Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Che cos’è un parto cesareo?

Il parto cesareo è una procedura in cui un bambino viene consegnato attraverso un’incisione praticata nell’addome e nell’utero di una donna, piuttosto che nascere attraverso la vagina.

È anche noto come parto addominale.

A partire dal 2017, il parto cesareo ha rappresentato il 31,9 per cento delle nascite negli Stati Uniti, con 1,258,581 bambini consegnati tramite questo metodo rispetto a 2.684.803 consegne vaginali.

Mentre alcune donne scelgono di avere un parto cesareo elettivo, noto anche come parto cesareo su richiesta materna (CDMR), la maggior parte delle nascite di parto cesareo si verifica quando il parto vaginale presenta un rischio di grave danno alla madre o al bambino. Solo il 2,5 percento delle consegne di parto cesareo si verifica su richiesta della madre e non per risolvere un problema medico.

Tuttavia, questo numero è aumentato nell’ultimo decennio.

Questo articolo aiuterà le future mamme a un possibile parto cesareo con la piena conoscenza di come funziona la procedura, i possibili rischi e cosa aspettarsi durante il recupero.

Fatti veloci sul parto cesareo

  • Negli Stati Uniti, il 31,9% delle nascite viene effettuato tramite parto cesareo.
  • Possono essere eseguiti se c’è un’emergenza con il feto o se la madre ha condizioni complicate, tra le altre ragioni.
  • La procedura comporta il rischio di infezione della ferita e coaguli di sangue.
  • Possono essere necessari dai 2 ai 4 giorni per riprendersi da un parto cesareo.

Perché viene eseguito un parto cesareo?

Neonato dopo cesareo

Un parto cesareo può essere medicalmente necessario per i seguenti motivi:

Ci sono più gestazioni, come gemelli o terzine.

  • Il lavoro non progredisce.
  • C’è un’emergenza o preoccupazione fetale.
  • Il feto ha un idrocefalo o un eccesso di liquido nel cervello.
  • Il feto si trova nella culatta o nella posizione trasversale.
  • Il bambino è troppo grande per viaggiare attraverso la cervice.
  • La madre ha un virus contagioso, come l’herpes e l’HIV.
  • La madre ha condizioni complicate, come il diabete o l’ipertensione
  • La madre ha una condizione uterina o un fibroma che ostruisce la cervice.
  • Ci sono anomalie nel cordone ombelicale o placentare.
  • La madre ha partorito in precedenza tramite parto cesareo.

Un taglio cesareo potrebbe anche essere elettivo, ed è spesso scelto per una serie di ragioni, secondo uno studio del 2017, che include quanto segue:

  • paura del dolore durante il parto o ansia per il parto vaginale
  • esperienze precedenti
  • interazioni con gli operatori sanitari
  • influenze inclusi i media, gli amici e la famiglia
  • la sensazione di controllo sul processo di nascita

Un taglio cesareo è una procedura seria che richiede un processo di guarigione più lungo rispetto a un parto vaginale. Solo optare per un CDMR una volta che hai una visione completa dei rischi.

Vale anche la pena notare che è probabile che gli assicuratori rifiutino qualsiasi richiesta di rimborso su un CDMR in quanto la procedura non è indicata da un punto di vista medico e la donna sottoposta all’operazione o alla sua famiglia dovrebbe sottoporsi a un trattamento di autofinanziamento sulla maggior parte delle polizze.

Quali sono i rischi?

Coagulo di sangue

Un parto cesareo comporta rischi, come per qualsiasi procedura seria.

I potenziali problemi che la madre può provare includono:

  • infezione della ferita
  • perdita di sangue
  • coaguli di sangue
  • lesioni a un organo, come l’intestino o la vescica
  • reazioni avverse a farmaci o anestesia
  • potenziali complicazioni durante le future gravidanze

Alcune donne possono anche sperimentare endometrite, un’infezione del rivestimento dell’utero.

I rischi per il bambino comprendono lesioni chirurgiche e difficoltà respiratorie, come tachipnea transitoria o sindrome da distress respiratorio.

Procedura

In un parto cesareo, un taglio è fatto attraverso l’addome e l’utero mentre la madre è sotto anestesia epidurale o spinale. Solo in pochi casi la madre è in anestesia generale. Il taglio è normalmente tra 10 e 20 centimetri (cm) di lunghezza.

Con l’anestesia epidurale o spinale, la parte inferiore della madre rimarrà indolore nonostante non sia incosciente, sebbene possa provare una sensazione di tirata o di trazione.

A volte viene impostato un drappo per bloccare la vista dell’operazione per la madre, poiché ciò potrebbe causare sofferenza nonostante non sia doloroso. Alcuni ospedali consentono l’uso di un drappo che puoi vedere attraverso. Parlate con il vostro medico per vedere se questa è un’opzione nel vostro ospedale. Il medico delle nascite, ostetrico e ostetriche manterrà la madre informata sui progressi mentre operano.

Le donne che hanno subito un parto cesareo con consegne precedenti possono essere candidate alla nascita vaginale dopo parto cesareo (VBAC). Tuttavia, questa opzione non è raccomandata per tutte le donne e dovrebbe essere discussa con un operatore sanitario.

Il parto cesareo può essere pianificato in anticipo o non pianificato per una moltitudine di motivi.

Di seguito è riportato un modello 3-D di parto cesareo, che è completamente interattivo.

Esplora il modello utilizzando il mouse o il touchscreen per comprendere meglio il parto cesareo.

Tipi di anestesia

Ci sono varie opzioni per l’anestesia durante un parto cesareo.

Le donne possono discuterne con un operatore sanitario. Le opzioni includono l’uso di anestesia generale, blocco epidurale o blocco spinale. Quando si utilizza l’anestesia generale, il paziente verrà messo a dormire per l’operazione.

Con un blocco epidurale o spinale, solo la metà inferiore del corpo sarà intorpidita.2 Durante un blocco epidurale, il farmaco paralizzante viene iniettato in uno spazio nella colonna vertebrale con o senza un tubo che può fornire ulteriori farmaci, se necessario.

Durante un blocco spinale, il farmaco viene iniettato direttamente nel liquido spinale.

Recupero dal parto cesareo

Dopo un taglio cesareo, una donna e il suo bambino possono aspettarsi di rimanere in ospedale per 2-4 giorni.

È anche probabile che la nuova madre sperimenterà dolore al sito dell’incisione, crampi e sanguinamento con o senza coaguli per circa 4 o 6 settimane. La gravità di questi sintomi varia a seconda delle donne che hanno subito l’intervento, ma dovrebbe migliorare abbastanza rapidamente con il passare del tempo.

Rivolgersi a un medico con qualsiasi preoccupazione circa la gravità di questi sintomi, o se continuano per un periodo più lungo del previsto. Vedrai il tuo medico per le visite postoperatorie dopo l’intervento. Queste sono buone opportunità per discutere i tuoi progressi di guarigione.

Gli operatori sanitari raccomandano di limitare l’attività fisica al rientro a casa. Fino a quando un operatore sanitario afferma che è sicuro riprendere la normale attività, in genere circa 4 o 6 settimane dopo l’intervento, è di routine raccomandare che i pazienti evitino un intenso esercizio fisico, sollevando oggetti pesanti, mettendo qualsiasi cosa nella vagina o facendo sesso.

Durante il periodo di recupero, una donna può fare i seguenti passi. È importante mantenere l’idratazione, prendere qualsiasi farmaco come indicato, riposare secondo necessità e fornire supporto all’incisione e all’addome con l’uso di una cintura o di un cuscino per la gravidanza.

I sintomi dopo un parto cesareo

È importante segnalare qualsiasi sintomo che potrebbe suggerire un’infezione o altre complicazioni a un operatore sanitario. Questi sintomi potrebbero includere:

  • febbre
  • peggioramento del dolore
  • aumento del sanguinamento vaginale
  • aumento del rossore nel sito di incisione
  • drenaggio o gonfiore dell’incisione chirurgica
  • dolore al seno con arrossamento o febbre
  • perdite vaginali maleodoranti
  • dolore durante la minzione

Le persone dovrebbero essere sicure di parlare con un operatore sanitario se hanno ulteriori domande sul parto cesareo quando cercano di decidere se è l’opzione giusta per loro.

Like this post? Please share to your friends: