Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è la poliartrite?

La poliartrite è presente quando quattro o più articolazioni del corpo diventano dolorose e infiammate. La condizione è anche nota come poliartralgia, che significa “molti dolori articolari”.

Il nome poliartrite deriva da due parole greche:

  • “poly”, che significa “molti, molto”
  • “arthron”, che significa “giunto”

In questo articolo, esaminiamo alcune delle diverse forme di poliartrite, insieme ai sintomi che possono verificarsi e che cosa può essere fatto per trattarli.

Sintomi

La mano di chi soffre di poliartrite viene trattenuta dal medico.

I sintomi della poliartrite possono essere simili a quelli dell’artrite reumatoide. Possono svilupparsi nel corpo per un periodo di molti mesi, oppure possono avere un inizio improvviso.

I sintomi includono:

  • dolore
  • rigidezza
  • gonfiore o arrossamento nella zona interessata
  • una eruzione cutanea
  • stanchezza o mancanza di energia
  • una temperatura elevata di 100,4 ° F (38 ° C) o superiore
  • sudorazione
  • mancanza di appetito
  • perdita di peso inaspettata

Le cause

La poliartrite può verificarsi come il risultato di fattori genetici. Alcune persone hanno naturalmente proteine ​​che distruggono le malattie nei loro corpi chiamate anticorpi che rendono più facile per la condizione di prosperare.

Alcuni fattori scatenanti possono anche causare poliartrite quando il corpo ha un’infezione che indebolisce il sistema immunitario.

La poliartrite può essere sieropositiva o sieronegativa:

  • Seropositivo: significa che la persona ha anticorpi nel sangue che possono attaccare il loro corpo invece di infezioni, come batteri o virus, quindi possono avere maggiori probabilità di sviluppare poliartrite.
  • Seronegativo: questa diagnosi indica che questi particolari anticorpi non sono presenti nel sangue di qualcuno.

A volte, la poliartrite è causata da una precedente infezione o malattia e può essere accompagnata da un’altra condizione. Questo evento parallelo spesso rende difficile la diagnosi da parte dei medici.

Il processo è delineato in uno studio del 2016, che ha descritto come a una donna di 19 anni è stata diagnosticata una forma di meningite e anche di avere poliartrite.

I virus che causano la rosolia e la parotite attivano anche il sistema immunitario del corpo e possono innescare una reazione infiammatoria che porta a sviluppare poliartrite.

Quali sono i fattori di rischio?

I fattori di rischio per la poliartrite sono di due tipi: quelli che possono essere modificati e quelli che non possono.

I fattori che possono essere modificati includono:

  • Stile di vita: il fumo, il consumo di alcol e l’assunzione di caffeina possono rendere qualcuno più aperto allo sviluppo della poliartrite.
  • Esperienza di prima infanzia: se un bambino è esposto a fattori, come avere genitori che fumano, può aumentare il rischio di sviluppare poliartrite in età avanzata.

I fattori che non possono essere modificati includono:

  • Età: le persone diventano più inclini a sviluppare la poliartrite quando invecchiano.
  • Sesso: il tasso di diagnosi dei casi recenti è più alto nelle donne rispetto agli uomini.
  • Ereditarietà: geni specifici possono rendere una persona più probabile a sviluppare la poliartrite.

Tipi di poliartrite

Secondo i Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC), circa 54,4 milioni di adulti ogni anno sono stati diagnosticati con una forma di artrite, fibromialgia, gotta o lupus tra il 2013 e il 2015.

Esistono diverse forme di poliartrite, tra cui:

JIA poliarticolare

Il bambino al dottore che ha giunture ha esaminato per valutare il rischio di artrite giovanile.

Quando la poliartrite si presenta nei giovani, dalla tenera età alla tarda adolescenza, è classificata come artrite idiopatica giovanile o JIA.

Può causare gonfiore molto doloroso in articolazioni piccole e grandi da caviglie, polsi e mani a anche e ginocchia. Può anche verificarsi nelle aree del collo e delle mascelle.

I medici non sempre sanno che cosa causa JIA. In molti casi, è una condizione che può migliorare nel tempo e con un buon trattamento.

Lupus

Oltre a colpire le articolazioni di una persona, questa forma di poliartrite spesso colpisce la pelle, i reni e il sistema nervoso centrale.

Artrite psoriasica

L’artrite psoriasica, come suggerisce il nome, può essere presente nelle persone che hanno la psoriasi della condizione della pelle. A volte, l’artrite si sviluppa prima.

I sintomi da tenere sotto controllo possono essere un’eruzione cutanea, rossa, e le dita delle mani e dei piedi si gonfiano in una “forma a salsiccia” solo su un lato del corpo.

Condizioni associate

La poliartrite non è una condizione specifica e le persone con essa possono presentarsi al proprio medico, inizialmente, con qualcos’altro di cui preoccuparsi. Per esempio, la poliartrite precoce può far sentire qualcuno molto stanco o avere sintomi simil-influenzali.

Ci sono alcune condizioni che possono accompagnare la poliartrite o essere un segno che c’è un altro problema. Questi includono:

  • La contrattura di Dupuytren: quando il tessuto connettivo nella mano si contrae per diventare più stretto, una qualsiasi delle dita della persona può arricciarsi nel palmo.
  • Fibromialgia: questa è una condizione che colpisce tutto il corpo, causando dolore e affaticamento in numerose aree, compresi i muscoli.
  • Emocromatosi: se il corpo immagazzina troppo ferro piuttosto che usarlo, l’accumulo può portare allo sviluppo di poliartrite.
  • Malattia infiammatoria intestinale: le IBD, come la colite ulcerosa e il morbo di Crohn, causano infiammazione nell’intestino tenue e nel colon.
  • Malattia di Raynaud: questa condizione è caratterizzata da una cattiva circolazione del sangue nelle mani e nei piedi. Le dita possono talvolta diventare bianche alle estremità o molto rosse o viola.

Diagnosi e quando vedere un medico

La poliartrite può essere difficile da diagnosticare perché ci sono molte forme diverse e i medici devono condurre numerosi test per scoprire che tipo stanno vedendo.

Se qualcuno ha uno o più dei seguenti sintomi, è una buona idea andare a vedere un medico:

  • rigidità delle articolazioni che dura più di 30 minuti, con gonfiore o dolore residuo
  • dolore alle articolazioni che rende difficili le attività quotidiane
  • articolazioni che possono essere calde al tatto e dall’aspetto rosso
  • uno qualsiasi dei suddetti sintomi della durata di 3 o più giorni
  • dolore o gonfiore che si ripresenta in un breve periodo di tempo

Il medico eseguirà una serie di test, compresi esami del sangue che potrebbero cercare evidenza di infezioni virali o per un marker chiamato fattore reumatoide (RF). La RF è una proteina che può attaccare il tessuto sano nel corpo.

Il medico verificherà anche le articolazioni vedendo se sono gonfie o calde al tatto e quanto è facile o difficile spostarle. Possono anche offrire una radiografia per aiutare a determinare cosa sta causando il dolore.

Per aiutarli a testare ulteriormente per scoprire quale tipo di poliartrite può essere presente, possono prelevare un campione di liquido dalle articolazioni dolorose. Questo processo è chiamato aspirazione.

complicazioni

Donna seduta su una panchina nel parco, vivendo problemi di respirazione e dolore al petto.

Se la poliartrite non viene trattata o controllata bene, altri organi e parti del corpo possono essere gravemente colpiti. Gli effetti su altre aree del corpo includono:

  • Polmoni: cicatrici sui polmoni possono causare complicazioni, come mancanza di respiro e tosse cronica.
  • Occhi: secchezza degli occhi o infiammazione del bianco degli occhi.
  • Pelle: eruzione cutanea o grumi di tessuto che si sviluppano sotto la pelle.
  • Cuore: il rivestimento intorno al cuore può infiammarsi, causando dolore al petto. Anche infarti e ictus possono essere più probabili.

C’è più probabilità che certe condizioni si sviluppino se la poliartrite è presente da un po ‘di tempo. Questi includono tunnel carpale, danni alle articolazioni permanenti e problemi alle articolazioni nella parte superiore della colonna vertebrale.

Trattamento

Mentre la poliartrite non può ancora essere curata, può essere trattata con farmaci e elementi non medici come dieta, esercizio fisico e stile di vita. Sempre più farmaci diventano disponibili man mano che la ricerca progredisce.

Gli attuali trattamenti medicinali disponibili includono:

  • Antidolorifici: includono i farmaci da banco, come il paracetamolo.
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS): farmaci come ibuprofene, naprossene e diclofenac aiutano a ridurre il dolore e la rigidità.
  • Farmaci anti-reumatici modificanti la malattia (DMARD): funzionano più a lungo degli antidolorifici e aiutano a rallentare il decorso della malattia. Il metotrexato è un DMARD comunemente usato che può ridurre il danno articolare causato dalla poliartrite.
  • Terapie biologiche: rallentano il progresso della poliartrite. Usano il sistema immunitario del corpo per indirizzare la condizione. Esempi comuni di questi farmaci comprendono infliximab ed etanercept.
  • Steroidi: iniezioni, gocciolamenti in vena o compresse contenenti steroidi possono ridurre l’infiammazione e aiutare a controllare il dolore. Gli steroidi sono usati solo a breve termine poiché possono verificarsi effetti indesiderati con l’uso a lungo termine.

Secondo la British National Rheumatoid Arthritis Society, una dose giornaliera di 7,5 milligrammi (mg) di uno steroide inizia ad avere effetto entro pochi giorni dall’inizio del trattamento. Un’iniezione una tantum di una grande dose di 25 mg è chiamata un impulso.

In rari casi, è stato riscontrato che il metotrexato causa problemi al fegato. Di conseguenza, è consigliabile discutere i rischi con un medico, insieme alla quantità di alcol che qualcuno beve.

Il trattamento non medico per alleviare il dolore e i sintomi di rigidità della poliartrite può includere la fisioterapia e esercizi a basso impatto, come il nuoto, la camminata e il ciclismo. Tutto ciò che ha un impatto delicato o moderato sulle articolazioni è utile.

Un piano di esercizi dovrebbe soddisfare i bisogni dell’individuo. Le persone possono trovare utile fare un piano con il loro medico o un esperto di esercizio.

Like this post? Please share to your friends: