni di infezione.

Se il tessuto della cicatrice si sta formando sul sito della cuffia vaginale, il medico può applicare una piccola quantità di nitrato d’argento per bruciare il tessuto cicatriziale e favorire la guarigione.

Rimuovere il tessuto cicatriziale può essere scomodo, ma non dovrebbe essere doloroso. Di solito può essere fatto nello studio del medico senza bisogno di un appuntamento separato.

rischi

donna in piedi sulle scale

Mentre i polsini vaginali sono generalmente sicuri, c’è un piccolo rischio di strappi della cuffia. Una lacrima vaginale si verifica quando i bordi della ferita si spezzano o si lacerano.

Una lacrima della cuffia vaginale, nota anche come deiscenza della cuffia vaginale, è rara. A causa della sutura o della tecnica di taglio, le donne sono maggiormente a rischio di questa complicazione se sono state sottoposte a isterectomia laparoscopica o robotica invece di un’isterectomia addominale o vaginale.

Se la lesione della cuffia vaginale è molto grande, possono verificarsi ulteriori complicazioni, inclusa una eviscerazione intestinale. Questo accade quando le viscere spingono attraverso la cuffia vaginale lacerata.

I fattori che aumentano il rischio di una lacrima vaginale dopo un’isterectomia includono:

  • muscoli del pavimento pelvico indeboliti
  • impegnarsi in attività sessuali prima che la cuffia vaginale sia guarita
  • fumare sigarette
  • Diabete incontrollato
  • obesità
  • costipazione cronica
  • qualsiasi condizione che provoca tosse cronica o grave
  • infezioni vaginali
  • atrofia vaginale
  • sistema immunitario indebolito
  • storia di radiazioni nella regione pelvica

Sintomi lacrimali della cuffia vaginale

Mentre le lacrime della cuffia vaginale sono rare, possono rappresentare un’emergenza medica potenzialmente letale.

Le donne che hanno una cuffia vaginale come parte di un’isterectomia dovrebbero rivolgersi immediatamente al medico se sviluppano uno dei seguenti sintomi:

  • dolore addominale o pelvico improvviso o grave
  • scarico vaginale o sanguinamento
  • pressione nella vagina o nella regione pelvica inferiore
  • fluido che scorre nella vagina
  • cattivo odore proveniente dalla vagina

Mentre le lacrime della cuffia vaginale hanno più probabilità di verificarsi entro pochi giorni dall’isterectomia, possono verificarsi in qualsiasi momento dopo la procedura.

Il più delle volte, le lacrime si verificano spontaneamente, ma possono anche essere scatenate dall’attività sessuale o dal movimento intestinale.

Riparazione della cuffia vaginale

donna che dorme

Una persona avrà bisogno di un intervento chirurgico per riparare la cuffia vaginale se si verifica una rottura della cuffia vaginale. Altre complicazioni che richiedono la riparazione della cuffia vaginale includono:

  • un ascesso
  • peritonite, che è l’infiammazione del rivestimento dell’addome e dei suoi organi
  • ematoma, che è un accumulo di sangue al di fuori dei vasi sanguigni
  • eviscerazione dell’intestino

In alcuni casi di lacerazione della cuffia vaginale parziale, un chirurgo può riparare il bracciale attraverso la vagina invece di eseguire un’incisione esterna.

A una persona verranno somministrati liquidi per via endovenosa e antibiotici prima e dopo l’intervento chirurgico. La durata della procedura chirurgica può variare in base a ciò che ha causato lo strappo o altre complicanze.

Dopo l’intervento, la persona verrà portata in una stanza di recupero e monitorata mentre l’anestesia si esaurisce. Potrebbero dover pernottare in ospedale, soprattutto se la funzione intestinale è compromessa.

Dopo una riparazione della cuffia vaginale, le persone devono consentire da 8 a 12 settimane di tempo di recupero. Durante questo periodo, un medico consiglierà di evitare qualsiasi attività che metta a dura prova la nuova incisione, incluso il sollevamento di pesi e il sesso. Molti dottori suggeriranno anche di riposarsi molto e di limitare l’esercizio fisico.

Il modo migliore per una donna di gestire una cuffia vaginale è seguire tutte le istruzioni del suo medico dopo un’isterectomia.

Alcune donne potrebbero sentirsi meglio in poche settimane dopo l’intervento. Possono spingersi troppo forte fisicamente o fare sesso prima che la cuffia vaginale sia guarita, causando accidentalmente una lesione o una lesione.

Una donna che guarisce da un intervento di isterectomia e una procedura di cuffia vaginale dovrebbe essere delicata sul proprio corpo ed evitare l’attività fisica e sessuale fino a quando la cuffia non sarà completamente guarita.

prospettiva

Le lacrime e le complicanze della cuffia vaginale sono rare, ma è importante prendere precauzioni. Le donne possono ridurre il rischio di subire queste complicazioni seguendo un piano di recupero individualizzato dopo l’intervento e dando al loro corpo un sacco di tempo per guarire.

Se una donna ha bisogno di una riparazione della cuffia vaginale, probabilmente dovrà trascorrere fino a 12 settimane di recupero prima che un medico la liberi per riprendere le normali attività, incluso l’esercizio fisico e l’attività sessuale.

Like this post? Please share to your friends: