Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è la sindrome delle costole scivolose?

La sindrome delle costole scivolose è una condizione in cui le costole scivolano via dalla loro posizione abituale. Si verifica perché i legamenti che aiutano a trattenere le costole nel punto corretto vengono tirati fuori posizione, causando lo spostamento delle costole.

In questo articolo, esaminiamo le cause e i sintomi della sindrome delle costole scivolose, così come quando vedere un medico.

Cos’è la sindrome delle costole scivolose?

scheletro che mostra gabbia toracica

La sindrome delle costole scivolose si verifica quando i legamenti che tengono le costole in posizione si muovono, causando lo spostamento o la “scivolosità” delle costole.

La sindrome delle costole scivolose è più probabile che si verifichi nelle donne rispetto agli uomini. Anche giocare a sport di contatto è un fattore di rischio.

Di solito colpisce le costole dell’ottavo, del nono o del decimo, poiché queste costole inferiori non sono collegate all’osso centrale del petto.

Invece, sono collegati l’uno all’altro da tessuti fibrosi o legamenti, che consente un maggiore movimento e flessibilità della regione inferiore del torace. Se questi legamenti sono feriti o indeboliti, il danno può far scivolare le costole.

Sintomi

Quando si verifica la sindrome delle costole scivolose, il movimento può irritare i nervi e mettere a dura prova muscoli specifici nella zona interessata. Il risultato è infiammazione e dolore.

I sintomi più comuni della sindrome delle costole scivolose sono:

  • mal di schiena
  • dolore addominale che può andare e venire
  • dolore addominale che inizialmente è acuto e intenso prima di svanire in un dolore sordo
  • “schioccando” o “facendo clic” sentimenti, o la sensazione che la costola sta scivolando
  • difficoltà a respirare correttamente

Di solito, anche una persona avverte dolore quando intraprende particolari attività che implicano il movimento della gabbia toracica. Gli esempi includono piegamento e sollevamento, respirazione profonda o tosse, stretching, salire le scale, alzarsi da una posizione seduta e rotolare sul letto.

Nella maggior parte dei casi, una costola scivola su un lato, anche se è possibile che la sindrome delle costole scivolosa si verifichi contemporaneamente su entrambi i lati della gabbia toracica.

Le cause

giovane donna usando l'inalatore

Ci sono molte possibili ragioni per cui potrebbe verificarsi una sindrome da costola, ma a volte non esiste una causa precisa. Nella maggior parte dei casi, la sindrome delle costole scivolose si verifica a causa di altri problemi al petto, come una debolezza dei muscoli del torace o dei legamenti.

La debolezza dei muscoli del torace o dei legamenti è spesso dovuta alla ipermobilità dell’ottava, nona e decima costola. Ipermobilità significa che sono più propensi a muoversi. Queste costole sono anche più suscettibili a traumi e lesioni.

Altre cause di sindrome delle costole scivolose sono:

  • asma
  • bronchite
  • sinusite
  • legamenti deboli o fragili attorno alle costole
  • tessuto muscolare attaccato ai legamenti che degenera
  • una tosse severa e continua

Diagnosi

Molti dei sintomi della sindrome delle costole scivolose sono simili a quelli di altre condizioni, quindi un medico può fare diversi test per escluderli.

Un medico chiederà i sintomi e l’anamnesi di una persona, tra cui per quanto tempo i sintomi si sono verificati e se qualcosa li fa peggiorare.

Un medico può eseguire un test chiamato manovra di aggancio per aiutare a diagnosticare la sindrome delle costole scivolose.

Il test coinvolge il dottore che aggancia le dita sotto i margini delle costole della persona e le sposta verso l’alto e la schiena. Se ciò causa disagio, il medico può essere in grado di diagnosticare la sindrome delle costole scivolose senza ulteriori test.

Altre possibili condizioni con sintomi simili includono:

  • colecistite o infiammazione della cistifellea
  • anomalie epatosplenic
  • infiammazione della cartilagine condrale
  • esofagite o infiammazione o irritazione dell’esofago
  • ulcere gastriche
  • fratture da stress
  • lacrime muscolari
  • dolore al petto pleurico
  • bronchite
  • asma
  • costocondrite o sindrome di Tietze
  • appendicite
  • varie condizioni cardiache
  • cancro dell’osso, ma questo è raro

Trattamento

siringa con botox

Il trattamento dipenderà dalla gravità del dolore e del disagio di qualcuno. Se questi sono da lievi a moderati, possono essere suggeriti i seguenti metodi di trattamento:

  • fisioterapia
  • compressione alternativa calda e fredda
  • esercizi di allungamento e rotazione
  • farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) per il dolore.
  • riposando ed evitando attività faticose

L’uso di farmaci antidolorifici da banco non è considerato un trattamento a lungo termine e può causare effetti collaterali, inclusa la gastrite.

I trattamenti medici per la sindrome delle costole scivolose includono:

  • Un’iniezione di corticosteroidi per aiutare a ridurre il gonfiore nella zona interessata.
  • Trattamento della tossina botulinica, che comporta un’iniezione nei muscoli intorno alla gabbia toracica per alleviare il dolore.
  • Proloterapia, dove le terminazioni nervose sono stimolate a promuovere il naturale processo di guarigione del corpo.
  • Terapia ad ultrasuoni, che prevede il blocco delle terminazioni nervose per ridurre il rigonfiamento muscolare e incoraggiare la mobilizzazione delle costole.

Si ritiene inoltre che trattamenti naturali alternativi apportino sollievo alle persone con sindrome delle costole scivolose. Questi includono:

  • Esercizi di respirazione: Inspirare profondamente e tenere per 10-15 secondi prima di rilasciare lentamente può aumentare la mobilitazione delle costole.
  • Esercizi di pressione: viene applicata una pressione attenta sulla parete toracica, poiché la persona respira profondamente ed espira lentamente. Questo dovrebbe essere fatto sotto la supervisione di un medico.
  • Espansione dei muscoli del torace: una persona si siede o si siede con la schiena dritta e spinge le spalle all’indietro, stringendole insieme per espandere i muscoli del torace. Quindi spingono le spalle in avanti, stringendole insieme per comprimere i muscoli del torace.

Una persona dovrebbe consultare un medico prima di iniziare questi esercizi per assicurarsi che siano eseguiti correttamente e non peggiorerà i sintomi.

In alcuni casi, la sindrome delle costole scivolose richiede un intervento chirurgico. Questo intervento è generalmente raccomandato per le persone con dolore grave e continuo se altre opzioni non hanno aiutato.

La procedura chirurgica è nota come escissione cartilaginea costale.

Quando vedere un dottore

È essenziale consultare immediatamente un medico se una persona avverte un intenso dolore toracico o difficoltà a respirare. Questi potrebbero essere i segni di un’emergenza medica grave o pericolosa per la vita, come un infarto.

Se il dolore è in corso, causando disagio e influendo sulle attività quotidiane, una persona dovrebbe visitare il proprio medico il prima possibile. Poiché i sintomi della sindrome delle costole scivolose sono simili ad altre condizioni più gravi, è fondamentale ottenere una diagnosi adeguata e iniziare rapidamente il trattamento.

Like this post? Please share to your friends: