Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Chirurgia con punta a martello: cosa aspettarsi

Un dito a martello è una deformità potenzialmente dolorosa del secondo, terzo o quarto dito, dove la punta si piega verso l’alto in corrispondenza del giunto, simile a un martello.

Quando una punta del martello provoca dolore e altri trattamenti falliscono, la chirurgia può essere l’unica opzione per correggere l’articolazione.

Qual è la punta del martello?

Punta del martello su entrambi i piedi

Una punta del martello fa piegare la punta alla prima articolazione, che è chiamata articolazione interfalangea prossimale. Il problema di solito inizia con uno squilibrio muscolare.

Quando un muscolo diventa troppo debole, può esercitare pressione sui tendini del dito del piede. Questo può alla fine causare deformazioni dell’articolazione. Le persone con la punta del martello possono anche sviluppare calli o calli nella parte superiore dell’articolazione dallo sfregamento delle dita su scarpe scarsamente calzate.

Indossare scarpe poco aderenti o con le dita a punta è una delle cause più comuni di un dito a martello. I tacchi alti possono anche causare la condizione, perché il tallone spinge la parte anteriore del piede verso il basso, in avanti e contro la scarpa. Col tempo, i muscoli delle dita si indeboliscono e non sono più in grado di raddrizzare la punta.

Alcuni fattori di rischio aumentano la probabilità di sviluppare la punta del martello. Le persone con insolitamente lunghe dita dei piedi, una storia di lesioni ai piedi e l’artrite reumatoide sono più a rischio di sviluppare la punta del martello.

Il tipo di punta del martello determina le opzioni di trattamento. Esistono due tipi distinti:

Punta flessibile a martello

Nelle fasi iniziali, il giunto è ancora mobile. È possibile trattare la punta del martello flessibile senza intervento chirurgico, spesso semplicemente passando a scarpe migliori.

Una persona può ridurre i sintomi di una punta flessibile del martello evitando i tacchi alti e indossando scarpe larghe che sono lunghe almeno mezzo pollice del dito più lungo.

Anche gli esercizi di rafforzamento della punta, come la raccolta di oggetti dal pavimento con le dita dei piedi, possono essere d’aiuto. Impacchi di ghiaccio per ridurre il dolore e il gonfiore possono aiutare con il dolore e l’infiammazione. Un medico può anche raccomandare di mettere un pad sopra l’articolazione per evitare che sfreghi contro le scarpe.

Punta a martello rigida

Una punta a martello rigida significa che il giunto non è più mobile. Il trattamento domiciliare e le scarpe migliori possono offrire un sollievo temporaneo dal dolore e un medico può raccomandare di provare un dispositivo ortesi personalizzato prima dell’intervento chirurgico. Se ciò fallisce, la chirurgia potrebbe essere l’unica opzione.

Tipi di chirurgia

guanti chirurgici

La chirurgia del dito a martello può essere molto efficace nelle persone per le quali il problema primario o unico è la punta del martello.

Ma quando una condizione di base come l’artrite reumatoide causa una punta di martello, i medici possono raccomandare di trattare prima questa condizione.

Le opzioni chirurgiche per la punta del martello includono:

Trasferimento del tendine

Un trasferimento del tendine tira la punta nella posizione corretta e spesso funziona bene per una punta a martello flessibile.

I tendini collegano il muscolo all’osso. Durante il trasferimento del tendine, il chirurgo tira un tendine vicino alla punta del martello attraverso la parte superiore dell’articolazione. Questo porta la punta in una posizione più dritta, compensando le debolezze muscolari e migliorando l’aspetto della punta. Dovrebbe anche ridurre il dolore.

Resezione congiunta

La resezione articolare può aiutare con una punta a martello fissa. Per questo intervento chirurgico, un medico taglia legamenti e tendini per aiutare a raddrizzare la punta e può anche rimuovere una parte dell’osso.

Per mantenere il dito del piede in posizione, il chirurgo può inserire spille temporanee. Questi perni possono essere rimossi poche settimane dopo l’intervento.

Fusione

Una procedura di fusione può ridurre la gravità di una punta del martello fissa. In questa procedura, il chirurgo rimuove le porzioni dell’articolazione per consentire alle ossa di crescere insieme. Questo raddrizza la punta e può aiutare a ridurre il dolore.

Un chirurgo taglierà tendini e legamenti, così come le estremità delle ossa. Quindi, il chirurgo utilizzerà i perni per mantenere l’articolazione in posizione. I perni rimangono in posizione per consentire alle ossa di crescere insieme e vengono rimosse dopo che l’articolazione si è fusa.

Amputazione

In rari casi in cui una persona avverte un forte dolore da un dito a martello e nessun altro trattamento funzioni, un podologo o un chirurgo ortopedico potrebbero raccomandare di rimuovere la punta. Questo è chiamato amputazione.

Uno studio del 2005 su 12 adulti più anziani che avevano amputato le dita dei piedi ha scoperto che la procedura poteva alleviare il dolore e le persone erano generalmente molto soddisfatte dei risultati chirurgici.

Rimozione di un dito del piede può cambiare il modo in cui una persona si equilibra sul loro piede. Cambia anche in modo permanente l’aspetto del piede e può essere più rischioso e più difficile da recuperare rispetto ad altri interventi chirurgici.

Cosa aspettarsi

firma all'esterno di un ambulatorio

La chirurgia del dito del piede viene eseguita principalmente su base ambulatoriale. Ciò significa che una persona può tornare a casa lo stesso giorno in cui viene eseguita l’operazione.

La chirurgia può spesso essere eseguita con un anestetico locale che intorpidisce solo la punta, quindi la persona rimane sveglia durante l’operazione. Ciò può abbreviare i tempi di recupero ed evitare le rare complicazioni che a volte accompagnano l’anestesia generale.

La chirurgia del dito del piede può anche essere eseguita in anestesia generale. Le persone dovrebbero discutere i rischi e i benefici di ciascuna opzione.

Se una persona è schizzinosa, non vuole vedere la procedura, o ha una fobia di coltelli o aghi, potrebbe preferire l’anestesia generale. Le persone con una storia di reazioni negative all’anestesia generale o che desiderano il tempo di recupero più breve potrebbero preferire un anestetico locale.

Prima di un intervento chirurgico, un dottore eseguirà probabilmente esami del sangue e chiederà alla persona la loro storia medica. Alcune persone riceveranno farmaci per via endovenosa (IV) prima o durante l’intervento chirurgico. Una IV può essere utilizzata per somministrare l’anestesia o per fornire un farmaco che aiuti una persona a sentirsi rilassata durante la veglia.

In anestesia locale, una persona non sarà in grado di sentire la procedura stessa, ma potrebbe sentire la pressione o tirare. L’operazione non dovrebbe ferire.

Dopo l’intervento chirurgico, una persona avverte in genere un po ‘di dolore nella punta e deve avere qualcuno che li porti a casa. Coloro che scelgono l’anestesia generale potrebbero non essere autorizzati a mangiare prima dell’intervento chirurgico.

Recupero

A seguito di un intervento chirurgico, la maggior parte delle persone presenta gonfiore, che può durare fino a un anno. Potrebbe essere necessario indossare una scarpa speciale o un inserto per scarpe per sostenere la punta seguendo la procedura.

Una persona dovrà evitare di mettere il peso sul piede per diverse settimane. Elevare il piede può accelerare la guarigione e ridurre il dolore.

Mentre la punta guarisce, camminare può essere difficile e doloroso, quindi una persona potrebbe aver bisogno di un bastone o di una stampella per alcune settimane. Potrebbero anche non essere in grado di guidare per diverse settimane.

A poche settimane dall’intervento, il medico rimuoverà punti o punti. L’incisione probabilmente lascerà una cicatrice.

Esercizi per migliorare la forza dei piedi e dei piedi possono aiutare a curare la punta. Questi esercizi possono anche impedire il ritorno della punta del martello.

Una persona con una storia di punta del martello è a rischio di svilupparla di nuovo, anche dopo l’intervento chirurgico, quindi è importante indossare scarpe comode che si adattano e seguire le raccomandazioni del medico per proteggere l’articolazione.

prospettiva

La punta del martello può essere sgradevole e dolorosa, ma non sempre richiede un intervento chirurgico. Il trattamento domiciliare, incluso il cambio delle scarpe e gli esercizi delle dita, spesso funziona.

Un chirurgo ortopedico o podologo può aiutare una persona a correggere il problema prima che sia necessario un intervento chirurgico, quindi chiunque abbia sintomi di punta del martello dovrebbe parlare al proprio medico prima di farlo peggiorare.

Like this post? Please share to your friends: