Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è l’inseminazione artificiale?

L’inseminazione artificiale è un modo di trattare l’infertilità. Implica l’inserimento diretto dello sperma nell’utero di una donna.

Originariamente utilizzato sul bestiame, l’inseminazione artificiale è stata adattata per l’uso umano.

Nelle persone, lo sperma potrebbe provenire dal partner maschile della donna, a meno che il maschio non sia sterile o non ci sia un partner maschile, ad esempio nel caso di una donna single o di una donna in una relazione omosessuale.

L’Inseminazione Intrauterina (IUI) è il metodo più comunemente usato per l’inseminazione artificiale ed è il metodo con il miglior tasso di successo, misurato dal numero di nati vivi.

Perché usarlo?

[inseminazione artificiale]

L’inseminazione artificiale può giovare a coppie o individui con una gamma di bisogni.

Negli Stati Uniti, il 12% delle donne di età compresa tra i 15 ei 44 anni non è in grado di concepire dopo un anno di rapporti sessuali non protetti.

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) suggeriscono che una donna dovrebbe considerare di vedere un medico infertilità per discutere di un trattamento se non ha concepito entro un anno di tentativi, ha periodi irregolari, ha più di 35 anni o ne ha vissuti due o più aborti spontanei.

Una coppia che produce sperma e uova sani ma non è in grado di avere rapporti sessuali, probabilmente a causa di una condizione medica, come la disfunzione erettile, può essere aiutata a concepire in questo modo.

Nelle donne con infertilità del fattore cervicale, la cervice non produce il muco che aiuta lo sperma a viaggiare nell’utero o il muco contiene una sostanza che uccide lo sperma. L’inseminazione artificiale può aiutare a superare questo problema.

L’endometriosi fa sì che le cellule del rivestimento dell’utero inizino a crescere al di fuori dell’utero, ad esempio nelle ovaie o nelle tube di Falloppio. L’inseminazione artificiale può avere successo in casi lievi o moderati di endometriosi.

In rari casi, una donna può avere una reazione allergica a certe proteine ​​nello sperma. Con l’inseminazione artificiale. La maggior parte di queste proteine ​​può essere rimossa prima di inserire lo sperma.

Alcuni uomini non sono in grado di produrre abbastanza sperma per una fertilizzazione riuscita, o il loro sperma potrebbe non essere sufficientemente mobile, il che significa che lo sperma non può muoversi efficacemente verso l’uovo.

Alcuni trattamenti medici comportano il rischio di infertilità, ad esempio la radioterapia. Prima del trattamento, un uomo può congelare alcuni dei suoi spermatozoi per un uso futuro nell’inseminazione artificiale.

Una donna single o una coppia in una relazione omosessuale potrebbero voler crescere un figlio senza un uomo. Possono usare lo sperma da un donatore.

In alcune coppie, non vi è una chiara ragione per l’infertilità, ma l’IUI può essere raccomandato.

Procedura

Esistono quattro tipi di inseminazione artificiale:

  • Inseminazione intrauterina (IUI)
  • Inseminazione tuboperitoneale intrauterina (IUTPI)
  • Inseminazione intracervicale (ICI)
  • Inseminazione intratubale (ITI)

Normalmente lo sperma utilizzato proviene dal partner maschile, a meno che il maschio non sia sterile o non vi sia alcun maschio coinvolto. In questi casi viene utilizzata una donazione di sperma.

Preparazione del campione di sperma

Se viene utilizzato un donatore, il campione sarà donato a una banca del seme, messo in quarantena e il donatore viene sottoposto a test per eventuali malattie trasmissibili.

[grafico della fertilità]

Lo sperma viene congelato e scongelato prima di ogni preparazione.

Una sostanza chimica nota come crioprotettore viene aggiunta al campione. Questo aiuta sia il congelamento che lo scongelamento dello sperma.

Se lo sperma proviene dal partner maschile, la coppia fornirà un campione.

Questo può essere ottenuto usando:

  • Masturbazione
  • Un preservativo da collezione, in cui lo sperma viene raccolto durante i rapporti sessuali
  • Aspirazione chirurgica dello sperma, quando lo sperma viene rimosso direttamente dal tratto riproduttivo maschile
  • Stimolazione vibratoria o elettrica, quando il maschio non può eiaculare nel solito modo.

Una volta che il campione di sperma è stato raccolto, viene “lavato” per rimuovere tutti gli elementi che potrebbero interferire con la fecondazione.

La procedura

Dopo aver preparato un campione di sperma, è pronto per l’inseminazione artificiale.

Durante IUI, lo sperma viene inserito direttamente nell’utero con un catetere sottile. Le pareti della vagina sono tenute aperte usando uno strumento noto come speculum. Il catetere entra nell’utero attraverso la cervice e lo sperma viene spinto attraverso il catetere.

Per ottenere i migliori risultati, l’IUI viene normalmente eseguita subito dopo l’ovulazione della donna. Questo è quando lei è più fertile, come le uova sono state appena prodotte.

La maggior parte delle donne ovula circa 2 settimane dopo il primo giorno del periodo mensile.

Il medico può dare alla donna un OPK (kit di previsione dell’ovulazione). Questo è un dispositivo che rileva i livelli ormonali nelle urine o nella saliva. Fornisce una previsione accurata di quando ovulerà.

rischi

Ci sono alcuni rischi associati all’inseminazione artificiale.

Nascite multiple possono verificarsi se l’IUI è una combinazione di farmaci per la fertilità, come la gonadotropina, c’è una maggiore possibilità che la donna partori gemelli o terzine. Avere nascite multiple aumenta le probabilità di complicanze come la nascita prematura o aborto spontaneo.

Oggigiorno, i farmaci per la fertilità sono normalmente usati solo nei casi in cui l’endometriosi sembra essere la causa dell’infertilità.

La sindrome da iperstimolazione ovarica (OHSS) può causare il rigonfiamento delle ovaie di una donna dopo aver assunto una combinazione di farmaci per la fertilità e IUI. È raro e i sintomi sono generalmente da lievi a moderati, ma a volte può essere serio.

[test di gravidanza]

Nei casi lievi di OHSS, i sintomi includono gonfiore, leggero dolore addominale e possibilmente nausea e vomito. I casi più gravi possono presentare disidratazione, dolore toracico e mancanza di respiro. Rimanere idratati e prendere il paracetamolo normalmente allevia il dolore, ma i casi più gravi possono richiedere un trattamento ospedaliero.

Negli Stati Uniti, i tassi di successo, o nati vivi derivanti da IUI, sono stati osservati tra il 10 e il 15 per cento tra le donne di età compresa tra 41 e 42 anni e il 5 per cento nelle donne oltre i 42 anni.

Non sono raccomandati più di sei cicli di IUI, in quanto le probabilità che ulteriori trattamenti abbiano successo sono molto piccole.

In questa fase, si dovrebbe provare un metodo alternativo, come la fecondazione in vitro (FIV).

Dopo il trattamento con IUI, la donna deve attendere 2 settimane prima di fare un test di gravidanza a casa, perché gli ormoni associati alla gravidanza non saranno misurabili prima di allora.

Per un risultato più accurato, il medico può suggerire un esame del sangue.

Like this post? Please share to your friends: