Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come fai a sbarazzarti dei cheloidi?

Le cicatrici sono disponibili in diverse trame, colori e dimensioni. Molte cicatrici diventano più piccole, levigate e meno evidenti col tempo.

Ma per circa il 10% delle persone, anche ferite lievi possono creare cicatrici eccessivamente grandi, rialzate e di colore scuro.

Si estendono ben oltre la lesione originale della pelle e possono continuare a crescere con il tempo. Questi tipi di cicatrici sono noti come cheloidi.

Fatti veloci sui cheloidi:

  • I cheloidi possono essere una preoccupazione a causa del loro aspetto, in particolare se sul viso, sul collo o sulle mani.
  • Non esiste un modo infallibile per eliminare i cheloidi.
  • Un cheloide si forma come conseguenza di una esagerata risposta di guarigione in alcune persone, specialmente quelle con più pigmento nella loro pelle.
  • Farmaci soggetti a prescrizione e procedure interne possono essere in grado di migliorare l’aspetto dei cheloidi.

Perché i cheloidi sono un problema?

cicatrice cheloide sul braccio

Sebbene sgradevoli, le persone con cheloidi possono avere preoccupazioni che vanno oltre l’estetica. I cheloidi possono causare disagio, senso di oppressione o anche un limitato raggio di movimento se si verificano in prossimità di un’articolazione, come il ginocchio o la caviglia.

L’eccessivo stiramento della pelle può causare prurito e, a causa delle loro dimensioni maggiori, i cheloidi tendono a sfregare gli indumenti, causando irritazione.

Come ogni cicatrice, i cheloidi possono essere difficili da trattare. Ma i progressi della medicina sono stati fatti nel trattamento con cheloidi che potrebbe essere promettente.

Prevenire i cheloidi attraverso un’adeguata cura delle ferite ed evitare lesioni alla pelle, come i piercing, è la migliore strategia per le persone che sono inclini ad assumere cheloidi.

Le cause

Un cheloide si forma a causa della risposta esagerata della pelle a un infortunio. Anche tagli minori possono causare cheloidi. Alcune delle cause più comuni di cheloidi includono:

  • tagli o forature, anche da rasatura
  • ustioni
  • incisioni da chirurgia
  • morsi di insetto
  • condizioni della pelle, come l’acne
  • varicella o malattie che provocano cicatrici della pelle
  • tatuaggi o piercing

Alcuni cheloidi si formano senza alcuna causa apparente. Una recensione afferma che alcuni cheloidi sono noti per apparire senza la presenza di una lesione cutanea. Possono anche sorgere anni dopo che si è verificato un infortunio.

Quando la pelle è ferita, invia cellule di produzione di collagene per curare la ferita. Idealmente, le cellule fanno il loro lavoro e chiudono la ferita, lasciando una piccola cicatrice. Con i cheloidi, le cellule della pelle continuano a moltiplicarsi anche dopo che la ferita è guarita. Il tessuto cicatriziale continua a crescere formando una grande cicatrice rialzata.

Sebbene i cheloidi si possano verificare in qualsiasi tipo di pelle, è più probabile che si formino in:

  • quelli che hanno una storia familiare di cheloidi
  • persone sotto i 30 anni, in particolare adolescenti che attraversano la pubertà
  • donne incinte
  • le persone con tonalità della pelle più scure, come quelle di origine asiatica, ispanica o afroamericana, hanno maggiori probabilità di sviluppare cheloidi rispetto ad altre persone.

I cheloidi sono considerati un tipo di tumore benigno. Sebbene possano essere fastidiosi, non si trasformano in cancro o pongono seri problemi di salute.

Cheloidi e piercing

donna che ha le orecchie trafitte con la pistola piercing all'orecchio

I cheloidi si sviluppano spesso dopo i piercing. Non è noto se si manifestino più frequentemente dopo i piercing rispetto ad altre lesioni della pelle. Sono più prevalenti sui lobi delle orecchie che su altre parti del corpo, ma questo è probabilmente dovuto al fatto che i lobi delle orecchie sono un luogo popolare per i piercing.

Anche se prevenire i cheloidi non è sempre possibile, ci possono essere alcuni modi per ridurre il rischio di ottenere uno dopo un piercing:

Utilizzare schienali non metallici

Uno studio nella parte esaminata del motivo per cui i cheloidi tendono a formarsi più frequentemente sulla parte posteriore del lobo dell’orecchio dopo un piercing all’orecchio. Hanno determinato che gli orecchini con schienali in metallo portavano più spesso ai cheloidi sul retro del lobo dell’orecchio.

Come tali, suggeriscono che l’uso di schienali non metallici potrebbe essere un modo per ridurre la possibilità di ottenere un cheloide sul retro del lobo dopo un piercing.

Piercings ed età

Uno studio ha scoperto che i cheloidi da piercing all’orecchio erano più comuni nei bambini che si sono bucati le orecchie dopo gli 11 anni. L’incidenza di cheloidi dopo il piercing all’orecchio era molto più bassa nei bambini sotto gli 11 anni.

Gli autori hanno suggerito di ottenere il piercing prima degli 11 anni, o di evitare il piercing all’orecchio se c’è una storia familiare di cheloidi.

Una volta che li hai, i cheloidi sono notoriamente difficili da eliminare e hanno un’alta probabilità di ricrescita una volta tagliati chirurgicamente. Questo perché è probabile che il corpo risponda nello stesso modo esagerato a questo intervento chirurgico come ha fatto per la lesione iniziale.

Rimedi casalinghi

Nessun rimedio casalingo è stato dimostrato per liberarsi di cheloidi una volta che si sono formati. Ma ci sono alcune cose che le persone possono fare a casa dopo una lesione cutanea per aiutare a prevenire la formazione di cheloidi o minimizzarne l’aspetto.

Rivestimento in silicone o gel

Il silicone è uno dei rimedi cicatriziali più diffusi e ha dimostrato di aiutare a ridurre alcune cicatrici in rilievo e cheloidi. Il silicone ha un basso rischio di effetti avversi ed è facile da usare.

Le recensioni pubblicate e confermano che l’applicazione di fogli o gel di silicone come consigliato può fornire un modo efficace per ridurre le cicatrici sollevate esistenti o per evitare che si formino.

Una crema per la pelle pesante o una lozione

Una recensione afferma che alcuni prodotti per la pelle, come quelli che contengono lanolina o vaselina, possono migliorare l’aspetto di una cicatrice. Le persone dovrebbero usare regolarmente le creme e coprire la cicatrice mentre la ferita sta guarendo.

Sebbene le creme contenenti estratto di cipolla o vitamina E siano ampiamente utilizzate per le cicatrici, una revisione e uno studio hanno dimostrato che questi ingredienti non hanno dimostrato di essere d’aiuto nei cheloidi.

Trattamenti medici

Le opzioni includono:

Crema di tretinoina (Retin-A)

medico che esegue la crioterapia sulla spalla dell'uomo

La tretinoina è una medicina di prescrizione che le persone applicano alla loro pelle. Comunemente usato per l’acne e l’invecchiamento, agisce accelerando il ricambio cellulare naturale della pelle.

Una revisione del 2010 ha dimostrato che i retinoidi, come la tretinoina e l’isotretinoina, possono aiutare a ridurre le dimensioni e l’aspetto dei cheloidi.

crioterapia

La crioterapia è un processo che prevede il congelamento temporaneo dei tessuti con un dispositivo portatile. La maggior parte delle persone tollera bene la terapia, ma alcune persone possono avvertire forti dolori durante la procedura che va via in seguito.

Un piccolo studio pubblicato suggerisce che dopo diversi trattamenti, la crioterapia può ridurre le dimensioni dei cheloidi fino al 50%. Ma, lo studio afferma anche che la crioterapia funziona meglio su cheloidi più piccoli che hanno meno di 3 anni.

Iniezioni di steroidi

Questo trattamento è stato usato per anni su cheloidi con un certo successo. Uno studio ha affermato che gli steroidi iniettati sono un modo efficace per ridurre le dimensioni e l’aspetto dei cheloidi.

Una recensione afferma che la terapia steroidea funziona meglio con i più recenti cheloidi e quando è associata alla chirurgia per rimuovere parte della cicatrice. Può anche essere usato in combinazione con la crioterapia.

Crema Imiquimod

Questa crema è usata per trattare una varietà di lesioni cutanee, compresi i tumori superficiali delle cellule delle cellule basali. Sembra che funzioni bene sulla pelle dopo che un cheloide è stato rimosso. Una recensione nel trovato che la crema ha ridotto le possibilità di un cheloide di tornare.

Radioterapia

Un trattamento più recente che sta mostrando risultati promettenti prevede un breve ciclo di radioterapia, che viene somministrato immediatamente dopo il taglio chirurgico dei cheloidi. Diversi studi nella letteratura di chirurgia plastica e dermatologia mostrano un alto tasso di cura, o almeno miglioramento, nelle cicatrici cheloidi nelle persone trattate con questo metodo.

prospettiva

Poiché i cheloidi sono difficili da trattare, è meglio prendere provvedimenti per prevenirli immediatamente dopo un infortunio, un intervento chirurgico o un piercing. Le persone che sono inclini ai cheloidi potrebbero voler evitare del tutto tatuaggi e piercing. Se qualcuno richiede un intervento chirurgico per qualsiasi motivo, dovrebbe informare il proprio medico di qualsiasi storia di cheloidi in modo che la prevenzione possa iniziare subito dopo l’intervento.

Sebbene i cheloidi non rappresentino un rischio per la salute, possono essere emotivamente e mentalmente dannosi. Alcuni trattamenti sono disponibili, ma nessun trattamento singolo funziona per tutti. Le persone dovranno discutere le opzioni di rimozione dei cheloidi con il proprio medico e determinare la migliore linea d’azione da intraprendere.

Like this post? Please share to your friends: