Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Condizioni della pelle durante la gravidanza

Durante la gravidanza, il corpo subisce molti cambiamenti fisici. La pelle non è immune da questi effetti.

Comunemente, le donne sperimentano cambiamenti nell’aspetto della pelle, comprese le macchie scure sul seno, i capezzoli e le cosce interne, melasma, linea nigra, smagliature, acne, vene varicose e vene varicose. Molte di queste condizioni sono dovute a cambiamenti ormonali.

Questo articolo esaminerà alcuni dei cambiamenti della pelle associati alla gravidanza.

Alla fine di alcune sezioni vedrai anche delle introduzioni ad alcuni sviluppi di ricerca che sono stati trattati dalle notizie di notizie. Cerca collegamenti a informazioni su condizioni correlate.

Fatti veloci sulle condizioni della pelle durante la gravidanza

Ecco alcuni punti chiave sulle condizioni della pelle durante la gravidanza. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • Macchie e macchie scure possono svilupparsi a causa dell’aumento dei livelli di melanina.
  • Il melasma, una forma di iperpigmentazione, è anche conosciuto come “la maschera della gravidanza”.
  • Le smagliature possono comparire dal terzo trimestre, e alcune non svaniscono mai completamente dalla pelle.
  • Anche quelli con la pelle chiara possono sviluppare l’acne durante la gravidanza, ma alcune forme di farmaci per l’acne devono essere evitate.
  • Le vene del ragno possono apparire a causa di cambiamenti ormonali.
  • Le vene varicose possono svilupparsi, ma spesso si risolvono dopo il parto.

iperpigmentazione

L’iperpigmentazione è la comparsa di macchie o macchie scure sulla pelle. È causato da un aumento della melanina presente in natura. In genere, questo si risolverà dopo la consegna, ma può persistere per diversi anni.

Un esempio di iperpigmentazione in gravidanza è il melasma – “la maschera della gravidanza” – che è caratterizzato da chiazze marroni sul viso, sulle guance, sul naso e sulla fronte.

Una pancia incinta con smagliature.

Parla con un dermatologo del trattamento del melasma durante la gravidanza. Prendi in considerazione di fare qualche passo per fermare il peggioramento della condizione limitando l’esposizione al sole tra le 10:00 e le 14:00, usando una protezione solare 30+ e indossando un cappello a tesa larga quando si è all’esterno.

Papule orticariatiche pruriginose e placche di gravidanza (PUPPP) sono una condizione in cui pallottole rosse appaiono sulla pelle di una donna incinta e causano prurito, bruciore o sensazione di bruciore. Queste protuberanze variano in dimensioni, variando da aree molto piccole a aree più grandi che formano una placca.

Più comunemente, queste lesioni sono presenti sull’addome, sulle gambe, sulle braccia, sul seno o sui glutei. PUPPP generalmente si risolve dopo il parto.

Potrebbe essere dato un antistaminico o corticosteroide topico per il sollievo, anche se possono essere prese misure di auto-cura per ridurre al minimo i sintomi di PUPPP. Questi passaggi includono l’uso di acqua tiepida durante il lavaggio, l’uso di impacchi freddi, l’uso di indumenti larghi o leggeri e l’assenza di sapone sulla pelle colpita da PUPPP.

Smagliature

Le donne incinte sono fin troppo familiari con la presenza di smagliature. Spesso le donne sviluppano smagliature sull’addome, sulle natiche, sul seno o sulle cosce. Le smagliature appaiono inizialmente di colore viola-rossastro e si sbiadiscono in un aspetto argento / bianco.

Sebbene spesso svaniscano, le smagliature non si risolvono mai completamente. Il trattamento postparto delle smagliature è spesso inefficace, sebbene si possano prendere in considerazione le creme laser e prescrivibili.

Ulteriori informazioni: quali sono le smagliature?

Tag della pelle

Lo sviluppo di etichette cutanee durante la gravidanza è comune e queste lesioni si presentano tipicamente sul collo, sul petto, sulla schiena, sull’inguine e sotto il seno. Le etichette della pelle non sono generalmente nulla di cui preoccuparsi e non sono maligne.

Acne

L’acne può svilupparsi o peggiorare durante la gravidanza. Ci sono molti modi per curare l’acne, comprese le opzioni di prescrizione e non-prescrizione, che dovrebbero essere discusse con il proprio fornitore di assistenza sanitaria prima dell’uso.

Acne sulla fronte

È importante ricordare le pratiche igieniche generali come lavarsi il viso con acqua tiepida e un detergente delicato due volte al giorno, evitando che i capelli si tocchino il viso, lo shampoo quotidianamente, evitando di raccogliere i brufoli e utilizzando cosmetici senza olio.

Durante la gravidanza, è sicuro usare prodotti da banco che includono perossido di benzoile topico o acido salicilico, acido azelaico o acido glicolico.

Tuttavia, non tutti i farmaci (prescrizione e non soggetti a prescrizione medica) sono sicuri durante la gravidanza e alcuni dei prodotti non sicuri includono:

  • Terapia ormonale a causa di un aumentato rischio di difetti alla nascita
  • Isotretinoina (una forma di vitamina A) a causa del rischio di gravi difetti alla nascita, deficit intellettivi, difetti cardiaci e cerebrali potenzialmente letali e altre deformità fisiche
  • Tetracicline orali (antibiotico) a causa del rischio di decolorazione del dente nel bambino quando assunto dopo il quarto mese di gravidanza. Questo farmaco può anche avere effetti negativi sulla crescita ossea fetale
  • I retinoidi topici (una forma di vitamina A) che possono essere trovati in entrambi i prodotti di prescrizione e senza ricetta medica.

Ulteriori informazioni: cos’è l’acne?

Cambia la vena

Le vene del ragno sono piccole vene rosse che appaiono più comunemente sul viso, sul collo e sulle braccia.

Questi fastidiosi cambiamenti della pelle sono causati da cambiamenti ormonali indotti dalla gravidanza e aumento del volume del sangue; questi in genere si risolvono nel periodo postpartum.

Le vene varicose sono vene ingrossate causate dall’aumento di peso e pressione uterina durante la gravidanza che porta ad una diminuzione del flusso sanguigno alle gambe. Le vene varicose possono presentare su gambe, vulva, vagina e retto (emorroidi); questi in genere si risolvono nel periodo postpartum.

Vene varicose nelle gambe.

Per ridurre al minimo gli effetti delle vene varicose e per alleviare i sintomi, prendere in considerazione le seguenti precauzioni:

  • Limitare i periodi di seduta e in piedi
  • Uncross gambe quando si è seduti per lunghi periodi
  • Elevare le gambe quando possibile
  • Esercitare spesso
  • Utilizzare il tubo di supporto
  • Evitare la stitichezza

Ulteriori informazioni: quali sono le vene varicose?

Altre condizioni

Altre condizioni della pelle meno comuni durante la gravidanza comprendono prurigo della gravidanza, pemfigoide gestationis e colestasi intraepatica della gravidanza (ICP).

Prurigo della gravidanza

I sintomi della prurigo della gravidanza comprendono piccoli urti pruriginosi che ricordano punture di insetti e sono in genere causati da cambiamenti del sistema immunitario indotti dalla gravidanza. La prurigo della gravidanza può colpire le donne durante la gravidanza, con sintomi che peggiorano spesso ogni giorno.

Questa condizione può richiedere diversi mesi per risolverlo, anche estendendosi nel periodo postpartum.

Pemfigoide gestationis

La pemfigoide gestationis è una malattia autoimmune che compare in genere durante il secondo o il terzo trimestre, o nel periodo immediatamente successivo al parto in alcuni casi.

I sintomi di questa condizione includono vesciche sull’addome o su altre parti del corpo. Questa condizione aumenta – sebbene solo leggermente – il rischio di parto prematuro o nascita di un bambino piccolo.

Colestasi intraepatica della gravidanza

La colestasi intestinale della gravidanza (ICP) è una condizione epatica indotta dalla gravidanza caratterizzata da un forte prurito senza la presenza di un’eruzione cutanea. Il prurito è in genere presente sui palmi delle mani, suole dei piedi o del tronco del corpo, che si verificano nel terzo trimestre.

I sintomi dell’ICP si risolvono generalmente entro i primi giorni successivi alla nascita. Tuttavia, l’ICP aumenta anche il rischio di una donna di parto prematuro e di morte fetale.

Parla con il tuo medico se si verificano condizioni di pelle insolite, riguardanti o peggioramento; chiedere consigli prima di iniziare le modalità di trattamento.

Sviluppi recenti sulle condizioni della pelle da notizie MNT

I prezzi aumentano per i farmaci dermatologici prescritti

I prezzi dei farmaci dermatologici sono aumentati al di sopra del tasso di inflazione, secondo uno studio pubblicato in.

Acne: cosa lo causa e come alleviarlo

Zits, brufoli, punti neri, brufoli … chi non li terrorizza? L’acne è la condizione della pelle più comune negli Stati Uniti, che colpisce 40-50 milioni di persone in qualsiasi momento.

Pazienti con acne: la “proporzione sostanziale” non riesce a raccogliere il trattamento prescritto

Tra i 143 pazienti sottoposti alla cura dei dermatologi per la loro acne, poco più di un quarto non è riuscito a raccogliere le prescrizioni dalla farmacia in uno studio pubblicato online su.

Like this post? Please share to your friends: