Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è la stevia?

La Stevia è una pianta dal gusto intenso che è stata usata per dolcificare le bevande e per preparare il tè sin dal XVI secolo.

La pianta è originariamente originaria del Paraguay e del Brasile, ma ora viene coltivata anche in Giappone e in Cina. È usato come dolcificante non nutritivo e integratore a base di erbe.

Un dolcificante non nutritivo è uno che contiene poche o nessuna calorie. La stevia è usata come un’alternativa salutare allo zucchero aggiunto in molti pasti e bevande.

La Food and Drug Administration (FDA) negli Stati Uniti ha vietato la commercializzazione di stevia come additivo alimentare nel 1987. Tuttavia, la stevia ha riacquistato il suo status di ingrediente dietetico dolce e sostenibile nel 1995. Il dolcificante è cresciuto in popolarità, con un 58% potenziamento dei nuovi prodotti contenenti stevia.

Questa ripartizione esamina le caratteristiche, gli usi, i benefici per la salute e gli effetti collaterali della stevia, oltre a considerare la sua sicurezza generale.

Fatti veloci su stevia

  • La Stevia è coltivata principalmente in Brasile, Paraguay, Giappone e Cina.
  • Il dolcificante naturale ha un sapore da 200 a 300 volte più dolce dello zucchero da tavola.
  • La stevia può essere classificata come “a calorie zero” perché le calorie per porzione sono così basse.
  • Ha mostrato potenziali benefici per la salute come un’alternativa salutare allo zucchero per le persone con diabete.
  • Stevia ed eritritolo che sono stati approvati per l’uso negli Stati Uniti (Stati Uniti) e non sembrano presentare rischi per la salute se usati con moderazione.

Cos’è la stevia?

Stevia lascia

La Stevia, conosciuta anche come Stevia rebaudiana Bertoni, è un arbusto cespuglioso che fa parte della famiglia dei girasoli. Ci sono 150 specie di stevia, tutte originarie del Nord e del Sud America.

La Cina è attualmente il principale esportatore di prodotti di stevia. Tuttavia, la stevia viene ora prodotta in molti paesi. La pianta può essere spesso acquistata presso i garden center per la coltivazione domestica.

Poiché la stevia è da 200 a 300 volte più dolce dello zucchero da tavola. Normalmente richiede circa il 20% del terreno e molta meno acqua per fornire la stessa quantità di dolcezza degli altri dolcificanti tradizionali.

Stevia contiene otto glicosidi. Questi sono i componenti dolci isolati e purificati dalle foglie di stevia. Questi glicosidi includono:

  • stevioside
  • rebaudiosides A, C, D, E e F
  • steviolbioside
  • dulcoside A

Stevioside e rebaudioside A (reb A) sono i più abbondanti di questi componenti.

Il termine “stevia” sarà usato per riferirsi a glicosidi steviolici e reb A in questo articolo.

Questi vengono estratti attraverso un processo di raccolta delle foglie, quindi essiccazione, estrazione dell’acqua e purificazione. La stevia grezza, il prodotto trasformato prima che sia purificato, spesso ha un sapore amaro e un cattivo odore fino a quando non è sbiancato o decolorato. Occorrono circa 40 passaggi per elaborare l’estratto finale di stevia.

Le foglie di Stevia contengono stevioside in una gamma di concentrazioni fino al 18% circa.

Alcuni dei nomi commerciali comuni degli edulcoranti per stevia sono:

  • Enliten
  • PureVia
  • Rebiana
  • Stevia
  • Steviacane
  • Estratto di Stevia in grezzo
  • SweetLeaf

Possibili benefici per la salute

In alternativa al saccarosio o allo zucchero da tavola, l’uso della stevia come dolcificante comporta notevoli benefici per la salute.

La Stevia è considerata “non calorica”, ovvero contiene meno di 5 grammi di carboidrati. Possono essere combinati con altri ingredienti, quindi a seconda del prodotto potrebbero essere presenti poche calorie da questi ingredienti aggiuntivi.

La stevia non contiene rigorosamente zero calorie, ma è significativamente meno calorifica del saccarosio e abbastanza bassa per essere classificata come tale.

I componenti dal gusto dolce presenti negli edulcoranti della stevia si presentano naturalmente. Questa caratteristica può favorire le persone che preferiscono cibi e bevande di origine naturale. Il basso contenuto calorico qualifica Stevia per essere un’alternativa salutare per il controllo del diabete o la perdita di peso.

Ecco alcuni dei possibili benefici per la salute della stevia.

1) Diabete

La ricerca ha dimostrato che gli edulcoranti per la stevia non apportano calorie o carboidrati alla dieta. Inoltre, non hanno dimostrato alcun effetto sulla glicemia o sulla risposta insulinica. Ciò consente alle persone con diabete di mangiare una più ampia varietà di alimenti e di rispettare un piano alimentare salutare.

Un’altra revisione di cinque studi controllati randomizzati ha confrontato gli effetti della stevia sugli esiti metabolici con gli effetti dei placebo. Lo studio ha concluso che la stevia ha mostrato effetti minimi o nulli sulla glicemia, i livelli di insulina, la pressione sanguigna e il peso corporeo.

In uno di questi studi, i soggetti con diabete di tipo 2 hanno riportato che la stevia ha causato una significativa riduzione della risposta del glucosio ematico e del glucagone dopo un pasto. Il glucagone è un ormone che regola i livelli di glucosio nel sangue e il meccanismo che secerne il glucagone è spesso difettoso nelle persone con diabete.

Il glucagone scende quando sale la glicemia. Questo regola il livello di glucosio.

2) Controllo del peso

La donna misura la vita

Ci sono molte cause di sovrappeso e obesità, come l’inattività fisica e l’assunzione di cibi densi di energia che sono ricchi di grassi e zuccheri aggiunti.

È stato dimostrato che l’assunzione di zuccheri aggiunti contribuisce in media al 16 percento delle calorie totali nella dieta americana. Questo è stato collegato all’aumento di peso e al controllo ridotto dei livelli di glucosio nel sangue.

La stevia non contiene zucchero e pochissime, se non nessuna, calorie. Può essere parte di una dieta equilibrata per aiutare a ridurre l’apporto energetico senza sacrificare il gusto.

3) Cancro al pancreas

La stevia contiene molti steroli e composti antiossidanti, incluso il kaempferol.

Gli studi hanno scoperto che il kaempferol può ridurre il rischio di cancro del pancreas del 23%.

4) Pressione sanguigna

Alcuni glicosidi nell’estratto di stevia sono stati trovati per dilatare i vasi sanguigni. Possono anche aumentare l’escrezione di sodio e la produzione di urina.

Uno studio del 2003 ha dimostrato che la stevia potrebbe potenzialmente aiutare a ridurre la pressione sanguigna.Lo studio ha suggerito che la pianta di stevia potrebbe avere azioni cardiotoniche. Le azioni cardiotoniche normalizzano la pressione sanguigna e regolano il battito cardiaco.

Tuttavia, studi più recenti hanno dimostrato che la stevia non sembra avere un impatto sulla pressione sanguigna. Sono necessarie ulteriori ricerche per confermare questo beneficio della stevia.

5) Diete per bambini

Gli alimenti e le bevande contenenti stevia possono svolgere un ruolo importante nel ridurre le calorie da dolcificanti indesiderati nelle diete dei bambini.

Ora ci sono migliaia di prodotti sul mercato contenenti stevia di origine naturale, che vanno dalle condimenti per insalate agli snack bar. Questa disponibilità consente ai bambini di consumare cibi dolci e bevande senza le calorie aggiunte durante la transizione a una dieta a basso contenuto di zuccheri.

Eccessivi zuccheri e calorie sono legati all’obesità e alle malattie cardiovascolari.

6) allergie

Nel 2010, il comitato europeo per la sicurezza alimentare (EFSA) ha esaminato la letteratura esistente per determinare se vi fosse qualche motivo di preoccupazione riguardo al potenziale di reazioni allergiche alla stevia.

I revisori hanno concluso che “i glicosidi dello steviolo non sono reattivi e non sono metabolizzati in composti reattivi, quindi è improbabile che i glicosidi steviolici in fase di valutazione possano causare da soli reazioni allergiche se consumati in alimenti”.

Anche le forme altamente purificate di estratto di stevia sono altamente improbabili da causare una reazione allergica. Nessun caso di reazione allergica alla stevia è stato registrato dal 2008.

Effetti collaterali della stevia

Stevia fda approvato

Gli studi di sicurezza hanno contrassegnato l’estratto di stevia come privo di effetti collaterali.

Mentre i glicosidi steviolici purificati possono essere aggiunti agli alimenti e generalmente riconosciuti come sicuri (GRAS) dalla Food and Drug Administration, lo stesso è meno vero per la stevia foglia intera. Tuttavia, la pianta di stevia stessa può essere coltivata a casa e le foglie possono essere utilizzate in vari modi.

Inizialmente si pensava che la stevia costituisse un pericolo per la salute dei reni. Uno studio condotto su ratti effettuati da allora suggerisce che le foglie di stevia in forma di integratore potrebbero invece possedere qualità che proteggono i reni e riducono l’impatto del diabete.

La ricerca attuale suggerisce anche che è sicuro consumare la quantità raccomandata di sostituto dello zucchero o meno durante la gravidanza.

Alcuni prodotti di stevia contengono anche zucchero candito. Le persone con sensibilità all’alcool possono soffrire di gonfiore, crampi addominali, nausea e diarrea, anche se un tipo di alcol zuccherino, l’eritritolo, presenta meno rischi di altri rispetto ai sintomi.

Finché la stevia è altamente purificata e utilizzata con moderazione, non causerà effetti collaterali e può essere consumata senza preoccupazioni.

Come si usa la stevia?

Negli Stati Uniti, gli edulcoranti di stevia si trovano principalmente nei prodotti a base di zucchero da tavola e nelle bevande a ridotto contenuto calorico come sostituti dello zucchero.

Estratti dalla foglia di stevia sono stati disponibili come supplementi dietetici negli Stati Uniti dalla metà degli anni ’90, e molti contengono una miscela di componenti sia dolci che non dolci della foglia di stevia.

I componenti dolci in dolcificanti di stevia sono presenti in natura. Ciò può ulteriormente favorire i consumatori che preferiscono cibi e bevande che percepiscono come naturali.

In tutto il mondo, oltre 5.000 prodotti alimentari e bevande attualmente usano la stevia come ingrediente. Gli edulcoranti Stevia sono utilizzati come ingrediente in prodotti in tutta l’Asia e il Sud America come:

  • gelato
  • dolci
  • salse
  • yogurt
  • cibi in salamoia
  • pane
  • bevande analcoliche
  • gomma da masticare
  • caramella
  • frutti di mare
  • verdure preparate

Quali sono i rischi?

Nel 1991, la FDA ha rifiutato di approvare la stevia come dolcificante come additivo negli alimenti. Tuttavia, nel 2008, dopo che il processo di purificazione fu sviluppato e brevettato da Coca-Cola, la FDA approvò gli estratti di stevia come GRAS.

Più organismi di regolamentazione globale hanno ora stabilito che l’estratto di stevia di elevata purezza è sicuro per il consumo da parte della popolazione generale entro i livelli raccomandati, compresi i bambini. Gli organi direttivi hanno stabilito una dose giornaliera accettabile (DGA) di 4 milligrammi per chilogrammo (kg).

Queste organizzazioni includono l’Organizzazione per l’alimentazione e l’agricoltura delle Nazioni Unite (FAO), l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) e la FDA.

Stevioside è risultato non tossico negli studi di tossicità acuta. Questi studi hanno utilizzato una varietà di animali da laboratorio. Non sono state documentate importanti controindicazioni, avvertenze o reazioni avverse.

I glicosidi steviolici in stevia soddisfano i criteri di purezza stabiliti dal Joint Expert Committee on Food Additives (JECFA), indicando che gli edulcoranti per la stevia sono sicuri per l’uso da parte di individui con diabete.

La maggior parte della ricerca scientifica sulla stevia utilizza estratti di stevia di elevata purezza. Gli estratti grezzi di stevia sono stati utilizzati in alcuni studi del passato invece che in estratti di elevata purezza, che hanno distorto la disponibilità di informazioni accurate.

L’impianto di stevia non è regolamentato dalla FDA ma dal Dipartimento dell’Agricoltura degli Stati Uniti (USDA). La mancanza di uno status GRAS da parte della FDA non significa che la pianta di stevia sia intrinsecamente pericolosa.

In effetti, la pianta può essere acquistata da una varietà di fonti di giardinaggio negli Stati Uniti, coltivata in casa e consumata in vari modi, come è stato per secoli in altri paesi.

I potenziali benefici per la salute della stevia richiedono ulteriori studi prima che possano essere confermati. Tuttavia, sii sicuro che la stevia è sicura da consumare ed è un’alternativa ideale allo zucchero quando cerchi quella spinta extra di dolcezza.

Like this post? Please share to your friends: