Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è l’ipotensione ortostatica?

L’ipotensione ortostatica, detta anche ipotensione posturale, è definita come un improvviso calo della pressione arteriosa causato da un cambiamento di postura, come quando una persona si alza in piedi rapidamente.

Quando una persona si alza in piedi dopo essere seduta o sdraiata, il sangue normalmente si deposita nelle gambe a causa della gravità. Il corpo quindi lavora per spingere il sangue verso l’alto per fornire ossigeno al cervello.

Se il corpo non è in grado di farlo a sufficienza, la pressione sanguigna cade, il che può portare a sintomi come vertigini, visioni offuscate o svenimento.

Cos’è l’ipotensione ortostatica?

Pressione sanguigna presa

Ipotensione o bassa pressione sanguigna si verifica quando la pressione arteriosa nelle arterie scende al di sotto dei livelli normali.

Il cuore pompa il sangue attorno al corpo attraverso i vasi sanguigni. Queste strutture tubolari comprendono arterie, vene e capillari. La pressione sanguigna è una misura della forza del sangue sulle pareti delle arterie mentre le pompa attraverso di esse.

La pressione sanguigna è misurata in millimetri di mercurio (mmHg) e ha due cifre:

  • Pressione sistolica: la pressione quando i ventricoli del cuore schiacciano e spingono il sangue nelle arterie.
  • Pressione diastolica: la pressione misurata tra i battiti cardiaci quando i ventricoli si rilassano. Questo è il momento in cui il cuore riceve il suo sangue ossigenato.

Una lettura sistolica della pressione arteriosa di 120 mmHg e una pressione diastolica di 80 mmHg o 120/80 sono considerate normali. Si ritiene che una persona con una lettura di 90/60 mmHg o inferiore abbia ipotensione o bassa pressione sanguigna.

Le persone che hanno ipotensione ortostatica spesso subiscono un calo della pressione arteriosa di circa 20/10 mmHg entro 3 minuti dalla posizione eretta.

La bassa pressione sanguigna di solito non richiede un trattamento. Se una persona avverte i sintomi regolari dell’ipotensione ortostatica, tuttavia, dovrebbe vedere un medico.

L’ipotensione ortostatica è comune tra le persone che hanno 65 anni o più perché la capacità del corpo di reagire alle cadute della pressione arteriosa può rallentare man mano che una persona invecchia.

Le cifre citate nella ricerca dal National Center for Biotechnology Information stimano che l’ipotensione ortostatica sia prevalente nel 18% circa degli uomini e delle donne di 65 anni o più negli Stati Uniti.

Lo stesso studio ha rilevato che i casi di ipotensione ortostatica tra gli anziani rappresentano il 35% dei ricoveri ospedalieri negli Stati Uniti.

Le cause

La perdita di liquido all’interno dei vasi sanguigni è la causa più comune di sintomi legati all’ipotensione ortostatica. Ciò potrebbe essere dovuto alla disidratazione causata da diarrea, vomito e uso di farmaci, come diuretici o pillole d’acqua. Questo farmaco aiuta il corpo a sbarazzarsi di acqua in eccesso e sale attraverso l’urina.

Anche la perdita di sangue, anemia e altre condizioni che determinano un numero più basso di emocromo sono probabili cause. Quando ci sono meno globuli rossi disponibili per trasportare l’ossigeno nel sangue, possono verificarsi capogiri e sensazione di testa vuota.

Alcuni farmaci, come i beta-bloccanti e gli antidepressivi, possono anche scatenare sintomi legati all’ipotensione ortostatica. Lavorare o esercitarsi nella stagione calda o essere costretto a letto per un periodo prolungato può anche portare a questi sintomi.

È anche noto che il morbo di Parkinson, la gravidanza e le condizioni cardiache come i ritmi cardiaci irregolari e le malattie delle valvole causano sintomi collegati all’ipotensione ortostatica.

Sintomi

Vertigini, visione offuscata e sensazione di svenimento

I sintomi dell’ipotensione ortostatica comprendono:

  • vertigini
  • stordimento
  • visione offuscata
  • svenimenti
  • caduta
  • nausea
  • fatica

Questi sintomi di solito scompaiono quando il corpo si adatta lentamente a una posizione eretta, o dopo aver seduto o sdraiato per diversi minuti.

Chiunque viva una qualsiasi di queste condizioni dovrebbe consultare immediatamente un medico.

complicazioni

Una complicanza comune dell’ipotensione ortostatica sta cadendo a causa della perdita di conoscenza, che potrebbe causare gravi lesioni.

I sintomi potrebbero anche mascherare condizioni più gravi. Questi includono malattie cardiovascolari, come insufficienza cardiaca e problemi del ritmo cardiaco.

Le improvvise cadute di pressione arteriosa causate da ipotensione ortostatica sono un fattore di rischio per ictus a causa della ridotta afflusso di sangue al cervello.

Diagnosi

Se qualcuno manifesta uno dei sintomi sopra elencati, il suo dottore esaminerà la sua storia medica. Se necessario, il medico eseguirà dei test per scoprire se una condizione o una malattia sottostante sta causando i sintomi.

Ad esempio, se un particolare farmaco sta causando la caduta della pressione sanguigna, il medico può regolare il dosaggio o raccomandare un passaggio a un altro farmaco.

Un test del tavolo di inclinazione a testa in giù analizzerà il modo in cui la pressione sanguigna di una persona reagisce ai cambiamenti nella posizione del corpo. Durante questo test, una persona giace su un tavolo che si inclina lentamente verso l’alto.

Gli esami del sangue possono mostrare se qualcuno ha un basso livello di zucchero nel sangue o un basso numero di globuli rossi, che sono entrambi segni di bassa pressione sanguigna.

Un elettrocardiogramma (ECG o ECG), che monitora i segnali elettrici del cuore, può scoprire irregolarità nel ritmo cardiaco e problemi con il sangue e l’apporto di ossigeno al cuore.

Un’ecografia del cuore, o ecocardiogramma, valuta le valvole cardiache usando le onde sonore e potrebbe scoprire i disturbi sottostanti.

Un test di stress può essere condotto dove un medico controlla il cuore mentre la persona sta esercitando o dopo aver ricevuto un farmaco.

Trattamento e prevenzione

Esistono diversi modi per gestire o prevenire l’ipotensione ortostatica, la maggior parte dei quali non comporta l’uso di farmaci.

  • Mantieni idratato bevendo molti liquidi. I liquidi persi da diarrea o vomito devono essere sostituiti immediatamente. Evitare o limitare l’assunzione di alcool perché l’alcol può peggiorare l’ipotensione ortostatica.
  • Utilizzare più sale nei pasti.Tuttavia, consultare prima un medico poiché troppo sale nella dieta può aumentare la pressione sanguigna.
  • Evita attività faticose durante la stagione calda.
  • Quando si alza dal letto, siediti sul bordo del letto per un minuto prima di alzarti in piedi.
  • Dormi con la testa del tuo letto leggermente sollevata.
  • Le calze a compressione possono favorire la circolazione e aiutare a prevenire la formazione di liquidi nelle gambe.

Casi gravi di ipotensione ortostatica possono essere trattati con farmaci per aumentare la pressione sanguigna.

Like this post? Please share to your friends: