Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Consigli dietetici e strategie per la perdita di peso con insulino-resistenza

Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, la prevalenza del diabete è aumentata significativamente negli ultimi 30 anni.

Nel 1980, solo il 4,7% della popolazione mondiale aveva il diabete, ma nel 2014 questa cifra era salita all’8,5%.

Ciò significa che circa 422 milioni di persone vivevano con il diabete nel 2014. Queste statistiche stupefacenti non tengono conto del numero aggiuntivo di persone con prediabete o insulino-resistenza.

In questo articolo, diamo un’occhiata a cosa sia la resistenza all’insulina e quale sia la sua relazione con il peso corporeo. In che modo il sovrappeso può portare all’insulino resistenza e cosa si può fare per perdere peso?

Cos’è l’insulino-resistenza?

Un diagramma del pancreas

La resistenza all’insulina porta a una condizione nota come prediabete, il che significa che il livello di zucchero nel sangue di una persona è alto, ma non abbastanza alto da essere considerato diabetico.

Avere insulino-resistenza è un avvertimento che, senza intervento e cambiamenti nello stile di vita efficaci, qualcuno con prediabete può sviluppare il diabete di tipo 2.

Lo zucchero (glucosio) è la principale fonte di energia del corpo. Le persone lo ottengono dal cibo che mangiano. Dopo che il cibo è scisso nel corpo, lo zucchero entra nel flusso sanguigno.

Per utilizzarlo come energia, le cellule del corpo hanno bisogno di “raccogliere” lo zucchero. L’insulina, che è un ormone prodotto dal pancreas, aiuta a farlo accadendo spostando lo zucchero dal sangue e permettendogli di entrare nelle cellule del corpo.

L’insulina mantiene i livelli di zucchero nel sangue, assicurando che non siano troppo alti o troppo bassi. Tuttavia, quando i livelli di zucchero nel sangue sono persistentemente elevati, le cellule del corpo smettono di rispondere all’insulina in modo efficace. Questo è noto come resistenza all’insulina.

Quando si verifica la resistenza all’insulina, lo zucchero non è in grado di entrare nelle cellule come con successo e rimane troppo nel sangue. Livelli più elevati di zucchero nel sangue pongono una richiesta sul pancreas di secernere più insulina.

Nel corso del tempo, il pancreas non è in grado di soddisfare questa domanda e troppo zucchero si accumula nel sangue, portando a prediabete e diabete.

Insulino-resistenza e peso

La resistenza all’insulina e il peso hanno una relazione complicata. Alcuni medici ritengono che il sovrappeso possa causare insulino-resistenza.

Portare un peso extra intorno alla vita è un pericolo particolare per questo motivo. La ricerca ha dimostrato che il grasso della pancia produce ormoni e altre sostanze chimiche che possono causare complicazioni di salute, come l’insulino-resistenza, l’ipertensione e le malattie cardiache.

Il grasso della pancia contribuisce allo sviluppo dell’infiammazione nel corpo. Nel tempo, l’infiammazione cronica e diffusa aumenta anche il rischio di sviluppare molte delle stesse complicazioni di salute.

Perdere peso con insulino-resistenza

Lady tiene le scaglie e tira via i jeans dalla vita

La ricerca ha rilevato che una perdita di peso di solo il 5-7% è sufficiente per aumentare la sensibilità all’insulina. Per qualcuno che pesa 150 sterline, questa è solo una perdita di circa 8 sterline.

Perdere e mantenere con successo questa perdita di peso può aiutare a ridurre il rischio di sviluppare prediabete o diabete. Può anche prevenire le gravi complicanze associate alla malattia.

Per produrre questo effetto sono necessari cambiamenti di stile di vita sensibili e duraturi. Non basta semplicemente “abbattere la dieta” per perdere peso.

Il programma di prevenzione del diabete dei centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) si concentra sui cambiamenti a lungo termine di salute e stile di vita. Il programma annuale si basa su ricerche che dimostrano che intraprendere un programma di cambiamento dello stile di vita strutturato può ridurre il rischio di diabete di oltre il 50 per cento.

Il programma CDC sottolinea di mangiare cibi più salutari e di partecipare ad almeno 150 minuti di attività fisica ogni settimana, per perdere peso e costruire abitudini salutari.

Inversione della resistenza all’insulina

Oltre alla perdita di peso, ci sono alcune altre cose che possono essere fatte per aiutare a invertire la resistenza all’insulina.

Cambiamenti nella dieta

Lo sviluppo di abitudini alimentari salutari è fondamentale sia per la perdita di peso che per fermare la resistenza all’insulina. La scelta di alimenti salutari e il controllo delle dimensioni delle porzioni sono due delle più importanti abitudini alimentari salutari.

Il piano alimentare DASH, sviluppato dal National Institutes of Health, ha dimostrato di funzionare. Questo è sinonimo di approcci dietetici per fermare l’ipertensione.

Le persone che seguono questa dieta mangiano molta frutta e verdura, latticini a basso contenuto di grassi, noci, semi e fagioli. Incoraggia le persone ad evitare carboidrati e zuccheri vuoti e ad aumentare l’assunzione di proteine ​​del cuore sano.

Smettere di fumare

L’uso regolare dei prodotti del tabacco può aumentare il rischio di diabete e insulino-resistenza. Trovare un modo per smettere di fumare è essenziale per una persona con diagnosi di insulino-resistenza.

Un medico può aiutare a trovare risorse e strategie per facilitare l’abbandono.

Attività fisica

L’attività regolare di 30 minuti, 5 giorni a settimana, è tutto ciò che è necessario per migliorare la resistenza all’insulina. Per ottenere i migliori risultati, le persone dovrebbero combinare l’allenamento cardiovascolare con esercizi di costruzione muscolare e stretching.

È importante che tutti parlino con un medico prima di iniziare qualsiasi nuovo piano di esercizi, specialmente se è da un po ‘che sono fisicamente attivi.

Vitamina D

Supplemento di vitamina d

Alcune ricerche hanno dimostrato un legame tra il livello di vitamina D di una persona e la sua capacità di mantenere normali livelli di zucchero nel sangue. Non ci sono raccomandazioni specifiche sull’assunzione di supplementi di vitamina D per prevenire il diabete o il prediabete.

L’Institute of Medicine suggerisce che le persone fino a 70 anni possono assumere fino a 600 unità internazionali ogni giorno. Le persone dovrebbero chiedere al proprio medico se la supplementazione di vitamina D è appropriata.

Dormire

È noto che il sonno troppo piccolo aumenta il rischio di una persona per lo sviluppo di insulino-resistenza e diabete di tipo 2.

Ottenere un sacco di sonno ogni giorno può aiutare a regolare gli ormoni associati alla sensazione di fame e a ridurre il rischio di disfunzione del metabolismo del glucosio.

medicazione

A volte, i farmaci possono essere necessari per contribuire a migliorare la sensibilità all’insulina, specialmente quando i cambiamenti nella dieta e nello stile di vita non sono stati efficaci.

Nel programma di prevenzione del diabete, un farmaco noto come metformina ha dimostrato di essere più efficace nel ridurre la resistenza all’insulina. Ciò si è verificato in particolare nelle persone di età inferiore ai 60 anni e in quelli che presentavano altri fattori di rischio. Esistono ulteriori opzioni terapeutiche, sebbene possano non essere altrettanto efficaci, o possono comportare il rischio di effetti collaterali.

Una diagnosi di resistenza all’insulina non significa automaticamente che una persona ha il diabete. Tuttavia, tale diagnosi dovrebbe essere presa sul serio. Senza intervento, è probabile che il proseguimento dello zucchero e la disfunzione metabolica porterà a prediabete e, infine, diabete.

Like this post? Please share to your friends: