Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è l’ablutofobia?

L’ablutofobia è una fobia specifica in cui gli individui hanno una paura irrazionale di fare il bagno o lavarsi. Può colpire bambini e adulti ed è più comune nelle donne rispetto agli uomini.

Le persone con fobie specifiche sanno che le loro paure non sono realistiche, ma non sono in grado di affrontarle. Invece, si sforzano molto per evitare ciò che li spaventa.

In questo articolo, guardiamo alla definizione di ablutofobia e ai sintomi che essa provoca. Esaminiamo anche i diversi trattamenti che possono aiutare le persone con la condizione a vivere vite più convenzionali.

Definizione

Donna che raccoglie l'acqua nelle sue mani dal rubinetto nel lavandino, per lavare il viso.

Le persone con ablutofobia hanno paura di lavarsi, fare il bagno o fare la doccia.

Fare il bagno è una parte vitale della vita sia per ragioni mediche che sociali. Per la maggior parte delle persone, fare il bagno è una piacevole routine quotidiana. Per le persone con ablutofobia, tuttavia, può essere terrificante.

Con il trattamento, molte persone con ablutofobia possono vivere vite produttive con la loro fobia sotto controllo.

L’American Psychiatric Association stima che il 7-9% degli adulti negli Stati Uniti abbia una fobia specifica, come la paura dei ragni o l’aracnofobia. È possibile sviluppare una fobia specifica su quasi tutto.

Secondo l’Anxiety Disorders Association della British Columbia, i bambini tendono a sviluppare fobie specifiche, come l’ablutofobia, tra i 7 e gli 11 anni.

Le fobie specifiche sono due volte più comuni nelle ragazze come nei ragazzi e colpiscono circa il 16% degli adolescenti e il 5% dei bambini più piccoli.

Sintomi e possibili complicanze

La mancanza di lavaggio può avere alcune conseguenze importanti. I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) dichiarano che lavare il corpo, i capelli e il viso regolarmente, insieme al frequente lavaggio delle mani, è un modo eccellente per prevenire la diffusione di malattie e condizioni, tra cui diarrea e pidocchi cronici.

Gli americani tendono a essere bagnanti frequenti, con il 66 percento che fa la doccia almeno una volta al giorno e solo il 7 percento fa il bagno una volta alla settimana o meno.

I sintomi di ablutofobia sono abbastanza diversi dal comportamento difficile di un bambino irritabile che non vuole fare il bagno o gli adulti che non sono troppo schizzinosi sulle loro abitudini di cura.

Il sintomo più prevalente di ablutofobia è la paura. Questa paura non si basa su alcun pericolo realistico associato alla balneazione. Anche la paura è persistente, il che significa che dura a lungo, di solito più di 6 mesi.

I sintomi fisici associati con ablutofobia includono:

  • impulso di corsa
  • respirazione difficoltosa
  • sentendosi debole o leggero
  • palpitazioni
  • sentirsi improvvisamente caldo o freddo
  • mancanza di respiro
  • tremante o tremante
  • vertigini
  • sudori improvvisi
  • bocca asciutta
  • nausea

Oltre alla paura che le persone con esperienza di ablutofobia, possono anche sentirsi disconnessi dalla realtà e distaccati dai loro corpi. Potrebbero aver paura che lo faranno:

  • ha un esaurimento nervoso
  • svenire o svenire
  • perdere il controllo
  • morire

Spesso, uno dei modi in cui le persone cercano di affrontare lo stress è quello di evitare la situazione che lo innesca. Per le persone con ablutofobia, ciò significa cercare di evitare il bagno e il lavaggio, il che può portare a problemi diversi per la salute, il benessere e l’accettazione sociale.

conseguenze

Uomo seduto di fronte a un bicchiere di alcol, cercando stressato e depresso.

Le persone che evitano di fare il bagno a causa di ablutofobia possono mettersi nei guai al lavoro o a scuola e possono diventare socialmente isolate e depresse.

La loro immagine di sé e l’autostima possono soffrire. I bambini con ablutofobia possono affrontare un rischio maggiore di bullismo, in particolare quando si avvicinano ai loro anni adolescenti.

Esiste il rischio che alcuni individui provino ad affrontare la propria paura con droghe o alcool, il che può portare a problemi di dipendenza chimica.

Cause possibili

Gli esperti devono ancora determinare la causa di fobie specifiche e, in particolare, per l’ablutofobia.

Fattori ambientali

Molti pensano che un fattore genetico possa contribuire allo sviluppo della condizione, insieme a fattori ambientali e esperienze individuali di sviluppo. A volte, può essere difficile dire dove subentra l’impatto della genetica e l’educazione.

Ad esempio, se qualcuno nella famiglia ha una fobia nei bagni e un bambino sviluppa lo stesso modello di comportamento, potrebbe essere perché esiste un legame genetico. Oppure, potrebbe essere perché il bambino ha visto il comportamento modellato da una figura familiare chiave.

Trauma

Alcune persone possono sviluppare l’ablutofobia dopo un’esperienza spaventosa o traumatica con il bagno o l’acqua, come una spazzola con annegamento o una situazione familiare offensiva.

È anche possibile per le persone sviluppare una fobia specifica, come l’ablutofobia, dopo aver appreso di qualche evento tragico o pericoloso associato al grilletto. Un esempio potrebbe essere una notizia su qualcuno che si fa male in uno strano incidente nella vasca da bagno.

Trattamento

Sia la terapia che i farmaci sono risultati efficaci nel trattare le persone con questa condizione.

Il primo passo sarà di solito vedere un medico per verificare che nessun problema medico stia causando il problema.

Terapia comportamentale cognitiva

Counselor che parla al paziente nella sessione di terapia.

Approcci terapeutici, come la terapia comportamentale cognitiva, possono aiutare le persone a cambiare il modo in cui monitorano, pensano e rispondono ai loro sentimenti e al mondo che li circonda.

Gli individui possono imparare a gestire le loro reazioni emotive, che li aiuteranno a vivere con l’ablutofobia e a portarlo sotto controllo.

In generale, la terapia comportamentale cognitiva aiuta circa il 75% delle persone con specifiche fobie a trovare sollievo.

farmaci

I farmaci possono a volte essere usati per trattare la fobia specifica. Questo è particolarmente vero quando altre forme di terapia sono state inefficaci o qualcuno ha altri problemi psichiatrici che richiedono un trattamento separato.

I farmaci anti-ansia, come le benzodiazepine e gli antidepressivi, inclusi gli inibitori selettivi del reuptake della serotonina (SSRI), possono essere prescritti per fornire sollievo dai sintomi.

Terapia dell’esposizione

Affrontare le proprie paure con l’esposizione a ciò che sta causando la fobia è fatto in modo pianificato e graduale. Nel fare ciò, gli individui seguono pazientemente una serie di passaggi che li avvicinano sempre di più a ciò che li spaventa.

Una persona con ablutofobia potrebbe prima semplicemente fare una doccia o entrare in una doccia completamente vestita, e gradualmente passare a esperienze di bagno più complete e più lunghe.

Gestione

Le pratiche di auto-cura, come la meditazione, l’esercizio fisico ed evitare la caffeina, possono aiutare le persone a tenere sotto controllo i sintomi di ablutofobia.

Possono anche praticare altre tecniche di auto-aiuto per gestire le loro paure e prevenire le ricadute, ma il trattamento è di solito un primo passo essenziale.

Porta via

È fondamentale per i bambini con ablutofobia ottenere un trattamento. Senza trattamento, c’è la possibilità che la loro fobia possa rimanere con loro e, forse, peggiorare.

Le spiegazioni basate sui fatti e il sostegno amorevole da parte dei genitori non sono, da soli, sufficienti per far sparire il problema. Tuttavia, con l’aiuto professionale, i bambini con fobie possono imparare modi sani di affrontare le loro paure.

Like this post? Please share to your friends: