Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è l’artrite reumatoide sieronegativa?

L’artrite reumatoide sieronegativa è uno dei due tipi di artrite reumatoide, una condizione autoimmune che causa dolore, gonfiore e rigidità alle articolazioni.

L’altro, e il più comune, tipo di artrite reumatoide (RA) è l’AR sieropositivo.

L’AR sieronegativo è il meno comune tra i due tipi di RA e non ha gli stessi marcatori che di solito caratterizzano la condizione. Questi marcatori, che si trovano nel sangue, sono anticorpi anti-ciclico citrullinato (anti-CCP) o fattore reumatoide.

Qual è il fattore reumatoide?

Il fattore reumatoide è una proteina prodotta dal sistema immunitario che può attaccare il tessuto sano nel corpo. Poiché le persone sane in genere non producono fattori reumatoidi, la presenza di questa proteina nel sangue può indicare che una persona può avere una malattia autoimmune.

Un uomo tiene il polso con la mano sinistra

Oltre all’AR, le condizioni associate al fattore reumatoide includono:

  • Sindrome di Sjogren
  • Infezione cronica
  • Cicatrici del fegato
  • Proteine ​​anormali nel sangue
  • Una malattia muscolare infiammatoria chiamata dermatomiosite
  • Malattia polmonare infiammatoria
  • Malattia del tessuto connettivo misto
  • Lupus
  • Cancro

Sebbene sia molto raro, alcune persone senza problemi medici producono una piccola quantità di fattore reumatoide, ma i medici non capiscono ancora perché ciò avvenga.

Un medico può raccomandare un esame del sangue per determinare la presenza di fattore reumatoide se una persona presenta uno dei seguenti sintomi:

  • Rigidità delle articolazioni
  • Dolori articolari al mattino
  • Noduli sotto la pelle
  • Perdita di cartilagine
  • Calore e gonfiore delle articolazioni

Sintomi

Mani artritiche

Per essere diagnosticata con RA sieronegativa, una persona deve provare sintomi quali dolore, sensibilità, gonfiore e arrossamento delle articolazioni multiple.

I sintomi devono anche essere simmetrici, il che significa che i sintomi compaiono nello stesso modo su entrambi i lati del corpo.

Altri sintomi possono includere rigidità mattutina che dura per più di 30 minuti, affaticamento e arrossamento degli occhi.

Alcuni esperti ritengono che le persone con AR sieropositiva presentino sintomi più gravi rispetto alle persone con AR sieronegativa. Tuttavia, alcuni studi hanno trovato che c’è poca differenza tra i due tipi di RA in termini di sintomi gravi.

Test e diagnosi

Sebbene gli esami del sangue possano determinare la presenza di fattore reumatoide nel sangue di un paziente, la RA sieronegativa è difficile da diagnosticare. Questo perché c’è una mancanza dei soliti anticorpi che indicano la RA sieropositiva.

Tuttavia, se qualcuno mostra sintomi forti solitamente associati all’AR, come lo stesso dolore articolare su entrambi i lati del corpo e l’infiammazione in più articolazioni, allora un medico può raccomandare una radiografia. I risultati radiografici possono mostrare al medico se c’è l’erosione e il danno all’osso e alla cartilagine che sono i sintomi tipici dell’AR.

Quali altre condizioni sono associate alla RA sieronegativa?

Le persone con AR sono a maggior rischio di sviluppare altre condizioni croniche. Queste condizioni includono la sindrome di Sjögren, la psoriasi, la sindrome di Felty, il lupus e l’anemia.

Trattamento

Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) possono essere usati per trattare i sintomi della RA sieronegativa durante le riacutizzazioni, ma non influenzano il decorso della malattia. I farmaci antireumatici modificanti la malattia (DMARD), come il metotrexato, sono spesso prescritti per cominciare. I medici prescrivono spesso anche gli steroidi per tenere sotto controllo l’infiammazione.

I DMARD limitano il sistema immunitario e aiutano a preservare le articolazioni bloccando l’infiammazione che può distruggere lentamente il tessuto articolare nelle persone con AR.

Prima di prescrivere DMARD, il medico eseguirà una radiografia e analisi del sangue in modo che possano monitorare sia la gravità delle condizioni del paziente che eventuali effetti collaterali nel tempo.

Di solito occorrono un paio di mesi affinché gli effetti dei DMARD diventino evidenti. Il medico può prescrivere i FANS o i corticosteroidi nel frattempo per aiutare con il dolore e l’infiammazione.

Se i DMARD non funzionano per una persona, un medico può prescrivere farmaci che funzionano sul sistema immunitario in modi diversi. Un esempio di questo tipo di farmaci è il rituximab, che funziona specificamente sulle cellule B – una delle molte parti del sistema immunitario.

Che impatto ha la dieta?

La Fondazione per l’artrite suggerisce che mangiare determinati cibi può essere utile per gestire i sintomi dell’AR. Tuttavia, le persone che hanno RA dovrebbero consultare il proprio medico prima di implementare diete speciali.

La dieta migliore per qualcuno con RA dovrebbe includere molti alimenti a base vegetale. Circa due terzi della dieta dovrebbero provenire da frutta, verdura e cereali integrali, che sono tutti pensati per contribuire a ridurre l’infiammazione. Fonti magre di proteine ​​e latticini a basso contenuto di grassi dovrebbero costituire l’altro terzo della dieta.

un tavolo pieno di cibo mediterraneo e persone che bevono vino

Le proprietà anti-infiammatorie degli acidi grassi omega-3 dall’olio di pesce sono state trovate per alleviare il dolore e la rigidità nelle articolazioni tenere. Di conseguenza, gli esperti raccomandano di includere nella dieta il pesce con acqua fredda, come l’aringa, il salmone e il tonno.

Una persona con RA dovrebbe evitare gli acidi grassi omega-6 da mais, cartamo, soia e oli di girasole in quanto possono aumentare il rischio di infiammazione delle articolazioni e obesità.

Alcuni cibi che sono associati a peggiorare l’infiammazione includono hamburger, pollo e carni grigliate o fritte ad alta temperatura.

Gli esperti raccomandano la dieta mediterranea come un modo semplice per le persone con RA di raggiungere una dieta salutare e ben bilanciata che include la giusta quantità di acidi grassi omega-3, frutta, verdura e cereali integrali.

Like this post? Please share to your friends: