Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come può aiutare il trattamento ortodontico?

L’ortodonzia è una branca dell’odontoiatria che tratta la malocclusione, una condizione in cui i denti non sono posizionati correttamente quando la bocca è chiusa. Ciò si traduce in un morso improprio.

Un ortodontista è specializzato nel rendere i denti dritti.

Il trattamento può essere cosmetico, per migliorare l’aspetto di una persona, ma spesso mira anche a migliorare la funzione orale.

Tipi di trattamento

Giovane donna con bretelle

Un ortodontista può svolgere attività che mirano a raggiungere quanto segue:

  • chiudere ampi spazi tra i denti
  • allineando le punte dei denti
  • raddrizzare i denti storti
  • migliorare la capacità di parlare o masticare
  • aumentando la salute a lungo termine di gengive e denti
  • prevenire l’usura eccessiva a lungo termine o il trauma dei denti
  • trattando un morso improprio

Il trattamento può migliorare l’aspetto dei denti, ma può anche portare a una migliore funzione masticatoria e vocale e, in alcuni casi, a proteggere i denti da danni o decadimento.

Per raggiungere questi obiettivi, l’ortodontista utilizza una gamma di dispositivi medici dentali, tra cui copricapo, piastre e bretelle.

dispositivi

I dispositivi ortodontici possono essere fissi o rimovibili.

Bretelle realizzate con filo e ceramica trasparente

Bretelle fatte da filo e acrilico

arco

arco

Un fermo chiaro

Un chiaro paradenti

Paradenti per sport di contatto

paradenti

Elettrodomestici fissi

Questi sono i dispositivi più comuni utilizzati in ortodonzia. Vengono utilizzati quando la precisione è importante.

Una persona può mangiare normalmente con apparecchi fissi, ma alcuni cibi e bevande devono essere evitati, come bevande gassate, caramelle dure, gommose e altri cibi appiccicosi.

Le persone che partecipano agli sport di contatto devono dire al loro ortodontista, in quanto potrebbero aver bisogno di speciali scudi di gomma.

Esempi di apparecchi ortodontici fissi includono:

bretelle

Questi consistono di parentesi, fili e bande. Le fasce sono fissate saldamente attorno ai denti e fungono da ancore per l’apparecchio, mentre le staffe sono solitamente collegate alla parte anteriore dei denti.

I fili a forma di arco passano attraverso le staffe e sono fissati alle bande. Quando il filo dell’arco viene serrato, viene applicata tensione ai denti. Nel tempo, questo li sposta in posizione corretta.

Il follow-up comporta visite mensili per regolare o stringere le parentesi. Il trattamento può durare da diversi mesi ad un numero di anni.

Sono disponibili bretelle chiare e colorate.

Manutentori dello spazio fisso

Se un bambino perde un dente da latte, un manutentore dello spazio fermerà i due denti su entrambi i lati degli spazi di muoversi in esso fino a quando il dente adulto passa attraverso. Una fascia è fissata a uno dei denti accanto allo spazio e un filo va dalla fascia all’altro dente.

Manutentori dello spazio rimovibili

Queste sono un’alternativa ai manutentori dello spazio fisso.

Speciali apparecchi fissi

Questi possono aiutare a controllare la spinta della lingua o la suzione del pollice. Possono essere scomodi, soprattutto quando si mangia, e quindi vengono utilizzati solo se necessario.

Apparecchi ortodontici rimovibili

Questi possono essere usati per trattare problemi minori, come prevenire la suzione del pollice o correggere i denti leggermente storti.

L’apparecchio deve essere rimosso solo durante la pulizia, il consumo o il filo interdentale. A volte, l’ortodontista può consigliare al paziente di rimuoverli durante determinate attività, come suonare uno strumento a fiato o andare in bicicletta.

Esempi di dispositivi rimovibili includono:

Allineatori: questa alternativa alle parentesi graffe può essere utile per gli adulti. Sono praticamente impercettibili da altre persone e possono essere rimossi per lavarsi i denti, il filo interdentale o mangiare. Un allineatore viene utilizzato per 2 o 3 settimane, quindi modificato per uno più teso.

Copricapo: un cinturino attorno alla parte posteriore della testa è attaccato ad un filo di metallo nella parte anteriore o all’arco facciale. L’obiettivo è di rallentare la crescita della mascella superiore e mantenere i denti posteriori in posizione mentre quelli anteriori sono tirati indietro.

Paracolpi labbra e guance: sono fatti appositamente per alleviare la pressione delle guance o delle labbra sui denti.

Espansore palatale: questo apparecchio è progettato per allargare l’arcata della mascella superiore. Consiste in un piatto di plastica con viti che viene posizionato sul palato o sul tetto della bocca. Le viti esercitano pressione sulle articolazioni delle ossa, forzandole verso l’esterno. Questo espande le dimensioni dell’area nel tetto della bocca.

Fermi: questi vengono usati dopo il trattamento per impedire ai denti di tornare alle loro posizioni originali. Se modificati, possono essere utilizzati anche per impedire ai bambini di succhiare i pollici.

Esistono due tipi di fermo rimovibile:

  • Un fermo Hawley è realizzato in metallo e acrilico. L’acrilico si adatta sul tetto della bocca e il filo circonda i denti anteriori.
  • L’altro è fatto di plastica trasparente. Si adatta sopra i denti e sembra un allineatore Invisalign.

I fermi permanenti sono incollati o incollati sul retro dei denti. Di solito è raccomandato per i denti anteriori inferiori a causa dell’alto rischio di tornare alla loro posizione precedente.

In alcuni casi, gli ortodontisti raccomandano sia uno fisso permanente sui denti anteriori inferiori che il tipo di allineatore in plastica trasparente che si adatterà quindi all’intero arco inferiore.

Splint, o dispositivi di riposizionamento della mascella

Questi sono posizionati nella mascella superiore o inferiore. Aiutano la mascella a chiudersi correttamente. Le stecche sono comunemente usate per il disturbo dell’articolazione temporomandibolare (ATM). L’ATM è una condizione che può causare dolore e disfunzione nei muscoli coinvolti nel movimento della mandibola.

Qualunque sia il dispositivo o il trattamento, è importante seguire con cura le istruzioni del professionista sanitario e le linee guida sull’igiene orale, per garantire il miglior risultato.

Chi dovrebbe vedere un ortodontista?

Se le mascelle e i denti non si sviluppano correttamente, può verificarsi malocclusione. I denti saranno storti e disallineati, e i denti inferiori e superiori potrebbero non allinearsi.

La malocclusione non è una malattia e non influisce sulla salute fisica.È una variazione nella posizione dei denti. Tuttavia, può influire sulla forma del viso e sull’aspetto dei denti, con conseguente imbarazzo, mancanza di fiducia in se stessi e persino depressione.

Tra le cause vi sono lesioni ai denti o alle ossa del viso e frequenti succhiamento del pollice o delle dita, tra gli altri.

Un guardiano notturno

Grave malocclusione può influenzare mangiare, parlare e mantenere i denti puliti.

Il trattamento ortodontico può aiutare a trattare o migliorare quanto segue:

Denti anteriori sporgenti: il trattamento può migliorare l’aspetto e proteggere i denti dai danni durante infortuni sportivi o cadute.

Affollamento: in una mascella stretta, potrebbe non esserci spazio sufficiente per tutti i denti. L’ortodontista può rimuovere uno o più denti per fare spazio agli altri.

Denti impattati: questo può accadere quando il dente adulto non emerge dalla gomma o dall’osso, o emerge solo parzialmente.

Denti asimmetrici: i denti superiori e inferiori non corrispondono, specialmente quando la bocca è chiusa ma i denti stanno mostrando.

Morso profondo, o overbite: quando i denti sono serrati, quelli superiori scendono troppo oltre quelli inferiori.

Morso inverso: quando i denti sono serrati, i denti superiori mordono dentro quelli inferiori.

Morso aperto: quando i denti sono serrati, c’è un’apertura tra i denti superiore e inferiore.

Underbite: i denti superiori sono troppo indietro, oi denti inferiori sono troppo avanti.

Crossbite: Almeno uno dei denti superiori non scende leggermente di fronte ai denti inferiori quando i denti sono serrati. Sono troppo vicini alla guancia o alla lingua.

Spaziatura: ci sono spazi o spazi tra i denti, o perché manca un dente, oppure i denti non riempiono la bocca. Questo è l’opposto dell’affollamento.

Un ortodontista può anche aiutare a risolvere problemi come la digrignazione o il serraggio dei denti e il clic o lo spostamento della mascella.

L’aspirazione del pollice o delle dita può causare il cedimento dei denti e dell’osso di supporto. Per vedere un miglioramento naturale, l’abitudine di succhiare il pollice deve prima essere.

Iniziare il trattamento

Buone pratiche di igiene orale

Il trattamento di solito inizia intorno all’età di circa 12 o 13 anni, quando i denti dell’adulto sono passati attraverso e sviluppati completamente.

Se i problemi non emergono più tardi, il trattamento può iniziare in un secondo momento. Nel 2014, circa 1,5 milioni di adulti hanno ricevuto un trattamento ortodontico negli Stati Uniti, secondo l’American Assocation of Orthodontists (AAO).

I bambini con labbro leporino e palato possono richiedere un trattamento ortodontico prima che i loro denti adulti si siano completamente sviluppati.

Una buona igiene orale è essenziale prima di iniziare qualsiasi lavoro ortodontico. Quando i dispositivi vengono posizionati sui denti, è più probabile che le particelle di cibo si blocchino. L’individuo dovrà spazzolare molto più attentamente e più spesso per prevenire la carie durante il trattamento.

Senza buone pratiche di igiene orale, c’è il rischio di carie durante il trattamento. L’ortodontista può anche raccomandare di evitare bevande gassate, snack zuccherati e altri oggetti che possono portare alla carie.

Diagnosi

L’ortodontista valuterà lo stato dei denti della persona e predice come è probabile che si sviluppino senza trattamento.

La valutazione coinvolgerà:

  • prendendo una completa storia medica e dentistica
  • effettuare un esame clinico
  • prendendo i raggi X dei denti e della mascella
  • fare modelli in gesso dei denti

Successivamente, l’ortodontista deciderà su un piano di trattamento.

Ortodontista contro il dentista

Il dentista sarà in genere in grado di consigliare un ortodontista, o potrebbero essere in grado di farlo da soli. Un piccolo numero di dentisti è anche formato e qualificato come ortodontista. Secondo l’AAO, solo il 6% dei dentisti è anche ortodontista.

Un dentista è specializzato nella più ampia area della salute orale, compresa la prevenzione delle infezioni e la gestione di denti, mascelle, nervi e altri aspetti.

Un ortodontista si occupa specificamente del morso e della rettitudine dei denti. È necessario verificare che il professionista prescelto sia qualificato per intraprendere trattamenti ortodontici prima di procedere.

L’AAO mantiene una lista di ortodontisti registrati. Puoi accedervi qui.

Like this post? Please share to your friends: