Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come il succo di frutta colpisce l’intestino

In precedenza si credeva che il fruttosio, che è lo zucchero trovato nella frutta e nel succo di frutta, sia trattato dal fegato. Tuttavia, un nuovo studio suggerisce che il fruttosio viene principalmente trasformato nell’intestino tenue.

bottiglie di succo di frutta

Lo studio, che è pubblicato sulla rivista, rivela che il cibo e le bevande trattati con zucchero alto si riversano nel fegato solo per essere processato quando l’intestino tenue viene travolto.

Le scoperte recenti aggiungono al corpo delle conoscenze scientifiche sugli effetti del troppo fruttosio sul corpo.

Sappiamo da precedenti ricerche che il consumo eccessivo di zucchero è dannoso per il fegato e che l’eccesso di consumo cronico causa obesità, aumenta la resistenza all’insulina e crea le condizioni per l’insorgenza del diabete.

L’anno scorso, uno studio ha rilevato che i prodotti contenenti fruttosio come le bevande zuccherate possono aumentare il rischio di steatoepatite non alcolica, una forma di steatosi epatica non alcolica, “che può portare a cirrosi o cancro al fegato”.

Studio della digestione del fruttosio osservata nei topi

I ricercatori, della Princeton University nel New Jersey, hanno usato topi per studiare come il fruttosio viaggia attraverso il sistema digestivo. Le loro scoperte suggeriscono che esiste una differenza fisiologica nel modo in cui il corpo elabora diverse quantità di zucchero.

Piuttosto che il fegato che tratta tutto lo zucchero nel corpo, il team ha osservato che più del 90 percento di fruttosio è stato trattato nell’intestino tenue dei topi nello studio.

Il team ha scoperto che il fruttosio non assorbito nell’intestino tenue è passato al colon, dove viene a contatto con il microbioma, che è la flora microbiotica che abita l’intestino crasso e il colon.

I ricercatori spiegano che il microbioma non è progettato per processare lo zucchero. Quindi, mentre una persona potrebbe mangiare una grande quantità di carboidrati senza esporre il proprio microbioma a uno zucchero, questo cambia in modo significativo quando si consumano prodotti a base di zucchero alto, come la soda e il succo.

Mentre i risultati non dimostrano che il fruttosio influenza il microbioma, il team ritiene che “un effetto è probabile”. Essi suggeriscono che questo collegamento dovrebbe essere ulteriormente studiato in studi futuri, in quanto potrebbe fornire nuove informazioni sugli effetti avversi dell’elevata assunzione di zucchero.

“Mangia lo zucchero solo dopo i pasti”

Nello studio, l’intestino tenue è risultato in grado di eliminare il fruttosio in modo più efficiente dopo un pasto.

Il team teorizza che durante i periodi di digiuno, come al mattino o a metà pomeriggio, gli individui possono essere più vulnerabili al fruttosio poiché l’intestino tenue ha una ridotta capacità di processarlo durante questi periodi.

Come spiega l’autore dello studio Joshua D. Rabinowitz, del Lewis-Sigler Institute for Integrative Genomics della Princeton University, spiega: “Possiamo offrire qualche rassicurazione – almeno da questi studi sugli animali – che il fruttosio da quantità moderate di frutta non raggiungerà il fegato. “

“Abbiamo visto che l’alimentazione dei topi prima dell’esposizione allo zucchero ha migliorato la capacità dell’intestino tenue di elaborare il fruttosio”, continua Rabinowitz. “E quello ha protetto il fegato e il microbioma dall’esposizione allo zucchero.”

Rabinowitz afferma che i risultati supportano “il consiglio più antiquato del mondo”, ovvero “limitare i dolci a quantità moderate dopo i pasti” ed evitare le bevande zuccherate al di fuori dei pasti.

Like this post? Please share to your friends: