Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Consigli per la dieta della sclerosi multipla

La sclerosi multipla è una malattia autoimmune. Si sviluppa quando il sistema immunitario del corpo attacca erroneamente il proprio sistema nervoso centrale.

Le fibre nervose nel corpo sono solitamente rivestite con uno strato di mielina, una sostanza che protegge i nervi e aiuta a trasmettere segnali elettrici.

Nei pazienti con sclerosi multipla (SM), la mielina è danneggiata. Le aree che hanno meno mielina non trasmettono segnali in modo efficace, il che significa che i comandi dal cervello non raggiungono i muscoli mirati il ​​più rapidamente possibile.

La SM è la malattia neurologica disabilitante più comune nei giovani adulti.

I fattori alimentari sembrano avere un impatto sulla condizione. Comprendere il ruolo della dieta può portare a una persona con SM che ha meno recidive e una migliore qualità della vita.

Dieta e nutrizione per la SM

Batteri intestinali

Uno studio pubblicato in note che la salute intestinale sembra giocare un ruolo in molte malattie.

La flora intestinale, o flora intestinale, è un sistema altamente complesso di microrganismi che vivono nell’intestino. Nell’uomo, questi sono in gran parte batteri.

I batteri sono responsabili della disgregazione di cibo e sostanze nutritive e svolgono un ruolo chiave nella digestione e nella salute del sistema immunitario. La flora intestinale sana cresce a livello intestinale quando vi sono ampie fibre nella dieta.

La mancanza di una flora intestinale sana può contribuire a una serie di disturbi immunitari.

Alimenti che sono buoni per le persone con SM

La sclerosi multipla è una malattia del sistema immunitario, quindi è importante seguire una dieta che supporti un sistema immunitario sano. Una dieta che promuove la flora intestinale benefica potrebbe aiutare a raggiungere questo obiettivo.

Probiotici

Gli autori di uno studio pubblicato suggeriscono che la regolazione della flora intestinale usando i probiotici può essere utile per le persone con SM. I probiotici possono aiutare ad aumentare i livelli di batteri benefici nell’intestino, contribuendo a rafforzare il sistema immunitario.

I batteri probiotici sono disponibili in integratori e anche in una gamma di alimenti fermentati. Yogurt, kefir, kim-chi, crauti e kombucha, o tè fermentato, contengono tutti buoni livelli di, che è un tipo di batteri benefici.

prebiotici

Oltre a riempire l’intestino con batteri buoni, è importante dar loro da mangiare. Gli alimenti che nutrono i batteri probiotici sono chiamati prebiotici e sono principalmente fibre.

Gli alimenti che contengono buoni livelli di prebiotici comprendono:

  • Carciofo
  • aglio
  • porri
  • Asparago
  • Cipolle
  • Cicoria

Gli individui dovrebbero mirare a ottenere almeno 5-7 grammi di fibre prebiotiche al giorno.

Fibra

Dieta ricca di fibre

La fibra si trova nei cibi vegetali, come frutta, verdura, noci, semi e legumi. Aiuta a promuovere la salute ottimale nutrendo i batteri intestinali, incoraggiando i movimenti intestinali regolari e mantenendo il cuore sano. La fibra è anche una fonte di cibo di riempimento.

Vitamina D

La vitamina D è importante per tutti, ma può essere particolarmente utile per le persone con SM.

La vitamina D può regolare la crescita e la differenziazione di diverse cellule. In un articolo pubblicato, i ricercatori hanno scoperto che le persone con SM potrebbero trarre beneficio aumentando l’assunzione di vitamina D.

Esistono prove del fatto che la vitamina D ha proprietà protettive per le persone con SM. La maggior parte della vitamina D del corpo viene prodotta attraverso l’esposizione alla luce solare. Gli studi hanno associato un più alto livello di esposizione al sole e un maggiore apporto di vitamina D nella dieta con un minor rischio di sviluppare la SM.

biotina

La biotina è una forma di vitamina B, che è stata anche chiamata Vitamina H. Di solito si trova negli alimenti, come uova, lievito, fegato e reni. Prove recenti suggeriscono che i supplementi di biotina ad alte dosi possono giovare ad alcune persone con SM.

Mentre sono necessarie ulteriori ricerche per determinare esattamente chi potrebbe trarne beneficio, l’aggiunta di biotina alla dieta non è stata collegata ad alcun serio problema di sicurezza.

Acidi grassi polinsaturi (PUFA)

Vi sono prove contrastanti sul fatto che le diete ricche di PUFA possano aiutare direttamente i sintomi della SM, ma sono noti per supportare un corpo sano e controllare l’infiammazione. I PUFA sembrano potenziare le funzioni, che vanno dalla capacità di pensare alla salute cardiaca. Gli alimenti che contengono PUFA includono pesce grasso, come salmone e sgombro e alcuni oli vegetali.

Gli alimenti con persone con SM dovrebbero evitare

Grassi saturi e alimenti trasformati

Un intestino sano influisce sul benessere del sistema immunitario, quindi è importante evitare gli alimenti che contribuiscono alla scarsa flora intestinale. Le persone con SM dovrebbero evitare gli alimenti trasformati, specialmente quelli che contengono alti livelli di grassi saturi e oli idrogenati

Sodio

La ricerca ha scoperto che le persone che hanno la sclerosi multipla e hanno un’assunzione moderata o elevata di sodio nella loro dieta hanno maggiori probabilità di recidiva e sono a maggior rischio di sviluppare una nuova lesione rispetto a quelle con un basso apporto di sodio.

Lo studio, pubblicato in, suggerisce anche di evitare bevande zuccherate, quantità eccessive di carne rossa, cibi fritti e cibi a basso contenuto di fibre.

Considerazioni per diete speciali

Chiunque segua una dieta specifica deve essere sicuro di consumare tutti i nutrienti giornalieri richiesti. Una persona che elimina dalla dieta un particolare alimento o gruppo alimentare deve assicurarsi che i nutrienti contenuti nel cibo eliminato vengano sostituiti con altri alimenti.

Dieta senza glutine

La ricerca non ha mostrato un legame tra il glutine e la SM, ma molte persone con la malattia optano per una dieta priva di glutine e affermano di sentirsi meglio. Una dieta priva di glutine è accettabile per le persone con SM a condizione che sostituiscano la fibra che avrebbero ottenuto dal grano mangiando altri cibi ricchi di fibre.

Dieta Paleo

La dieta paleolitica, o paleo, si basa sull’idea che i nostri corpi non si sono evoluti per mangiare i cibi altamente trasformati che ora consumiamo.

La dieta sostiene il passaggio a cibi che sono stati probabilmente mangiati dai cacciatori-raccoglitori.Il primo passo è scegliere gli alimenti naturali rispetto agli alimenti trasformati, con particolare attenzione alla carne e agli alimenti a base vegetale, ma non ai cereali.

Studi molto piccoli hanno dimostrato che le persone con SM che seguono una dieta paleo possono vedere miglioramenti, ma è importante notare che i partecipanti hanno anche introdotto cambiamenti nello stile di vita, come lo stretching, il massaggio, l’esercizio fisico e la meditazione.

Dieta Swank

La dieta Swank è iniziata negli anni ’70 ed è stata usata per curare pazienti affetti da SM per diversi anni. Riduce l’assunzione di grassi saturi a meno di 15 grammi al giorno e raccomanda di limitare i grassi insaturi tra 20 e 50 grammi al giorno.

Le persone a questa dieta non sono autorizzati a mangiare cibi trasformati o grassi da latte in qualsiasi momento. È vietato mangiare carne rossa durante il primo anno, ma è permesso mangiare tanto pesce bianco e molluschi quanto vogliono. La dieta Swank consiglia anche a un individuo di mangiare due tazze di frutta e verdura ogni giorno. Si consiglia inoltre di mangiare pasta di cereali integrali, e l’olio di fegato di merluzzo e i multivitaminici dovrebbero essere assunti ogni giorno.

I seguaci della dieta Swank dicono che li ha aiutati, anche se ora è considerato datato. I ricercatori osservano che alcune persone che seguono questa dieta possono diventare carenti di vitamine A, C, E e acido folico.

Come si confrontano le diete?

cibo preparato preconfezionato

Un documento pubblicato dalla National MS Society negli Stati Uniti ha esaminato un certo numero di diete e il loro impatto sulla SM. Ha concluso che non ci sono prove sufficienti per raccomandare una dieta piuttosto che un’altra. Ha anche sottolineato che la maggior parte delle diete concordano sugli stessi alimenti che dovrebbero essere esclusi dalla dieta.

Gli alimenti da evitare sono quelli che:

  • Sono altamente elaborati
  • Avere un alto indice glicemico (GI)
  • Sono ricchi di grassi saturi

In generale, le diete tendono a raccomandare di mangiare meno carne rossa grassa e più frutta e verdura.

Cambiamenti nello stile di vita

Sostenere il sistema immunitario può essere l’aspetto più importante di una dieta sana per una persona con SM. Poiché la vitamina D è un fattore importante nella SM, l’aumento dell’esposizione solare ogni giorno può aiutare ad aumentare i livelli di vitamina D nel sangue.

L’esercizio fisico è importante anche per il sistema immunitario. L’esercizio aerobico aiuta a scovare il corpo dalle tossine, aumenta la circolazione, aumenta il metabolismo e aumenta i livelli di ormoni “sentirsi bene” nel cervello. Chiunque stia pensando di apportare importanti cambiamenti alla propria dieta o stile di vita dovrebbe prima parlare con un medico.

I sintomi della SM

La SM può colpire qualsiasi parte del corpo.

I sintomi più comuni includono:

  • Cambiamenti nel modo di pensare, come problemi di attenzione, perdita di memoria, dimenticanza di certe parole e problemi con l’astrazione.
  • Problemi visivi, come visione offuscata o doppia, distorsione dei colori rosso-verde e cecità parziale o totale in un occhio.
  • Problemi muscolari, come debolezza, intorpidimento e difficoltà di coordinazione e equilibrio. Nei casi più gravi, la SM può provocare una paralisi parziale o completa.
  • Sensazioni sensoriali, come formicolio, prurito o sensazione di “spilli e aghi”. Alcune persone provano anche dolore.

Poiché il sistema nervoso centrale è interessato, sono possibili molti altri sintomi.

Chiunque stia vivendo sintomi nuovi o in aumento dovrebbe consultare un medico.

Like this post? Please share to your friends: