Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa c’è da sapere sull’acidosi respiratoria?

L’acidosi respiratoria si sviluppa quando l’aria espirata dai polmoni non scambia in modo adeguato l’anidride carbonica formata nel corpo per l’ossigeno inspirato nell’aria. Ci sono molte condizioni o situazioni che possono portare a questo.

Una delle condizioni che può ridurre la capacità di espirare adeguatamente l’anidride carbonica (CO2) è la malattia polmonare ostruttiva cronica o BPCO.

La CO2 che non viene espirata può spostare il normale equilibrio di acidi e basi nel corpo verso l’acido. La CO2 si mescola con l’acqua nel corpo per formare l’acido carbonico.

Con l’acidosi respiratoria cronica, il corpo compensa parzialmente la CO2 trattenuta e mantiene l’equilibrio acido-base vicino alla norma. La principale risposta del corpo è un aumento dell’escrezione dell’acido carbonico e della ritenzione della base di bicarbonato nei reni.

L’assistenza medica per l’acidosi respiratoria cronica è principalmente il trattamento della malattia sottostante che ha ostacolato la respirazione. Il trattamento può anche essere applicato per migliorare la respirazione direttamente.

L’acidosi respiratoria può anche essere acuta piuttosto che cronica, sviluppandosi improvvisamente per insufficienza respiratoria. Per l’acidosi respiratoria acuta è necessario un trattamento medico di emergenza per:

  • Ritrova la respirazione salutare
  • Ripristinare l’equilibrio acido-base
  • Trattare le cause dell’insufficienza respiratoria

Fatti veloci sull’acidosi respiratoria

Ecco alcuni punti chiave sull’acidosi respiratoria. Maggiori dettagli e informazioni di supporto sono nell’articolo principale.

  • L’acidosi respiratoria si sviluppa quando la respirazione diminuita non riesce a liberarsi adeguatamente di CO2 formata nel corpo
  • Il pH del sangue, come misura dell’equilibrio acido-base, è mantenuto vicino alla norma nell’acidosi respiratoria cronica compensando le risposte nel corpo principalmente nel rene
  • L’acidosi respiratoria acuta richiede un trattamento di emergenza
  • I fattori che potrebbero peggiorare l’acidosi respiratoria comprendono il fumo, i sedativi e l’obesità

Equilibrio acido-base e acidosi

Quando i livelli di acido nel corpo sono in equilibrio con i livelli di base nel corpo, la misura del pH del sangue è 7,4. Un numero di pH più basso riflette livelli più elevati di acido, e un numero di pH più alto rappresenta livelli di base più alti.

[diagramma polmoni]

L’intervallo di pH ristretto per un funzionamento sano è compreso tra 7,35-7,45.

L’acidemia è definita quando il pH del sangue è inferiore a 7,35. L’alcalemia, o sangue con alti livelli di base, è quando il pH del sangue è superiore a 7,45.

Acidosi respiratoria

L’acidosi è eccesso di acidità. È classificato come metabolico o respiratorio, a seconda della causa principale dello squilibrio acido-base.

L’acidosi metabolica non deriva dall’aumento di CO2, ma dall’aumentata produzione di acidi. Può verificarsi in condizioni come la chetoacidosi diabetica e le malattie renali, così come molte altre malattie.

L’acidosi respiratoria si verifica quando la respirazione non elimina in modo adeguato la CO2. L’aumento di CO2 provoca un aumento dell’acido e uno stato acido.

L’aumento di CO2 che si verifica nell’acidosi respiratoria è chiamato ipercapnia quando sale sopra il range normale.

L’ipercapnia nell’acidosi respiratoria cronica può persistere senza sangue pericolosamente acido a causa delle risposte del corpo a compensare. I reni si liberano di più acido e riassorbono più basi per cercare di creare un equilibrio.

È necessario un immediato intervento medico se questa funzione renale non è più sufficiente per mantenere l’equilibrio di acidi e basi. È anche necessario in caso di acidosi respiratoria acuta da insufficienza respiratoria.

Sintomi

I sintomi dell’acidosi respiratoria sono generalmente gli effetti della CO2 aumentata. Nell’acidosi respiratoria cronica, questi sintomi sono meno evidenti rispetto all’acidosi respiratoria acuta. Questo perché le risposte compensatorie nel corpo mantengono il pH del sangue vicino alla norma.

L’effetto acidificante della CO2 aumentata nell’acidosi respiratoria cronica può essere ridotto nel sangue. Tuttavia, non è diminuito come efficace nel cervello.

I sintomi dell’aumento dei livelli di CO2 e dell’acidità nel cervello possono essere trascurati nelle malattie a lungo termine, ma possono includere:

[L'uomo che lotta per dormire]

  • Mal di testa
  • Perdita di memoria
  • Disturbi del sonno
  • Ansia e cambiamenti di personalità

Nell’acidosi respiratoria acuta, o se l’acidosi respiratoria cronica peggiora, gli effetti della CO2 aumentata nel cervello sono più evidenti. I sintomi possono includere:

  • Confusione
  • Sonnolenza
  • Stupore
  • Muscolo masturbandosi

Nell’acidosi respiratoria acuta e nel peggioramento dell’acidosi respiratoria cronica, il pH ematico si abbassa ed è collegato a tassi più elevati di morte. Gli effetti del pH abbassato includono:

  • Il muscolo cardiaco lavora di meno
  • Il ritmo cardiaco è disturbato, producendo aritmie
  • Gocce di sangue

Trattamento

[Donna con maschera di ossigeno]

Il trattamento medico dell’acidosi respiratoria cronica si concentrerà sul trattamento della malattia sottostante che ostacola la corretta respirazione.

I trattamenti possono anche essere dati per migliorare la respirazione, compresi i farmaci che aiutano ad aprire i passaggi ai polmoni.

Nell’acidosi respiratoria acuta, può essere fornita assistenza respiratoria diretta. I medici possono fornire una ventilazione a pressione positiva attraverso una maschera facciale.

In condizioni più severe, la respirazione viene assistita meccanicamente attraverso un tubo inserito nelle vie aeree.

Prevenzione

L’acidosi respiratoria viene evitata mantenendo una sana funzione respiratoria. La malattia a lungo termine che colpisce la respirazione come l’asma e la BPCO deve essere ben monitorata e gestita a livello medico.

Se tali malattie sono presenti, o se l’acidosi respiratoria cronica si sviluppa da un’altra condizione, i farmaci che possono ridurre ulteriormente la respirazione dovrebbero essere evitati se possibile. Se i pazienti hanno bisogno di usarli, devono essere utilizzati nella più piccola dose utile.

Devono essere evitati comportamenti come il fumo che riducono la respirazione sana. Poiché il fumo ha una forte associazione con lo sviluppo della BPCO, è sempre consigliabile smettere di fumare.

L’obesità può anche ridurre la respirazione sana e aumentare il rischio di malattie cardiache e diabete. Di conseguenza, una dieta sana e un’attività fisica avvantaggiano cuore e polmoni.

Like this post? Please share to your friends: