Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è la vaginosi batterica?

La vaginosi batterica, nota anche come bacteriosi vaginale, è la causa più comune di infezione vaginale per le donne in età fertile.

Si sviluppa frequentemente dopo un rapporto sessuale con un nuovo partner ed è raro che una donna lo abbia se non ha mai avuto rapporti sessuali.

La vaginosi batterica (BV) aumenta anche il rischio di sviluppare un’infezione a trasmissione sessuale (STI). Tuttavia, BV non è considerata una STI.

BV è l’infezione vaginale più probabile che colpisce donne di età compresa tra i 15 ei 44 anni.

Fatti veloci sulla vaginite batterica

  • La vaginite batterica (BV) è la più comune infezione vaginale tra le donne di età compresa tra i 15 ei 44 anni.
  • I sintomi, se compaiono, possono includere prurito e uno scarico grigio e acquoso con un odore “di pesce”.
  • BV non trattata può portare a gravi complicazioni.
  • Il trattamento è normalmente con antibiotici.
  • Alcuni rimedi domestici sono suggeriti, ma chiunque con sintomi dovrebbe vedere un medico.

Sintomi

mano del medico con i guanti che tengono la capsula di Petri con i batteri

La BV può essere presente senza sintomi, ma se si manifestano sintomi, comprendono perdite vaginali, bruciore e prurito.

Lo scarico vaginale può:

  • essere acquoso e magro
  • essere di colore grigio o bianco
  • ha un odore forte e sgradevole, spesso descritto come di pesce

Meno comunemente, ci possono essere:

  • una sensazione di bruciore durante la minzione
  • prurito intorno alla vagina

Tra il 50 e il 75 per cento delle donne con BV non ha sintomi. La BV da sola non è considerata dannosa, ma possono insorgere complicazioni.

complicazioni

Le complicazioni che sono state collegate a BV includono un rischio più elevato di:

  • Infezione da HIV, poiché la BV aumenta la suscettibilità al virus
  • Le IST, come il virus dell’herpes simplex, la clamidia, la gonorrea e il virus del papilloma umano (HPV)
  • infezione post-chirurgica, ad esempio, dopo una interruzione o un’isterectomia

Possibili complicazioni di BV durante la gravidanza includono:

  • consegna anticipata o pretermine
  • perdita di gravidanza
  • il sacco amniotico si sta aprendo troppo presto
  • endometrite postpartum, un’irritazione o un’infiammazione del rivestimento dell’utero dopo il parto
  • infertilità del fattore tubarico, causata da un danno alle tube di Falloppio, che collegano le ovaie all’utero
  • corioamnionite, un’infiammazione delle membrane che circondano il feto, nota come corion e amnione

La corioamnionite aumenta in modo significativo la possibilità di un parto precoce. Se il neonato sopravvive, ha un rischio più elevato di paralisi cerebrale.

La fecondazione in vitro (IVF) può avere meno probabilità di successo se una donna ha BV.

BV aumenta anche il rischio di malattia infiammatoria pelvica (PID), un’infezione e infiammazione del tratto genitale femminile superiore che può avere gravi conseguenze, tra cui infertilità.

Le cause

BV è causata da uno squilibrio della flora batterica presente in natura, il solito batterio trovato nella vagina di una donna. Perché questo accada non è chiaro.

È diverso dalla candidosi, un’infezione da lievito o, o tricomoniasi, anche nota come trich. Questi non sono causati da batteri

Il ruolo dei batteri

Tutte le parti del corpo hanno batteri, ma alcuni sono benefici mentre altri sono dannosi. Quando ci sono troppi batteri nocivi, possono sorgere problemi.

La vagina contiene principalmente batteri “buoni” e alcuni batteri nocivi. BV si verifica quando i batteri nocivi crescono in numero.

Una vagina dovrebbe contenere batteri chiamati lattobacilli. Questi batteri producono acido lattico, rendendo la vagina leggermente acida. Questo impedisce ad altri batteri di crescere lì.

Livelli più bassi di lattobacilli possono rendere la vagina meno acida. Se la vagina non è così acida come dovrebbe essere, questo può dare ad altri batteri la possibilità di crescere e prosperare. Tuttavia, non è noto esattamente come questi batteri nocivi siano collegati con BV.

Fattori di rischio

Qualsiasi donna può sviluppare BV, ma alcuni comportamenti o attività possono aumentare il rischio.

Questi includono:

  • Douching, o usando acqua o una soluzione medicata per pulire la vagina
  • fare un bagno con liquidi antisettici
  • avere un nuovo partner sessuale
  • avere più partner sessuali
  • usando bagnoschiuma profumati, deodoranti vaginali e alcuni saponi profumati
  • fumo
  • lavare biancheria intima con detergenti forti

BV non può essere catturato da sedili, letti, piscine o oggetti toccanti.

Trattamento

La BV spesso si rasserena senza trattamento, ma le donne con segni e sintomi devono cercare un trattamento per evitare complicazioni.

Il trattamento potrebbe non essere necessario se non ci sono sintomi. A volte BV può apparire e scomparire senza una ragione apparente.

In caso di perdite vaginali anormali, è importante consultare un medico il prima possibile. Un medico può diagnosticare la BV e escludere altre infezioni, come la gonorrea o il trich.

La BV non curata può anche portare a complicazioni, specialmente durante la gravidanza.

Alcuni medici raccomandano di somministrare un trattamento BV a tutte le donne sottoposte a isterectomia o sospensione, prima della procedura, indipendentemente dai sintomi.

I partner maschili di solito non hanno bisogno di cure, ma possono diffondere BV tra partner di sesso femminile.

Farmaci antibiotici

Gli antibiotici sono efficaci fino al 90% dei casi, ma BV torna spesso in poche settimane.

Il metronidazolo è l’antibiotico più comune per BV.

[donna che prende la pillola]

È disponibile nelle seguenti forme:

  • Compresse: preso per via orale, due volte al giorno per 7 giorni. È considerato il trattamento più efficace e il trattamento preferito se la donna allatta o è incinta.
  • Una singola compressa: assunta per via orale come una dose singola. È più probabile che la BV ritorni con questo trattamento, rispetto al corso in compresse di 7 giorni.
  • Gel: applicato alla vagina una volta al giorno, per 5 giorni.

Il metronidazolo reagisce con l’alcol. La combinazione può far sentire molto male il paziente.Gli individui che assumono metronidazolo non devono consumare alcol per almeno 48 ore dopo.

La clindamicina è un antibiotico alternativo. Può essere usato se il metronidazolo non è efficace o se l’infezione si ripresenta.

Quando si assume la clindamicina, i metodi di contraccezione barriera, come preservativi in ​​lattice, diaframmi e capsule possono essere meno efficaci.

Il Tinidazolo è un altro antibiotico usato a volte per trattare la BV se il metronidazolo non funziona o se la BV si ripresenta. È assunto per via orale in dose singola. L’alcol deve essere evitato durante l’assunzione di questo farmaco.

Se si verifica quanto segue, saranno necessari ulteriori test:

  • i sintomi persistono
  • i sintomi vanno via ma tornano
  • il paziente è incinta

Se i sintomi si risolvono dopo aver completato un ciclo di antibiotici, la donna non dovrà più essere sottoposta a test per la BV.

Sintomi ricorrenti

Circa il 30% delle donne i cui sintomi scompaiono durante il trattamento avrà una recidiva entro 3 mesi e il 50% avrà una recidiva entro 6 mesi.

Questo può essere trattato con un corso di 7 giorni di metronidazolo orale o vaginale o clindamicina. Se il trattamento precedente era per via orale, il trattamento vaginale potrebbe funzionare meglio la seconda volta, e se il primo trattamento era vaginale, il trattamento di follow-up dovrebbe essere per via orale.

Se si verificano più di tre episodi entro 12 mesi, il medico può prescrivere un gel metronidazolo vaginale da utilizzare due volte a settimana per 3-6 mesi.

Diagnosi

Il medico può essere in grado di diagnosticare la BV da una descrizione dei sintomi e un esame fisico. Si prenderanno cura di un odore sgradevole e uno scarico sottile, bianco o grigio.

Se il paziente è sessualmente attivo e c’è la possibilità che sia presente una STI, il medico può ordinare alcuni test diagnostici.

Un tampone o un piccolo anello di plastica può essere usato per raccogliere cellule campione dalla parete vaginale. Si può anche misurare l’equilibrio del pH della vagina per valutare i livelli di acidità.

Rimedi casalinghi

Nessun farmaco da banco è approvato per BV, ma c’è una prova aneddotica che i probiotici possono aiutare a curare la BV.

Una rassegna di studi, pubblicata nel gennaio 2014, conclude:

“Sebbene i risultati di diversi studi siano controversi, la maggior parte degli studi sono stati a favore dei probiotici nella prevenzione o nel trattamento della BV, e non sono stati riportati effetti avversi, pertanto può essere utile raccomandare il consumo quotidiano di prodotti probiotici per migliorare la salute pubblica tra le donne “.

Tuttavia, sono necessarie ulteriori ricerche per confermare la sua efficacia.

Alcuni altri rimedi domestici sono stati suggeriti, ma, dal momento che BV può portare a gravi complicazioni, chiunque abbia sintomi dovrebbe consultare un medico.

Suggerimenti per la prevenzione

Non esiste un modo certo di prevenire la BV, poiché le cause esatte rimangono poco chiare. Tuttavia, alcuni suggerimenti possono aiutare a prevenirlo.

Questi includono:

  • praticare il sesso sicuro
  • non avere più partner sessuali
  • non douching

I Centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) sottolineano che la BV colpisce raramente le donne che non hanno mai fatto sesso.

Like this post? Please share to your friends: