Gentili utenti! Tutti i materiali presenti sul sito consistono in traduzioni da altre lingue. Ci scusiamo per la qualità dei testi, ma confidiamo che possano essere di vostro gradimento. Cordialmente, l'Amministrazione del sito. La nostra e-mail: admin@itmedbook.com

Cosa c’è da sapere sull’epatite virale?

L’epatite si riferisce a un’infiammazione delle cellule del fegato e danni al fegato. Esistono diversi tipi e cause, ma i sintomi possono essere simili.

Le funzioni del fegato comprendono la disintossicazione del sangue, la conservazione di vitamine e la produzione di ormoni. L’epatite può interrompere questi processi e creare gravi problemi di salute in tutto il corpo.

Almeno cinque virus possono causare epatite. I tre più comuni sono i virus dell’epatite A, B e C. L’infezione con uno di questi tre può essere fatale.

Altri tipi di epatite possono derivare dal consumo eccessivo di alcol o da una condizione autoimmune. Questo articolo esaminerà l’epatite A, B e C. Queste sono forme di epatite trasmesse da un virus.

Negli Stati Uniti, l’incidenza dell’epatite A è diminuita negli ultimi 20 anni, ma l’epatite C acuta ha registrato un aumento del 44% tra il 2011 e il 2012.

tipi

epatite

I tre principali tipi di epatite sono noti come epatite A, B e C. Ciascuno è causato da un diverso virus. Tutti e tre i tipi possono essere acuti, della durata di 6 mesi o meno, ei tipi B e C possono essere cronici, durando più a lungo.

Ogni tipo ha caratteristiche diverse e viene trasmesso in modi diversi, ma i sintomi tendono ad essere simili.

Epatite A

Negli Stati Uniti (Stati Uniti), nel 2015 sono stati segnalati 1.390 casi di epatite A.

È spesso mite e la maggior parte delle persone effettua un recupero completo, dopo di che sono immuni e quindi protetti dal virus in futuro. Tuttavia, se progredisce, i sintomi possono essere gravi o potenzialmente letali.

Le persone in alcune parti del mondo con scarse condizioni igieniche sono particolarmente a rischio di contrarre l’HAV.

Esistono vaccini sicuri ed efficaci che proteggono da questo virus.

Epatite B

L’epatite B può essere trasmessa quando una persona:

  • ha rapporti sessuali non protetti con una persona infetta
  • condivide un ago con una persona infetta, spesso per uso illegale di droghe o steroidi
  • ha un tatuaggio creato con aghi non sterilizzati
  • è accidentalmente pungere, per esempio, gli operatori sanitari che si occupano di oggetti appuntiti
  • condivide oggetti personali, come uno spazzolino da denti o un rasoio, con una persona infetta
  • è morso da qualcuno che è infetto

Una madre infetta può trasmettere il virus al suo bambino durante l’allattamento.

Il fegato di una persona infettata da epatite B gonfia. Il danno grave può causare.

L’infezione da HBV può diventare cronica. Questo può portare a complicazioni, tra cui cicatrici del fegato o cirrosi. Può anche causare un tipo di cancro noto come carcinoma epatocellulare.

Nel 2015, 887.000 morti in tutto il mondo sono state collegate all’HBV, principalmente a causa di complicazioni come queste.

Negli Stati Uniti, ci sono stati 3.370 casi segnalati di HBV, ma i Centers for Disease Control and Prevention (CDC) stimano che la cifra reale potrebbe essere di circa 21.900.

Al momento non esiste una cura per HBV. Tuttavia, il tasso di incidenza è diminuito nei paesi in cui il vaccino è disponibile e questo vaccino è efficace al 95% contro l’infezione.

Esiste un vaccino sicuro ed efficace che può proteggere dall’HBV.

Epatite C

HCV può portare a danni al fegato e gonfiore. Circa 1 su 4 persone con HCV ottengono la cirrosi, e questo può portare al cancro del fegato.

Il sangue donato è ora testato per l’HCV, ma le persone che hanno ricevuto trapianti di organi o donazioni di sangue prima che i test diventassero parte del processo di donazione potrebbero essere a rischio.

Altri gruppi a rischio comprendono operatori sanitari esposti a taglienti, utenti di farmaci per via endovenosa e neonati nati da madri con HCV.

Il numero di casi di HCV negli Stati Uniti è quasi triplicato tra il 2010 e il 2015, quando sono stati segnalati 2.436 casi. Tuttavia, il CDC stima che 33.900 infezioni si siano verificate nel 2015, comprese quelle non riportate.

Non esiste un vaccino per prevenire l’HCV, ma il trattamento può curarlo.

Trattamento

Alcuni tipi e casi di epatite possono guarire senza intervento, ma a volte può progredire fino alla cicatrizzazione del fegato o alla cirrosi.

Epatite A

Non esiste un trattamento specifico per l’HAV. Il medico consiglierà al paziente di astenersi da alcol e droghe durante il recupero. La maggior parte dei pazienti con epatite A si riprenderà senza intervento.

Epatite B

Un paziente con HBV deve riposare e astenersi completamente dall’alcool. Il medico può prescrivere un agente antivirale chiamato interferone o altre terapie antivirali soppressive.

Epatite C

Ad un paziente con epatite C verranno prescritti agenti antivirali, con o senza ribavirina.

Alcuni antivirali diretti e terapie combinate sono ora disponibili per trattare il virus dell’epatite C in base al suo sottotipo. Questi trattamenti mirano alla replicazione virale e impediscono al virus di essere in grado di riprodursi. Se preso correttamente, il tasso di guarigione è molto alto.

Questi farmaci possono essere costosi e gli assicuratori possono avere criteri specifici per il trattamento.

Sintomi

Molte persone affette da epatite presentano sintomi lievi o assenti. Quando compaiono i sintomi, possono farlo da 15 a 180 giorni dopo l’infezione. Questo vale per tutti i tipi di epatite.

Epatite acuta

La fase iniziale dell’epatite è chiamata fase acuta. I sintomi sono simili a quelli dell’influenza lieve e possono includere:

Epatite da ittero

  • diarrea
  • fatica
  • perdita di appetito
  • febbre leggera
  • dolori muscolari o articolari
  • nausea
  • lieve dolore addominale
  • vomito
  • perdita di peso
  • itterizia

La fase acuta non è solitamente pericolosa, ma in alcune persone può portare a insufficienza epatica acuta e morte. Può anche progredire in un’infezione cronica. Questo è molto probabilmente con HBV o HCV.

Con il progredire della malattia, l’epatite cronica può portare a progressiva insufficienza epatica, con conseguente ittero, gonfiore degli arti inferiori, confusione e sangue nelle feci o vomito.

Potrebbe verificarsi quanto segue:

  • urina scura
  • orticaria
  • prurito della pelle
  • feci di colore chiaro
  • la pelle gialla, il bianco degli occhi e la lingua

Gli esiti dei pazienti dopo la fase acuta dipendono da vari fattori, in particolare il tipo di epatite. Alcune persone non sapranno di avere un’epatite cronica fino a quando non si verifica l’insufficienza epatica.

Diagnosi

Poiché i sintomi dei diversi tipi di epatite sono simili, il tipo e la gravità dell’epatite possono essere diagnosticati solo attraverso test di laboratorio.

Un medico eseguirà un esame obiettivo e chiederà una storia medica per valutare se un paziente è stato esposto a una probabile causa di epatite.

Se un paziente ha viaggiato di recente all’estero, potrebbe avere l’HAV. Se hanno avuto rapporti sessuali non protetti, potrebbero avere l’HBV.

Se si sospetta l’epatite, i seguenti test possono confermare una diagnosi:

  • Esami del sangue: possono rilevare se l’organismo produce anticorpi per combattere la malattia e possono valutare la funzionalità epatica controllando i livelli di alcune proteine ​​e enzimi del fegato.
  • Test dell’acido nucleico: per l’epatite B e C, un test dell’HBV DNA o dell’HCV RNA può confermare la velocità con cui il virus si sta riproducendo nel fegato e questo mostrerà quanto è attiva la malattia.
  • Una biopsia epatica: può misurare l’entità del danno epatico e la possibilità di cancro.
  • Paracentesi: il liquido addominale viene estratto e testato per identificare la causa dell’accumulo di liquidi.
  • Elastografia: misura la rigidità del fegato emettendo onde sonore.
  • Marcatori surrogati: un tipo di esame del sangue per valutare lo sviluppo di cirrosi e fibrosi.

Il trattamento dipenderà dalla diagnosi.

Le cause

I tre tipi più comuni di epatite virale sono tutti causati da infezioni virali.

L’epatite A è causata dal consumo di cibo o acqua infetti dal virus dell’epatite A (HAV), spesso durante i viaggi all’estero. Il virus può anche essere trasmesso attraverso il contatto anale-orale durante il sesso o iniettando droghe.

L’epatite B è causata dal virus dell’epatite B (HBV) e si diffonde attraverso il contatto con sangue infetto, sperma e altri fluidi corporei. Può essere una malattia a trasmissione sessuale (STD).

L’epatite C deriva principalmente dall’infezione percutanea, che si verifica quando il virus dell’HCV entra sotto la pelle. Di solito si diffonde attraverso narcotici iniettati, ferite da aghi e mancanza di controllo delle infezioni nelle strutture sanitarie.

L’HCV non può essere preso dal contatto con le feci e la trasmissione sessuale è meno comune rispetto ad altri tipi.

L’alcol, le medicine, l’obesità e l’esposizione chimica non causano i tipi A, B o C, ma possono aggravare l’infiammazione e peggiorare i sintomi.

Prevenzione

L’epatite può essere pericolosa e difficile da trattare, quindi si consiglia alle persone di prendere precauzioni contro possibili infezioni.

Prevenire l’epatite A

L’epatite A si sviluppa principalmente attraverso cibo e acqua infetti.

I seguenti passaggi possono aiutare ad evitare l’infezione, specialmente quando si viaggia.

  • Lavarsi le mani con sapone dopo aver usato il bagno.
  • Consuma solo cibo appena cotto.
  • Bere solo acqua in bottiglia commerciale o acqua bollita se non si è sicuri dei servizi igienici locali.
  • Mangia solo frutta pelabile se ti trovi in ​​un luogo con servizi igienico-sanitari inaffidabili
  • Mangia solo verdure crude se sei sicuro che siano state pulite o disinfettate accuratamente.
  • Prendi un vaccino per l’HAV prima di recarti in luoghi in cui l’epatite può essere endemica.

Prevenire l’epatite B

Per ridurre al minimo il rischio di trasmissione:

  • Dillo a qualsiasi partner sessuale se sei un corriere o cerca di scoprire se portano la malattia.
  • Pratica il sesso sicuro usando i preservativi.
  • Utilizzare solo aghi puliti inutilizzati in precedenza.
  • Non condividere spazzolini da denti, rasoi o strumenti per manicure.
  • Consentire l’uso di attrezzature perforanti per la pelle ben sterilizzate, ad esempio durante un tatuaggio, un piercing o l’agopuntura.
  • Avere la vaccinazione contro l’HBV se si è a rischio.

Come prevenire l’epatite C

Poiché questo viene spesso trasmesso attraverso il trasferimento di fluidi corporei infetti, i seguenti passaggi possono aiutare a prevenire la trasmissione dell’HCV:

  • Non condividere aghi, spazzolini da denti o attrezzature per manicure.
  • Assicurati che l’attrezzatura sia ben sterilizzata per qualsiasi piercing alla pelle.
  • Consumare alcol con moderazione.
  • Non iniettare droghe illegali.

L’epatite A e C sono curabili, ma l’epatite B è solo prevenibile con il vaccino. Una cura è ancora in fase di sviluppo.

prospettiva

I diversi tipi di epatite hanno diverse possibilità di recupero.

Epatite A: questo tipo di epatite si risolve normalmente in 2 mesi senza lasciare effetti a lungo termine. Una persona con HAV di solito sarà immune all’epatite A per il resto della sua vita.

Epatite B: la maggior parte degli adulti infettati dal virus HBV si riprende entro 90 giorni e raggiunge l’immunità per tutta la vita. Tuttavia, il 90% dei bambini, il 20% dei bambini più grandi e il 5% degli adulti svilupperà un’infezione cronica e svilupperà gravi problemi di salute, come il cancro del fegato e la cirrosi.

Epatite C: questa si trasforma in un’infezione permanente nel 70-85% delle persone che hanno il virus dell’HCV. L’epatite C è fatale tra l’1 e il 5% delle persone. L’infezione può ora essere curata e il 15-25% delle persone con HCV cancella l’infezione senza trattamento.

Like this post? Please share to your friends: