Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cinque dei migliori blog di Alzheimer

La malattia di Alzheimer è la forma più comune di demenza e colpisce più di 5 milioni di persone negli Stati Uniti. Dopo una diagnosi, molte persone con Alzheimer e le loro famiglie si rivolgono a Internet per informazioni su cosa aspettarsi nei prossimi anni. Abbiamo cercato sul Web i blog più utili per le persone affette da Alzheimer.

[coppia senior guardando il tablet]

Secondo l’Alzheimer’s Association, qualcuno negli Stati Uniti sviluppa la malattia di Alzheimer ogni 66 secondi. A causa della crescente popolazione negli Stati Uniti di persone di 65 anni e oltre, il numero di nuovi casi di Alzheimer e altre demenze è destinato a salire.

L’Alzheimer è una malattia progressiva e irreversibile del cervello. La malattia distrugge lentamente la memoria e la capacità di pensare e alla fine impedisce la capacità di completare anche i compiti più semplici.

La malattia di Alzheimer è attualmente classificata come la sesta causa di morte negli Stati Uniti, anche se recenti studi affermano che i decessi correlati all’Alzheimer potrebbero essere stati sottostimati e potrebbero, in effetti, classificarsi al terzo posto, appena dietro le malattie cardiache e il cancro come principale causa di morte per persone di età pari o superiore a 75 anni.

Blog scritti da associazioni, persone con il morbo di Alzheimer e caregiver di persone con l’Alzheimer possono aiutare a sostenere sia coloro che vivono con l’Alzheimer e le loro famiglie, e potrebbero aiutare a prepararli per la strada da percorrere.

Di seguito sono riportati i migliori blog selezionati da tale focus sulla malattia di Alzheimer. Questi blog illustrano le ricerche più recenti, forniscono un resoconto del giorno della vita di convivere con la malattia e condividono le prospettive dei caregiver.

Alzheimers.net

Alzheimers.net è una comunità online che supporta le persone affette dal morbo di Alzheimer. Il blog di Alzheimers.net include una vasta gamma di articoli che trattano la ricerca sull’Alzheimer, discutono le terapie contro la demenza, forniscono consigli e risorse per i caregiver e forniscono informazioni aggiornate sulla ricerca in corso per determinare cause, trattamenti e prevenzione della demenza.

[anziani che partecipano alla terapia artistica]

“Alzheimers.net è stato creato nel 2013 per offrire ai caregiver e ai malati di Alzheimer un luogo in cui condividere la passione per il cambiamento e una cura per la malattia”, ha detto il team di Alzheimers.net. “Ci dedichiamo alla difesa, all’educazione e al sostegno di coloro le cui vite sono state colpite dal morbo di Alzheimer e da altre forme di demenza”.

Siamo stati attratti, in particolare, dagli articoli che si concentrano su terapie innovative contro la demenza e sui benefici che hanno per le persone con Alzheimer.

“Tutti i tipi di terapia sensoriale hanno un impatto positivo su quelli con Alzheimer, abbiamo diversi articoli sul blog, come ad esempio come l’arteterapia migliora la qualità della vita per i pazienti affetti da demenza, utilizzando la musica per migliorare la qualità della vita delle persone con Alzheimer e consigli sulla terapia di giardinaggio per le persone con Alzheimer “, ha affermato il team di Alzheimers.net.

“La terapia della reminiscenza è benefica anche per chi soffre di Alzheimer e per chi si prende cura di loro: gli articoli che coprono quest’area includono come la terapia reminiscenza migliora la vita dei malati di Alzheimer, i libri di reminiscenza per aiutare le persone con l’Alzheimer e 5 motivi per creare una scatola di memoria per l’Alzheimer. “

“L’ambiente in cui vive una persona affetta da demenza può avere un grande impatto sulla qualità della vita. Articoli come il modo in cui gli ambienti positivi influenzano drammaticamente l’Alzheimer, l’importanza di costruire comunità amiche della demenza e come le città modello aiutano coloro che hanno l’Alzheimer a entrare più dettagli “, aggiungono.

Ecco i tre articoli più popolari del blog di Alzheimers.net:

  1. 10 attività stimolanti per i malati di Alzheimer
  2. L’olio di cocco può prevenire l’Alzheimer?
  3. La connessione tra UTI e demenza

Vitalità cognitiva

Cognitive Vitality è un programma di Alzheimer’s Drug Discovery Foundation (ADDF), ed è dedicato a responsabilizzare le persone a prendere decisioni informate sulla loro salute del cervello. Il blog Cognitive Vitality ha lo scopo di “esaminare i problemi che hai in mente”.

[infermiera che dà le medicine di Alzheimer alla donna anziana]

Il blog Cognitive Vitality è stato avviato perché “c’è molta disinformazione. Titoli dedicati a tutto, dallo sciroppo d’acero alle proteine ​​delle meduse”, ha spiegato Yuko Hara, Ph.D., direttore ad interim di Ageing e Alzheimer’s Prevention presso l’ADDF.

“Abbiamo iniziato la Cognitive Vitality per dare alle persone l’accesso a informazioni credibili e supportate dalla scienza sulla salute del cervello.Il nostro obiettivo è consentire alle persone di fare scelte intelligenti per il loro cervello.Oltre ai nostri neuroscienziati interni, un comitato consultivo clinico esterno rivede tutto le nostre valutazioni prima di pubblicarle sul sito “, ha aggiunto.

Gli articoli sul blog Cognitive Vitality si adattano perfettamente alle categorie, semplificando la ricerca di informazioni. Ad esempio, ci sono articoli “Prendi la scienza” come la terapia della luce per il morbo di Alzheimer e il morbo di Alzheimer può essere trattato con un farmaco anti-virale ?, che presenta informazioni basate su prove supportate da studi scientifici e articoli “Evita rischi” come come pericolo nell’aria e più farmaci, più rischi.

Il blog riporta una promettente ricerca per prevenire, curare e curare l’Alzheimer. “Molte aree della ricerca sull’Alzheimer sono promettenti, l’Alzheimer è una malattia complessa e probabilmente richiederà diversi farmaci per curarla in modo efficace”, ha detto Hara.

“La [ADDF], la nostra non-profit genitoriale, sta investendo in farmaci che prendono di mira le sue molteplici cause, tra cui neuroinfiammazione, epigenetica, problemi vascolari, disfunzione mitocondriale e proteine ​​mal ripiegate, e investiamo molto in farmaci per proteggere i neuroni da tutti questi fattori”.

Ecco i tre articoli più popolari sul blog di Cognitive Vitality:

  1. Cosa significa APOE per la tua salute
  2. Tre diete promettenti per migliorare la vitalità cognitiva
  3. L’allenamento del cervello può ridurre il rischio di demenza?

La voce del caregiver

Brenda Avadian ha fondato The Caregiver’s Voice nel 1998 per servire badanti e professionisti che lavorano con adulti con disabilità cognitive o demenza. “Nel 1996, mio ​​marito ed io abbiamo trasferito mio padre, a cui è stata diagnosticata la demenza, nella nostra casa”, ha informato Avadian.

[badante che legge un uomo anziano un libro]

“Ho partecipato attivamente a chat online, gruppi di supporto in tutto il mondo e di persona, mentre abbiamo avuto accesso a risorse utili, le famiglie di caregiver erano affamate di informazioni da altri familiari caregiver – coloro che percorrevano la stessa strada”.

“Dopo aver riempito il vuoto scrivendo un best-seller sul viaggio di mio padre attraverso l’Alzheimer, TheCaregiversVoice.com è diventato il punto di riferimento per professionisti e assistenti familiari che cercano una prospettiva più profonda di prendersi cura di una persona cara con demenza mantenendo un senso di umorismo. “

The Caregiver’s Voice emana un tono spensierato e amichevole ed è pieno di articoli accattivanti intrecciati con un po ‘di umorismo, come se io non fossi la tua dolce metà! e 8 modi in cui un caregiver può mantenere un sano livello di follia e consigli per i caregiver, come la purificazione di pasti appetitosi per una persona cara con disfagia.

“I caregiver e i professionisti della famiglia apprezzano i nostri articoli originali scritti da professionisti e assistenti familiari che coprono sette categorie, tra cui consigli per il caregiver, ispirazione, recensioni di libri e prodotti, umorismo e un’intera colonna con voci con demenza”, ha affermato Avadian.

Ecco le tre funzionalità più popolari di The Caregiver’s Voice:

  1. Il farmacista Robert Bowles impegna la vita con la demenza
  2. La tregua di cinque minuti per i caregivers di Brenda Avadian
  3. Trovare la GIOIA in caregiving per la mamma

L’universo di Alzheimer

L’Universo di Alzheimer è un sito Web creato per educare i familiari e gli operatori sanitari delle persone con Alzheimer, fornire le informazioni più aggiornate sulla malattia di Alzheimer e offrire aiuto alle persone con lieve perdita di memoria dovuta all’Alzheimer, attraverso lezioni interattive e attività coinvolgenti.

[uomo anziano con valutazione cognitiva con dottore]

Il blog sull’Alzheimer’s Universe estende l’educazione del morbo di Alzheimer usando articoli di facile lettura che coprono qualsiasi cosa, da “perle rapide per la prevenzione dell’Alzheimer” – come il modo in cui una passeggiata quotidiana promuove la salute del cervello e l’esercizio fisico può proteggere contro la depressione nella malattia di Alzheimer – ai pezzi terapeutici come la compagnia canina può aiutare con l’Alzheimer.

“Miriamo a educare il pubblico sulle ultime informazioni evidence-based sulla prevenzione, trattamento e cura del morbo di Alzheimer”, Richard S. Isaacson, direttore della Clinica di prevenzione dell’Alzheimer, professore associato di neurologia e direttore del Neurology Residency Program a Weill Cornell Medicine e NewYork-Presbyterian Hospital, detto.

“Abbiamo un team di esperti medici di Weill Cornell Medicine e NewYork-Presbyterian, e altre istituzioni accademiche in tutto il mondo, che aiutano a rivedere il contenuto e scegliere argomenti di estremo interesse. Abbiamo scoperto che il blog è un gateway per entrare a far parte di AlzU .org e che i membri sono stati uniformemente soddisfatti del contenuto gratuito del sito.Inoltre, abbiamo presentato i risultati della nostra ricerca sui risultati del corso a conferenze scientifiche a livello nazionale e internazionale. “

“Cerchiamo di coprire le ultime informazioni e incorporare le domande presentate nella nostra pagina Chiedi agli esperti”, continua Isaacson. “Oltre al corso gratuito offerto dopo aver aderito ad AlzU.org, abbiamo una pagina di attività con strumenti di valutazione cognitiva di esempio, link a risorse e sondaggi in cui raccogliamo feedback degli utenti. Il blog aiuta a coprire argomenti suggeriti che non sono contenuti all’interno del corso come da input per i membri. “

Ecco i tre articoli più popolari del blog dell’Alzheimer’s Universe:

  1. Benefici degli studi clinici per la prevenzione e il trattamento dell’Alzheimer
  2. Che caregiver dovrebbero sapere sull’uso di alcol e sul morbo di Alzheimer
  3. Corretta meccanica del corpo per i caregivers di Alzheimer

Trattare con la demenza

The Dealing with Dementia blog è la creazione di Kay Bransford ed è stata ispirata dalla sua esperienza di cura dei suoi genitori: “Mia madre ha smesso di apprezzare i suoi cibi preferiti, e mio padre ha smesso di scherzare, alcuni cambiamenti erano sottili mentre altri erano così opprimenti e no sembrava che un altro notasse “.

[uomo anziano circondato dalla famiglia]

“Quando lavoravo a tempo pieno, una collega ha condiviso con me il suo blog di moda: voleva che ne facessimo uno per la compagnia”, ha detto Kay Bransford. “Quando l’ho visto, ho capito che mi avrebbe permesso di condividere alcune delle cose con i miei fratelli che vivevano tutti fuori dalla zona, ero esausto a dire e ripetere i miei tre fratelli quando hanno chiamato cosa stava succedendo.”

“Quando ho iniziato a scrivere, mi sono reso conto che avrei potuto assorbire più clinicamente la situazione ed elaborare ciò che stava accadendo e ciò che avrei potuto imparare dalla mia esperienza.” Le cose di cui avevo difficoltà a parlare, potrei scrivere liberamente “, ha aggiunto.

Il blog contiene aneddoti (tra cui il dolore è una bestia subdola), guide dettagliate (come il modo di combattere le frodi più vecchie) e consigli (compresi articoli come caregiving o abilitazione?), Acquisite attraverso l’esperienza personale – tutti gli articoli che sono degni di aiutare nelle situazioni di vita reale per le persone affette da demenza e le loro famiglie.

Il consiglio di Kay alle famiglie che hanno a che fare con le prime fasi della demenza è: “Aspetta! Parlo con molti bambini adulti in questa fase e condivido che sento ancora come se fosse il peggiore.” La persona con demenza sta lottando per trovare significato e scopo e le persone che li sostengono sono tutti preoccupati che ne trarranno vantaggio così come per la loro sicurezza “.

“La maggior parte di quelli diagnosticati non riconosce la propria diagnosi o il modo in cui il loro comportamento sta cambiando.Abbiamo appena ricevuto questo programma nell’area metropolitana-DC, e spero di far passare alcuni dei miei clienti. Aiuta a consigliare l’individuo e fornisce una terza parte neutrale per aiutare a navigare nei prossimi passi. “

Ecco i tre articoli più popolari del blog Dealing with Dementia:

  1. Mia madre si ripete, ma non ha la demenza
  2. Cosa succede quando si chiamano i servizi di protezione per adulti
  3. Wells Fargo accetterà il tuo DPOA?

Se sei preoccupato per la tua salute o per la salute di un membro della famiglia, è sempre consigliabile ricevere consigli da un operatore sanitario il prima possibile.

Like this post? Please share to your friends: