Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come le malattie gengivali potrebbero portare al cancro

La salute orale è ancora più importante di quanto pensassimo? Bene, la nuova ricerca dalla Finlandia ha indicato un collegamento sorprendente tra le malattie gengivali e lo sviluppo di alcune neoplasie. E ancora peggio, è stato collegato al rischio di morte correlata al cancro.

dentista discutendo la diagnosi con il paziente

La parodontite, o malattia gengivale, è caratterizzata dall’infiammazione del tessuto che circonda la base dei denti o delle gengive.

Nelle sue fasi più avanzate, la parodontite potrebbe portare alla distruzione delle gengive e persino iniziare ad attaccare l’osso che tiene i denti in posizione.

Secondo il Center for Disease Control and Prevention (CDC), il 47,2% degli adulti che hanno più di 30 anni negli Stati Uniti hanno un qualche tipo di parodontite. Con l’età, questo tasso aumenta, così che il 70,1 per cento degli adulti ultrasessantacinquenni ha questa malattia.

Come se vivere con i sintomi della parodontite non fosse stato abbastanza difficile, i ricercatori dell’Università di Helsinki e dell’ospedale universitario di Helsinki, entrambi in Finlandia, in collaborazione con i colleghi del Karolinska Institutet in Svezia, hanno dimostrato che i batteri responsabili di questa malattia potrebbe anche essere in grado di causare determinati tipi di cancro, in particolare il cancro del pancreas.

Nel novembre 2017, Timo Sorsa – presso l’Università di Helsinki – e il team hanno pubblicato uno studio per dimostrare che, che è il batterio che causa la parodontite, potrebbe anche essere responsabile dello sviluppo di alcuni tipi di cancro.

Batteri delle malattie gengivali e tumori del cancro

Hanno notato che e alcuni tumori gastrointestinali, come il cancro del pancreas, condividono un enzima: la proteinasi chimotripsina-simile (Td-CTLP).

Questo enzima, che è stato osservato in alcuni tumori cancerosi, si trova in genere nella bocca e funge da principale agente “stimolante” nello sviluppo della malattia gengivale.

Successivamente, i ricercatori hanno studiato i meccanismi molecolari in gioco che potrebbero spiegare il legame tra il batterio responsabile della parodontite e lo sviluppo di tumori del cancro in altre parti del corpo.

Hanno scoperto che Td-CTLP può attivare altri enzimi – pro-MMP-8 e pro-MMP-9 – che le cellule tumorali usano come un veicolo che consente loro di invadere cellule precedentemente sane.

“Inoltre,” scrivono gli autori, “i nostri esperimenti in vitro forniscono la prova che Td-CTLP mostra attività immunomodulante che può avere un ruolo cruciale nel promuovere e regolare la carcinogenesi”.

Ciò significa che l’enzima Td-CTLP è anche in grado di compromettere la risposta del sistema immunitario attraverso la sua azione sugli inibitori degli enzimi, che sono molecole che normalmente rallentano l’attività enzimatica quando richiesto. Pertanto, Td-CTLP consente agli enzimi compatibili con il cancro di fare il loro peggio.

“Fattori di virulenza diffusi dalla bocca”

Inoltre, Sorsa e un altro team di ricercatori hanno condotto uno studio supplementare, questa volta indagando il legame tra l’incidenza della parodontite e il tasso di mortalità correlata al cancro.

La nuova ricerca – pubblicata la scorsa settimana nel – ha scoperto un’associazione positiva tra i due.

Ai fini di questo studio, Sorsa e colleghi hanno analizzato i dati provenienti da 68.273 adulti per un periodo di 10 anni. Quello che hanno trovato è stata una forte associazione tra una diagnosi di malattia gengivale e la morte causata dal cancro del pancreas.

Guardando i due studi, il team conclude che l’infiammazione caratteristica della parodontite può rendere più facile per i batteri dannosi viaggiare in altre parti del corpo, permettendo ai loro fattori di virulenza – come CTLP – di agire come “richiamo” per le cellule tumorali .

“Questi studi hanno dimostrato per la prima volta che i fattori di virulenza dei batteri patogeni centrali sottostanti alle malattie gengivali sono in grado di diffondersi dalla bocca ad altre parti del corpo, molto probabilmente in combinazione con i batteri, e prendere parte ai meccanismi centrali di distruzione tissutale correlata al cancro “.

Timo Sorsa

Per questi motivi, Sorsa e colleghi incoraggiano le persone a prestare maggiore attenzione alla loro salute orale, poiché la prevenzione delle malattie orali può anche significare la prevenzione di esiti di salute più gravi come il cancro.

“A lungo termine, questo è estremamente conveniente per la società”, conclude Sorsa.

Like this post? Please share to your friends: