Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Chirurgia artroscopica “inefficace” per l’aggancio del ginocchio, bloccaggio

La meniscectomia parziale – una forma di chirurgia artroscopica per i pazienti con un menisco lacerato, una rottura delle strisce di fibrocartilagine nel ginocchio – è inefficace per le persone con sintomi meccanici di ginocchio degenerativo.

[Chirurgia artroscopica]

Questa è una conclusione di un nuovo studio pubblicato recentemente, guidato dal Prof. Teppo Järvinen, professore di ortopedia e traumatologia all’Università di Helsinki in Finlandia.

Un menisco lacerato è uno dei sintomi più comuni del ginocchio degenerativo – il deterioramento dell’articolazione del ginocchio con l’età. Si verifica quando uno dei due menischi nel ginocchio – i pezzi di cartilagine a forma di C che proteggono e attutiscono il femore e la tibia – si danneggiano.

Molte persone con degenerazione del ginocchio possono manifestare sintomi meccanici come il blocco delle articolazioni o la presa, che sono spesso attribuite a una sezione dell’articolazione del ginocchio che si deposita tra le superfici articolari a causa dell’attrito causato da un menisco lacerato.

Il prof. Järvinen e colleghi osservano che la meniscectomia parziale – la rimozione chirurgica della parte danneggiata di un menisco lacerato – è diventata una pratica standard per i pazienti con sintomi meccanici, nonostante non ci siano prove sufficienti che ciò sia benefico.

“Gli ortopedici sono in gran parte unanimi sui benefici della chirurgia artroscopica su pazienti che soffrono di sintomi meccanici, tuttavia, la prova scientifica dei benefici è scarsa, e prima del nostro studio, interamente basata su studi di follow-up incontrollati”, dice il coautore Raine Sihvonen, specialista in ortopedia presso l’ospedale Hatanpää di Tampere, in Finlandia.

Per il loro studio, i ricercatori hanno cercato di comprendere meglio l’efficacia della meniscectomia parziale per tali pazienti.

La meniscectomia parziale “non riduce, allevia i sintomi meccanici”

Il team ha analizzato i dati di 146 pazienti di età compresa tra i 35 e i 65 anni che facevano parte dello studio degenerativo meniscale della lesione finlandese (FIDELITY).

Tutti i pazienti avevano sofferto dolore nella parte interna del ginocchio per almeno 3 mesi, che l’esame clinico e la risonanza magnetica (MRI) suggerivano era fino a un menisco lacerato.

Fatti veloci sulle lacrime del menisco

  • Tra i giovani adulti, in particolare gli atleti, un menisco lacerato è più comunemente causato da una forte rotazione del ginocchio
  • È più probabile che gli adulti più anziani sperimentino un menisco lacerato a causa della degenerazione del ginocchio
  • I sintomi possono includere una sensazione di schiocco, dolore, gonfiore o rigidità, problemi di stiramento del ginocchio e del ginocchio.

Ulteriori informazioni sui danni alla cartilagine

I pazienti erano privi di artrosi del ginocchio – una condizione comunemente associata a ginocchio degenerativo – e il danno del menisco non era stato causato da un trauma isolato.

Il menisco lacerato di ciascun paziente è stato confermato attraverso un intervento chirurgico di tipo keyhole. I pazienti sono stati quindi randomizzati a ricevere una meniscectomia parziale o un trattamento fasullo.

Prima dell’intervento, 69 pazienti hanno riportato sintomi meccanici, di cui 32 (46%) erano nel gruppo di meniscectomia parziale e 37 (49%) erano nel gruppo di trattamento fittizio.

Da un sondaggio condotto 2, 6 e 12 mesi dopo i trattamenti, i ricercatori hanno scoperto che 34 (49%) pazienti nel gruppo di meniscectomia parziale e 33 (43%) di quelli nel gruppo trattato con sham hanno riferito sintomi meccanici ad un certo punto durante azione supplementare.

Dei 69 pazienti che hanno riportato sintomi meccanici prima del trattamento, 23 (72%) pazienti nel gruppo di meniscectomia parziale e 22 (59%) pazienti nel gruppo trattato con sham hanno continuato a manifestare tali sintomi in determinati momenti durante il follow-up.

Nove (28%) pazienti del gruppo di meniscectomia parziale e 15 (41%) pazienti del gruppo trattato con sham hanno riferito una riduzione completa dei sintomi meccanici per l’intera durata del follow-up, secondo il team.

Sulla base delle loro scoperte, il Prof. Järvinen conclude che “la rimozione parziale di un menisco strappato degenerativo non riduce o allevia i sintomi meccanici rispetto alla chirurgia simulata”.

Inoltre, i ricercatori dicono che i loro risultati suggeriscono che la lacerazione meniscale correlata al trauma e la lacrimazione meniscale degenerativa sono due condizioni separate e dovrebbero essere trattate come tali.

Il Dr. Sihvonen aggiunge:

“La ricerca indica che il trattamento di un menisco lacerato, che è ovviamente di origine traumatica in un paziente di età inferiore a 35 anni, sembra alleviare i sintomi meccanici.

In un ginocchio degenerativo, i sintomi apparentemente simili potrebbero non essere nemmeno causati dalla rottura del menisco – più probabilmente sono un riflesso del deterioramento generale del ginocchio e tendono ad aumentare man mano che l’artrite si sviluppa ulteriormente. “

Lo scorso novembre, secondo uno studio, la perdita di peso potrebbe rallentare la degenerazione del ginocchio per gli individui obesi.

Like this post? Please share to your friends: