Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è un corno cutaneo?

Lo sviluppo di una crescita sulla pelle, come un corno cutaneo, può essere motivo di preoccupazione.

Mentre circa il 60% delle corna cutanee è benigno, la percentuale rimanente è cancerogena o precancerosa. Per questo motivo, chiunque abbia un corno cutaneo dovrebbe consultare un medico.

Che cosa sembra?

Corno cutaneo

Le corna cutanee sono tumori della pelle che assomigliano al corno di un animale. È duro e di colore bruno-giallastro.

Per essere chiamato un corno, l’altezza deve essere almeno la metà del diametro più grande. In casi molto rari, un corno può essere grande, come il corno di un animale.

Tuttavia, un corno cutaneo è molto diverso dal corno di un animale. Le corna degli animali si formano attorno a un osso situato in posizione centrale, mentre le corna cutanee, incluse le corna cutanee giganti, non lo fanno.

Di solito, solo un singolo corno crescerà. È più probabile che appaiano sul viso, sulle orecchie e sul dorso della mano nelle persone anziane. Anche le corna delle unghie possono svilupparsi, specialmente sull’alluce. Raramente si può verificare un corno sul pene.

Occasionalmente, le crescite sembrano coralli o legno.

Questi tumori si sviluppano dalla cheratina della pelle, in particolare nelle persone con pelle molto danneggiata dal sole. Le corna cutanee possono essere innocue, precancerose o cancerogene. Potrebbe esserci una cisti sottostante.

Cause e fattori di rischio

Gli scienziati non sono sicuri delle cause delle corna cutanee. Tuttavia, ritengono che esista un legame tra alti livelli di esposizione alle radiazioni e una maggiore probabilità di sviluppare un corno cutaneo.

Poiché le corna cutanee appaiono spesso sul viso e sulle mani, alcuni ricercatori ritengono inoltre che possa esserci un legame tra l’esposizione solare e la probabilità di sviluppare un corno cutaneo. Questo perché entrambe queste aree ricevono un livello più elevato di esposizione al sole rispetto ad altre parti del corpo.

I ricercatori ritengono che certe persone potrebbero essere maggiormente a rischio per lo sviluppo di un corno cutaneo, sebbene lo sviluppo di un corno cutaneo possa accadere a chiunque. I gruppi ad alto rischio includono:

  • le persone con la pelle chiara
  • quelli con papillomavirus umano (HPV)
  • gli anziani
  • individui con molto danno solare

Gli uomini non sono solo più propensi delle donne a sviluppare un corno cutaneo quando sono più giovani, ma hanno anche maggiori probabilità di avere un corno cutaneo maligno.

Le corna cutanee trovate sul viso hanno maggiori probabilità di essere cancerose o precancerose rispetto alle corna cutanee posizionate altrove sul corpo. Anche le corna cutanee giganti hanno maggiori probabilità di essere cancerose rispetto alle corna più piccole.

Sintomi

Un medico può spesso diagnosticare un corno cutaneo basandosi solo sul suo aspetto fisico. La maggior parte delle trombe cutanee ha le seguenti caratteristiche:

  • una crescita curvilinea marrone o gialla a forma di corno sulla superficie della pelle
  • circondato da pelle normale o leggermente ispessita
  • di solito almeno il doppio dell’altezza
  • spesso ne appare solo uno, anche se in rare occasioni possono crescere in gruppi
  • esistono spesso piccole corna giganti
  • più comune su viso, mani, avambracci e orecchie

La maggior parte delle trombe cutanee non causa alcun sintomo diverso dal corno stesso. Tuttavia, poiché il corno fuoriesce dalla superficie della pelle, potrebbe ferirsi. Quando un corno è danneggiato, può causare dolore o essere infettato.

Quando vedere un dottore

Chiunque scopra un corno cutaneo dovrebbe fissare un appuntamento con un medico per far valutare il tumore al cancro.

Coloro che hanno già corna cutanee che sono già state viste da un medico dovrebbero fissare subito un altro appuntamento se si manifestano i seguenti sintomi:

  • dolore
  • un aumento delle dimensioni
  • arrossamento alla base del corno
  • il corno diventa più largo di quanto sia alto
  • la pelle indurita o increspata circonda il corno

I suddetti sintomi indicano che il corno potrebbe essere diventato canceroso.

Condizioni associate e complicanze

Ci sono molte altre condizioni che i medici associano alle corna cutanee. Le condizioni e le complicazioni vanno da benigne a cancerose.

 Credito immagine: Jojo (2013, 27 maggio). </ br>“></p> <p align=Le condizioni benigne associate alle corna cutanee includono:

  • escrescenze pigmentate sulla pelle chiamate nevi
  • Crescita innocua e verrucosa sulla pelle nota come cheratosi seborroica
  • verruche virali non correlate all’HPV
  • infezioni virali della pelle, come il mollusco contagioso
  • psoriasi

Mentre queste condizioni non sono cancerose, alcune di esse potrebbero richiedere un trattamento medico. Queste condizioni includono le infezioni della pelle virale e la psoriasi.

Le condizioni più gravi associate alle verruche cutanee includono:

  • carcinoma a cellule squamose o malattia di Bowen
  • Carcinoma delle cellule basali
  • melanoma (molto raramente)
  • carcinoma intraepidermico
  • cheratosi arsenicale

cheratoacantoma

Un’altra crescita, il cheratoacantoma, è una lesione che ricorda un piccolo vulcano. Può crescere fino a 2 centimetri (cm) di diametro nella pelle danneggiata dal sole. Può iniziare come un piccolo brufolo, quindi svilupparsi nell’arco di alcuni mesi, prima di ridursi.

Un medico può raccomandare un intervento chirurgico per ridurre il rischio di diventare maligno, in quanto può assomigliare al carcinoma a cellule squamose (SCC).

Trattamento

Quasi tutte le corna cutanee saranno biopsiate per escludere tumori maligni.

Un medico prenderà un campione del corno che include un pezzo della base. Dopo la procedura, il corno sarà quindi inviato ad un laboratorio per ulteriori test ed esami per verificare la diagnosi e determinare se è cancerogena o benigna.

Durante una biopsia diagnostica, un medico può rimuovere l’intera tromba cutanea a seconda delle sue dimensioni.

Durante la procedura, la persona riceve un anestetico locale per intorpidire il corno e l’area intorno al corno. Una volta che l’area è insensibile, un medico taglierà il corno dalla sua base per rimuoverlo dalla pelle.

Un medico può anche rimuovere strati della pelle intorno o sotto il corno e quindi chiudere l’area.

L’ulteriore trattamento dipende dai risultati della biopsia. Se il corno cutaneo è canceroso, i medici raccomandano ulteriori controlli per assicurarsi che il cancro non si sia diffuso.

Per alcune corna cutanee, criochirurgia o rimozione del corno attraverso il freddo estremo, può essere considerato.

Durante la criochirurgia, un medico assegna alla persona un anestetico locale e quindi applica azoto liquido attraverso un tampone o spray al corno. Ciò danneggia i tessuti che compongono il corno. Alla fine il corno cadrà.

I medici scelgono la criochirurgia più spesso per le corna causate da condizioni specifiche, tra cui cheratosi attinica, verruca vulgaris e mollusco contagioso.

prospettiva

Una volta rimosso il corno, la prospettiva è generalmente buona, anche per le persone con le corna cutanee cancerose. La maggior parte delle persone non ha bisogno di ulteriori trattamenti per un corno cutaneo dopo la sua rimozione.

Tuttavia, coloro che scoprono il carcinoma basocellulare o il carcinoma a cellule squamose come causa sottostante del corno dovranno essere sottoposti a screening periodico nel caso in cui il tumore ritorni.

Like this post? Please share to your friends: