Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Come smettere di catastrofizzare

Catastrofizzare è un modo di pensare chiamato “distorsione cognitiva”. Una persona che catastrofista di solito vede un risultato sfavorevole a un evento e poi decide che se questo risultato si verifica, i risultati saranno un disastro.

Ecco alcuni esempi di catastrofismo:

  • “Se fallisco questo test, non passerò mai la scuola, e sarò un totale fallimento nella vita”.
  • “Se non recupero rapidamente da questa procedura, non migliorerò mai e sarò disabile per tutta la vita.”
  • “Se il mio partner mi lascia, non troverò mai nessun altro, e non sarò mai più felice di nuovo.”

I dottori chiamano anche “ingrandimento” catastrofico, perché una persona sembra molto peggiore, terribile o grave di quella situazione.

Catastrofizzare può portare alla depressione in alcuni individui. Fortunatamente, ci sono diversi metodi per affrontare la condizione ed evitare la catastrofe.

Fatti veloci sulla catastrofe:

  • Catastrofizzare può essere il risultato di o causa di ansia.
  • Ogni persona tende a catastrofizzare di volta in volta.
  • Un professionista della salute mentale può aiutare ad affrontare il pensiero catastrofico.

Le cause

uomo ansioso che si mordicchia la cravatta

Mentre ci sono diverse cause potenziali e contributori alla catastrofe, la maggior parte rientra in una delle tre categorie. Questi sono:

Ambiguità

L’ambiguità o l’essere vago possono aprire una persona al pensiero catastrofico.

Un esempio potrebbe essere ricevere un messaggio di testo da un amico o un partner che legge “Dobbiamo parlare”.

Questo messaggio vago potrebbe essere qualcosa di positivo o negativo, ma una persona non può sapere quale di questi è solo con le informazioni che hanno. Quindi possono iniziare a immaginare le peggiori notizie.

Valore

Le relazioni e le situazioni che una persona tiene in alto valore può provocare una tendenza a catastrofizzare. Quando qualcosa è particolarmente significativo per una persona, il concetto di perdita o difficoltà può essere più difficile da affrontare.

Un esempio potrebbe essere la richiesta di un lavoro che una persona desidera. Possono iniziare a immaginare la grande delusione, l’ansia e la depressione che sperimenteranno se non ottengono il lavoro prima che l’organizzazione abbia persino preso delle decisioni.

Paura

La paura, in particolare la paura irrazionale, gioca un ruolo importante nella catastrofe. Se una persona ha paura di andare dal dottore, potrebbe iniziare a pensare a tutte le cose cattive che un medico potrebbe dire loro, anche se stanno solo facendo un check-up.

Una persona può anche sperimentare una catastrofe legata a una condizione medica o un evento passato nella sua vita.

Condizioni psichiatriche correlate

L’ansia è strettamente correlata al catastrofismo. L’ansia è una condizione in cui una persona sperimenta una paura intensa e preoccupazione per una circostanza. Gli esempi potrebbero essere preoccupanti per un grande test in arrivo o per la paura di camminare da soli di notte.

Differenza tra catastrofismo e ansia

La principale differenza tra ansia e catastrofismo è che l’ansia può svolgere un ruolo utile nella vita di una persona. Ad esempio, l’ansia può essere un’emozione positiva perché può aiutare una persona a proteggere se stessa. Tuttavia, la catastrofe di solito non ha alcun beneficio.

Avere questi pensieri catastrofici può riempire la mente di una persona con emozioni inutili che richiedono tempo e pensieri lontani dalla realtà di una situazione. Mentre sia l’ansia che la catastrofe possono essere dannose, l’ansia può essere utile in alcune circostanze.

Link alla depressione

La depressione, o prolungati sentimenti di impotenza e tristezza, è anche connessa a una catastrofe. Quando una persona prova sentimenti prolungati di disperazione, può tendere a catastrofizzare e immaginare che il peggio accada.

Dolore catastrofico

Oltre alle condizioni di salute mentale, come l’ansia e la depressione, alcune persone possono essere catastrofiche per le sensazioni di dolore. “Il dolore catastrofico” è quando una persona ossessiona e si preoccupa del dolore, si sente indifesa quando sperimenta dolore ed è incapace di mettere da parte preoccupazioni o pensieri di dolore.

Secondo un articolo del diario, la catastrofe sul dolore è associata ad aumenti nell’uso di stupefacenti, valutazioni del dolore post-chirurgico o depressione dopo l’intervento chirurgico. Mentre nessuna persona attende un dolore post-chirurgico o post-infortunio, una paura o un approccio irrazionale possono rendere particolarmente difficile il recupero.

Trattamenti medici

giovane donna prendendo una pillola con un bicchiere d'acqua

La maggior parte delle persone sperimenta paura e preoccupazione a un certo punto.

Tuttavia, se una persona teme costantemente il peggio o sente dai loro amici e familiari che stanno pensando in questo modo, potrebbe aver bisogno di affrontare il loro pensiero catastrofico.

Se una persona ha una condizione medica di base, come la depressione, un medico può prescrivere farmaci antidepressivi per aiutare.

Esempi di questi includono:

  • Inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI): Esempi includono fluoxetina (Prozac) e paroxetina (Paxil). Queste medicine aumentano la quantità di neurotrasmettitore serotonina nel cervello. Sono spesso il trattamento di prima linea per le persone con depressione, ma possono anche essere prescritti per una varietà di disturbi d’ansia.
  • Inibitori della ricaptazione della serotonina e norepinefrina (SNRI): Esempi di questi includono duloxetina (Cymbalta) e venlafaxina (Effexor). Questi farmaci aumentano la quantità di serotonina e noradrenalina nel cervello.
  • Antidepressivi triciclici (TCA): questi farmaci comprendono amitriptilina e nortriptilina (Pamelor). I medici non prescrivono il TCA molto spesso oggi a causa dei loro effetti collaterali indesiderati.
  • Antidepressivi atipici: questi farmaci non rientrano in una particolare categoria per quanto riguarda il loro funzionamento. Gli esempi includono bupropione (Wellbutrin, Aplenzin) e trazodone.

A volte, un medico può inizialmente prescrivere un tipo di farmaco che potrebbe non essere efficace nel ridurre sia la depressione che la catastrofe.In questo caso, il medico può prescrivere un altro farmaco.

Sei consigli per gestire il pensiero catastrofico

la holding della donna distribuisce indicando la fermata

Gli esperti di salute mentale spesso usano tecniche conosciute come terapia cognitivo-comportamentale (CBT) per aiutare una persona ad affrontare il proprio pensiero catastrofico.

Queste tecniche richiedono che la persona sia consapevole di sperimentare un pensiero catastrofico, di riconoscere le proprie azioni e di cercare di fermare e correggere il loro pensiero irrazionale.

Sei suggerimenti per realizzare questo includono ricordare e fare uso delle seguenti tecniche. Questi possono aiutare a gestire la condizione:

  1. Riconoscendo che accadono cose spiacevoli: la vita è piena di sfide e di buone e cattive giornate. Solo perché un giorno è cattivo non significa che tutti i giorni saranno cattivi.
  2. Riconoscere quando i pensieri sono irrazionali: la Catastrofizzazione segue spesso uno schema ben definito. Una persona inizierà con un pensiero, come “Mi fa male oggi”. Esse quindi espanderanno il pensiero con preoccupazione e ansia, ad esempio: “Il dolore sta per peggiorare” o “Questo dolore significa che non migliorerò mai”. Quando una persona impara a riconoscere questi pensieri, è meglio attrezzata per gestirli.
  3. Dicendo “stop!”: Per cessare i pensieri ripetitivi e catastrofici, una persona potrebbe dover dire ad alta voce o nella propria testa “stop!” o “non di più!” Queste parole possono impedire al flusso di pensieri di continuare e aiutare una persona a cambiare il corso del loro modo di pensare.
  4. Pensando a un altro risultato: invece di pensare a un risultato negativo, considera un’opzione positiva o addirittura meno negativa.
  5. Offrire affermazioni positive: quando si tratta di pensare in modo catastrofico, una persona deve credere in se stessa e può superare la sua tendenza a temere il peggio. Potrebbero voler ripetere un’affermazione positiva a se stessi su base giornaliera.
  6. Praticare un’eccellente cura di sé: i pensieri catastrofici hanno più probabilità di subentrare quando una persona è stanca e stressata. Riposare abbastanza e impegnarsi in tecniche di alleviamento dello stress, come l’esercizio fisico, la meditazione e l’inserimento nel diario, può aiutare tutti a sentirsi meglio.

Porta via

Un articolo della rivista definisce catastrofista come “una previsione irrazionalmente negativa degli eventi futuri”.

Se una persona si trova continuamente eventi catastrofici nella propria vita e le tecniche a domicilio non aiutano, dovrebbero cercare aiuto da un esperto di salute mentale.

Esistono molteplici modi per aiutare una persona a superare questo modo di pensare e vivere una vita con meno paura e ansia.

Like this post? Please share to your friends: