Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cos’è una frattura?

Una frattura ossea è una condizione medica in cui viene interrotta la continuità dell’osso.

Una percentuale significativa di fratture ossee si verifica a causa di un forte impatto o stress.

Tuttavia, una frattura può anche essere il risultato di alcune condizioni mediche che indeboliscono le ossa, ad esempio l’osteoporosi, alcuni tipi di cancro o l’osteogenesi imperfetta (nota anche come malattie delle ossa fragili).

Una frattura causata da una condizione medica è nota come frattura patologica.

Fatti veloci su fratture

Ecco alcuni punti chiave sulle fratture. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • La maggior parte delle fratture ossee sono causate da cadute e incidenti.
  • Le fratture ossee causate dalla malattia sono indicate come fratture patologiche.
  • Una frattura composta è quella che causa anche lesioni alla pelle sovrastante.
  • Esistono diversi tipi di fratture, incluse le avulsioni, le frange comminute e le linee sottili.
  • La guarigione ossea è un processo naturale, il trattamento ruota intorno a dare all’osso condizioni ottimali per guarire se stesso.

Cos’è una frattura ossea?

[Mani e polsi radiografici]

La parola “pausa” è comunemente usata da persone laiche (non professionali).

Tra i medici, specialmente gli specialisti delle ossa, come i chirurghi ortopedici, la “rottura” è un termine molto meno comune quando si parla di ossa.

Una frattura (non solo una rottura) nell’osso è anche nota come frattura. Le fratture possono verificarsi in qualsiasi osso del corpo.

Esistono diversi modi in cui un osso può fratturarsi; per esempio, una frattura all’osso che non danneggia il tessuto circostante o lacera la pelle è nota come frattura chiusa.

D’altra parte, uno che danneggia la pelle circostante e penetra nella pelle è noto come una frattura composta o una frattura aperta. Le fratture composte sono generalmente più gravi delle fratture semplici, perché, per definizione, sono infette.

La maggior parte delle ossa umane sono sorprendentemente forti e possono generalmente resistere a impatti o forze abbastanza forti. Tuttavia, se quella forza è troppo potente, o c’è qualcosa di sbagliato nell’osso, può fratturarsi.

Più invecchiamo, meno forza può sopportare le nostre ossa. Perché le ossa dei bambini sono più elastiche, quando hanno fratture tendono ad essere diverse. I bambini hanno anche placche di crescita alla fine delle loro ossa – aree di crescita delle ossa – che a volte possono essere danneggiate.

tipi

Esiste una gamma di tipi di fratture, tra cui:

  • Frattura d’avulsione: un muscolo o un legamento tira sull’osso, fratturandolo.
  • Frattura sminuzzata – l’osso è frantumato in molti pezzi.
  • La frattura da compressione (schiacciamento) si verifica generalmente nell’osso spugnoso nella colonna vertebrale. Ad esempio, la porzione anteriore di una vertebra nella colonna vertebrale potrebbe collassare a causa dell’osteoporosi.
  • Dislocazione della frattura: un’articolazione si disloca e una delle ossa dell’articolazione presenta una frattura.
  • Frattura di Greenstick – l’osso si frattura parzialmente su un lato, ma non si rompe completamente perché il resto dell’osso può piegarsi. Questo è più comune tra i bambini, le cui ossa sono più morbide e più elastiche.
  • Frattura dei capelli – una frattura parziale dell’osso. A volte questo tipo di frattura è più difficile da rilevare con xray di routine.
  • Frattura impattata – quando l’osso è fratturato, un frammento di osso va in un altro.
  • Frattura intraarticolare – dove la rottura si estende nella superficie di un’articolazione
  • Frattura longitudinale – la rottura è lungo la lunghezza dell’osso.
  • Frattura obliqua – una frattura che è diagonale rispetto all’asse lungo dell’osso.
  • Frattura patologica – quando una malattia o condizione sottostante ha già indebolito l’osso, causando una frattura (frattura ossea causata da una malattia / condizione sottostante che ha indebolito l’osso).
  • Frattura a spirale – una frattura in cui almeno una parte dell’osso è stata attorcigliata.
  • Frattura da sforzo – più comune tra gli atleti. Si rompe un osso a causa di stress e sforzi ripetuti.
  • Frattura del torio (fibbia) – l’osso si deforma ma non si spezza. Più comune nei bambini. È doloroso ma stabile.
  • Frattura trasversale: una frattura diretta su un osso.

Sintomi

[Ginocchio a raggi X]

I segni e i sintomi di una frattura variano a seconda dell’osso interessato, dell’età del paziente e della salute generale, nonché della gravità della lesione. Tuttavia, spesso includono alcuni dei seguenti:

  • dolore
  • gonfiore
  • ecchimosi
  • pelle scolorita intorno alla zona interessata
  • angolazione: l’area interessata può essere piegata con un’angolazione insolita
  • il paziente non è in grado di pesare sulla zona lesa
  • il paziente non può spostare l’area interessata
  • l’osso o l’articolazione colpiti possono presentare una sensazione di grattamento
  • se è una frattura aperta, potrebbe esserci sanguinamento

Quando viene colpito un osso di grandi dimensioni, come la pelvi o il femore:

  • il malato può sembrare pallido e viscido
  • ci possono essere vertigini (sensazione di svenimento)
  • sentimenti di malattia e nausea.

Se possibile, non spostare una persona con un osso rotto fino a quando un operatore sanitario è presente e può valutare la situazione e, se necessario, applicare una stecca. Se il paziente si trova in un luogo pericoloso, ad esempio nel mezzo di una strada trafficata, a volte è necessario agire prima che arrivino i servizi di emergenza.

Le cause

La maggior parte delle fratture sono causate da una brutta caduta o da un incidente automobilistico. Le ossa sane sono estremamente resistenti e resilienti e possono sopportare impatti sorprendentemente potenti. Con l’avanzare dell’età, due fattori aumentano il rischio di fratture: le ossa più deboli e un rischio maggiore di caduta.

I bambini, che tendono ad avere stili di vita fisicamente più attivi rispetto agli adulti, sono anche inclini a fratture.

Le persone con malattie e condizioni che possono indebolire le loro ossa hanno un rischio maggiore di fratture. Gli esempi includono l’osteoporosi, l’infezione o un tumore. Come accennato in precedenza, questo tipo di frattura è noto come una frattura patologica.

Le fratture da stress, che derivano da ripetuti stress e tensioni, comunemente riscontrate tra gli sportivi professionisti, sono anche cause comuni di fratture.

Diagnosi e trattamento

[Ragazzo con una gamba rotta]

Un medico effettuerà un esame fisico, identificherà segni e sintomi e farà una diagnosi.

Il paziente sarà intervistato – o amici, parenti e testimoni se il paziente non può comunicare correttamente – e ha chiesto informazioni sulle circostanze che hanno causato la ferita o potrebbero averlo causato.

I medici ordineranno spesso una radiografia. In alcuni casi, è anche possibile ordinare una risonanza magnetica o TC.

La guarigione ossea è un processo naturale che, nella maggior parte dei casi, si verificherà automaticamente. Il trattamento delle fratture è solitamente volto a verificare che ci sia la migliore funzione possibile della parte lesa dopo la guarigione.

Il trattamento si concentra anche sul fornire all’osso danneggiato le migliori condizioni per una guarigione ottimale (immobilizzazione).

Per iniziare il processo di guarigione naturale, è necessario allineare le estremità dell’osso rotto – questo è noto come ridurre la frattura.

Di solito il paziente dorme sotto anestesia generale quando viene effettuata la riduzione della frattura. La riduzione della frattura può essere effettuata mediante manipolazione, riduzione chiusa (estrazione dei frammenti ossei) o intervento chirurgico.

Immobilizzazione: non appena le ossa sono allineate, devono rimanere allineate mentre si curano. Questo può includere:

  • Calchi in gesso o bretelle funzionali in plastica – questi tengono l’osso in posizione finché non si è cicatrizzato.
  • Piastre e viti in metallo: le attuali procedure possono utilizzare tecniche minimamente invasive.
  • Unghie midollari – le aste interne di metallo sono posizionate al centro delle ossa lunghe. I fili flessibili possono essere utilizzati nei bambini.
  • Fissatori esterni: questi possono essere fatti di metallo o fibra di carbonio; hanno spilli d’acciaio che passano nell’osso direttamente attraverso la pelle. Sono un tipo di ponteggio esterno al corpo.

Di solito, l’area ossea fratturata viene immobilizzata per 2-8 settimane. La durata dipende da quale osso è interessato e se ci sono delle complicazioni, come un problema di afflusso di sangue o un’infezione.

Guarigione: se un osso rotto è stato allineato correttamente e mantenuto immobile, il processo di guarigione è in genere semplice.

Gli osteoclasti (cellule ossee) assorbono l’osso vecchio e danneggiato mentre gli osteoblasti (altre cellule ossee) vengono utilizzati per creare nuovo osso.

Il callo è un nuovo osso che si forma intorno a una frattura. Si forma su entrambi i lati della frattura e cresce verso ciascuna estremità fino a riempire la frattura. Alla fine, l’osso in eccesso si attenua e l’osso è come prima.

L’età del paziente, l’osso interessato, il tipo di frattura e la salute generale del paziente sono tutti fattori che influenzano la rapidità con cui l’osso guarisce. Se il paziente fuma regolarmente, il processo di guarigione richiederà più tempo.

Fisioterapia: dopo che l’osso è guarito, potrebbe essere necessario ripristinare la forza muscolare e la mobilità nell’area interessata. Se la frattura si è verificata vicino o attraverso un’articolazione, c’è il rischio di rigidità permanente o artrite – l’individuo potrebbe non essere in grado di piegare l’articolazione come prima.

Intervento chirurgico: in caso di danni alla pelle e ai tessuti molli attorno all’osso o all’articolazione colpiti, può essere necessaria la chirurgia plastica.

Sindacati ritardati e non sindacati

Le non-unioni sono fratture che non riescono a guarire, mentre le unioni ritardate sono quelle che impiegano più tempo a guarire.

  • Terapia ad ultrasuoni: l’ultrasuono a bassa intensità viene applicato quotidianamente alla zona interessata. Questo è stato trovato per aiutare la frattura a guarire. Gli studi in questo settore sono ancora in corso.
  • Innesto osseo: se la frattura non guarisce, viene trapiantato un osso naturale o sintetico per stimolare l’osso rotto.
  • Terapia con cellule staminali: attualmente sono in corso studi per vedere se le cellule staminali possono essere utilizzate per trattare le fratture che non guariscono.

complicazioni

Guarisce nella posizione sbagliata – questo è noto come una maledizione; o la frattura guarisce nella posizione sbagliata o si sposta (la frattura stessa si sposta).

Interruzione della crescita ossea – se una frattura ossea infantile colpisce la piastra di crescita, c’è il rischio che il normale sviluppo di quell’osso possa essere compromesso, aumentando il rischio di una successiva deformità.

Infezione persistente di osso o midollo osseo: in caso di rottura della pelle, come può accadere con una frattura composta, i batteri possono entrare e infettare l’osso o il midollo osseo, che può diventare un’infezione persistente (osteomielite cronica).

I pazienti potrebbero dover essere ospedalizzati e trattati con antibiotici. A volte è necessario il drenaggio chirurgico e il curettage.

Morte ossea (necrosi avascolare) – se l’osso perde la sua riserva essenziale di sangue, potrebbe morire.

Prevenzione

Nutrizione e luce solare: il corpo umano ha bisogno di scorte adeguate di calcio per le ossa sane. Latte, formaggio, yogurt e verdure a foglia verde scuro sono buone fonti di calcio.

Il nostro corpo ha bisogno della vitamina D per assorbire il calcio – l’esposizione alla luce solare, così come mangiare uova e pesce grasso sono buoni modi per ottenere la vitamina D.

[Yoga al tramonto]

Attività fisica: più esercizi che pesi, più forti saranno le tue ossa.

Gli esempi includono saltare, camminare, correre e ballare – qualsiasi esercizio in cui il corpo attira lo scheletro.

L’età avanzata non si traduce solo in ossa più deboli, ma spesso in una minore attività fisica, il che aumenta ulteriormente il rischio di ossa ancora più deboli. È importante che le persone di tutte le età rimangano fisicamente attive.

Menopausa – l’estrogeno, che regola il calcio di una donna, cade durante la menopausa, rendendo la regolazione del calcio molto più difficile. Di conseguenza, le donne devono prestare particolare attenzione alla densità e alla forza delle loro ossa durante e dopo la menopausa.

I seguenti passaggi possono aiutare a ridurre il rischio di osteoporosi post menopausa:

  • Fai diverse sessioni di allenamento a carico breve ogni settimana.
  • Non fumare.
  • Consumare solo quantità moderate di alcol o non berle.
  • Ottieni un’esposizione adeguata alla luce del giorno.
  • Assicurati che la tua dieta abbia un sacco di cibi ricchi di calcio. Per coloro che trovano questo difficile, un medico può raccomandare supplementi di calcio.
Like this post? Please share to your friends: