Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come il cioccolato fondente potrebbe migliorare la salute del cervello, l’immunità

Vuoi dare una spinta alla tua salute fisica e mentale? Gli scienziati propongono una strategia gustosa: mangiare una piccola quantità di cioccolato fondente. Nuovi studi fanno luce su come il cioccolato fondente possa migliorare la salute del nostro cervello e rafforzare il nostro sistema immunitario.

cioccolata fondente e fave di cacao su un tavolo

riferire regolarmente sui molti studi che salutano i benefici per la salute del consumo di cioccolato – con moderazione, ovviamente.

Uno di questi studi ha associato il cioccolato a un minor rischio di battito cardiaco irregolare, mentre altre ricerche hanno collegato il gustoso trattamento a una ridotta probabilità di diabete e malattie cardiache.

In generale, più scuro è il cioccolato, maggiori sono i benefici per la salute; il cioccolato fondente contiene livelli più alti di flavonoidi, che sono una classe di antiossidanti che possono proteggere le nostre cellule dai danni e ridurre l’infiammazione.

Due piccoli studi – recentemente presentati alla Experimental Biology 2018, tenutasi a San Diego, in California, e che dovrebbero essere pubblicati – forniscono ulteriori prove di come il cioccolato fondente possa essere buono per noi.

Entrambi gli studi sono stati guidati da Lee Berk, che è il decano associato degli affari di ricerca nella Scuola di Allied Health Professions a Loma Linda in California.

Berk ei suoi colleghi hanno studiato come mangiare una piccola quantità di cioccolato fondente contenente il 70% di cacao potrebbe avere effetti positivi sul cervello e sul sistema immunitario.

Il cioccolato fondente “migliora la neuroplasticità”

Per il primo studio, i ricercatori hanno arruolato cinque soggetti sani tra i 22 ei 40 anni. Ogni partecipante ha mangiato 48 grammi di cioccolato fondente (70% di cacao e 30% di zucchero di canna biologico), che equivale a una piccola barretta di cioccolato.

Prima del consumo di cioccolato e circa 30 minuti e 120 minuti dopo, l’attività cerebrale dei soggetti veniva misurata usando l’elettroencefalogramma.

Il team ha scoperto che mangiare il cioccolato fondente porta ad un benefico aumento della frequenza gamma nelle regioni cerebrali cerebrali del cervello, che sono le aree coinvolte nella memoria e nell’elaborazione sensoriale.

“Suggeriamo che questo superfood del 70% di cacao accresca la neuroplasticità per i benefici comportamentali e di salute del cervello”, scrivono gli autori dello studio.

I risultati sono ‘incoraggianti’

Il secondo studio ha coinvolto cinque adulti sani di età compresa tra 25 e 50 anni. Gli è stato chiesto di mangiare 48 grammi di cioccolato fondente al giorno per un totale di 8 giorni.

Campioni di sangue sono stati prelevati dai partecipanti alla linea di base dello studio. I campioni di sangue di follow-up sono stati prelevati 2 ore dopo l’assunzione di cioccolato ogni giorno, così come 7 giorni dopo il basale.

I campioni di sangue sono stati analizzati al fine di determinare in che modo il consumo di cioccolato influisce sull’espressione dei geni associati all’attività del sistema immunitario.

È stato scoperto che mangiare cioccolato fondente porta ad un aumento nell’espressione dei geni coinvolti nell’attivazione delle cellule T, che sono i globuli bianchi che ci aiutano a combattere le infezioni e le malattie.

I ricercatori hanno anche scoperto che l’assunzione di cioccolato fondente ha aumentato l’espressione genica associata alla segnalazione neurale e alla percezione sensoriale.

Berk e colleghi osservano che sono necessarie ulteriori ricerche per comprendere con precisione quali sono i risultati di questi due studi per il cervello e la salute immunitaria, ma ritengono che i risultati siano promettenti.

“Questa è la prima volta che abbiamo osservato l’impatto di grandi quantità di cacao in dosi piccole come una normale barretta di cioccolato negli esseri umani per periodi brevi o lunghi, e siamo incoraggiati dai risultati”, dice Berk.

“Questi studi ci mostrano che maggiore è la concentrazione di cacao, maggiore è l’impatto positivo sulla cognizione, la memoria, l’umore, l’immunità e altri effetti benefici”.

Lee Berk

Like this post? Please share to your friends: