Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: [email protected]

Cos’è la cisti di Baker (cisti poplitea)?

La cisti di Baker (o cisti Baker), nota anche come cisti poplitea, è un gonfiore nello spazio popliteo, lo spazio dietro il ginocchio. Provoca rigidità e dolore al ginocchio.

Il dolore causato dalla cisti generalmente peggiora se il paziente flette completamente o estende il ginocchio o si muove.

La condizione, che non ha nulla a che fare con la cottura, prende il nome dal chirurgo inglese che per primo la descrisse, il dottor William Morrant Baker (1838-1896).

Fatti veloci sulle cisti di Baker

Ecco alcuni punti chiave sulle cisti di Baker:

  • La cisti di un panettiere è un gonfiore nello spazio dietro il ginocchio.
  • Le cisti di Baker colpiscono più comunemente le donne di età superiore ai 40 anni.
  • I sintomi della cisti di Baker includono il dolore articolare, il ginocchio e il polpaccio.
  • La cisti di Baker si risolve spesso senza farmaci.

Qual è la cisti di Baker

dolore al ginocchio

Una cisti di Baker, o poplitea, è un gonfiore che si sviluppa dietro il ginocchio. È pieno di liquido.

Succede quando l’infiammazione e il gonfiore colpiscono il tessuto dietro l’articolazione del ginocchio. Spesso deriva da gotta o artrite.

I sintomi includono dolore e rigidità, nonché scoppiettio, clic o bloccaggio nell’articolazione del ginocchio.

Trattamento

La cisti di un panettiere si risolve da sola e non è richiesto alcun trattamento.

Rimedi casalinghi

Alcune tecniche di auto-cura possono essere efficaci, come ad esempio:

  • Icepacks: questo può essere utile per ridurre l’infiammazione. Assicurarsi che non vi sia alcun contatto diretto con il ghiaccio sulla pelle.
  • Riposo: il ginocchio deve riposare; non deve essere esposto all’irritazione. Un medico può consigliare per quanto tempo il paziente deve riposare, oltre a suggerire forme alternative di esercizio.
  • Stampelle: prendono il peso dall’articolazione del ginocchio e aiutano il paziente a camminare senza dolore.
  • Bende compressive: aiutano a sostenere il ginocchio.

farmaci

I farmaci antinfiammatori non steroidei (farmaci antinfiammatori non steroidei) – i farmaci con effetti analgesici (antidolorifici) e antipiretici (che riducono la febbre) possono essere utili nel trattamento delle cisti di Baker.

L’ibuprofene, un comune farmaco da banco, è un FANS.

Ulteriore trattamento

Nella maggior parte dei casi, se c’è una causa sottostante, il medico tratterà la causa piuttosto che la cisti stessa. Se il gonfiore è particolarmente grande e doloroso, potrebbe essere necessario un ulteriore trattamento:

  • Iniezione di corticosteroidi: riduce l’infiammazione e allevia il dolore, ma non riduce il rischio di recidiva.
  • Fisioterapia: un fisioterapista qualificato può raccomandare un leggero rinforzo e un esercizio di movimento per i muscoli del ginocchio. Questi esercizi possono aiutare a ridurre i sintomi e a mantenere la funzione del ginocchio.
  • Artroscopia: danni estesi al ginocchio, probabilmente a causa di una lesione fisica o di alcune condizioni di base, possono significare che la cisti deve essere rimossa chirurgicamente e riparata l’articolazione. Il chirurgo ispeziona e tratta i problemi all’interno di un’articolazione utilizzando un artroscopio, un tubo in fibra ottica sottile e flessibile che viene inserito nell’articolazione attraverso una piccola incisione.

Le cisti di Baker colpiscono più donne che uomini, probabilmente perché le donne sviluppano l’artrite reumatoide e l’artrosi più spesso.

Sebbene le persone di qualsiasi età possano essere colpite, la maggior parte dei pazienti ha più di 40 anni.

Sintomi

Alcuni pazienti potrebbero non avere dolore e potrebbero anche non notare la cisti presente. Tuttavia, i segni e i sintomi della cisti di Baker possono includere:

  • gonfiore o nodulo dietro il ginocchio che è più evidente stando in piedi e confrontando un ginocchio con l’altro. Può sembrare un pallone pieno d’acqua
  • dolore al ginocchio
  • dolore al polpaccio
  • accumulo di liquido intorno al ginocchio
  • facendo clic, bloccando o cedendo l’articolazione del ginocchio

Chiunque provi dolore e gonfiore dietro il ginocchio dovrebbe vedere un medico. Un rigonfiamento dietro il ginocchio può essere un segno di una condizione più grave, come un aneurisma o un tumore.

Le cause

Il ginocchio è fatto di ossa, tendini e cartilagine. I tendini e la cartilagine hanno bisogno di lubrificazione, che ricevono dal liquido sinoviale – aiuta le gambe a muoversi senza intoppi e riduce l’attrito.

Ci sono vari sacchetti, chiamati borse, in ogni ginocchio, attraverso i quali circola il liquido sinoviale. Tra la borsa poplitea – una sacca nella parte posteriore del ginocchio – e l’articolazione del ginocchio, c’è un sistema valvolare che regola il flusso del liquido sinoviale.

Se il ginocchio produce troppo liquido sinoviale, ci può essere un accumulo di esso nella borsa poplitea.

Ciò può essere causato da un’infiammazione dell’articolazione del ginocchio, solitamente dovuta a una condizione sottostante, come ad esempio:

  • Gotta – i livelli di acido urico nel sangue aumentano fino a quando il livello diventa eccessivo (iperuricemia), causando l’accumulo di cristalli di urato intorno alle articolazioni. Ciò causa infiammazione e dolore severo.
  • Emofilia – una condizione medica ereditaria in cui il sangue non si coagula correttamente, provocando emorragie interne e danni alle articolazioni.
  • Lupus – una malattia autoimmune in cui il sistema immunitario attacca i tessuti normali e sani.
  • Osteoartrite – una forma di artrite causata da infiammazione, rottura e l’eventuale perdita di cartilagine nelle articolazioni – la cartilagine si consuma nel tempo.
  • Psoriasi: alcuni pazienti hanno anche dolori e infiammazioni alle articolazioni.
  • Artrite reattiva – un tipo cronico (a lungo termine) di artrite con articolazioni infiammate, infiammazione degli occhi e infiammazione del sistema genitale, urinario o gastrointestinale.
  • Artrite reumatoide – una forma infiammatoria di artrite.
  • Artrite settica – infiammazione delle articolazioni causata da un’infezione batterica.
  • Lesioni: lesioni o traumi al ginocchio, come una lesione della cartilagine, possono portare alla cisti di un Baker; sono comuni tra gli atleti.

Diagnosi

[L'uomo tiene il ginocchio nel dolore]

Un medico può solitamente diagnosticare una cisti di Baker dopo aver intervistato il paziente e aver effettuato un esame fisico del ginocchio, specialmente se c’è una condizione di salute di base.

A volte, possono essere richiesti ulteriori test diagnostici per escludere altre condizioni, come un aneurisma o un tumore.

Potrebbero essere eseguiti i seguenti test non invasivi:

  • ecografia
  • TAC
  • Scansione MRI

esercizi

L’esercizio delicato potrebbe aiutare ad estendere o mantenere la gamma di movimento del ginocchio e a rafforzare i muscoli intorno al ginocchio.

Questi possono anche aiutare ad alleviare i sintomi e mantenere la funzione del ginocchio.

Un medico o un fisioterapista può consigliare gli esercizi adatti.

complicazioni

I problemi al ginocchio esistenti sono il fattore di rischio più significativo. Il sollievo più efficace viene dal trattare il problema sottostante.

La cisti di un Baker può scoppiare, con conseguente liquido sinoviale che perde nella regione del polpaccio. Questo è estremamente raro. Se la ciste di un panettiere scoppia, il paziente probabilmente sperimenterà:

  • dolore acuto e acuto al ginocchio
  • infiammazione (gonfiore)
  • la regione del polpaccio potrebbe diventare rossa
  • ci può essere una sensazione di acqua che gocciola lungo il polpaccio

Il corpo finirà per riassorbire il fluido per un periodo fino a 4 settimane. I medici possono prescrivere antidolorifici per controllare il dolore. Il rossore nella regione del polpaccio può anche essere un segno di un coagulo di sangue in una vena. I pazienti con tali segni dovrebbero consultare immediatamente il medico.

Like this post? Please share to your friends: