Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come i manghi influenzano la glicemia e l’obesità

Originario dell’Asia meridionale, i mango sono ora uno dei frutti più coltivati ​​nelle regioni tropicali. Negli ultimi anni, i potenziali benefici per la salute dei manghi sono stati ampiamente studiati.

Ci sono un certo numero di varietà di mango, che appartengono tutte alla famiglia delle piante anacardiaceae. A livello globale, l’India coltiva il maggior numero di mango, producendo oltre 18 milioni di tonnellate all’anno.

I manghi contengono una varietà di vitamine e minerali, come la vitamina C, A, E, K e una gamma di vitamine del gruppo B. Altri costituenti includono polifenoli, triterpene e lupeol, che possono giovare alla nostra salute fornendo proprietà antiossidanti e antinfiammatorie.

In questo articolo, discuteremo alcune delle recenti scoperte riguardanti i manghi e i loro effetti su zucchero nel sangue, colesterolo, obesità e diabete.

Fatti veloci sui manghi

Ecco alcuni punti chiave sui manghi. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Alcune prove suggeriscono che il consumo di mango può aiutare a regolare la glicemia
  • I manghi contengono una gamma di vitamine, tra cui vitamine del gruppo B.
  • Nell’Asia meridionale, i manghi sono stati coltivati ​​per migliaia di anni
  • I manghi sono relativamente ricchi di carboidrati

Manghi e colesterolo

[Donna che mangia mango]

I livelli di colesterolo alto possono essere pericolosi. Se si accumula, il colesterolo può bloccare le arterie, portando potenzialmente a malattie cardiache, ictus o infarto.

Attualmente, si stima che 73,5 milioni di americani abbiano livelli elevati di colesterolo. A causa dell’enorme numero di persone a rischio, è probabile che vengano studiate eventuali modifiche dietetiche semplici che potrebbero aiutare a ridurre questa cifra.

Uno studio, pubblicato nel 2011, ha esaminato l’effetto dei manghi sui livelli di colesterolo nei topi.

I topi venivano nutriti con una dieta ricca di grassi con o senza l’aggiunta di manghi liofilizzati. Il team ha misurato il contenuto di grassi dei topi, i livelli di zucchero nel sangue e il profilo lipidico – una misura dei tipi di grasso nel sangue.

Altri topi, invece di ricevere mango, hanno ricevuto un farmaco ipolipidemico – il fenofibrato, che abbassa i livelli lipidici o un farmaco ipoglicemico – il rosiglitazone, che riduce lo zucchero nel sangue.

Alla fine dello studio, i ricercatori hanno scoperto che i topi che erano stati nutriti con mango avevano una percentuale inferiore di grasso corporeo, livelli di colesterolo nel sangue più bassi e minori livelli di zucchero nel sangue.

L’effetto del mango era simile per dimensioni agli effetti prodotti dai farmaci.

Regolazione dello zucchero nel sangue

Un alto livello di glucosio nel sangue è un segno di diabete. Per questo motivo, è importante monitorare e controllare i livelli di zucchero nel sangue.

Lo studio sopra mostra l’effetto positivo dei manghi sui livelli di zucchero nel sangue nei topi; uno studio, pubblicato in, estende questi risultati agli umani obesi.

Lo studio ha utilizzato venti individui obesi; a ciascuno sono stati somministrati 10 grammi di polpa di mango liofilizzata macinata al giorno per 12 settimane. I ricercatori hanno concluso che i livelli di glucosio nel sangue sono stati ridotti sia nei maschi che nelle femmine che hanno consumato il mango.

Nei partecipanti di sesso maschile, la circonferenza dell’anca è stata ridotta, ma non ci sono stati cambiamenti significativi nel peso corporeo o nella composizione.

Gli autori concludono:

“I nostri risultati indicano che il consumo regolare di mango liofilizzato da parte di individui obesi non ha un impatto negativo sul peso corporeo ma fornisce un effetto positivo sul glucosio nel sangue a digiuno.”

Poiché la sperimentazione ha utilizzato solo un numero limitato di partecipanti, saranno necessari studi che impiegano più persone prima che le conclusioni possano essere definite in pietra.

Nessuno sa ancora come i mango abbassino i livelli di glucosio nel sangue. Alcuni scienziati ritengono che potrebbero stimolare le cellule beta pancreatiche a secernere insulina, che quindi abbassa i livelli di glucosio nel sangue.

Collegamenti all’obesità

L’obesità colpisce più di 1 su 3 americani; aumenta la possibilità di ictus, malattie cardiache e diabete. La scienza medica sta affrontando questo crescente problema da tutti i possibili punti di vista; alcuni ricercatori hanno studiato il potenziale del mango per aiutare a ridurre l’obesità.

Nessuno studio, fino ad oggi, ha mostrato alcuna perdita di peso negli esseri umani dal consumo di mango. Lo studio sopra riportato ha mostrato un calo della circonferenza dell’anca solo per gli uomini, ma il peso corporeo e il peso corporeo non sono stati significativamente influenzati.

Tuttavia, le scoperte recenti, presentate alla riunione di Biologia Sperimentale 2016, forniscono la speranza che i manghi possano essere utili nella lotta contro l’obesità.

Il team ha esaminato il modo in cui il mango colpisce le cellule di grasso in laboratorio. I manghi contengono una gamma di sostanze chimiche conosciute come polifenoli. Questi includono mangiferina, catechine, quercetina e kaempferol. Hanno scoperto che alcuni di questi polifenoli riducevano la capacità delle cellule grasse di moltiplicarsi.

Anche se la ricerca dovrà essere ripetuta negli esseri umani, gli autori sono fiduciosi dei risultati, concludendo:

“Questi risultati suggeriscono che una dieta abbondante nel mango potrebbe essere utile nella prevenzione dell’obesità e delle malattie legate all’obesità”.

Mango e prediabete

Il diabete è una delle principali cause di morte negli Stati Uniti. Prediabete si riferisce a un individuo che ha un livello di glucosio più alto del normale, ma non abbastanza alto da essere classificato come diabete.

Le persone con prediabete hanno un aumentato rischio di sviluppare diabete di tipo 2, malattie cardiache e ictus. Un recente studio ha studiato gli effetti del mango dietetico sulla riduzione della glicemia nei prediabetici.

I partecipanti hanno ricevuto 10 grammi di mango liofilizzato per 12 settimane. Secondo gli autori, i risultati del gruppo mango hanno mostrato “diminuzione della glicemia e aumento dei livelli di insulina” rispetto al gruppo di controllo che non mangiava mango.

Moderazione

Anche se il mango è nutrizionalmente ricco, tutto dovrebbe essere mangiato con moderazione.I manghi sono relativamente ricchi di carboidrati e, per chi sta guardando il loro peso o livelli di glucosio, dovrebbero essere mangiati come parte di una dieta a calorie controllate.

Vale anche la pena notare che chiunque abbia un’allergia al lattice dovrebbe usare cautela. Il mango è considerato un alimento cross-reattivo con la sindrome del lattice, una condizione in cui le persone allergiche al lattice hanno anche una risposta a determinati frutti.

In conclusione, l’aggiunta di manghi a una dieta sana potrebbe essere benefica per la glicemia, i livelli lipidici e possibilmente l’obesità. Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per consolidare questi risultati.

Like this post? Please share to your friends: