Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come può relistor alleviare la stitichezza da oppioidi?

I pazienti che soffrono di forti dolori possono essere prescritti oppiacei, ma alcuni oppioidi possono causare grave costipazione in alcune persone. Questi pazienti possono interrompere l’assunzione di oppioidi perché la costipazione provoca così tanto disagio, ma poi il loro dolore ritorna.

Relistor, noto anche come metilnaltrexone bromuro, può aiutare i pazienti con questo problema.

I farmaci oppioidi sono efficaci nell’alleviare il dolore, ma possono anche causare costipazione. Questo perché funzionano legandosi ai recettori oppioidi sia nel sistema nervoso centrale che nell’intestino.

Sviluppo e uso

[dolore addominale]

Nel 1978, i colleghi dell’Università di Chicago iniziarono a cercare modi per aiutare i pazienti che non assumevano la morfina per il dolore, perché causerebbero costipazione insopportabile.

Volevano trovare un farmaco per trattare la stitichezza, senza ridurre gli effetti antidolorifici dell’oppioide.

L’oppioide dovrebbe mirare ai recettori associati al sollievo dal dolore, ma senza causare effetti collaterali.

Il ricercatore principale, il dottor Goldberg, notò che erano già disponibili farmaci che agivano sui recettori oppioidi dell’apparato digerente, senza incrociarsi nel cervello, come il loperamide.

Il team ha iniziato a esaminare i composti, nella ricerca di un farmaco in grado di alleviare la stitichezza senza entrare nel cervello e neutralizzando gli effetti antidolorifici della morfina.

Un composto chiamato N-metil-naltrexone (MNTX), creato da Boerhringer Ingelheim, un’azienda farmaceutica tedesca, sembrava promettente.

Nel 2005, in seguito a una serie di test, due aziende farmaceutiche hanno firmato un accordo per sviluppare il farmaco e commercializzare il metilnaltrexone.

Il nuovo farmaco verrebbe utilizzato per il trattamento degli effetti collaterali indotti da oppioidi, tra cui costipazione e ileo post-operatorio. In questa condizione, una parte dell’intestino si paralizza, così che cibo e bevande non possono essere spinti in avanti. L’ileo post-operatorio può verificarsi dopo un intervento chirurgico addominale.

Relistor è stato approvato per il trattamento della stitichezza da oppioidi nel 2008 da parte della FDA (Food and Drug Administration) degli Stati Uniti.

Come funziona Relistor

Gli oppioidi, come la morfina, arrestano il dolore intorpidendo i recettori nel cervello, ma intorpidiscono anche i recettori nel tratto digestivo.

Intorpidimento nel sistema digestivo significa che i muscoli non si muovono in avanti cibo e sgabelli non digerito.

Più lentamente il cibo si muove attraverso il tratto digestivo, più il colon assorbirà l’acqua dal cibo. Le feci o le feci diventano secche e dure.

Nel frattempo, le contrazioni si verificano nel mezzo dell’intestino tenue, ma queste contrazioni non spingono il cibo in avanti. Le secrezioni digestive sono ridotte, la necessità di defecare è inferiore e i risultati della stitichezza.

Relistor, o metilnaltrexone bromuro, blocca l’intorpidimento nell’intestino. Si lega ai recettori nell’intestino e blocca gli effetti della morfina su di loro, in modo che non siano più intorpiditi. Ciò significa che i muscoli dell’intestino possono reagire normalmente di nuovo.

Relistor non blocca gli effetti antidolorifici degli oppioidi. Non attraversa la barriera cerebrale e quindi non entra nel cervello. Gli effetti analgesici di Morphine nel cervello continuano a funzionare.

Se il metilnaltrexone bromuro entrasse nel cervello, annullerebbe gli effetti antidolorifici della morfina e il paziente sarebbe di nuovo dolorante.

Efficacia

Gli studi hanno suggerito che il 30 percento dei pazienti ha avuto un movimento intestinale entro 30 minuti dall’avere una dose di Relistor. Il 60% dei pazienti in uno studio ha avuto un movimento intestinale entro 4 ore dalla prima iniezione.

Un altro studio afferma che almeno il 50% delle persone che assumono metilnaltrexone sperimenteranno la lassazione entro 24 ore, durante le prime 2 settimane di utilizzo. Il dolore in questi pazienti è rimasto sotto controllo e non hanno avuto gravi effetti avversi.

rischi

Alcuni effetti collaterali comuni di Relistor includono dolore addominale, flatulenza e nausea. Alcune persone possono anche sperimentare vertigini e diarrea e possono scoprire che sudano più del solito.

Uno studio mostra che gli effetti collaterali sono “improbabili” e che meno dell’1 per cento dei pazienti manifesta una diarrea abbastanza grave da giustificare l’interruzione del trattamento.

Il dolore addominale colpiva dal 17 al 30% delle persone che assumevano il farmaco, rispetto al 10% al 13% delle persone che assumevano un placebo.

Non è raccomandato per le persone che hanno un blocco gastrointestinale.

Like this post? Please share to your friends: