Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come puoi abbassare i tuoi livelli di A1C?

Un esame del sangue A1C misura i livelli medi di zucchero nel sangue negli ultimi 2 o 3 mesi.

L’American Diabetes Association (ADA) raccomanda l’uso di test A1C per aiutare a diagnosticare casi di prediabete, tipo 1 e diabete di tipo 2. I test A1C vengono anche utilizzati per monitorare i piani di trattamento del diabete.

Cos’è un test A1C?

Un test A1C misura quanto bene il corpo sta mantenendo i livelli di glucosio nel sangue. Per fare ciò, un test A1C calcola in media la percentuale di emoglobina legata allo zucchero in un campione di sangue.

Una mano guantata che regge una provetta A1C.

Quando il glucosio entra nel sangue, si lega a una proteina dei globuli rossi chiamata emoglobina. Più alti sono i livelli di glucosio nel sangue, più l’emoglobina è legata.

I globuli rossi vivono per circa 4 mesi, quindi i risultati di A1C riflettono i livelli di glucosio nel sangue a lungo termine. I test A1C vengono eseguiti utilizzando sangue ottenuto da puntura di un dito o prelievo di sangue.

I medici ripetono di solito i test A1C prima di diagnosticare il diabete. I test iniziali A1C aiutano i medici a calcolare il livello A1C di base dell’individuo per un confronto successivo.

Quante volte sono necessari test A1C dopo che la diagnosi varia a seconda del tipo di diabete e dei fattori di gestione.

Ridurre i livelli

Molti studi hanno dimostrato che l’abbassamento dei livelli di A1C può aiutare a ridurre il rischio o l’intensità delle complicanze del diabete.

Con il diabete di tipo 1, i livelli di glicemia più controllati sono associati a tassi ridotti di progressione della malattia. Con il diabete di tipo 2, è stato anche dimostrato che i livelli di A1C più controllati riducono i sintomi che interessano le piccole arterie e i nervi del corpo. Questo influenza la vista e il dolore diminuendo le complicazioni.

Studi a lungo termine hanno anche dimostrato che il controllo precoce e intensivo della glicemia può ridurre le complicanze cardiovascolari nelle persone con diabete di tipo 1 o 2.

Anche piccoli cambiamenti nei livelli di A1C possono avere grandi effetti. L’ADA raccomanda che il mantenimento di un controllo equo sui livelli di glucosio nel sangue riduce significativamente la possibilità di complicanze del diabete. Suggeriscono che la maggior parte delle persone con diabete dovrebbe mantenere i livelli di A1C sotto il 7%. Una diagnosi di diabete si verifica con un A1C del 6,5% o superiore in due occasioni separate.

Ci sono molti modi per aiutare a ridurre o controllare i livelli di A1C usando una combinazione di attività fisica e dieta.

I suggerimenti sull’attività fisica per aiutare a ridurre i livelli di A1C includono:

  • Ogni settimana è raccomandato un minimo di 150 minuti di esercizio fisico moderato. Ciò equivale a 30 minuti almeno 5 giorni alla settimana.
  • Aumento delle attività della vita quotidiana (ADL). Questi sono definiti come attività di routine che le persone tendono a fare ogni giorno. I programmi di allenamento sono utili, ma tutte le attività possono aiutare a ridurre i livelli di A1C.
  • Monitoraggio della glicemia per garantire che gli obiettivi siano rispettati e le modifiche affrontate.
  • Attaccare al trattamento o piani di farmaci.
  • Impostazione e raggiungimento degli obiettivi di perdita di peso.
  • Monitoraggio dei progressi per auto-motivazione e riferimento medico.
  • Coinvolgere gli altri. I cambiamenti dello stile di vita sono spesso più facili da adottare se altre persone possono incoraggiare e monitorare i progressi.

Quasi tutti gli alimenti oltre alle proteine ​​magre contengono dello zucchero. Gestire l’assunzione di zucchero e mantenere una dieta salutare è la chiave per abbassare i livelli di A1C in modo sano.

I consigli di dieta generale per abbassare i livelli di A1C includono:

  • dimensioni della porzione di controllo
  • tenendo un orario rigoroso del pasto, mangiando ogni 3-5 ore
  • mangiare porzioni di dimensioni simili a pasti e spuntini
  • pianificare i pasti in anticipo
  • tenere un diario di cibo, medicine ed esercizio fisico
  • diffondendo cibi ricchi di carboidrati per tutto il giorno
  • scegliendo cibi meno elaborati o interi come cereali integrali, frutta, verdura, legumi e noci
  • mangiare una dieta equilibrata completa con proteine, grassi e carboidrati sani
  • cercare l’aiuto di un dietista registrato

Un altro consiglio per la dieta è il conteggio dei carboidrati. L’ADA definisce una porzione di carboidrati come 15 grammi e consiglia agli adulti di consumare da 45 a 60 grammi ad ogni pasto. Può essere necessario aumentare o diminuire l’assunzione a seconda delle esigenze individuali, delle routine di esercizio e dei piani di trattamento.

Dieta

Il cibo più lungo serve a digerire, più lentamente e meno l’impatto che ha sui livelli di zucchero nel sangue. Gli alimenti con zuccheri semplici vengono digeriti molto più rapidamente e possono aumentare i livelli di glucosio nel sangue.

La maggior parte dei piani di gestione della glicemia si concentra sul controllo dei carboidrati, la principale fonte alimentare di glucosio (zucchero).

Carboidrati moderati

Mentre la gestione dei carboidrati è importante, le persone non hanno bisogno di evitarli del tutto. I carboidrati sono la principale fonte di carburante del corpo e del cervello e contengono importanti nutrienti.

Le persone con diabete possono godere di carboidrati pur mantenendo sani i livelli di A1C fino a quando il consumo è bilanciato e distribuito uniformemente durante il giorno.

I carboidrati sono rotti in zuccheri, amidi e fibre. Gli zuccheri contengono molecole che vengono rapidamente assorbite, causando un picco di glucosio nel sangue. Gli amidi contengono molecole di zucchero che impiegano più tempo per essere scomposte e assorbite, influenzando i livelli di glucosio nel sangue in modo più uniforme nel tempo.

Fibra

Le fibre sono complesse e impiegano più tempo per degradarsi, il che fornisce energia più sostenibile e diminuisce il picco di zucchero nel sangue. La fibra aiuta anche a lavare il tubo digerente.

Zucchero naturale

Gli zuccheri naturali meno elaborati come quelli che si trovano in frutta, verdura e latticini a basso contenuto di grassi sono raccomandati con zuccheri aggiunti e raffinati. Frutta, verdura e prodotti caseari integrali contengono tutti livelli molto più elevati di nutrienti vitali rispetto alla maggior parte degli alimenti trasformati e meno zucchero.

Per la maggior parte di frutta e verdura, una porzione di carboidrati è di circa ½ tazza o 4 once.

Sebbene tutti i frutti e le verdure integrali contengano zuccheri e sostanze nutritive naturali, alcuni hanno più di altri. Molte verdure contengono alti livelli di fibre.

Opzioni a basso contenuto di zucchero

Le opzioni di frutta e verdura a basso contenuto di zuccheri includono:

More lamponi e mirtilli.

  • Limone
  • rabarbaro
  • lime
  • guaiava
  • kiwi
  • mirtilli, lamponi, more e fragole
  • mandarini, nettarine e prugne
  • olive
  • avocado
  • pompelmo
  • broccoli e cavolfiori
  • cavolo, cavolo, cavolo cinese e cavoletti di Bruxelles
  • lattuga
  • spinaci, cavoli verdi e bietole
  • cetrioli e zucchine
  • pomodori
  • funghi
  • sedano

Frutta e verdura ad alto contenuto di zucchero non dovrebbero essere evitate ma controllate. Molti contengono nutrienti vitali difficili da ottenere altrove.

Lattosio

Il lattosio è lo zucchero presente nei latticini. In genere non c’è un’enorme differenza nelle quantità di zucchero tra il grasso intero, il grasso ridotto o il latte non grasso.

Le opzioni da latte basse o senza zucchero comprendono:

  • Yogurt puro
  • fiocchi di latte
  • panna non zuccherata

Le opzioni a basso contenuto di zucchero e senza latte includono:

  • soia non raffinata, fortificata, riso, mandorle, lino e latte di cocco o prodotti

Grano intero

Amidi o carboidrati complessi includono cereali, verdure amidacee e legumi e dovrebbero compensare la maggior parte del consumo di carboidrati. Per la maggior parte dei cereali e degli amidi, mezza tazza contiene una porzione di carboidrati da 15 grammi.

Mentre gli amidi sono migliori scelte di carboidrati rispetto agli zuccheri semplici, non tutti gli amidi sono creati allo stesso modo.

Pane integrale, cereali, pasta e riso contengono vitamine B ed E, minerali, acidi grassi essenziali e fibre. Cereali e cereali sbiancati o lavorati contengono generalmente meno nutrienti e livelli più elevati di zucchero rispetto ai prodotti integrali.

Le persone con diabete dovrebbero diffidare dei prodotti che dichiarano di essere prodotti con o contengono grano intero. Molti hanno ancora alti livelli di cereali raffinati e ancora più zuccheri aggiunti.

Le migliori opzioni di cereali integrali includono:

  • Farina integrale
  • farina di grano saraceno o grano saraceno
  • grano spezzato
  • orzo integrale
  • tutta segale
  • miglio
  • saggina
  • avena intera
  • riso integrale
  • riso selvatico
  • quinoa
  • faro intero
  • Popcorn
  • farina di mais o mais integrale
  • triticale
  • amaranto

Verdure e legumi amidacei

Un sacco di verdure e legumi amidacei contengono anche alti livelli di nutrienti e fibre nelle loro pelli o baccelli. Alcune verdure, come le verdure di radice come le patate, hanno concentrazioni di amido molto più elevate di altre. Per questi, il consumo deve essere monitorato più da vicino.

Due pastinache.

Le opzioni di verdure e legumi salutari e ricchi di legumi includono:

  • Mais
  • piselli verdi
  • nero, lima e fagioli borlotti
  • butternut, ghianda e zucca
  • zucca
  • pastinaca
  • piantaggine
  • secchi con occhi neri o piselli spezzati
  • Lenticchie
  • fagioli a basso contenuto di grassi o fagioli al forno
  • patate dolci o patate dolci
  • taro
  • cuori di palma
  • aglio

Capire i livelli di A1C

I risultati del test A1C sono espressi in percentuale. Maggiore è il livello di A1C, maggiore è il rischio di complicanze del diabete.

I medici possono anche descrivere i risultati del test A1C in termini di glucosio medio o eAG. L’eAG è determinato correlando i valori A1C con numeri interi.

Negli Stati Uniti, i risultati eAG sono riportati in milligrammi per decilitro (mg / dL). Sulla base dei risultati A1C, l’eAG rappresenta i livelli medi di glucosio nel sangue a 3 mesi.

Valore A1C valore eAG Diagnosi ADA
5,6 percento o meno 117 mg / dl o meno Normale
5,7-6,4 per cento 117-137 mg / dl prediabete
6,5 percento o più 137 mg / dl Diabete

Le raccomandazioni del livello A1C variano da persona a persona. Le persone con diabete più avanzato avranno obiettivi A1C più alti rispetto agli adulti sani senza diabete. Fattori come l’aspettativa di vita, la risposta al trattamento e la storia medica hanno anche un impatto.

Valore A1C valore eAG Obiettivo raccomandato ADA per
5,6 percento o inferiore 117 mg / dl o meno Sano, adulti senza diabete
6,5 percento 140 mg / dl Persone con diabete a breve termine, diabete di tipo 2 gestito, assenza di malattie cardiovascolari, lunga aspettativa di vita
7 percento o meno 154 mg / dl o meno La maggior parte degli adulti non gravide con diabete
8 percento o meno 183 mg / dl o meno Persone con diabete di vecchia data o grave, aspettativa di vita limitata, complicazioni addizionali di salute aggiuntive o scarsa risposta al trattamento
Like this post? Please share to your friends: