Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Colchicina a basso dosaggio (Colcrys) è un trattamento rapido ed efficace per razzi acuti di gotta

FILADELFIA – Nuovi dati mostrano che la colchicina a basse dosi (ColcrysTM) controlla rapidamente le riacutizzazioni acute della gotta.

I risultati, che sono stati presentati all’Assemblea scientifica annuale 2009 dell’American College of Rheumatology, sono tratti da un’analisi secondaria dello studio di fase III Acute Gout Flare Receving Colchicine Evaluation (AGREE).

Robert Terkeltaub, MD, con il Veterans Affairs Medical Center di San Diego, ha presentato dati su 184 pazienti con gotta randomizzati a colchicina ad alte dosi (1,2 mg, quindi 0,6 mg ogni ora x 6 ore = 4,8 mg totali), colchichina a basso dosaggio (1,2 mg, quindi 0,6 mg in 1 ora = 1,8 mg in totale, seguiti da 5 dosi di placebo ogni ora) o placebo (2 capsule, quindi 1 capsula ogni ora x 6 ore).

La colchicina è stata usata per secoli per il trattamento delle riacutizzazioni della gotta ma, fino a poco tempo fa, non è stata studiata estensivamente per sicurezza ed efficacia negli studi controllati.

I risultati forniscono la prima prova dell’utilità e della tollerabilità della terapia a base di colchicina a basso dosaggio nel trattamento delle riacutizzazioni acute della gotta, secondo il dott. Terkeltaub, capo della divisione Reumatologia-allergie.

Le caratteristiche demografiche e di gotta erano simili nei tre gruppi di trattamento. La maggior parte dei pazienti era in sovrappeso con maschi bianchi di circa 50 anni con una concentrazione elevata di urato sierico e una storia di 10 anni di gotta. Meno di un terzo dei pazienti stava ricevendo una concomitante terapia di riduzione dell’urina e il 9% aveva evidenza di tophi. I valori medi del dolore al basale erano da 6,8 a 6,9.

L’efficacia della colchicina a basse dosi era paragonabile a quella della colchicina ad alte dosi come evidenziato da

  • una percentuale simile di pazienti con almeno una diminuzione di due unità nei punteggi del dolore articolare bersaglio a 24 ore (34,6% per il dosaggio alto e 43,2% per i gruppi a basso dosaggio, rispettivamente, p = 3298) e 32 ore ( 38,5% e 45,9% per i due gruppi, p = .4033).
  • un tempo mediano simile alla riduzione del 50% del dolore articolare bersaglio.
  • una frequenza simile di utilizzo dei farmaci di salvataggio.

Entrambi i gruppi di colchicina erano statisticamente superiori al placebo in termini di tempo mediano alla riduzione del 50% del dolore articolare bersaglio, ed entrambi i gruppi avevano bisogno di meno farmaci di salvataggio rispetto ai pazienti trattati con placebo e avevano un tempo mediano più lungo per l’uso di farmaci di salvataggio.

Nonostante un simile sollievo dal dolore osservato nei gruppi di colchicina a basse dosi e ad alte dosi, il profilo di sicurezza della colchicina a basso dosaggio era paragonabile al placebo.

Colcrys, l’unica colchicina a singolo dosaggio a basso dosaggio approvata per il trattamento delle riacutizzazioni acute della gotta e della febbre mediterranea familiare, è stata recentemente approvata per la prevenzione dei razzi di gotta.

Attualmente, oltre 5 milioni di adulti statunitensi sono colpiti dalla gotta. La condizione è in aumento in prevalenza.

Scritto da Jill Stein
Jill Stein è una scrittrice medica freelance con sede a Parigi.

Like this post? Please share to your friends: