Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come i millennial si sentono come “bromance”

Una nuova ricerca ha esplorato l’esperienza del “bromance” nel 21 ° secolo, intervistando un campione di studenti bianchi e non laureati del dipartimento sportivo di un’università nel Regno Unito.

due uomini abbracciati

I ricercatori del Dipartimento di Sport ed Esercizio dell’Università di Winchester, nel Regno Unito, hanno cercato di esplorare come un campione di giovani uomini millenari percepisce e confronta “relazioni romantiche e bromantiche”.

L’autore corrispondente dello studio è Adam J. White, che è docente di Educazione allo sport e fisica presso la Scuola di scienza dello sport e attività fisica presso l’Università del Bedfordshire nel Regno Unito. Stefan Robinson è il primo autore del documento.

Robinson e colleghi hanno parlato con 30 giovani uomini usando un’intervista semi-strutturata, e le loro scoperte sono state pubblicate sulla rivista.

Parlando della motivazione per lo studio, White ha spiegato: “La società ha visto un cambiamento nei comportamenti di genere dei giovani uomini”.

“Stanno accettando sempre più amici gay, […] e si stanno impegnando in una serie di comportamenti fisicamente tattili ed emotivamente intimi”.

“Quindi, quello che volevamo capire erano queste relazioni [omosociali], come si sono formate, quali erano le componenti necessarie e come funzionano con le relazioni romantiche”.

Parlando dei metodi che hanno usato, White ha detto: “Ai partecipanti è stato chiesto come avrebbero definito un bromance, cosa c’è di diverso tra un bromance e un’amicizia regolare, e qual è la differenza tra bromance e romanticismo”.

‘Bromances’ contro ‘romances’

“Men in questo momento clou ricerca che le dimensioni fisiche ed emotive della Bromances ricordano le aspettative tradizionali di compagnia romantico”, scrivono gli autori, “vale a dire, le dichiarazioni d’amore, baci, coccole, ed esclusiva fiducia emotivo”.

Dei 30 uomini intervistati, 29 hanno riferito di essersi accoccolati con un amico dello stesso sesso, e molti intervistati hanno affermato che ciò accadeva frequentemente.

“Penso che la maggior parte dei ragazzi si coccolino, è una consuetudine nel mio gruppo di amicizia principale, non è nemmeno una questione sessuale. Mostra che ti interessa,” disse uno dei partecipanti. “[In] la mia generazione, ci sono così tanti baci tra ragazzi perché mostra affetto”, nota un altro partecipante.

Tuttavia, le interviste hanno anche rivelato che le “bromances” rivaleggiavano con le loro relazioni romantiche eterosessuali. Gli uomini si sentivano meno giudicati dai loro amici dello stesso sesso quando esprimevano emozione e trovavano più facile risolvere i conflitti all’interno della loro relazione omosociale rispetto a quelli romantici.

Robinson e colleghi scrivono:

“I nostri partecipanti hanno principalmente stabilito che un bromance offriva loro un’elevata stabilità emotiva, una migliore rivelazione emotiva, una realizzazione sociale e una migliore risoluzione dei conflitti, rispetto alle vite emotive che condividevano con le fidanzate.”

L’omofobia diminuisce, il sessismo persiste

Gli autori spiegano che le amicizie omosociali non sono una novità, aggiungendo che nel XIX e all’inizio del XX secolo “gli uomini non solo posavano per la fotografia in modi fisicamente intimi, ma scrivevano lettere accattivanti l’uno con l’altro e dormivano persino negli stessi letti”.

Ma nel XX secolo – specialmente negli anni ’70 e ’80 – questa intimità tra persone dello stesso sesso è diminuita a causa di un aumento dell’ipermascolinismo e della “omohysteria”.

Ora, tuttavia, sembra esserci un risveglio nei rapporti “bromantici” emotivamente espressivi, affermano i ricercatori, che è in gran parte dovuto al declino dell’omofobia.

Pensano, tuttavia, che alcune delle implicazioni di questi risultati siano problematiche per le donne etero. Gli uomini intervistati percepiscono i loro romantici partner femminili come i “regolatori primari del loro comportamento”, che hanno portato alla, atteggiamenti sessisti negativi verso di loro.

Una mentalità binaria “noi contro loro” sembrava prevalere tra i partecipanti, che spesso usavano termini spregiativi per descrivere le donne.

Gli autori ipotizzano che un’altra implicazione possa riguardare le tradizionali disposizioni nazionali. Partendo dal presupposto che “i giovani ora stanno vivendo un esordio ritardato dell’età adulta e un lungo periodo di adolescenza”, gli accordi di vita potrebbero presto riflettere questo.

“La bromance”, scrivono Robinson ei suoi colleghi, “potrebbe diventare sempre più riconosciuta come una vera e propria relazione di stile di vita, in cui due uomini eterosessuali possono vivere insieme e sperimentare tutti i benefici di una relazione eterosessuale tradizionale”.

Punti di forza e limiti dello studio

Gli autori riconoscono alcuni dei limiti del loro studio. L ‘”approccio binario alle domande (cioè bromances vs. romances”), insieme al fatto che l’intervistatore era dello stesso sesso degli intervistati, potrebbe aver influenzato le risposte degli intervistati.

Inoltre, il “corpo studentesco bianco virtualmente esclusivo di questa università britannica ha limitato la nostra analisi”, ammettono gli autori.

Ventinove dei partecipanti erano bianchi e non è stata condotta alcuna analisi per tenere conto delle differenze di classe o etniche. Ciò ha limitato i risultati, concedono gli autori, “a bianchi, borghesi, eterosessuali, studenti universitari di una università”.

Tuttavia, White ha detto che “la ricerca è stata la prima vera analisi delle bromance tra i giovani uomini, piuttosto che essere dei film o dei media più in generale”.

“Allora,” dice, “piuttosto che essere un [Hollywood] rappresentazione di ciò che [i giovani] pensa che un bromance può essere, abbiamo scoperto quello che un bromance in realtà era per [loro]. Mentre interessante, questi risultati sono solo rappresentative di questi giovani uomini, e ulteriori lavori devono considerare l’impatto delle bromances sulle donne “.

In futuro, osserva White, ulteriori ricerche dovrebbero “considerare i bromance in senso longitudinale, per vedere se mantengono oltre l’adolescenza e l’emergere dell’età adulta nell’età adulta e oltre”.

Like this post? Please share to your friends: